Torino-Milan: un giovedì sera per allontanare la crisi

Torino-Milan: un giovedì sera per allontanare la crisi

Verso il match / Sia per i granata che per i rossoneri, giovedì può essere un’occasione di riscatto

di Marco De Rito, @marcoderito

Dopo le due sconfitte consecutive con Lecce e Sampdoria, il Torino ha la possibilità di riscatto già quattro giorni dopo la gara di Marassi, contro il Milan. Si tratta della quinta giornata di campionato, che sarà il posticipo del giovedì sera (ore 21) e andrà in scena al “Grande Torino”. La partita non si prospetta certo facile, anzi sarà piena di insidie con un Diavolo che anch’esso la necessità di invertire la rotta dopo la sconfitta nel Derby con l’Inter. Lombardi e piemontesi si trovano a pari punti in classifica e dopo le difficoltà recenti vogliono mandare ai rispettivi tifosi un segnale diverso. La posta in palio è alta e per questo ci si può attendere un match intenso e combattuto.

IL TORINO – Nel Torino, dopo i problemi in difesa, l’attenzione è tutta sul possibile rientro di Nicolas Nkoulou. Il camerunese non era stato ritenuto pronto in occasione del match con la Sampdoria. In attacco, invece, c’è da capire se Mazzarri vorrà inserire Verdi dal primo minuto dopo gli spezzoni che il numero 24 ha giocato contro Lecce e Sampdoria in situazioni nelle quali c’era da rincorrere gli avversari. Nel fatto di aver dato sinora poco spazio agli acquisti estivi Mazzarri e Giampaolo si assomigliano: Milan e Torino sono infatti rispettivamente la seconda e la terza squadra in Italia ad impiegare meno i colpi del mercato (in testa c’è l’Atalanta).

La Sampdoria al lavoro per trovare il tifoso blucerchiato che ha mimato l’aereo di Superga

EUROPA – Belotti e compagni affronteranno un Diavolo ferito dalla sconfitta al derby, ma che aveva già collezionato una sconfitta contro l’Udinese, mentre i sei punti sono stati guadagnati contro Brescia e Hellas Verona, giocando due partite comunque non convincenti al 100% contro due neopromosse. Marco Giampaolo non è ancora riuscito ad impostare un suo gioco e la squadra è in difficoltà: Walter Mazzarri non pare l’avversario ideale per riemergere, visto il ruolino di marcia nettamente a vantaggio dell’allenatore toscano nei precedenti tra i due tecnici. Tuttavia anche Lecce e Sampdoria erano avversari in difficoltà, ma con i granata hanno trovato i punti per tornare a respirare: per questo i tifosi di casa avranno da fare gli scongiuri. Torino e Milan restano compagini che puntano ad un piazzamento europeo, seppur differente (l’Europa League per il Torino, la Champions League per il Milan): con una vittoria potrebbero cercare di  rilanciarsi ed uscire da un momento non facile. Sarà da vedere se prevarrà la paura di perdere o la voglia di vincere ma i presupposti per assistere ad un sfida con colpi di scena ci sono tutti.

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cinquantott_13953589 - 3 settimane fa

    Meïté, mej fòra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. suoladicane - 3 settimane fa

    per me tre quattro tre
    sirigu
    izzo, lyanco, bremer
    lollo baselli (lukic) rincon laxalt
    jago gallo verdi

    forza ragazziiiiiiiiiiiiiiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cerutti_Gino - 3 settimane fa

    Di corsa ritornare al 3-5-1-1 che lo scorso anno ci ha fatto fare un girone di ritorno sontuoso.
    Speriamo di recuperare fisicamente Lukic e mentalmente Nkoulou per giocare con:
    SIRIGU
    IZZO – NKOULOU – DJIDJI
    DE SILVESTRI – LUKIC – RINCON – BASELLI – LAXALT
    VERDI
    GALLO

    W TORO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Toro_felix - 3 settimane fa

    Se non vi piace Mazzarri, siate coerenti e sperate in una sconfitta col Milan, che per cambiare rotta poi c’è ancora tempo. Dispiace ma prima ci si toglie il dente e meglio è. Io per conto mio non so cosa sia meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 3 settimane fa

      a me wm non piace, ma da qui a sperare che il toro perda ce ne passa
      fatti curare, da uno bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Radix66 - 3 settimane fa

    Sono combattuto. Non so se essere contento che si giochi di nuovo subito od averne timore. Il cuore chiederebbe non tanto una vittoria, ma almeno una prova degna della ns.maglia. la mollezza ed insipienza delle ultime partite mi fa temere repliche. FVCG sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. inf_693 - 3 settimane fa

    Basta critiche, forza Ragazzi!
    in campo chi vuol combattere !!!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. d.e.rossi200_14333691 - 3 settimane fa

    Questa partita va semplicemente vinta. Se non otterremmo i 3 punti con Mazzarri ci saranno grossi provvedimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leoj - 3 settimane fa

      amen

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giancarlo - 3 settimane fa

      Quali? Mazzarri verso i giocatori o Cairo verso Mazzarri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. d.e.rossi200_14333691 - 3 settimane fa

        Cairo verso Mazzarri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. d.e.rossi200_14333691 - 3 settimane fa

    Formazione da schierare in campo:

    SIRIGU.

    IZZO. NKOULOU BONIFAZI

    LAXALT BASELLI RINCON OLA AINA

    VERDI

    BELOTTI ZAZA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. uiltucs.pesar_12159015 - 3 settimane fa

      D’accordo con te: invertirei solo i 2 esterni (Aina a destra e Laxalt a sinistra)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. d.e.rossi200_14333691 - 3 settimane fa

        Giusto. Ho fatto confusione

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. leoj - 3 settimane fa

    Bene che vada il nostro coraggiosissimo allenatore farà le barricate per un bel pareggino nel suo stile e nel suo interesse personale, tentando di ottenere il rinnovo.
    Con questo non si va da nessuna parte, e purtroppo abbiamo perso anche tempo per trovare qualcuno valido in giro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy