Torino, il pagellone di fine 2019: Berenguer 6, bene in trasferta e anonimo in casa

Torino, il pagellone di fine 2019: Berenguer 6, bene in trasferta e anonimo in casa

Pagellone / Lo spagnolo ha collezionato fino ad ora 15 presenze con la maglia granata: 10 in Serie A e 5 nei preliminari di Europa League

di Luca Sardo

Il 2019 sta per concludersi e per i giocatori del Torino è tempo di primi bilanci per questa prima parte di stagione. Ora tocca ad Alejandro Berenguer. Il giocatore nativo di Pamplona, escludendo i due match saltati a causa di un problema alla caviglia, è sempre stato impiegato da Walter Mazzarri. Il numero 21 infatti ha collezionato fino ad ora 15 presenze con la maglia granata (10 in campionato e 5 nelle qualificazioni in Europa League) segnando 4 reti e facendo un assist. Il giudizio che assegniamo a Berenguer per questa prima parte di stagione è un 6. Il ragazzo ha dispensato qualche punta di alta qualità, evidenziando anche una grande duttilità, ma con troppi intervalli. Si è messo in luce soprattutto fuori casa per poi offrire prestazioni anonime a Torino: un buon proposito per il 2020 sarebbe quello di trovare la giusta continuità.

Torino, il pagellone di fine 2019: Baselli 6, punto fermo anche se non segna più

PARTITA TOP – La miglior partita giocata dal numero 21 spagnolo è quella contro il Brescia. Al Rigamonti, Berenguer – entrato al 62′ al posto di Verdi – è stato autore di una doppietta che ha permesso ai granata di chiudere definitivamente la partita e assicurarsi i tre punti. Nel ruolo di seconda punta agendo alle spalle del Gallo Belotti, lo spagnolo è riuscito ad incidere immediatamente nel match. Altra partita in cui il giocatore di Pamplona ha messo il suo zampino è stato lo scorso 1° settembre contro l’Atalanta: in trasferta al Tardini i granata si sono imposti con un 3-2 ottenuto dopo essere stati sotto 2-1. Fondamentale è stata la rete del momentaneo 2-2 di Berenguer arrivata poco dopo il vantaggio nerazzurro.

PARTITA FLOP – Le peggiori prestazioni di Berenguer sono arrivate in casa. Viene in mente il match contro il Lecce a settembre; partito titolare, è stato sostituito all’intervallo dopo aver fatto veramente troppi errori. Altra partita con una valutazione sotto la sufficienza per il numero 21 è stato quella contro la Fiorentina: troppi sono stati i palloni sbagliati e, a causa di questo sua prestazione non eccelsa, è arrivato anche qualche mugugno dagli spalti che Berenguer ha mostrato di soffrire oltremodo.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 2 mesi fa

    Se gli date solo sei quest’anno cosa gli avreste dovuto dare gli anni scorsi?
    Goals e assists, è l’intera squadra a fare pena un casa

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy