Torino-Fiorentina, incognita Chiesa: i granata studiano l’eventuale piano B dei viola

Torino-Fiorentina, incognita Chiesa: i granata studiano l’eventuale piano B dei viola

Focus on / La presenza di Federico Chiesa fa tutta la differenza del mondo per la Fiorentina, lo dicono i numeri: senza di lui dal primo minuto il rendimento cala

di Redazione Toro News

Verso il match contro la Fiorentina, c’è un grande dubbio per la formazione di Montella: Chiesa ci sarà o no? E anche il Torino, sicuramente, segue l’evolversi delle notizie che arrivano da Firenze. Perchè la Fiorentina senza Chiesa in campionato arranca e non segna. L’attaccante manca dal 10 ottobre, dalla gara con il Cagliari. Fin qui due assist per Ribery: uno per il 2-1 nel pareggio con l’Atalanta e l’altro per il definitivo 1-3 sul Milan. Sono due anche le reti: il raddoppio sulla Sampdoria e il momentaneo pareggio nella sconfitta casalinga con la Lazio. Che ci abbia messo la firma o no, negli ultimi due anni con Chiesa in campo da subito la Fiorentina si è dimostrata più concreta, senza di lui tra gli 11 invece le cose vanno decisamente peggio.

LE STATISTICHE – Federico Chiesa è determinante per la Fiorentina, per lo meno questo è quello che dicono i numeri. Sono 112 le presenze in Serie A con la maglia viola e 17 le reti, 9 invece le apparizioni in Coppa Italia con ben 7 centri. In Europa League 5 presenze nella stagione 2016-2017 ma solo uno il goal. Stando ai dati, la competizione in cui la presenza di Chiesa si dimostra più determinante è proprio il campionato: negli ultimi due anni con lui in campo dal primo minuto la Fiorentina ha vinto il 26% delle gare disputate (12 su 46), invece senza l’esterno classe ’97 tra gli 11 titolari, non è arrivato alcun successo per i viola (3N 3P). Pur avendo saltato le ultime due uscite, resta lui l’uomo che tira di più tra quelli a disposizione di Montella: sono 31 le conclusioni tentate, più del doppio di Ribery che segue al secondo posto. Stesso ordine anche per quanto riguarda le azioni da goal create: in 20 chiare occasioni c’è il nome di Federico Chiesa. Nelle due gare di campionato senza di lui, contro Hellas e Lecce, il bilancio per la Fiorentina è preoccupante: 2 le sconfitte e 0 i goal segnati.

DUBBIO GRANATA – Chiesa sì o Chiesa no? Questo è il dilemma anche per il Torino, che si prepara ad affrontare la Fiorentina. La possibilità di un suo rientro c’è da Firenze filtra un cauto ottimismo. Ma per Mazzarri e il suo staff la difficoltà starà soprattutto nel preparare la partita senza vere e proprie certezze a riguardo. Chiesa, si può dire, ha un rapporto particolare con i granata: 4 gli incroci in Serie A tra lui e i granata, dai quali l’attaccante non è mai uscito sconfitto (2V 2N), senza però riuscire a segnare alcuna rete. Un po’ diverso è il discorso Coppa Italia: solo un precedente per Chiesa contro i granata, proprio all’Olimpico Grande Torino. Era lo scorso 13 gennaio e le sue due reti nel finale costarono al Toro l’ottava eliminazione agli ottavi nelle ultime dieci edizioni. Qualora però Chiesa non riuscisse a recuperare, l’attacco della Fiorentina dovrebbe essere affidato a Sottil, con Vlahović ad affiancarlo. Nonostante si parli di due giovani promettenti, la differenza si percepisce tutta.

Lorenzo Chiariello

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy