Izzo baluardo in difesa e cinico in attacco. Adesso sogna l’esordio in azzurro

Izzo baluardo in difesa e cinico in attacco. Adesso sogna l’esordio in azzurro

Focus on / Il difensore ha segnato il suo quarto gol stagione, non ha mai fatto così bene nella sua carriera

di Marco De Rito, @marcoderito

In una serata da dimenticare il Torino ha perso con il Bologna, uno dei pochi a salvarsi è Armando Izzo. Scende in campo sempre con molta grinta e tenacia, provando a trascinare i compagni. La difesa granata ha ballato con i felsinei, una delle poche volte in questo campionato, ma lui è riuscito comunque a mettere in cascina una buona prova. Non la migliore della sua stagione, ma senza alcune sue chiusure il passivo sarebbe potuto essere anche più ampio. Cerca di trascinare la squadra nei minuti finali verso un pareggio, ma sono lui e pochi altri a crederci. Riesce a trovare il gol all’89’, che però si rivelerà inutile ai fini del risultato.

Torino, il precedente che incoraggia: nel 2014 sconfitta con il Bologna in casa e poi…

GOLEADOR – Rete che non cambierà le sorti del match, ma comunque una soddisfazione personale per il difensore che nel campo continua a dimostrare di meritare la convocazione nella Nazionale di Roberto Mancini. Si tratta del suo quarto gol in campionato, un’anomalia nella sua carriera. Se andiamo a vedere le sue stagioni precedenti, in Serie A, è riuscito ad andare in gol nel 2017-18 e nel 2014-15 e in match non banali: nello scorso campionato contro il Napoli, nel 2014-15 contro l’Inter.

Torino, Zaza non scaccia i dubbi: fa un passo avanti e uno indietro

NAZIONALE – Un’annata da protagonista per lui nel Toro: sia in fase difensiva, il reparto funziona bene sicuramente anche grazie a Izzo, che è un pilastro nella squadra di Mazzarri. Ma è riuscito a levarsi anche diverse soddisfazioni in fase realizzativa, dimostrandosi micidiale soprattutto di testa nei calci piazzati, situazioni che il tecnico di San Vincenzo cerca di sfruttare al massimo, come mai lo era stato nella sua carriera. Adesso il difensore lascerà per qualche giorno il Filadelfia per recarsi alla corte del “Mancio”, dove sogna l’esordio in competizioni ufficiali con la maglia dell’Italia. Gli ostacoli sono la concorrenza di Bonucci e Chiellini e l’impostazione a quattro della difesa di Mancini, mentre Armando come noto trova il suo habitat naturale nella difesa a tre. Ma una chance non è impossibile ed è giusto che Izzo la insegua.

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. drino-san - 6 mesi fa

    Izzo ė talmente forte che con lui in campo riesce a fare bella figura anche de silvestri. Veramente un grande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertozanabon_821 - 6 mesi fa

    Grande Armando!!! Al Toro a vita !!! Magari fossero tutti come te !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13722867 - 6 mesi fa

    11 Izzo in campo vorrei sempre vedere ha la grinta negli occhi grande Armando!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy