Derby, ancora 500 biglietti invenduti in curva Primavera. Massiccia presenza bianconera

Derby, ancora 500 biglietti invenduti in curva Primavera. Massiccia presenza bianconera

Verso il derby / Rimangono ancora 500 tagliandi in Primavera, ma negli altri settori ci sarà una grande partecipazione dei tifosi della Juventus

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino si avvicina al derby della Mole, in una situazione molto difficile: dopo la batosta a Roma contro la Lazio, il clima si sta scaldando molto per una stracittadina che avrà un significato importante soprattutto dalla parte granata. Per quanto riguarda i biglietti, restano ancora alcuni tagliandi da vendere, con delle considerazioni da fare.

PRIMAVERA – Nella curva Primavera ci sono ancora circa 500 biglietti disponibili. Come da regolamento, questi tagliandi sono vendibili solo a chi possiede la tessera del tifoso granata. Considerato anche il fatto che erano ancora 4500 i biglietti non venduti nella fase di prevendita si prevede un derby nel quale ci sarà grande partecipazione del tifo bianconero allo stadio Olimpico Grande Torino, fattore che non aiuterà la squadra di Mazzarri in vista del derby, che significa molto in questo momento.

PRESENZA – In più si va verso uno stadio in cui non ci sarà il tutto esaurito per il derby. Ci sarà una situazione difficile da vivere per i giocatori in campo, visto e considerato che i supporter bianconeri saranno molti in diversi settori. Non sarà un match semplice da affrontare, ma il Torino di Mazzarri dovrà cercare di fare tutto il possibile per inibire quella che è la squadra migliore d’Italia, al momento.

32 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leoj - 11 mesi fa

    Sti cani a noi ci tengono fuori e sto pezzente gli venderebbe anche la bandiera per due spiccioli…che schifo senza fine

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lello66 - 11 mesi fa

    Si dovrebbe restare fuori dallo stadio e contestare tutta la partita per tutte le partite a venire finché non vende. Senza un seguito non ha nulla, una scuadra senza tifo può giocare solo in una PlayStation…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paolo71 - 11 mesi fa

    Di sicuro Cairo ha fatto errori, ma quello che mi preoccupa e’ che con una presidenza che investe 15 25 M x un giocatore, ha la gazza, nelle altre aziende e’ un vincente…perche’ da noi no? E comunque per non fare venire I gobbi allo stadio basta riempire le prevendite…20.000 posti..non 60.000

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nidam - 11 mesi fa

    L’idea di trovarmi di fianco a uno di quei maiali mi fa vomitare.. speriamo bene..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. pirata99 - 11 mesi fa

    Credo che in questi anni,ci sia stato un atteggiamento troppo compiacente della società Granata nei confronti dei gobbi,ma questo lo si deve al Presidente Cairo,lui cura i suoi interessi,facendo bene attenzione a non pestare i piedi alla Sacra Famiglia.Noi che siamo tifosi,naturalmente non tolleriamo certi atteggiamenti…Questo Derby avrebbe potuto essere il trampolino di lancio per il Torino invece rischia di essere l’ennesima umiliazione…Per noi tifosi sarà dura,ma questo non vuol dire che non saremo lì a incitare i giocatori e soprattutto la maglia Granata!Attenzione però Presidente perché i conti poi alla fine si pagano e noi aspetteremo risposte concrete e non accetteremo la solita manfrina…FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. TOROPERDUTO - 11 mesi fa

    Purtroppo è cambiato tutto tifo compreso, fossimo stati in un’altra epoca sarebbe stato già contestato da tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Sarebbe già fuori dai marroni da tempo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. jimmy - 11 mesi fa

    Stiamo morendo lentamente, dopo 15 anni i tifosi (quelli rimasti e sono sempre meno) sono ormai stufi di essere presi in giro. Cairo rischia di superare Pianelli come presidente più longevo SENZA AVER FATTO UN CA*** PER 20 ANNI. Pianelli, che ha vinto uno scudetto,2 coppe italia ,che ha UN RECORD POSITIVO NEI DERBY CON LA JUVE rischia di essere superato da uno che ha vinto 1 derby e ne avrà persi 200,con anni di merda in b e il settimo posto come miglior risultato. Ora basta, Cairo hai avuto tutto il tempo del mondo e hai fallito. Vendi il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 11 mesi fa

      Se si va a vedere la storia dei derby non c’è stata più storia da quando è arrivato Cairo in poi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 11 mesi fa

        Beh però abbiamo ottenuto l’anno scorso il record di punti e il libri sono in ordine. Come quello della maggioranza delle aziende che però non raccontano balle e magari danno anche un servizio decente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 11 mesi fa

          Vero non ho mai negato l’importanza della solidità finanziaria, però vedi il calcio non funziona completamente come le altre aziende, richiede anche i risultati.
          Poi si può discutere sul fatto che contrariamente a noi metà delle squadre avrebbero dovuto già essere cancellate x debiti, ma questo è un altro discorso e tocca i poteri forti che valgono nel calcio e fuori.
          Il mio problema allo stato attuale é che non credo a quest’uomo perché se avesse voluto portare il toro in alto avrebbe strutturato la società in altro modo e con gli stessi soldi investiti avrebbe fatto molto meglio.
          Inoltre io personalmente mi sento anche abbastanza umiliato dalla vicenda Filadelfia che per farlo così è gestirlo così francamente era meglio non fare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. al_aksa_831 - 11 mesi fa

            Ma quale solidità finanziaria! Questo di Cairo è un club senza (come dicono quelli fighi) asset!
            Quando Cairo se ne andrà lascerà terra bruciata come Ferrero, che perlomeno un centro sportivo alla Samp lo lascerà, Cairo nemmeno quello!
            Non esiste uno spillo di proprietà del Torino FC in città, in provincia, su Marte, DA NESSUNA PARTE, solo parco giocatori. Giocatori che si venderà prima di mollare.
            Cairo sarà la morte del Toro, segnatevelo.

            Mi piace Non mi piace
  8. fedy - 11 mesi fa

    Cairo non ha salvato il Toro morto per mano di Cimminelli, lo ha semplicemente imbalsamato, queste sono le conseguenze, intanto come da lui stesso ammesso gli sono voluti 10 anni per la scalata a RCS, guarda caso un tempo compreso nei 15 di presidenza, ovvio che abbia consolidato rapporti commerciali di suo interesse grazie al calcio, dimenticandosi però che la maglia granata è un patrimonio popolare, di una tifoseria che si è fatta anestetizzare in modo tale che nessuno gli abbia mai rotto i coglioni, i seggiolini vuoti o meglio quelli con il culo di un gobbo sopra, sono la cartina di tornasole che certifica in modo palese che Cairo ha fallito, ci sono stati anni al Delle Alpi dove Il Toro in B registrava in alcune partite più presenze dei gobbi in serie A, senza parlare di coppa Uefa dove il record di spettatori lo ha registrato e detenuto sempre il Torino Calcio con le 2 famose partite contro Real e Ajax. Domani molto probabilmente i gobbi faranno festa sui nostri spalti ma qualcuno sarà contento lo stesso ,uno spettatore con la sciarpa granata o bianconera al collo sempre uno spettatore pagante rimane. Per tutti quelli che ancora sostengono questa proprietà vi dico che Urbano ve lo meritate tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 11 mesi fa

      Ti quoto in toto, una domanda: ma le partite con Ajax e Real io non me le ricordo nella gestione Cairo, la migliore dopo l’invenzione del calcio fiorentino. Forse sono io che ho la memoria labile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. fabiusss - 11 mesi fa

    Saranno 20 anni che non mi sento più rappresentato politicamente, figuriamoci se mi deprimo ora che non mi sento rappresentato calcisticamente!
    Il calcio è uno show, dominato da strategie di marketing, con cui si vuole solo guadagnare. Punto. Parlare di valori granata in questo mondo è anacronistico. Piaccia o no, così è. Al derby andrò, come sempre, non per la squadra. Non per i giocatori. Non per la partita. Ma per ribadire che la mia sciarpa del Toro è lo schermo dietro al quale prendo le distanze da loro. “Esser granata vuol dire fede e amore” per me non sono parole qualsiasi. In quelle parole ci credo, ogni giorno della mia vita. Fede e amore sono parole pesantissime. Esser granata significa vivere in un certo modo, rispettare e credere in determinati valori, che vanno ben al di là di uno stadio, del tifo, del calcio… I “professionisti” che scenderanno in campo facciano quel che vogliono, non me ne può fregar di meno. Provo per loro l’esatto sentimento che loro provano per noi tifosi: disinteresse, per non dire fastidio. Ciò non toglie che sarò lì, con il mio bel dito medio alzato per ribadire ai pigiamati che non sono mai stato, non sono e non sarò mai come loro. Perché se il calcio è lo schifo che è oggi, la colpa non è di Cairo. Non è nemmeno di Agnelli. La colpa è dei tifosi gobbi, che hanno infestato il mondo con il loro opportunismo, la loro insoddisfazione nella vita, la loro incapacità di sudare per ottenere, il loro fine che giustifica i mezzi. Loro sono il male e tifano iuve. Ed è per sbattergli in faccia tutto il mio sconfinato orgoglio granata che andrò allo stadio anche oggi. Perché non basta un risultato sportivo, per negativo che sia, a diminuire il mio essere del Toro. Non è bastato un fallimento, non sono bastati anni di serie B, non è bastato sentire il mio allenatore che inneggia ad esempio un pilastro bianconero. Anche dovessimo perdere 10-0 resterò sempre migliore di loro e sempre fiero di essere del Toro. Per cui, amici miei… allo stadio si dovrebbe andare sempre e comunque. Perché la partita in gioco è nettamente superiore a ciò che avviene in campo. Sempre e solo Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. zaccarelli - 11 mesi fa

      Fabiuss, Parole SANTE.
      condivido pienamente.

      continuo a non capire i pollici versi.

      Possono essere frutto della redazione per creare diatribe e click oppure tifosi ( tifosi ?? bianconeri, piu che tifosi COMPLICI di un’associazione mafiosa)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 11 mesi fa

        Io continuo a non capire le persone che gli danno importanza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 11 mesi fa

      Bah, prova a dirlo ad un bambino di sei anni aspettandoti che capisca quando continuano a prenderlo in giro a scuola. Certo, è tutto vero e condivisibile, ma ofni tanto devi dimostrare di esistere, altrimenti fra qualche anno ben pochi si ricorderanno cosa significa essere del Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Maroso - 11 mesi fa

    Spero ancora di trovare un biglietto per me e per alcuni amici. Ho tifato e continuerò sempre a tifare Toro, sempre e comunque; leggere che c’è chi non lo farà nel derby, mi fa molto male. Sono in malafede? No, qualcuno provi a dirlo! Vivo in una realtà parallela? Forse. Vivo in quella realtà in cui si vuole essere del Toro, essere da Toro, prendendo talvolta a calci il destino. Molte cose di quelle che stanno capitando ora al Torino penso vadano prese a calci metaforicamente, moralmente. Non condivido mai chi si arroga il diritto di parlare a nome di tutti, quando tace a nome di pochi. Così come non condivido chi vuole abbattere stadi funzionanti per farne di nuovi, con scempio di risorse economiche solo per indurre bisogni di cui non si sente veramente la necessità, non condivido quelle amministrazioni comunali che operano sperequazioni evidenti a Torino a favore di questo o quello, non condivido che non le combatte, non condivido chi si serve del proprio ruolo granata per propri fini. Condivido chi, in questo momento, nonostante tutto, nel chiasso e nelle chiacchiere, ha il coraggio di urlare ora e sempre Forza Toro! Domani la mia voce sarà una goccia nel mare, ma senza quella goccia, senza quelle gocce, chi farà il mare? Forza Toro!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luciano gem - 11 mesi fa

      FORZA TORO SEMPRE, nonostante tutto e tutti!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. fabrizio - 11 mesi fa

    non c’e’ da meravigliarsi, dato che il presiniente lo scorso anno si era rifiutato di negare lingresso all’ovino che non aveva nemmeno condannato gli striscioni al merda stasium.
    Nonostante questo c’e’ ancora gente che, ad oggi, ritiene questo individo un bene per il toro. Ci hai salvato? grazie. Ci hai tenuto in serie A per un po’ e stabilizzato? grazie. Ma ora levati dal C.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      La legge Melandri ci ha tenuto in serie A, fosse stato per lui avremmo continuato lo jojo tra la a e la b

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

    Si preannuncia uno dei derby più tristi di sempre.
    Situazione ideale per una sorprendente e clamorosa vittoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 11 mesi fa

      Ahahah su quello mai dire mai…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. robert - 11 mesi fa

    Dal momento che la partita contro i Gobbi e’gia’persa in partenza tanto vale preparare una bella contestazione con fischi e striscioni.Solo in questo modo si riuscira’a mandare a casa Braccino , Testadighisa e tutti i mediocri dello staff.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13797744 - 11 mesi fa

    L’ Urbano più interessato al futuro stadio di Milano .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. toroxsempre67 - 11 mesi fa

    Meritano di giocare in “trasferta”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Athletic - 11 mesi fa

    Stiamo toccando uno dei punti più bassi dell’era Cairo, o almeno questa è la mia sensazione. E paradossalmente nel momento in cui le cose sarebbero dovute andare meglio, perchè gli anni di Ventura avevano gettato le basi per costruire qualcosa di buono. Ventura ha portato al Toro una solidità economica invidiabile, e allo stesso tempo ha costruito pezzetto dopo pezzetto una squadra di medio/alto livello, dando stabilità. Sottolineo, Ventura e non Cairo, ha portato questa solidità economica. E questa situazione positiva ha portato a poter trattenere i migliori e comprare giocatori, a spendere diverse decine di milioni di euro. Tra tutti abbiamo buttato nel cesso cinquanta milioni, più o meno ? Bene, tutto questo è avvenuto perchè in società non c’è nessuno che capisce un cazzo di calcio, Cairo in testa. C’era Ventura, e a fasi alterne Petrachi, via questi due il nulla. E ci ritroviamo in questa situazione. Sinceramente mi sono rotto il cazzo, e se mi sono rotto il cazzo io, che non ho mai visto Cairo come il male assoluto, che sono sempre stato contro le contestazioni, credo che il livello di sopportazione generale sia davvero agli sgoccioli. Vogliamo mettere qualcuno in questa cazzo di società o dobbiamo continuare ad aver dentro il nulla, a farla gestire da gente che non capisce un cazzo, che butta via soldi, che non costruisce niente. E’ mai possibile che un presidente sia davvero così idiota da non rendersi conto di questo ? Non è capace a fare campagne acquisti cazzo, lo ha dimostrato in tutti questi anni, cosa ti blocca nel prendere gente che è brava a fare questo lavoro ? E adesso, ed è questo che mi fa incazzare ancora di più, dobbiamo pure beccarci il nostro stadio il NOSTRO stadio pieni di gobbi! E basta cazzo, vaffanculo, ma davvero!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 11 mesi fa

      Sottoscrivo tutto quello che hai scritto che è un dato oggettivo ed inconfutabile, perdonate la mia presunzione ma chi nega quello che tu hai scritto o è in mala fede o vive in una realtà parallela.
      Vorrei solo puntualizzare una cosa, siccome è stato criticato e anche pesantemente ventura, x me follia pure, ora non cadiamo solo nell’errore di ritenere mazzarri colpevole di tutto, perché se no continuiamo a non capire niente. (per la cronaca non mi piace né come uomo né come allenatore).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. jimmy - 11 mesi fa

      La fortuna di Cairo è stato Ventura, che partendo senza niente con giovani sconosciuti ha creato una squadra comunque accettabile. Dopo anni di disastri caireschi. Spendendo nulla o quasi. La massima spesa di Ventura fu Belotti con 8m, scelta stra azzeccata. Ora si spendono 6-10 milioni come nulla fosse per bidoni come aina,bremer,meite,berenguer,djidji. Senza considerare i pacchi clamorosi come niang(15),zaza(17),verdi(25!!!). Senza ventura il nulla, Cairo ha provato allora a fare da sé e ha ovviamente così distrutto pure la primavera che funzionava. Cairo GAME OVER, è ora di liberare il TORO (morto nel 2005 ).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. TOROPERDUTO - 11 mesi fa

    Difficile dire cosa sia la cosa più giusta da fare, da un lato c’è una partita che da sempre riveste una certa importanza dall altro c’è un allenatore, un presidente una squadra che in realtà non merita proprio più niente e non può chiedere niente ai tifosi per cui dovrebbe essere lasciata sola.
    La mia domanda è quando la misura è colma?
    Personalmente penso che la paura di contestare possa essere molto più dannosa della contestazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. FVCG'59 - 11 mesi fa

    Il Grande Torino infestato dai gdm: è solo la logica conseguenza però di chi sta smantellando, distruggendo, disgregando in modo sistemato il Toro, la sua storia, i suoi Valori!
    Tristezza infinita…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy