Torino, non solo Nkoulou: così la difesa si è riscoperta vulnerabile

Torino, non solo Nkoulou: così la difesa si è riscoperta vulnerabile

L’analisi / Il caso Nkoulou e l’inesperienza di Bonifazi, la sosta per Mazzarri potrebbe essere stata una toccasana

di Marco De Rito, @marcoderito

Nella difesa del Torino qualcosa sembra non funzionare in questo inizio stagione. Le prime sfide hanno dimostrato che i granata faticano in fase d’interdizione. Tra andata e ritorno con il Wolverhampton la difesa del Toro ha subito 5 reti, anche nell’esordio di campionato con il Sassuolo i piemontesi hanno subito un gol mentre nell’ultima gara con l’Atalanta sono due le volte che i nerazzurri hanno trafitto Salvatore Sirigu, nonostante le prestazioni ottime dell’estremo difensore che con le sue parate ha dato un contributo decisivo per le due vittorie nelle prime giornate.

IL CASO NKOULOU – A tal proposito la sosta è arrivata nel miglior momento per Walter Mazzarri che ha avuto la possibilità di rivedere alcuni meccanismi nel reparto arretrato. La base del Toro ‘mazzarriano’ l’anno scorso era proprio l’invulnerabilità della difesa che spesso è riuscita a difendere vantaggi, anche di misura. Il tecnico granata, dopo il rinforzo in attacco di Simone Verdi e un ritrovato Simone Zaza che potrebbe essere l’arma in più di questo Toro, non può permettersi di avere una difesa ballerina. È immaginabile, visto il metodo di lavoro di Mazzarri, che in questi giorni l’allenatore non stia lavorando sulle cause dei gol subiti dai granata. Una è da ritrovare nel caso che ha coinvolto Nicolas Nkoulou. Il camerunese ha chiesto di non giocare nelle scorse partite, facendo arrabbiare sia la dirigenza che lo staff tecnico. Nkoulou negli equilibri del reparto arretrato però ha dimostrato di essere un perno. Al centro della difesa l’ex Lione trasmette ordine e sicurezza, attraverso la sua esperienza e la sua personalità. Qualità che si sono viste mancare con Bremer e Djidji a guidare il reparto arretrato.

LA CATENA DI SINISTRA – Un altro punto debole in fase d’interdizione è stata la fragilità che si è notata nella catena sinistra. Armando Izzo è, come sempre, una certezza e anche con la maglia della Nazionale italiana contro la Finlandia è stato premiato con un posto da titolare. Sulla sinistra Kevin Bonifazi ha dato ottime dimostrazioni delle sue qualità, il potenziale è evidente ma deve ancora crescere. I dettami della difesa a tre di Mazzarri deve ancora digerirli completamente. Il prossimo test per verificare il lavoro durante la sosta sarà la partita contro il Lecce. Una gara che comunque va presa con le pinze, i pugliesi nelle prime due giornate sono stati il peggior attacco della Serie A, l’unica squadra a non aver ancora siglato nemmeno una rete. Sarà comunque un primo banco di prova per oliare i meccanismi, prima del match contro la Sampdoria dove gli errori difensivi potrebbero costare caro.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bertu62 - 3 mesi fa

    Parto da una certezza: N’Koulou non rientrerà più in squadra. Da dove mi deriva? Dal fatto che dal Suo “ammutinamento” (non si può parlare di altro dal momento che si è rifiutato di scendere in campo, poi possiamo anche scrivere che “non se l’è sentita ed ha chiesto a Mazzarri di non giocare..” ma la sostanza resta quella…) non ha più fatto parte del gruppo che di volta in volta s’è allenato al Filadelfia: ogni volta si leggeva che “attendeva che ci fossero tutti per chiedere scusa..” ecc…ecc….manco fossero scolaretti al cospetto del Sig. Maestro. La situazione è sotto gli occhi di chiunque la voglia vedere: la squadra si allena agli ordini di Mazzarri, TUTTI i presenti escluso N’Koulou che si allena a parte, punto.
    Detto ciò, in difesa la situazione è abbastanza chiara: Sirigu INAMOVIBILE in porta così come Izzo INAMOVIBILE a destra, dopodiché ci sarà “IL TEST” per il ruolo di centrale di difesa: SE Lyanco darà garanzie sufficienti allora sarà Lui il centrale difensivo e Djidji tornerà a sinistra dove ha fatto così bene altrimenti si proverà Bonifazi che l’anno scorso HA GIOCATO TUTTO IL CAMPIONATO DI A con la Spal, mentre MOLTI sembrano dimenticarsene! E non ci scordiamo Bremer: in difesa siamo PIU’ CHE COPERTI, parafrasando una celebre frase, “morto un N’Koulou se ne fà un altro..”, non è che senza Nicolas siamo a terra! Bremer Djidji Lyanco Bonifazi, se togliamo Izzo abbiamo quei 4 per 2 posti, hai voglia a tornare in squadra Nicolas, senza dimenticare (e non credo che né Cairo né Mazzarri lo facciano…) che la Sua intenzione era quella di lasciare il Toro GIA’ L’ANNO SCORSO, quindi, ripeto: DI CHE STIAMO PARLANDO? ABBIAMO BISOGNO “DI CHI”? DI UNO COSI’?? VERAMENTE?
    FV♥G!! SEMPRE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 3 mesi fa

      Pare rientri in gruppo oggi pomeriggio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 mesi fa

        A chi pare ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. iard68 - 3 mesi fa

      Non sono d’accordo praticamente su niente. 🙂 N’Koulou rientrerà al centro della difesa nel giro di qualche settimana, appena scontata la “pena” per essersi incazzato TROPPO e aver reagito molto male ad una situazione per la quale chiunque si sarebbe incazzato! Solo i molto molto ingenui possono credere al teatrino messo su da cairo e petrachi… la verità è che ha pagato il deterioramento del rapporto fra il presidente ed il vecchio ds, se l’è presa nel Koulou, e non gli è piaciuto! Poi certo, ha sbagliato tempi e modi, ma alla base, la colpa non è sua. Io sono tra quelli che pensano che le parole spese abbiano valore… l’alternativa è credere che si sia inventato tutto… il che mi porterebbe a dire che è un pazzo. Non ci credo. Sulla difesa senza di lui, al centro, non c’è granché da fare, a meno che Lyanco, finalmente, non riesca a fare nel Toro quello che fa con altre maglie. Francamente comincio a dubitare. E dire che sono sempre stato un suo estimatore! Bonifazi non ha mai giocato lì. Se a sinistra deve solo crescere un bel po’ (anche se il suo “posto” sarebbe a destra…), al centro deve proprio imparare! Ma è rimasto, e a questo punto per me può e deve giocare, e fare i suoi errori (anche se li pagheremo noi!). Altrimenti sarà solo un anno buttato, coi relativi costi in termini di valorizzazione del cartellino, rinnovi e quant’altro… Gli altri, al pari di Bonifazi, non sanno fare il centrale (la guida) in una difesa a tre! Quindi si, abbiamo bisogno di N’Koulou!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. enrico.santer_12964705 - 3 mesi fa

        scusa, ma col cazzo che non è colpa sua. A parte il comportamento che ha avuto ultimamente, nessuno obbliga nessuno a fare dichiarazioni d’amore per la maglia e l’allenatore (‘come un padre’ cit.).
        Abbiamo capito che sono professionisti etc etc, però non c’è scritto da nessuna parte che si debba prendere per il culo la gente con dichiarazioni false quando già te ne volevi andare l’anno prima. Che poi se abbia bisogno in questo momento sono d’accordo con te. Usiamolo senza troppi complimenti finché ci fa comodo, esattamente come ha fatto lui con noi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    Qualsiasi piega andrà ad assumere la vicenda NK mi pare pressoché scontato che contro i salentini non solo non giocherà ma a mio parere non dovrebbe nemmeno essere convocato.Non sappiamo infatti cosa abbia “fatto” in questo periodo e quindi quali siano le sue condizioni atletiche a prescindere da tutto il resto.Nell’immediato quindi è probabile che in difesa vengano sostanzialmente confermati i centrali che hanno giocato contro la Dea anche se al centro Djidji in un ruolo “adattato” ha patito la fisicità di Zapata e Babacar, anche se ovviamente di livello inferiore, quanto a fisicità..Più in generale direi:1 Nk verosimilmente verrà ceduto a Gennaio ma tenerlo sino ad allora “in naftalina” provocherebbe un duplice danno in quanto a) ci priveremmo da subito del ns. miglior centrale che giocando potrà invece mantenere un certo valore di mercato b) significherebbe accettare una corposa svalutazione perché l’eventuale acquirente nella trattativa avrebbe in mano le carte migliori.Al di là di tutto Cairo sarebbe così disponibile a rinunciare ad un “quid” di palanche arroccandosi su una “questione di principio” che come soleva dire Metternich è simile ad una “punta di baionetta”talmente scomoda da non poter essere utilizzata come sedile? Non credo..Se poi il Pres.è diventato così poco sensibile alla “pecunia” allora faccia ancora un “piccolo sforzo” e contribuisca in modo diretto\indiretto al completamento del Fila mettendo fine ad una situazione a mio parere vergognosa.Sempre FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. christian85 - 3 mesi fa

    Chi dice che Bonifazi non è pronto per la A non mi trova totalmente d’accordo.
    E’ giovane e probabilmente acerbo sì, ma a carattere e tenacia è il doppio di N’koulou.
    Tra lui e Nkoulou ci sono 6 anni di differenza e un gol lo ha già fatto intanto. Anzi 2 se contiamo anche quello in EL.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Toro Forever - 3 mesi fa

    Probabilmente, quest’anno, concederemo qualcosina in più agli avversari. La Squadra è molto più propositiva in fase offensiva e fatalmente si sbilanciera’ in avanti. Ricordate l’anno scorso? Quante partite pareggiate per 0 a 0. Subivamo poco o nulla, ma non facevamo un tiro in porta. Risultato: una delle migliori difese ma anche uno dei peggiori attacchi. Prepariamoci a vincere (speriamo) le partite non più per 1 a 0, ma forse per 2 a 1 (Sassuolo) oppure per 3 a 2 (Atalanta). Beninteso. Se vinceremo per 3 a 0 non mi offendero’. Anzi!!! Alé Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. portapila41 - 3 mesi fa

    Difesa da registrare fino a quando rientrerà , se rientrerà , Nkoulou ma ho la massima fiducia in Mazzarri. Superiamo il Lecce che poi , per quanto riguarda la Samp non ho dubbi : li asfalteremo come sempre .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. paololoret_7384561 - 3 mesi fa

    Concordo con Mimmo, Bonifazi non è pronto per essere titolare nel Toro. Nella speranza che il rientro di N’Koulou sia vicino (una partita di punizione in panca gliela farei fare soprattutto alla luce del fatto che incontriamo il Lecce) i titolari devono essere Izzo-N’Koulou-Lyanco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mimmo75 - 3 mesi fa

    L’assenza di N’Koulou ha tolto certezze ed equilibri proprio nel momento in cui, tra l’altro, mancava anche Lyanco. Bremer è molto forte ma giocare al centro della difesa a tre presuppone una maturità tattica che il ragazzo, appena ventenne, non può ancora avere in pieno e che comunque è sicuramente inferiore, e non di poco, a quella di Nicolas. Giustamente si pone l’accento sulla zona del campo in cui soffriamo maggiormente e cioè quella dove gioca Bonifazi. Questo è il secondo problema. Ho già sottolineato in passato come tutti gli avversari affrontati sino ad oggi sfondassero proprio nella zona presidiata da Kevin, particolare evidenziato (era ora) anche nell’articolo. Tutti, nessuno escluso, da quelli incontrati in Europa all’Atalanta. Sono curioso di vedere se Kevin manterrà una maglia da titolare anche dopo il rientro di Lyanco e N’Koulou. Se così sarà vorrà dire che non ci ho capito nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 3 mesi fa

      E in questo caso sono pienamente d’accordo con te! Mi piace però aggiungere che il buon Kevin oltre la novità di giocare a tre, deve superare le difficoltà che nascono dal fatto che a sx è pure fuori ruolo! Mica facile per un giovane… anche se bravo. Spero sia abbastanza duttile, è una qualità importantissima che per noi e per la sua carriera sarebbe la chiave di volta. A breve, sono convinto che perderà il posto, ma mi auguro possa giocare e fare i suoi errori, come potrebbe non farne?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy