Torino, Lukic dal Genoa al Genoa: festeggia 100 presenze ma ora c’è concorrenza

Focus On / Il centrocampista è stato grande protagonista delle ultime due vittorie sul Grifone

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino, dopo la rimonta clamorosa contro l’Atalanta di Gasperini, è pronto a tornare a giocare in campionato, per cercare di trovare i tre punti che mancano da più di un mese. Per riuscire a ritrovare il successo, il nuovo tecnico Nicola proverà ad appoggiarsi ai giocatori più affidabili, tra i quali c’è anche Sasa Lukic, centrocampista che in questa stagione ha dimostrato il suo valore con un inizio di stagione molto importante al quale però non è seguito un prosieguo di campionato altrettanto positivo, seppur il suo contributo non sia mai mancato. Non a caso è uno dei “centenari” del Torino: sabato scorso con l’Atalanta ha centrato la presenza numero 100 della sua avventura al Torino iniziata nel 2017. Per l’occasione è stato festeggiato dal Torino con la consegna di una maglia celebrativa.

SEMPRE TITOLARE – Lukic è ormai una certezza di questo Torino, tanto da essere stato titolare nel corso delle ultime dieci partite del Torino. Nonostante questo, però, non è riuscito a confermarsi sui livelli di inizio stagione: anche grazie al posizionamento da trequartista dietro le punte che Giampaolo aveva pensato per lui, Lukic segnò tre reti consecutive tra Sassuolo, Lazio e Genoa. Dopo lo stop causa Covid a novembre dopo la sosta per le Nazionali, il serbo non è più tornato ai livelli di inizio anno, complice anche il cambio modulo che ha portato Lukic a giocare qualche metro più indietro, in posizione di mezzala. Ora Lukic si trova a dover fronteggiare una situazione in cui la concorrenza a centrocampo è aumentata per l’arrivo a gennaio di Rolando Mandragora, che ha permesso di ricollocare Tomas Rincon nel ruolo di mezzala, e soprattutto per il ritorno di Daniele Baselli, tornato a disposizione dopo il lungo infortunio. Si prospetta dunque una sana lotta che si rinnoverà di partita in partita per i due posti da mezzala nel centrocampo di Nicola.

GENOA – Quale occasione migliore del Genoa per tornare a incidere? E’ un avversario che riporta Lukic al suo ultimo gol con la maglia del Torino. Esattamente un girone fa, il serbo realizzava la rete dello 0-1 contro la squadra genovese, portando Giampaolo al suo primo successo. Fu una gara importante da parte del serbo, che trovò il terzo gol in tre gare ufficiali, dopo aver segnato a Sassuolo e Lazio. Ma non solo: il Genoa resta un bel ricordo per Lukic anche per la passata stagione. Il serbo infatti realizzò la sua unica rete stagionale del 2019/2020 proprio contro i rossoblù, con un gran destro che fissò il risultato sul 3-0 in una gara che permise ai granata – di fatto – di rimanere in Serie A. Lukic sarà probabilmente titolare anche sabato e l’obiettivo del serbo sarà aiutare la squadra a ottenere i tre punti, fornendo una grande prestazione che può aiutarlo a rimanere protagonista.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata69 - 3 settimane fa

    A me Lukic piace molto, deve solo togliersi il vizio di certi falli stupidi ed inutili che fa quando viene saltato e si prende un giallo per aver tirato la maglia o aver spintonato l’avversario da dietro. Ma ha discreta tecnica, gamba, grinta, tempi di inserimento. Con lui, Baselli, Rincon, Goyak, Mandragora e vedrete anche Linetty se lo lasciano rifiatare un po, siamo a posto a centrocampo. Il problema sono palesemente gli esterni dove,a dx, il più forte fisicamente, Singo, è anche il più scarso tecnicamente e soprattutto tatticamente; mentre a sx il più tecnico , Ansaldi, è il più scarso fisicamente. E nel 352 , se gli esterni non corrono bene, come facevano ai loro tempi Darmian e Zappacosta , allora per gli interni di centrocampo è dura. Si prova con la via centrale ,ma lì i piedi grezzi di Belotti e Zaza non aiutano gli inserimenti dei centrocampisti con sponde ed uno-due. E infatti Nicola ha chiesto una punta tecnica di posizione come Sanabria. Se già sabato non so, vediamo se è disponibile, altrimenti la prossima Zaza gli lascia posto sicuramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dr Bobetti - 3 settimane fa

    Con Giampaolo Lukic aveva trovato una posizione precisa, trequartista con tempi di inserimento buoni oltre ai piedi educati che già aveva.
    Il ritorno al 352 per me lo ha penalizzato, da comprendere se può fare l’interno giocando nelle 2 fasi o se siamo di fronte ad un Soriano bis (che Mazzarri in modo ben poco opportuno schierava da interno, a Bologna è tornato sui suoi livelli più che buoni come trequartista).
    A vista sembra più Gojak interno che Lukic, seppur il primo debba crescere tantissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toroatene - 3 settimane fa

    È ora di capire se è carne o pesce.
    Deve osare di più. ha talento e gamba

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Héctor Belascoarán - 3 settimane fa

    Lukic ha fatto 100 presenze ed io praticamente non me ne sono accorto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rolandinho9 - 3 settimane fa

    Giocatore onesto,preso a poco, con ingaggio non eccessivo che non ha mai creato problemi, ad avercene! Però ora si lotta il posto con baselli, mandragora regista e altra mezz ala deve essere di quantità con fisico quindi rincon o linetty. In mezzo a tutto ciò Gojak è il jolly da mettere a partita in corso, di cui devo dire non mi è tanto chiaro il ruolo naturale però non mi dispiace

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy