toro

Torino, Parma e Cagliari, i calendari a confronto: chi ha il percorso più duro?

Approfondimento / Dopo le vittorie di Spezia e Benevento, la lotta salvezza ad oggi sembra restringersi a tre compagini che si giocano un posto nella massima serie

Lorenzo Chiariello

"Con la chiusura del 28° turno, la Serie A lascia spazio alle Nazionali ed ai gironi di qualificazione ai prossimi Mondiali in Qatar. La sosta fornisce perciò l'opportunità di analizzare il calendario dei prossimi impegni del Torino di Davide Nicola e delle sue principali avversarie nella corsa salvezza: il Parma di Roberto D'Aversa ed il Cagliari di Leonardo Semplici. Chi lotta per salvarsi va a caccia di punti in ogni partita e gli allenatori non affronteranno mai questo discorso in pubblico, ma la difficoltà degli impegni ovviamente incide non poco così come le motivazioni delle squadre che si incontreranno nel finale di stagione.

 FLORENCE, ITALY - MARCH 07: Roberto D'Aversa manager of Parma Calcio looks on during the Serie A match between ACF Fiorentina and Parma Calcio at Stadio Artemio Franchi on March 7, 2021 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

"AL TARDINI - I parmigiani ritorneranno in campo dopo la pausa per sfidare il Benevento di Filippo Inzaghi allo Stirpe. Una partita che rimane uno scontro diretto contro una squadra che si è rilanciata in grande stile dopo un periodo di crisi battendo la Juventus nella giornata appena conclusa, mentre gli uomini di D'Aversa sono reduci da una brutta sconfitta casalinga contro il Genoa e hanno raccolto quattro punti nelle ultime tre gare. I crociati, nelle ultime dieci giornate, avranno anche gli scontri diretti con Crotone e, appunto, Torino, in programma per il 2 maggio in casa dei granata. Il Parma incontrerà anche Milan e Atalanta al Tardini, e la Lazio a Roma.

 CAGLIARI, ITALY - MARCH 14: Leonardo Semplici of Cagliari reacts during the Serie A match between Cagliari Calcio and Juventus at Sardegna Arena on March 14, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

"IN SARDEGNA - Il prossimo impegno degli isolani vedrà Joao Pedro e compagni di scena in casa propria contro l'Hellas Verona. La squadra di Juric non sta attraversando il miglior momento della propria stagione. I veneti infatti, pur potendosi ritenere una tra le realtà più solide della Serie A, hanno compiuto diversi passi falsi nelle ultime tre giornate, cadendo contro Milan, Sassuolo e Atalanta. Complessi per il Cagliari gli impegni con Inter, Roma, Napoli e Milan. Quello dei sardi è, a ben guardare, il calendario più proibitivo, da cui anche il Torino potrebbe trarre un ampio vantaggio. Ma anche i granata non cammineranno sul velluto.

 CROTONE, ITALY - MARCH 07: Head coach of Torino Davide Nicola gestures during the Serie A match between FC Crotone and Torino FC at Stadio Comunale Ezio Scida on March 07, 2021 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

"SOTTO LA MOLE - Il Torino, che ha il vantaggio di un punto in più e della differenza reti generale a favore contro il Cagliari, dopo la sosta ripartirà niente meno che con la sfida contro la Juventus, in programma per il prossimo 3 aprile. Tolto il Derby della Mole, sempre e comunque una partita a sè, gli uomini di Nicola incontreranno sul proprio cammino Udinese, Verona, Bologna e Spezia in trasferta, gare nelle quali Belotti e compagni potrebbero, almeno sulla carta, trovare maggiori spiragli. Più tosti invece i faccia a faccia casalinghi contro Roma, Napoli, Parma e Milan. Nella stagione dei granata, rappresenta ancora un punto interrogativo la gara di ritorno con la Lazio, originariamente prevista per il 2 marzo, ma slittata a data da destinarsi, in attesa che il controricorso della società biancoceleste venga discusso. Sarà quindi una pausa senza dubbio utile per Nicola, che potrà così pianificare meglio il finale di stagione. Che prevede due scontri diretti a fine campionato contro Spezia (in trasferta) e Benevento (in casa): appuntamenti che potrebbero essere decisivi.

"IL CALENDARIO FINO AL TERMINE DELLA STAGIONE:

"

Potresti esserti perso