Torino, rinnovo Ansaldi: la volontà del giocatore c’è, ma la palla passa a Vagnati

Focus on / L’esterno di Rosario vorrebbe il prolungamento, ma col nuovo direttore granata le cose potrebbero cambiare

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

Davide Vagnati è già al lavoro per costruire il Torino che verrà. Il neo Responsabile dell’Area Tecnica ha tra i primi compiti quello di gestire le situazioni di coloro che hanno il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno e Cristian Ansaldi rientra tra questi. Le trattative con il laterale argentino erano già state avviate, prima dell’emergenza coronavirus, dall’ex ds Massimo Bava e sembravano già essere a buon punto. Ma il cambio al timone della guida sportiva granata potrebbe cambiare le carte in tavola.

VOLONTÀ – Cristian Ansaldi vorrebbe rimanere a Torino. È questo infatti l’intento del n. 15 granata, come confermato dal giocatore stesso in più di un’occasione. Prima che l’emergenza sanitaria gettasse scompiglio anche sul calcio italiano, l’ex ds Massimo Bava aveva intrattenuto contatti stretti con l’agente di Ansaldi, Pedro Aldave, che aveva già spiegato proprio ai microfoni di Toro News come la volontà di entrambe le parti fosse quella di continuare insieme. Le contrattazioni sembravano essere già a buon punto, ma poi, per ovvie ragioni, il tutto ha subito una battuta d’arresto. Il testimone è ora passato nelle mani di Davide Vagnati che dovrà analizzare la questione secondo le sue valutazioni. E di mezzo ci sono altre due questioni: l’allungamento della stagione sportiva attuale sino al 30 agosto nonchè l’accordo sul taglio degli stipendi che va raggiunto tra la società granata e i suoi calciatori. Insomma, se prima il rinnovo di Ansaldi pareva cosa scontata, adesso potrebbe non esserlo più. In ogni caso, il tempo stringe e il 30 giugno si avvicina: nei prossimi giorni andrà presa una decisione, in un senso o nell’altro.

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    Calma e gesso, Vagnati comincia ora e merita sostegno e fiducia.

    Io credo che possa dare quel qualcosa a livello di organizzazione e pianificazione che è mancato da un a questa parte.

    Cairo ha troppi cazzi a cui stare dietro. Ci voleva un professionista vero che stesse dietro alla squadra, non so può delegare tutto all’allenatore con tutti i mille problemi che gestire una squadra comporta.

    Voglio essere ottimista anche sulla ripresa del campionato, Vagnati sta lavorando per ricompattare l’ambiente, partiamo con tre partite parma, cagliari e udinese, due in casa, abbordabili. 5 punti sono alla portata, con 7 saremmo quasi a posto.

    Dobbiamo ricominciare pensando di essere gia terzultimi e giocare con la ferocia che questo comporta, senza pensare a gestire nulla.

    Sono sicuro che anche il lavoro di Longo trarrà beneficio dal contributo dell’arrivo di Vagnati.

    Se guardo la classifica dico che 4/5 squadre che ci stanno davanti non sono più forti didi noi quindi…su la testa fratelli e sorelle granata e Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 5 mesi fa

      Bravo. L’ottimismo è il sale della vita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. toro - 5 mesi fa

    E meglio x lui che faccia firmare ad Ansaldi un biennale. Attendismo che fa capire quanto Cairo non capisce una mazza. Ok DS nuovo ma x Ansaldi doveva subito dirgli che rimane con noi. Punto! Senza repliche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy