Torino, per Nkoulou applausi anche con la febbre. Dopo la sua uscita…

Torino, per Nkoulou applausi anche con la febbre. Dopo la sua uscita…

Focus on / Il classe 1990 si conferma baluardo della difesa

di Marco De Rito, @marcoderito

 

“Sapevo che Nicolas sarebbe stato fondamentale”. Così Walter Mazzarri si è espresso su Nkoulou nel post-partita di ieri ed evidentemente ha ragione. Il difensore si è dimostrato baluardo della difesa granata. Nel trio difensivo è il perno, è lui che guida la difesa e, nonostante fosse febbricitante, ha ancora una volta dimostrato la sua affidabilità contro la Fiorentina.

LE DIFFICOLTA’ DOPO LA SUA USCITA – “Gli ho parlato tutta la notte per convincerlo a giocare, un giocatore con certe qualità e con un’esperienza particolare era importante”. L’importanza del classe 1990 si è vista in particolare dopo la sua uscita – l’ha rilevato Lyanco al 27’. Il reparto arretrato si è sfasato e sono nate le due occasioni dei gol firmati da Federico Chiesa, che hanno decretato l’eliminazione dei granata dalla Coppa Italia. Il camerunese ha lasciato il campo al 27′ della ripresa, la porta granata era ancora inviolata e la difesa aveva retto bene. Dopodiché è avvenuta la debacle: prima l’errore di Djidji e poi quello di Lyanco sono stati fatali per i padroni di casa.

LEADER DELLA DIFESA – Nella prima frazione si gara si è contraddistinto per le sue eleganti chiusure con annessi disimpegni precisi e ha strappat0, meritatamente, gli unici applausi del Grande Torino. Nella ripresa ha continuato sulla falsa riga e alla sua uscita la giusta standing-ovation per un giocatore che negli ultimi due anni è stata una garanzia per i granata e sulle quali Mazzarri ha costruito le fortune della sua difesa. Nel precampionato il tecnico toscano ha avuto l’intuizione di cambiargli ruolo e farlo diventare leader del reparto arretrato mettendolo al centro del trio difensivo. Dopo un po’ di difficoltà, il campo ha dato ragione a Mazzarri e ieri c’è stata la conferma: questo Toro non può fare a meno di Nkoulou.

 

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 5 mesi fa

    Che Nkoulou sia inamovibile è cosa indiscussa.
    Ciò che è a dir poco sconcertante,e preoccupante, e che qui ho letto un po’ dovunque, ripetuta quasi fosse cosa normale, o un inno alla stoicità, è la frase di Mazzarri:”gli ho parlato tutta la notte x convincerlo a giocare. Non voleva farlo perché aveva la febbre”!
    E in una squadra come il Toro, una squadra con ambizioni europee ed una cospicua recente campagna acquisti, con Moretti infortunato, l’allenatore “deve pregare” un giocatore ammalato perché scenda in campo ugualmente??!!
    Ma: e I CAMBI DOVE SONO?
    Un Lyanco reduce da un lunghissimo stop, di cui non si conoscono i termini del recupero, e nemmeno ancora le reali capacità, visto che ha giocato (bene) in tutto 2-3 partite un anno e mezzo fa?
    O un Bremer rivelatosi totalmente acerbo, trattenuto non so perché, forse perché pure lui, “nuovo acquisto brasiliano”?
    Perche, ad esempio, non Bremer in prestito a farsi le ossa e Bonifazi, più esperto e meglio inserito nell’ambiente, a fare la riserva da noi? Gioca pur sempre in serie A, e discretamente!
    E gli altri dove sono? Dove sono le riserve? Dove i giovani promettenti, pronti a fare sfracelli x emergere?
    Ferigra solo in Primavera, e gli altri tutti in prestito. Tutti in giro a giocare nelle serie B e C, solo perché da noi gli EX-PRIMAVERA NON HANNO SPAZIO!
    Milan, Juve, Fiorentina, Roma, ecc.. non hanno timore di “bruciare i loro campioncini”, non li mandano a scaldare le panchine delle serie minori, li hanno in squadra e, all’occorrenza, li buttano nella mischia, tra l’altro con ottimi risultati.
    Perché al Toro questa PANCHINA CORTA, quando poi, con infortuni e/o
    squalifiche, bisogna costringere uno come Nkoulou a giocare con la febbre?
    E il reparto difensivo è quello meglio piazzato! Figuriamoci gli altri..
    I giocatori non ci sono (mandati in prestito), e, dove ci sono, rimangono a scaldare la panchina!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Falcon - 5 mesi fa

    Nicholas for president

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14010470 - 5 mesi fa

    granata 63 bisogna anche dire che occasioni da rete a Belotti non è che gliene arrivano tante pulite,poi Falque bel giocatore ma prima di fare un cross la tocca 20 volte e la squadra avversaria si piazza tranquillamente.
    Il nostro punto debole è il centrocampo due su tre sono da cambiare gli altri possono starci come riserve.
    Roby

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata63 - 5 mesi fa

      Le occasioni le ha ogni partita. Anche con la viola ne ha avute tre ma ha ciccato tutte le volte. Davanti siamo zero. E Zaza è come gli altri due. Speriamo di invertire la rotta, ma lo dico da mesi. Per ora siamo ancora in corsa. Speriamo bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BIRILLO - 5 mesi fa

    Tocca a spendere per giocatori già fatti in attesa che qualcuno dei giovani esploda, maltrattare Cairo e Mazzarri.. Oppure disertare lo stadio.
    Domenica alle 10 Toro-Cagliari Primavera, molto meglio..caramelle per tutti.
    Ma tanto mi pare che il copione sia “Non guardarmi, non ti sento”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granata63 - 5 mesi fa

    Si amici, Belotti si ammazza in campo, spirito granata, ma davanti siamo nulli. Se non segnano i difensori o qualche gol dei centrocampisti noi finiamo le gare a zero gol. Piaccia o no è così da inizio anno. Poi, diciamolo, Mazzarri è quello che è sempre stato. Meglio di Mihajlovic, ma con questo giro palla di merda mi sembra ventura di Castellammare di Stabia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. marcohelg_385 - 5 mesi fa

    MAZZARRI VIA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-14010470 - 5 mesi fa

    cazzo dici ci fossero 6o7Belotti in questa squadra almeno a fine partita sarebbero sudati.
    Roby

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13966898 - 5 mesi fa

    fuori Belotti e sicuramente faremo meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 5 mesi fa

      Belotti dentro ma a fare la punta, lui non è ne Beckembauer ne Valentino Mazzola, ma la punta la puo fare se non lo stremano a ritornare e coprire ogni situazione anche di pressing passivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. BIRILLO - 5 mesi fa

    15 min dopo che è uscito ci hanno fatto il primo.
    Lui è un drago e vale anche più della EL (tocca a dire non in questo toro..).
    Ma se quelle poche occasioni che si creano non si segna.. Ma occasioni ne vanno create di più, non solo dalla trequarti, ma dalle fasce e, nota positiva ma purtroppo senza esito, come lollo, con gli inserimenti da dietro.
    Parole, parole, parole.
    Inutile ripetere che manca qualcuno, e qualche titolare è buono per la panca (e magari cresce).
    Però caro Walter, con sto 352 0 532 hai veramente stancato.
    (Caro Walter un cazzo).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 5 mesi fa

      Stiamo attenti perché pare che qualche club inglese di alto livello abbia già messo gli occhi addosso a N’Koulu. 🙁

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 5 mesi fa

        Per forza.. Per forza. E tristemente dico che a fine campionato, giocatori come lui e Sirigu ad esempio, senza risultati farebbero bene ad andarsene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BIRILLO - 5 mesi fa

          (meno 21 in 2 minuti.. complimenti per l’intelletto del pollicione)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BIRILLO - 5 mesi fa

            Quello che dovevo dire l’ho detto. Saluti e forza Toro. Fanculo ai gobbi.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy