Torino-Sassuolo: per i granata di Mazzarri c’è un solo risultato

Torino-Sassuolo: per i granata di Mazzarri c’è un solo risultato

Verso il match / All’Olimpico-Grande Torino arrivano i neroverdi matematicamente salvi: per l’Europa a Belotti e compagni serve solo una vittoria

di Luca Sardo

Siamo agli sgoccioli. Ormai mancano solamente 3 giornate alla fine di questo campionato e i verdetti sono ancora tutti incerti. Sicuri di un posto in Champions League sono la Juventus (campione d’Italia) e il Napoli (matematicamente secondo). Dal terzo posto in giù tutto è possibile. Sei squadre in lotta per qualificarsi in Europa con l’Inter in testa a questo trenino con 63 punti seguito da Atalanta (62), Milan (59), Roma (59), Torino (57) e Lazio (55). Domenica alle 12:30 i granata di Walter Mazzarri affronteranno allo stadio Olimpico Grande Torino il Sassuolo di Roberto De Zerbi matematicamente salvo. L’obiettivo della squadra granata è sicuramente quello di portare a casa tre punti per continuare la rincorsa all’Europa, per poter osservare con tranquillità quali saranno i risultati delle altre squadre concorrenti.

Lotta all’Europa, calendari a confronto: Torino, il sesto posto passa dal prossimo turno

DEFEZIONI – Per il match di domenica, i granata non avranno a disposizione Tomas Rincon, fermato un turno dal Giudice Sportivo dopo la quinta ammonizione rimediata nel derby della Mole contro la Juventus, oltre all’infortunato Djidji, operato due settimane fa al menisco del ginocchio destro. In dubbio per la sfida sono Iago Falque e Parigini. L’attaccante spagnolo, non convocato per il derby contro la Juventus, non è ancora al meglio dopo l’infortunio al ginocchio sinistro e per il match verrà valutato giorno dopo giorno da Mazzarri. In forte dubbio anche Vittorio Parigini che ha dovuto rinunciare allo stage con la Nazionale italiana: il giovane granata ha rimediato una distrazione all’adduttore nel finale del match con il Milan: probabile che darà forfait anche per il match di domenica. Tra le fila del Sassuolo l’unico assente dovrebbe essere Magnani, uscito al 46′ del match contro l’Udinese a seguito di un fastidio alla zona inguinale.

Cairo a Madrid per combattere la Super Champions: “Sarebbe un attentato al calcio”

NON MOLLARE – Il Toro non deve mollare proprio ora. Ricordando cosa successe all’andata al Mapei Stadium, quando il match si concluse con il risultato di 1 a 1: al vantaggio granata firmato Andrea Belotti, rispose al 92′ Brignola pareggiando allo scadere la partita. La squadra di Mazzarri, memore di quella beffa della gara di andata, domenica dovrà rimanere concentrata per tutti i novanta minuti, prestando molta attenzione all’attacco neroverde che probabilmente sarà composto da Boga (a segno nell’ultima partita contro il Frosinone), Babacar e Berardi. L’Europa passa da questo match: per centrare la qualificazione alla prossima Europa League, i tre punti in palio di questa sfida sono a dir poco fondamentali.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14266824 - 1 anno fa

    Il sogno… ultima giornata.. entra a 10 minuti dalla fine Millico e segna sotto la Maratona il gol che ci porta in Europa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertozanabon_821 - 1 anno fa

    Ho visto il Sassuolo contro la Fiorentina. Sarà durissima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 1 anno fa

      Che ottimismo ! E allora contro la juve com’ era ? Impossibile !?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sandro - 1 anno fa

    ora viene il difficile, ancora piu’ che il derby. vediamo la pressione che effetto farà ma mi fido molto di Mazzarri su questo punto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy