Torino, Vagnati a colloquio con i giocatori: obiettivo ricompattare l’ambiente

Torino, Vagnati a colloquio con i giocatori: obiettivo ricompattare l’ambiente

Focus on / Il DS sta approfondendo la conoscenza con tutti i componenti della rosa granata

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Sono giorni di intensa attività quelli che sta vivendo Davide Vagnati, il neo responsabile dell’area tecnica, che ieri ha anche visitato per la prima volta lo stadio Olimpico-Grande Torino. Tra le priorità dell’agenda operativa c’è anche quella di chiamare a raccolta i giocatori per intrattenere dei colloqui con ognuno. Colloqui che hanno avuto e stanno avendo una duplice funzione, importante, per l’economia del gruppo granata che ha ripreso ad allenarsi al Filadelfia.

COLLOQUI – Ampie chiacchierate, quelle intercorse tra il DS ed i giocatori che compongono il gruppo squadra. Il primo obiettivo è chiaro: Vagnati è l’ultimo arrivato, ed ha evidente bisogno di legare con i calciatori del Torino, in modo tale da creare fin sa subito un rapporto di lealtà e collaborazione utile a costruire le basi per un buon lavoro con la società del presidente Cairo.

Torino, la convivenza Vagnati-Bava appare difficile e l’ex ds riflette

DIREZIONE – Un altro – non meno importante – motivo è rappresentato dalla volontà di compattare Sirigu e compagni attorno alla figura del mister, Moreno Longo. Il lavoro al Fila è iniziato per far sì che in caso di una probabile ripresa del campionato la squadra si faccia trovare pronta, ed è nell’ottica della massima intesa tra tesserati ed allenatore che si deve impostare tutta l’azione dei prossimi giorni. Il rapporto andrà costruendosi, ma l’importante era cominciare nel modo giusto. Vagnati ci sta provando.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paul67 - 2 settimane fa

    É il nuovo messia, fa tutto lui…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dr Bobetti - 2 settimane fa

      Sicuramente fa il DS. Se lo farà bene lo vedremo nei prossimi 2 anni, anzi già nel prossimo avremo le prime evidenze.
      Da quando era partito Petrachi questo tipo di azioni non erano più avvenute, non so per scelta del presidente o per limiti di Bava.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dr Bobetti - 2 settimane fa

    Importante iniziare con questo passo. Il DS non è solo il Resp del Mercato ma anche il primo riferimento della squadra, in attesa di un Team Manager che dovrebbe essere Moretti (quindi un gran bel punto di riferimento).
    La compattezza è il primo cardine di una rosa, al di là delle qualità dei singoli e della sua completezza.
    Bava questo tipo di operazione non l’ha mai fatta, non so per suo limite/scelta o perchè stoppato da Cairo. Non era la normalità comunque, casi come quello di N’Koulou devono essere gestiti così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GRISCHIANO - 2 settimane fa

      Ora è evidente che Bava è stato messo lì per zittire l’opinione pubblica in attesa del nuovo DS. Cairo c’è riuscito. Si sa che i contratti vengono accordati col DS quindi i malumori dei calciatori hanno causato la rottura dello spogliatoio, sembra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy