Torino, Ventura: “Oggi Cerci non avrebbe la testa per giocare: aspettiamo la fine del calciomercato”

Europa League, verso RNK Split – Torino / Il tecnico granata presenta la sfida ai croati: “Quella di domani è una sfida importante: qualche assenza in attacco, ma faremo di necessità virtù”

di Roberto Maccario

Ha parlato quest’oggi in conferenza stampa allo Stadio Olimpico di Torino, Giampiero Ventura, presentando la sfida di ritorno dei play-off di Europa League contro l’RNK Split. Ecco le sue parole: “Quella che ci aspetta domani è una partita importante, come è stato importante il nostro percorso in questi quattro anni. L’attacco sarà alle prese con qualche assenza ma stiamolavorando per trovare la condizione migliore, facciamo di necessità, virtù”.

Sull’assenza di Cerci dai convocati: “Di Cerci si è parlato troppo, ogni giorno viene fuori una squadra diversa ed oggi non avrebbe la testa per giocare. Aspettiamo la fine del calciomercato”.

Sulla sfida dell’andata: “Ho fatto i complimenti allo Spalato, ci hanno messo in difficoltà, hanno fatto un’ottima partita a livello tattico e sono molto più avanti di noi nella preparazione. Il pari è merito anche loro, non solo colpa del campo e delle occasioni sprecate”.

Sulla situazione della sua squadra: “Ci sono stati molti cambiamenti, giocatori nuovi, stranieri a cui bisogna dare il tempo di ambientarsi. Siamo in una fase di crescita che può essere accelerata da un buon risultato. Quando avremo raggiunto la coesione tecnica e mentale dello scorso anno, credo che saremo ancora più forti della prossima stagione”.

Sul risultato dell’andata: “La cosa positiva dello 0-0 è che ci permette di affrontare questa partita come se fosse una gara di campionato. L’andata a Spalato ci ha insegnato che in Europa non ci sono gare facili, o passeggiate…”.

Sulle scelte per domani: “Alcuni giocatori devono trovare la condizione fisica e psicologica, tutti si devono sentire coinvolti, perché se passiamo il turno avremo tante partite ravvicinate. A questo punto della stagione non faccio valutazioni tattiche in base all’avversario ma guardo chi sta meglio. Qualificarci per noi sarebbe motivo di grande orgoglio. El Kaddouri punta? Nel contesto della gara potrebbe avanzare, ma non credo proprio che accadrà dall’inizio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy