Toro, all’Olimpico contro lo Split l’ora di Martinez?

Toro, all’Olimpico contro lo Split l’ora di Martinez?

Verso Torino – RNK Split / Il venezuelano potrebbe essere l’arma in più per scardinare la difesa dei croati

di Roberto Maccario

Anche a Spalato Giampiero Ventura ha preferito puntare sull’usato sicuro, mettendo in campo, in avanti, il duo Barreto – Larrondo, e giocandosi la carta Quagliarella nella ripresa, al minuto 66, con il napoletano che è anche andato vicino al gol. Alla luce delle buone prove offerte però contro il Brommapojkarna e contro la Virtus Mondovì in amichevole, dove ha segnato e deliziato la platea con assist e giocate di gran classe, viene da chiedersi il perché della scelta di rinunciare a Josef Martinez, l’attaccante forse più in forma tra quelli a disposizione del tecnico genovese.

Probabilmente Ventura, vedendo il terreno di gioco pesante, ai limiti del praticabile e insidioso per quanto riguarda gli infortuni, non ha voluto rischiare il venezuelano, molto veloce e tecnico e quindi poco adatto ad un campo del genere. Nella gara di ritorno però, con i granata chiamati a vincere per centrare la qualificazione alla fase a gironi di Europa League, la verve, la rapidità e la fantasia di Martinez potrebbero risultare decisive, anche alla luce della scarsa vena realizzativa mostrata da Larrondo in terra croata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy