Toro in numeri: Belotti bomber granata, ma il controllo della palla è da migliorare

Toro in numeri: Belotti bomber granata, ma il controllo della palla è da migliorare

Approfondimento / E’ il sesto granata più falloso e il decimo in Serie A per falli subiti: l’aggressività non manca

di Marco De Rito, @marcoderito

Dopo dodici giornate, analizziamo il rendimento dei giocatori del Torino attraverso i numeri, che non sono tutto ma aiutano a far capire la realtà. Su Toro News, torna il ciclo di approfondimenti “Toro in Numeri”. 


Dopo dodici giornate Andrea Belotti è il capocannoniere del Torino. Il Gallo ha messo a segno quattro reti, è il primo nella classifica cannonieri granata – davanti a Baselli fermo a tre gol. Se allarghiamo lo sguardo agli altri marcatori della Serie A, il capitano granata non è tra i migliori attaccanti. La classifica è guidata da Piatek del Genoa che ha siglato nove reti. In questo inizio di campionato, Belotti è stato contraddistinto da alti e bassi: 1118′ collezionati sino ad ora, è sempre stato in campo, eccetto nelle due sfide contro Bologna e Sampdoria dove è stato sostituito nel finale di gara. Eppure il suo rendimento poco costante l’ha portato anche ad essere escluso dalle convocazioni di Roberto Mancini per la seconda volta di fila. Un segnale per il Gallo che dovrebbe servire a spronarlo, come specifica il commissario tecnico azzurro: “Non è ai livelli di due anni fa. Può migliorare, non c’è alcuna bocciatura”.

DOVE DEVE MIGLIORARE – Il punto debole di Belotti è proprio il possesso palla: ha perso la sfera 171 volte da inizio campionato, con una media di 14.25 palle perse a partita. Una media piuttosto alta rispetto a quella di 9,12 degli altri attaccanti di Serie A. Ha la media di 0,7 dribbling a partita – nono tra i granata – segno che deve migliorare nel controllo del pallone e nell’uno contro uno. Nei passaggi deve affinare la precisione: 12,75 sono i passaggi corretti che esegue a partita, la media delle altre punte della Serie A è di 13,86. Deludente il dato delle occasioni da gol create: 0,58 a partita, rispetto ad una media di 0,96 degli altri centravanti della massima serie italiana.

LA GRINTA – Nonostante delle prestazioni poco esaltanti, non si può negare al capitano granata che ci ha sempre messo impegno e voglia in campo. E’ uno dei più cattivi tra i ragazzi di Mazzarri, è il sesto granata più falloso: 15 gli interventi duri effettuati sino ad oggi. Ancor più alto è il numero di falli che ha subito sino ad adesso: 28, il decimo della Serie A. “Dobbiamo ripartire dall’aggressività, il cuore e l’anima”, così si era espresso nel post-partita il Gallo. Da qua deve ripartire anche lui per riconquistare la Nazionale e ritornare a segnare a raffica per trascinare il Toro verso l’Europa.

Andrea Belotti
MINUTI GIOCATI 1118′
CARTELLINI GIALLI 21
GOL 4
PASSAGGI SBAGLIATI 32
TIRI 31
DISTANZA PERCORSA 9.793

Dati: Gazzetta dello Sport

 

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13966898 - 1 anno fa

    semplice Belotti non ha tecnica e non l’ha mai avuta, Belotti deve essere messo on grado si metterla dentro con un solo tocco … come faceva due anno fa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 1 anno fa

    @Granata78
    Ottima domanda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granata78 - 1 anno fa

    Più che il confronto con gli altri attaccanti di Serie A, sarebbe interessante mettere a confronto questi dati con quelli del Belotti di 2 anni per valutare se all’epoca aveva questi problemi che “nascondeva” con una vena realizzativa migliore, o se invece ha subito un “regresso tecnico” per una condizione non ottimale, gli infortuni, poca fiducia ecc

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy