Toro, è la miglior stagione dell’era Cairo: il confronto con i precedenti

Toro, è la miglior stagione dell’era Cairo: il confronto con i precedenti

L’approfondimento / Sotto la guida del presidente alessandrino i granata non avevano mai conquistato 49 punti dopo 31 giornate. E quella stagione con Ventura…

di Alberto Giulini, @albigiulini

Quarantanove punti conquistati in trentuno gare disputate: al momento la stagione in corso si sta rivelando la migliore dell’era Cairo.  A sette giornate dal termine il Toro non aveva mai raccolto così tanti punti sotto la guida dell’attuale presidente ma, soprattutto, non era ancora in corsa per un piazzamento in Champions League.

VISTA CHAMPIONS – Già, perché a sette gare dal termine del campionato il Toro è ancora in piena lotta per un piazzamento europeo. Ma non soltanto per quell’Europa League che è obiettivo stagionale: i granata sono infatti a tre lunghezze da quel quarto posto che garantirebbe l’accesso ai gironi di Champions. Un traguardo certamente difficile da raggiungere, ma ancora a tiro per i granata che avranno inoltre l’occasione di disputare tra le mura amiche sue scontri diretti contro Milan e Lazio. Forte di una difesa di grandissimo livello, la quarta migliore d’Italia e dodicesima d’Europa, la squadra di Mazzarri sta infatti disputando una grande stagione ed è pronta a giocarsi tutto in queste ultime sette giornate di campionato.

Torino, dodicesima difesa d’Europa: meglio di Tottenham e Real

IL CONFRONTO – Come detto in precedenza l’attuale stagione si sta rivelando la migliore della presidenza Cairo. Un anno fa, ad esempio, dopo trentuno giornate il Toro aveva solamente quarantacinque punti: quattro in meno di quest’anno, per una squadra che chiuse poi a 54. Ne aveva solo quarantaquattro la squadra allenata da Mihajlovic, che a fine stagione si piazzò nona con 53 punti. Aveva appena quarantadue punti il Toro di Cerci e Immobile sotto la guida di Giampiero Ventura, che chiuse la stagione in Europa League con cinquantasette punti. Quello resta finora il miglior risultato dell’era Cairo: un traguardo superabile con la conquista di otto punti nelle prossime sette gare. Uno sprint finale che permetterebbe, oltre a migliorare le statistiche, anche di centrare un piazzamento europeo. Perché, in fin dei conti, l’obiettivo deve essere proprio quello.

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dattero - 3 mesi fa

    comunque l’accenno al rusconi affaire non implica riscontri calcistici,solo x far capire il concetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dattero - 3 mesi fa

    forvercuor,o sei ignorante o hai dei problemi con l’italica lingua.
    ho parlato di mentalita intuitiva e sportiva,null’altro,che poi non sia degno d’insulti,mi sta bene.
    prendi ino zanichelli e fai spelling etimologico delle parole che ho usato,vedi se ci arrivi.
    sulle inculate,anche l’attuale proprietario con lo scippo a rusconi di italia 1 non ha scherzato x niente,i genovesi han lasciato debiti x 205 miliardi,risanati da cimmi con aiuto sappiamo di chi
    borsano era un delinquentone,la sua sfiga tangentopoli,senno con appoggi tipo craxi e prandini,non vivevi male,per niente.
    non e’ diverso da zampa prez,lotito e altri lord del settore.
    ora spero tu abbia capito il senso,senno chiama l’insegnante di sostegno.
    scusate,ma in certi momenti ti fan cascare i c….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 3 mesi fa

    Borsano x mentalità intuitiva e sportiva ne vale 5 di questo impiegato fca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Forvecuor87 - 3 mesi fa

      Come si fa a sparare certe cazzate???
      Una persona che elogia un buffone come Borsano non è degna nemmeno di insulti.
      Facile fare quello che ha fatto senza tossire nemmeno un quattrino!!! Ma tu hai idea di quanta gente abbia inculato quel pezzo di merda??? Diciamo tanto di essere diversi rispetto a quelli di Venaria e poi ci mettiamo ad elogiare Borsano una merda che ci ha spolpato fino all’osso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dattero - 3 mesi fa

    Ponzon mi scusi,Leo ha fatto giovanili fila, raccattapalle,poi un po’ di calcio giocato,ok,va bene.io di anni ne ho 58,il po’ giocatore conosciuto Poletti, poi Ferrini Meroni moschino. .ho sempre frequentato la società fino al fallimento, conosco una valanga di giocatori (ex),ma lo dico solo x statistica,non mi frega nulla di vantarmi di ste robe,nulla,nella vita sono molto riservato su questo..o lei non ha capito chi eravamo,o non ha capito cosa siamo diventati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14204460 - 3 mesi fa

    caro principe della zolla , io ho 56 anni e quindi ho vissuto il Toro come te . Tutto quello che hai scritto può essere condivisibile ma dire che cimminelli ha fatto meglio di Cairo non si può sentire , e mettiamoci anche borsano che poi ci fece fallire , poi per non parlare dei vari vidulich And Company per transitare da goveani. ….quindi se è vero che anch’io prima di morire vorrei vedere il Toro stabilmente in champions è anche vero che purtroppo i tempi sono cambiati e a meno di un miracolo tipo arabi e cinesi non vedo proprio in giro chi ci possa fare questo salto di qualità. quindi mi tengo stretto Cairo con tutti i suoi difetti. Arrivederci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mozzo - 3 mesi fa

    Alcuni commenti sono sempre negativi, tristi.
    Ma avete una vita infelice e vi rifate sul toro??
    Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. suoladicane - 3 mesi fa

    ma basta con sti riferimenti alla Champion. … portano sfiga e alimentano false aspettative.
    il destino è nelle nostre mani. non sprechi amo più occasioni e alla fine vediamo dove siamo arrivati.
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    Calma calma per favore. Da qualche giorno la parola Champions mi sembra eccessivamente usata e abusata. Già da domenica con il CA si saprà se possiamo eliminarla dal nostro vocabolario insieme all’altra EL… Secondo me c’è troppa ingiustificata euforia. La strada è in salita e dopo la partita con il Parma dovremmo essere un po’ più pacati. Basta proclami per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Simone - 3 mesi fa

    sbaglio o è la prima stagione in cui abbiamo il settimo monte ingaggi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. r.ponzon_13686323 - 3 mesi fa

    Dati alla mano, sono del tutto incomprensibili i commenti di sedicenti tifosi anticairo; sono indiscusse – perché oggettive – le crescite:
    – a livello societario
    – a livello di risultati di Prima Squadra e Primavera
    – a livello di parco giocatori di Prima Squadra e Primavera
    – a livello di appeal
    e allora perché, perché e perché insultare e criticare continuamente Cairo ???
    Il percorso è stato e sarà ancora lungo e lento ma proprio per questo più gratificante.
    Eppoi laddove non si può competere a livello finanziario bisogna aguzzare l’ingegno; e Cairo in questo è un maestro !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Se ragioni in questi termini, sei un tifoso 3.0, cioè uno che ha scarsamente, o per nulla, vissuto il nostro passato meno recente. Partendo dal presupposto che insultare non è mai una cosa bella, anche se il tifo è viscerale, soprattutto se autentico, e alle volte ci si controlla poco, posso dirti che di ragioni per contestare Cairo ce ne sono una miriade, che quello che chiami percorso lungo va avanti da 14 anni e metterebbe alla prova anche la pazienza di Giobbe, che Cairo l’ingegno lo aguzza e come, ma non è né un benefattore né un filantropo né, e ne sono più che convinto, un tifoso vero (la mamma si!). Scendere nel dettaglio per argomentare ulteriormente è cosa che richiederebbe diverse pagine di questo sito e non ho il tempo di farlo, però ti dico che di perché ce ne sono, eccome se ce ne sono. Analizza le cose con maggiore attenzione e obiettività senza fermarti ad apparenze e titoli pilotati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 3 mesi fa

        Caro il mio Marchese,
        a te che mi definisci “un tifoso 3.0, cioè uno che ha scarsamente, o per nulla, vissuto il nostro passato meno recente” dico che ho 51 anni, ero allo stadio nel ’76 il giorno dello scudetto, per otto anni (dai pulcini agli allievi) ho giocato nelle giovanili del Toro allenandomi al Fila, per 4 anni ho fatto il raccattapalle al Comunale a Castellini, C. Sala e Pulici,ecc… per poi da adulto girovagare in prestito in altre società.
        Credo di sapere qualcosa di calcio e di Toro, io; Tu dimmi, chi sei e che cosa sai di calcio e di Toro ?
        Teniamoci stretto Cairo, il miglior Presidente che possiamo avere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

          Siamo coetanei. Non importa quanto ne sai di calcio, non è di questo che stiamo discutendo, e non è con i titoli, i diplomi o le lauree che puoi sovvertire un’opinione legittima. Per me resta il mistero di come possa uno che ha vissuto il Toro di Pianelli, Rossi, Mondonico e Radice, accontentarsi di una situazione livellata verso il basso anonimato che perdura da 14 anni. Speriamo che questo possa essere l’anno buono, se non altro per via di un campionato tra quelli di peggior livello degli ultimi decenni.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. r.ponzon_13686323 - 3 mesi fa

            Caro amico,
            mica mi accontento, sono solo realista !
            Potrei condividere le follie che leggo degli anticairo solo se fossimo nella situazione in cui i Ferrero insistessero per comprare il Toro e Cairo rifiutasse.
            Ma non siamo in quella situazione, tutt’altro.
            E a Cairo rionosco di averci strappato dall’abisso nel quale eravamo caduti e dal quale non immaginavo ci saremmo mai più potuti risollevare

            Mi piace Non mi piace
          2. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

            Ci ha strappato dall’abisso per una cifra a dir poco simbolica ed esclusivamente per il suo tornaconto, non di certo per amore. Questa gestione ci ha tolto l’anima proprio perché chi ci governa non ha il Toro dentro, come me e come te, suppongo. Dall’acquisto del Toro in avanti è cominciata la scalata di Cairo all’editoria italiana, e non senza commistioni con gli ovini vicini di casa. E questo, amico mio, è un altro punto più che dolente. Alle volte, forse, è meglio morire che ingoiare merda per il resto della vita! Che ne dici?

            Mi piace Non mi piace
          3. Marcogol - 3 mesi fa

            hai ragione meglio morire che ingoiare merda, menomale che non la penso come te

            Mi piace Non mi piace
          4. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

            Il mondo è bello perché è avariato! È ognuno si figura in testa il proprio.

            Mi piace Non mi piace
    2. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

      Caro @r.ponzon, colgo l’occasione della discussione tra te e @il Marchese del Grillo, per porre alcune, poche, domande. Visto che sostieni che è il miglior presidente che noi si possa avere, magari hai anche l’ispirazione per poter rispondere. Per la cronaca, visto che ci si presenta, io di anni ne ho sessanta, e non c’ero solo il giorno dello scudetto, ma per tutta la stagione prima, durante e dopo. Con Giagnoni, con Radice, Camolese, Mondonico, …

      – ha visto fallire il Toro ma è intervenuto solo dopo il lodo Petrucci senza spendere un euro, perché?
      – non abbiamo strutture di proprietà, perché?
      – non ha mantenuto la promessa fatta a Don Aldo, perché?
      – non è stato promotore, ne ha completato il progetto del Filadelfia, ma continua ad accantonare attivo come riserva straordinaria, perché?
      – non abbiamo una rete di osservatori, perché?
      – quanto fatturavano le sue società prima di comperare il Torino e quanto fatturano oggi?
      – perché non si fa mai menzione che la differenza con il Torino di dieci anni fa non è merito di chissà quale miracolosa gestione ma semplicemente che prima i diritti televisivi erano a contrattazione individuale, nelle casse granata entrava ben poco ed infatti si era pieni di prestiti, e che solo dopo il decreto Melandri che ha portato alla contrattazione collettiva dei diritti televisivi il Torino ha cominciato lentamente ad acquistare giocatori, per lo più comproprietà; quindi quando si fa un confronto con i precedenti presidenti, andrebbe sempre tenuto conto che una entrata da circa 50M da diritti televisivi se la potevano solo sognare e se confrontiamo i primi anni di Cairo, quelli dove le entrate erano simili a quelle di chi lo aveva preceduto, i risultati sportivi sono peggiori di quelli di Cimminelli.

      Grazie in anticipo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

        Perché? Perché? Perché?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. steacs - 3 mesi fa

        non rispondereá mai… come non risponderebbe il suo ero di 150cm dall’accento lombardo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Torello_621 - 3 mesi fa

          Preparati, domenica facciamo un’altra vittoria dannosa…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. ddavide69 - 3 mesi fa

        Sono Almeno TRE ANNI Che sostengo Quello Che stai dicendo tu ora. Immagino che molti abbiano opportunità di leggere, documentarsi, farsi una opinione. Basta essere oggettivi, non avere pregiudizi in un senso o nell altro, io sono strafelice di poter tifare Toro in serie a, Cairo ci ha aiutato? Certo. Devo farmi bastare questo? E per quanto tempo, visto che le possibilità di fare il salto di qualità ci sono. Senza fallire, senza chiedere la luna si potrebbe entrare e rimanere nel gotha del calcio italiano, alimentare la storia di un club leggendario, è questo tergiversare che mortifica la passione che ti tiene nel limbo. Sempre con l urlo in gola.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. Marcogol - 3 mesi fa

        ecco la risposta ai perchè; a ponzon interessa di più la crescita del toro e alla zolla di più gli interessi e le speculazioni su cairo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. r.ponzon_13686323 - 3 mesi fa

          Giusto !

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy