Toro, tre punti contro l’Helsinki per blindare la qualificazione

Toro, tre punti contro l’Helsinki per blindare la qualificazione

Verso Helsinki-Torino / Il Toro, giovedì, è nelle condizioni di mettere in cassaforte il passaggio del turno, lasciandosi alle spalle l’Atalanta

di Cristina Raviola, @CriCuoreToro

Ora conta solo l’Europa. Con questo spirito i ragazzi di Ventura si devono affacciare alla partita di giovedì contro l’Helsinki, coscienti che un solo risultato può dare le giuste risposte all’ambiente: la vittoria. Gli avversari non sono certo insuperabili, e lo sappiamo bene, ma il fattore campo potrebbe creare qualche difficoltà in più ai granata, visto e considerato che il clima in Finlandia, in questo periodo dell’anno soprattutto, non è dei più miti.

Al di là del fattore atmosferico, che, se vogliamo, è solo relativamente importante,  i granata sanno come fare male ai finlandesi, che però non staranno certo a guardare. Il pareggio non basta agli uomini di Lehkosuo, che tenteranno il tutto per tutto per centrare la vittoria, anche se potrebbe non servire più a nulla. L’Helsinki non ha ancora segnato in questa fase a gironi, e questo non è necessariamente un vantaggio per i granata. Per prima cosa, non lo è perché i padroni di casa si prodigheranno per fare bella figura davanti al proprio pubblico, cercando come meglio possono di fare male al Toro; in seconda battuta, la cosiddetta “legge dei grandi numeri” potrebbe favorire gli scandinavi, ma quest’ultima è solo una statistica “da bar”, o poco più. I granata non dovranno fare caso a questo.

Il Toro dovrà scendere in campo, qualunque siano le scelte che prenderà Ventura, con la grinta e la cattiveria adatte ad una partita del genere, dove, in un contesto importante come l’Europa League, i granata avranno addosso gli occhi di tutti, e non possono permettersi di fallire, non ora. Non ora che la squadra granata può contare sulla miglior difesa del girone (0 gol subiti in 3 gare) e su una formazione che in Europa sa accendersi e dare spettacolo, forse più che in campionato. Ventura ha il compito di motivare i suoi, infondergli la giusta determinazione per centrare i tre punti e la (quasi) sicura qualificazione al turno successivo.

Sta ai ragazzi che Ventura riterrà più in forma trasformare nei fatti quello che ad inizio stagione poteva sembrare solo una bella suggestione: vincere in Finlandia, volare a 10 punti, e giocare i sedicesimi di Europa League, riportando, ancora una volta, il calcio che conta nella più splendente metà di Torino; quella metà che racchiude i valori di una vita votata a questo simbolo: quella granata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy