Velotto, statistiche ok

Velotto, statistiche ok

Da tre anni consecutivi si incrociano i destini di Massimiliano Velotto (in foto M. Dreosti) e del Torino. L’arbitro di Grosseto, con i granata ha precedenti molto favorevoli, trattandosi di ben quattro vittorie ed una sola sconfitta in cinque gare. La prima, coincise con il 2-1 firmato Bianchi e Pratali contro l’AlbinoLeffe nel campionato 2009/2010. La squadra dell’allora mister Colantuono aveva appena cominciato il suo campionato, e…

di Redazione Toro News

Da tre anni consecutivi si incrociano i destini di Massimiliano Velotto (in foto M. Dreosti) e del Torino. L’arbitro di Grosseto, con i granata ha precedenti molto favorevoli, trattandosi di ben quattro vittorie ed una sola sconfitta in cinque gare. La prima, coincise con il 2-1 firmato Bianchi e Pratali contro l’AlbinoLeffe nel campionato 2009/2010. La squadra dell’allora mister Colantuono aveva appena cominciato il suo campionato, e ancora viaggiava sulle ali dell’entusiasmo macinando punti a destra e a manca. Sempre quell’anno, nel girone di ritorno, D’Ambrosio e Barusso regalarono ai tifosi una vittoria per 2-0 con un giocatore in meno sul difficilissimo campo del Modena. Si trattò di una vittoria importante che permise ai granata di continuare la rimonta verso i play off.

 

La stagione precedente, arrivò la prima e finora unica sconfitta in casa contro il Frosinone, nel periodo di inizio stagione più difficile per Franco Lerda. Il mister, però, riuscì a riscattarsi qualche partita dopo a Trieste, quando nonostante una brutta prestazione una rete di Sgrigna permise al Toro di vincere a Trieste.

 

L’ultima partita risale esattamente a mezza stagione fa, quando i granata rimontarono l’iniziale svantaggio contro l’Empoli segnando con Darmian prima, con Ebagua poi, in una partita in cui il Toro doveva dare una dimostrazione di forza dopo la clamorosa sconfitta subita a Gubbio. Ora il Toro è sempre primo, ma con molte meno partite davanti. Un’ulteriore spinta per non infrangere una tradizione per ora favorevole.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy