Ventura: ”Una vittoria per consolidare le nostre fondamenta”

Ventura: ”Una vittoria per consolidare le nostre fondamenta”

Il tecnico, dopo la sfida contro i gialloblù, non si presenta in zona mista e dichiara alle televisioni: ”Nel secondo tempo abbiamo fatto la parità”

di Redazione Toro News

Rinsaldato il settimo posto e raggiunta quota 25 punti, il tecnico granata Giampiero Ventura si presenta ai microfoni di Sky al termine della sfida contro il Chievo vinta per 4-1: sul volto è ancora visibile la soddisfazione per il risultato e per il 2013 del suo Toro, nella mano ha già la valigia pronta per raggiungere i familiari in vista delle prossime festività natalizie.

“IL TORO? CI METTIAMO SEMPRE IN DISCUSSIONE” – Il bilancio del primo scorcio di stagione è certamente positivo per Ventura, che però non vuole fare proclami. Sebbene la classifica veda i granata nella metà sinistra della classifica, è “il campo a dirci dove vogliamo arrivare – racconta in diretta tv – perchè questa vittoria ci serve per consolidare le fondamenta per un futuro importante, che possiamo dare al Torino come squadra e a Torino città“. L’elogio, com’è naturale, è dedicato al gruppo: “Ho la disponibilità di giocatori che si mettono sempre in discussione, e questo è molto importante per lavorare bene, crescere e ottenere dei risultati“.

“SORPRESI DAL CHIEVO, POI ABBIAMO MERITATO” – Parlando della gara Ventura ammette che nella prima frazione di gioco il Torino è stato sorpreso dall’atteggiamento del Chievo. Contrariamente alle aspettative, infatti, la formazione clivense ha iniziato piuttosto aggressiva, cercando di far girare il pallone senza pensare esclusivamente a difendersi. “Nel primo tempo siamo stati sorpresi e abbiamo sofferto il Chievo e la sua disposizione tattica“. Nella ripresa poi i granata hanno preso le contromisure adeguate e hanno ripreso le redini dell’incontro: “Al rientro dall’intervallo abbiamo preso le giuste contromisure: siamo tornati a fare la partita e alla fine, tra occasioni costruite e gol fatti, abbiamo meritato la vittoria“. A fine ano l’allenatore si toglie qualche sassolino, soprattutto nei confronti delle grandi testate mainstream: “Questo é un gruppo che meriterebbe di essere gratificato molto di più – ha raccontato ancora – in questi due anni abbiamo esportato l’immagine  di una squadra che gioca al calcio. E pensare che 25 punti sono pochi rispetto a ciò che abbiamo espresso in campionato”.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy