Vives: ”Questo è un gruppo eccezionale”

Vives: ”Questo è un gruppo eccezionale”

Il centrocampista del Torino dopo la vittoria sul Chievo: ”Chiunque venga chiamato in causa dà il massimo”

di Manolo Chirico, @ManoloChirico

Vincere 4-1 in rimonta davanti ai propri tifosi è certamente una gioia importante. In più se si è anche uno dei protagonisti diretti, uno di coloro che ha scritto il proprio nome sul tabellino dei marcatori magari segnando la seconda rete in serie A della carriera (la prima in maglia granata), allora l’euforia è davvero giustificata. Si presenta con questo stato d’animo Giuseppe Vives ai microfoni dei giornalisti presenti all’Olimpico.

“BRAVI A NON SCOPRIRCI” – “Ce l’abbiamo messa tutta per regalare questi 3 punti ai tifosi – esordisce lo stesso Vives – E stata una vittoria importante: all’inizio è stata dura perchè loro ci chiudevano tutti gli spazi e ci mandavo in difficoltà per non riuscivamo a giocare. Poi il gol che abbiamo trovato a fine primo tempo ci ha aiutato a sbloccarci e poi nella ripresa si sono scoperti e ne abbiamo approfittato“. Il rischio, lo sottolinea lo stesso centrocampista granata, era di perdere la testa ed esporsi al 2-0: “Trovato il vantaggio il Chievo si chiudeva con 11 giocatori dietro la linea della palla: non è facile giocare per segnare contro squadre che si difendono così, perchè se ci si butta in avanti ci si espone alle loro ripartenze. Noi però siamo stati maturi e non abbiamo perso la calma senza regalandogli contropiedi”. Il centrocampista granata, nonostante i punti e la classifica, rimane però coi piedi per terra: “Il Toro non deve perdere l’umiltà: bisogna continuare così perchè se non corri per 90′ chiunque può metterti in difficoltà. Bisogna sempre fare una partita di sacrificio”.

“IMMOBILE E CERCI GOL, SORPRESA MAKSIMOVIC” – Due battute vengono dedicate anche alla coppia gol Immobile-Cerci, che stanno regalando bonus notevoli alla squadra granata: “Sono contento per Ciro e Alessio perché gli attaccanti vivono per il gol”. Una parola anche per Maksimovic, che dopo tanto aspettare ha visto il suo momento: “E’ normale che con i risultati aumenti anche l’autostima di tutti: questo è un gruppo eccezionale e chiunque venga chiamato in causa dà il massimo. Una sorpresa è stata Maksimovic: tanto tempo senza giocare e adesso sta dimostrando di avere grandi qualità. Questa è la nostra forza, noi lavoriamo in silenzio ma ora non dobbiamo montarci la testa”. Per Vives dunque questa è la strada da seguire: “Noi metteremo sempre tanto impegno e poi i risultati arriveranno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy