Gravina: “Sono preoccupato per la prossima stagione, siamo in ritardo”

Il presidente della FIGC: “Non sappiamo ancora per quanto lo stato d’emergenza dovrò essere prolungato. Le squadre dovranno cominciare tra non molto i raduni e la preparazione”

di Marco De Rito, @marcoderito

“La mia mente e il mio cuore sono già al di là di questo campionato. Sono molto ma molto preoccupato per la prossima stagione”, lancia l’allarme il presidente della FIGC Gabriele Gravina ai microfoni de La Politica nel Pallone su Gr Parlamento. Il numero uno del calcio italiano poi prosegue: “Non sappiamo ancora per quanto lo stato d’emergenza dovrò essere prolungato. Le squadre dovranno cominciare tra non molto i raduni e la preparazione. Siamo ancora in grandissimo ritardo nella conoscenza delle nuove procedure da seguire”.

Leggi anche: Cairo: “Mai venderei il Torino dopo una stagione come questa. A Longo un grazie”

Un’evidente richiesta d’aiuto da parte di Gravina che poi si sofferma sulla vittoria dello scudetto della Juventus. “Lo scudetto è sempre un titolo di merito”. Il presidente poi continua analizzando la situazione: “In un momento così complicato, non solo per lo sport italiano ma per tutto il nostro paese a causa di questo virus, arrivare a questa conclusione credo sia un risultato straordinario. Per il campionato ma soprattutto per chi lo ha vinto il campionato”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy