Spadafora convoca un super vertice: mercoledì giorno decisivo per il calcio

Il punto / I ministri di Sport e Salute hanno ricevuto il protocollo sanitario della commissione medico-scientifica della FIGC per la ripresa degli allenamenti

di Redazione Toro News

Mercoledì 22 aprile sarà un giorno decisivo verso il ritorno del calcio dopo le settimane di lockdown per l’emergenza coronavirus. Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha a tal fine convocato un super-vertice in video-conferenza con tutto il mondo del calcio per discutere sul protocollo sanitario che ha ricevuto ieri da parte della Figc. Si tratta di un documento redatto dalla commissione medico-scientifica della Figc (all’interno della quale spicca il responsabile sanitario del Torino, dott. Rodolfo Tavana), volto a individuare le misure di sicurezza per consentire a partire dal 4 maggio una ripresa degli allenamenti in funzione di una possibile ripresa del campionato tra fine maggio e inizio giugno.

L’APPUNTAMENTO – Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, al vertice convocato da Spadafora ci sarà, in videoconferenza, tutto il mondo del calcio: con il presidente federale Gabriele Gravina interverranno i presidenti di Lega A, Lega B, Lega Pro, Lnd, e quelli delle associazioni di calciatori, allenatori, e arbitri, una delegazione della commissione medica Figc guidata dal professor Paolo Zeppilli. E ci saranno anche gli scienziati che hanno partecipato alla stesura del documento. Si discuterà sull’itinerario della ripresa e sulle date: al centro del piano ci sono un esteso check-up sanitario per tutti i gruppi-squadra e un ritiro blindato per ridurre al minimo i contatti dei calciatori con l’esterno. Il calcio, dunque, si muove verso una ripartenza. E mercoledì sarà una giornata crocevia.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 7 mesi fa

    Notate attentamente una cosa, dove girano zero soldi o molto pochi, si decide di fermare tutto, vedi giovanili o serie C per non dire dei dilettanti. Man mano che i soldi aumentano si pretende la riapertura a tutti i costi. Quindi la tutela della salute è una balla ,no ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy