Toro, Primavera: ora siete uomini

Toro, Primavera: ora siete uomini

Granatina / Rigori crudeli, ma ora é tempo di guardare avanti e confrontarsi con il calcio dei grandi

di Roberta Picco

L’altra sera tutti gli occhi granata erano puntati sullo stesso schermo, sull’impresa dei ragazzi del Toro Primavera. Un gruppo che ci ha fatto sognare durante tutto quest’ anno, tenendo sempre la testa della classifica e soprattutto vincendo due derby su due. Questo Toro ci ha appassionato come se fosse la Prima squadra, perché abbiamo visto ciò che sarà il futuro della maglia granata e, se continua così, non può che essere splendente.

È stato crudele perdere ai rigori, è stato crudele perdere così, dopo una stagione perfetta, e diremo come sempre, che questo è il calcio, è vero. Ma i rigori purtroppo non rispecchiano un’intera partita, giocata col cuore dal primo all’ultimo minuto, da parte di entrambe le squadre. Sono queste cose, però, che preparano alla sfida più grande: la sfida di diventare uomini, calciatori, professionisti, che di questi episodi fanno la loro forza, la rampa di lancio per un nuovo traguardo. Ora, come ha anche detto il tecnico Moreno Longo, pilastro di questa squadra, non vediamo più una squadra di ragazzini, ma una squadra di uomini, che ha lavorato con la massima professionalità e con uno spirito di gruppo sempre più raro in un mondo del calcio individualista. Questo è il nostro orgoglio!

Il risultato non cambia, ma il Toro ha vinto crescendo questi ragazzi! Ora li attende la vittoria più grande: la corsa per un posto in serie A!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy