Torino-Debrecen: non prendere gol per essere più tranquilli fuori casa

Torino-Debrecen: non prendere gol per essere più tranquilli fuori casa

Lavagna tattica / Torna la rubrica di Lello Vernacchia: “Mazzarri punterà sicuramente sulla qualità, sul carattere, sulla quantità, ma soprattutto sulla voglia di partecipare a questa Europa League”

di Lello Vernacchia
Torino FC v US Sassuolo - Serie A

Questa sera il Torino sfiderà il Debrecen allo stadio Moccagatta di Alessandria alle 21 nell’andata del preliminare del secondo turno di Europa League. Arrivati a questo punto la partita di stasera in casa, anche se si gioca al Moccagatta, per i granata è fondamentale e dovranno segnare almeno due gol per giocare più tranquilli nella partita di ritorno in Ungheria, anche perchè là i tifosi sono molto focosi e si aspettano molto dalla propria squadra.

MODULO – Partecipare all’Europa League sarà fondamentale per una squadra come il Toro: per questo bisognerà cercare di fare bene. Bisognerà ripartire da quello che di buono si è visto la scorsa stagione in campionato e migliorare ancora. Berenguer lo vedo più un attaccante che fa bene la fase difensiva e non magari quella offensiva. Può darsi che Mazzarri opti per il 3-4-3 e lo spagnolo occuperebbe il ruolo di attaccante sinistro: sarà fondamentale per lui puntare l’uomo e provare a rientrare sul destro per cercare la porta ungherese.

La probabile formazione del Torino: Bremer titolare nel 3-4-3 di Mazzarri

DEBRECEN – Bisognerà vedere l’atteggiamento del Debrecen: è possibile che loro si chiudano in difesa per provare a strappare il pareggio o addirittura la vittoria magari segnando in contropiede. Attenzione a Varga che ha segnato due gol e fatto un assist nell’andata del match contro il Kukesi: i granata non dovranno permettergli di girarsi e puntare la porta. Se dovesse giocare trequartista toccherà al centrocampista di zona o al difensore impedire a Varga di inventarsi la giocata.

Herczeg pre Torino-Debrecen: “Abbiamo tanti giovani, il Toro è più forte”

MOTIVAZIONI – Di grande importanza sarà l’assetto difensivo che i granata riproporranno come lo scorso anno. De Silvestri e Ansaldi sugli esterni dovranno fare avanti e indietro tutta la partita e pennellare cross per il Gallo. Fondamentale innanzitutto sarà non subire gol, poi con Belotti, Iago Falque e Zaza la rete qualcuno la farà. Poi la cosa importante sarà quella di avere le gambe giuste e il Torino forse non è al top, però ha anticipato il ritiro proprio per arrivare a questo appuntamento nel migliore dei modi. Mazzarri punterà sicuramente sulla qualità, sul carattere, sulla quantità, ma soprattutto sulla voglia di partecipare a questa Europa League e di fare una partita importante a livello agonistico.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andreas - 3 mesi fa

    Non mi sembra ancora vero che siamo in Europa! Anche a me importa poco del bel gioco ora. Puntiamo tutto sul risultato con grinta e convinzione. Siamo in Europa! Forza Toro !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. eurotoro - 3 mesi fa

    Non aspettiamoci di vedere 2 belle partite…non pretendo lo spettacolo visto che il toro ha una condizione atletica peggiore del debrecen..loro la butteranno sull’agonismo…attenzione e concretezza e confido in jago e berenguer che fisicamente entrano prima in condizione..il gallo ha bisogno di piu rodaggio..ma hai visto mai un paio di cross ben fatti dai 2 folletti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy