Guardare in faccia la realtà

Guardare in faccia la realtà

Editoriale post Torino-Lazio 1-2 / Da questo Toro contro questa Lazio non ci si poteva aspettare nulla di più

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Nessuno può essere soddisfatto nel vedere una squadra che supera pochissime volte la metà campo per ottanta minuti e il malumore dei tifosi granata è comprensibile e condivisibile; però chi si aspettava di più da questo Torino, in questo momento e contro un avversario della qualità della Lazio, probabilmente ha capito ben poco della situazione attuale. La squadra granata, con la sua rosa così scarna, decimata e povera di qualità, è tra le peggiori di questo campionato e lotterà fino alla fine per la salvezza. E’ un dato di fatto: nel 2020 sono 8 le sconfitte del Torino. Solo la Spal ultima in classifica ha fatto peggio (9). E sono 16 (!) su 29 le partite perse quest’anno. La realtà va guardata in faccia e bisogna dire che contro un’avversaria di tali ed enormi qualità, nelle condizioni in cui è la squadra granata (con 7/11 titolari in quattro partite negli ultimi dieci giorni), difficilmente ci si poteva aspettare qualcosa di diverso. In trincea davanti a Sirigu con voglia di lottare, sperando nella buona sorte, senza fronzoli e con umiltà. Chiaro che non è bastato e non poteva bastare contro una Lazio che in questo campionato ha recuperato 22 punti da situazioni di svantaggio, al pari dell’Atalanta: nessuno ha fatto meglio.

LEGGI: Le pagelle di Lazio-Torino 1-2

A un certo punto sarà inevitabile il momento dei processi ma non è questo, in casa Toro ora bisogna portare a casa la pelle. Gli uomini di Longo almeno questo sembra lo abbiano capito, grazie al lavoro del tecnico, e hanno giocato una partita dignitosa – parlando di agonismo e organizzazione – per quella che è la (poca) benzina nelle loro gambe. Non è certo stata questa la peggior serata dell’anno e ben altri sono stati gli episodi inaccettabili. Impossibile accontentarsi di quanto visto ma altrettanto insensato è scandalizzarsi per come è andato questo match. Ora c’è il derby, che questo Torino deve giocare da Toro, per l’onore della propria gente e per evitare brutte figure che nuocerebbero a tutti. Poi, ci sarà la partita della vita in casa con il Brescia. Lì sì che ci si giocherà tutto. E la metà campo andrà superata eccome.

92 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luxometro - 2 settimane fa

    Sabato che la Juventus abbia pietà del povero Torino,Cairo ci sta facendo vergognare di tifare x questa squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luxometro - 2 settimane fa

    La serie B ci aspetta a braccia aperte,grazie al presidente Urbano Cairo è riuscito a distruggere una società.
    Sarebbe meglio non andare al campo della Juventus e dargliela vinta a tavolino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luigi-TR - 2 settimane fa

    Ma secondo voi quante squadre nel campionato attuale di Serie A giocano peggio del Torino ? secondo me solo la Spal a volte…tutte le altre hanno un’altra intensità e livello di gioco…le partite del Toro sono le più brutte e noiose di tutto il campionato.
    Speriamo che Vagnati sia in grado di restituire una dignità tecnica alla nostra squadra…Petrachi non ha fatto altro che scommettere su giocatori mediocri e qualche volta gli è andata bene ma la maggior parte no…l’unica scelta veramente azzeccata fu quella di Ventura…venivamo da una stagione disastrosa in B con mr.Lerda…se non fosse stato per lui altro che Serie A e Coppa Uefa saremmo retrocessi anche in Lega Pro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ulisse71 - 2 settimane fa

    Dopo quest’ennesima annata “storta” è difficile essere fiduciosi e ottimisti. Vale la pena provarci, per quel che costa. Ma non si può tacere che il Toro, salvato dal fallimento economico, sia stato condannato ad un limbo di mediocrità che equivale ad un fallimento sportivo.
    Sul futuro, tanti dubbi. Si può sperare in una rinascita? C’è spazio nella città di Torino, molto ridimensionata rispetto al passato, sia demograficamente, sia soprattutto economicamente, per una seconda squadra di livello? Gli zebrati ci concederebbero un po’ di spazio? Cairo venderebbe? E, soprattutto, qualcuno comprerebbe? Ad esempio, un Commisso sarebbe così folle da comprare una squadra proprio nella città della Giuve?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pedro - 2 settimane fa

      Temi seri e quindi ci teniamo cairetto x sempre?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. lucapecc_908 - 2 settimane fa

      D’accordo con te…siamo come gli indiani nella riserva, da almeno 25 anni, con forse più stagioni in B che in A.
      Giustamente però il tifoso sogna e spero.
      Il mio sogno al momento è restare in serie A in qualsiasi modo.
      Mi rendo conto che ho sogni modesti, ma in tutto questo giro di merda anche andare in B…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13734369 - 2 settimane fa

    CG
    Volete che se ne vada? Bene allora fate in
    modo di farlo vendere senza insultare tanto è
    inutile l’insulto non risolve nulla farà lui quello che
    vorrà o potrà , sempre che non decida di non vendere
    a qualcuno peggio di lui x togliersi da tutti i casini e
    fastidi che le stanno creando tutti i tifosi che sono
    allenatori DS.Farebbero meglio di lui come presidente
    e magari anche arbitri
    GAVEVE LA NATA COME SI DICE in piemontese
    FVCG SEMPRE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 settimane fa

      Ma di quali casini parli? Di noi che chiacchieriamo da casa nostra su una chat? Questi secondo te sono i casini che non permettono a cairo di lavorare? Ma a cosa pensi che servano le squadre di calcio agli imprenditori? A fare impresa o a recuperare soldi e a mantenere i bilanci allineati? Tolti gli agnelli di cui non voglio manco parlare, mi spieghi chi sono gli imprenditori che fanno profitto sportivo ed economico?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 2 settimane fa

      Per dire certe minchiate potresti anche evitare di scrivere. Risparmieresti tempo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. LeoJunior - 2 settimane fa

    Non voglio aprire polemiche con chi tifa la mia stessa squadra. Ma vi faccio notare che cercare di suddividere le responsabilità non significa sollevare da colpe il Presidente. Una buona analisi del problema di solito porta ad una maggiore probabilità di risolverlo.
    Cairo ha sbagliato a prendere WM ma poi l’errore lo ha fatto WM. Andatevi a vedere e leggere le sue dichiarazioni. Era lui convinto che confermare tutti fosse la strada giusta. Forse ci credeva ma è evidente che NON avesse capito come stavano le cose. Non è il SOLO responsabile, ma il principale colpevole di questo errore tecnico. Doveva aiutarlo il DS che però non esisteva.
    Ricordo poi a tutti che i suddetti non sono poveri cristi che lavorano per 1.000 euro al mese ma sono paragonabili a super dirigenti per quanto guadagnano e dovrebbero comportarsi di conseguenza.
    Se la scusa è che il padrone cattivo ha obbligato tutti a dire che era meglio non vendere nessuno perchè il padrone non avrebbe fatto le plusvalenze desiderate … (strana situazione visto che dopo quel campionato presuppongo che i prezzi dei ns fossero al massimo), allora dovevano dare le dimissioni e denunciare la cosa.
    Non è andata così. WM semplicemente si è dimostrato allenatore finito da anni che ha messo il suo orgoglio davanti a tutto e ha pensato di metterli in riga a modo suo! E ha sfasciato tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi-TR - 2 settimane fa

      Non ho letto tutti i commenti per cui chiedo scusa se replico qualche intervento già inserito di qualcuno ma io non sono d’accordo con la disanima di @LeoJunior, la scelta di confermare buona parte della squadra con l’inserimento di Verdi e il re-inserimento di Lyanco ed Edera e con Zaza da inizio stagione secondo me è stata giusta…per la Lazio lo scorso campionato ha funzionato…venivano da una stagione dove non avevano fatto piazzamento UEFA e nella seguente hanno disputato un campionato strepitoso…non è sempre una regola ma non lo è neanche in negativo. Partire da una base che si era comportata egregiamente doveva essere solo un vantaggio. Parlare di errori quando le cose vanno male è facile da parte di noi tutti. Secondo la mia opinione gli errori più grandi sono stati due, il primo non aver inserito un paio di centrocampisti di qualità (ma se Verdi avesse fatto il Verdi probabilmente non ce ne sarebbe neanche stato bisogno), il secondo avere esonerato Mazzarri…gli si doveva far finire il campionato e poi sostituirlo. La squadra con Longo è paurosamente andata in caduta libera…è subentrato non per salvarsi ma perchè si sperava di riportare la squadra a centrare un piazzamento Uefa…è solo dopo le ulteriori 3 sconfitte consecutive delle prime 3 gare di Longo che l’obiettivo è purtroppo diventato quello di mantenere la categoria. Io Longo lo stimo molto ma non era elemento adatto data la sua poca esperienza per raddrizzare la baracca. Altra mia considerazione personale…la squadra in difesa ha accusato oltremodo la perdita sportiva di Moretti…era sempre uno dei migliori…e il problema che c’è stato ad inizio stagione con Nkoulou lo ha evidenziato ancora di più. Sempre Forza Toro e speriamo di farcela…il popolo e la storia granata non meritano questa classifica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. oscarfc - 2 settimane fa

        Mazzarri andava mandato via prima, tuttalpiù dopo la Caporetto con l’Atalanta, il mercato era ancora aperto si potevano acquistare 2 o 3 centrocampisti, perchè il centrocampo è il reparto maggiormente deficitario, specialmente ora visto che l’unico che sa toccare la palla è fuori e lungo degente.
        Invece abbiamo preso Longo a mercato chiuso e con la rosa fortemente deficitaria.
        Non abbiamo un centrocampista che abbia una minima visione del gioco, che sappia dare i tempi, che si proponga per far ripartire l’azione, che sia in grado di fare almeno 2 o 3 passaggi smarcanti per partita. Questa deficenza è la principale colpa di WM.
        In più abbiamo ceduto Falque, che a gennaio era sicuramente lungo degente ma che alla luce dei successivi avvenimenti legati al COVID, ora ci farebbe molto comodo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 2 settimane fa

          🙂 Cairo che compra 2 o 3 centrocampisti a gennaio dopo che non ne compra uno dignitoso da 3 anni. A volte non riesco proprio a capirvi..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

        Le basi ci sono se si gioca a calcio.
        Oh ma le partite giocate nel campionato da 63 punti le avete viste o no?
        Quattro passaggi di fila che siano quattro li avevati visti o no?
        Guardiamole le partite non solo i risultati

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. MASSIMO64 - 2 settimane fa

    Andare in serie B vorrebbe dire il prossimo anno affrontare squadre come Monza e Vicenza cioe’ proprieta’ solide forti e molto ambiziose.Meglio cercare di salvarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. valex - 2 settimane fa

    La cosa incredibile è che se dovessimo andare in B (cmq non succederà) questa squadra sarebbe ugualmente da rifondare del tutto, perché questa rosa, oggi, è inadeguata anche per il campionato cadetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lucapecc_908 - 2 settimane fa

      Scusami, aldilà del fatto che guardare la B è quasi impossibile perchè Dazn salta ogni 3 minuti, hai visto qual’è il livello globale delle squadre? E’ un vecchio Interregionale, se va bene. D’altronde se il livello della serie A è tale che noi perdendo più partite che capelli siamo a sei punti di vantaggio sulla zona retrocessione, come può essere quello della B?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. grammelot - 2 settimane fa

    Se guardo in faccia la realtà vedo quella faccia da c…. di Urbano e allora preferisco ripensare al mio Toro, quello vero.

    Mettetevelo bene in testa, anche e soprattutto i vari cairoboys: sino a che questo mascalzone mercificatore mercenario e affarista senza scrupoli avrà la proprietà di questa società, ci aspettano tempi ancor peggiori di quelli di Cimminelli e Romero.

    E’ riuscito a farci raggiungere vette inesplorate di vergogna, onta, disonore, presa per i fondelli, disaffezione e squallore che nemmeno immaginavo esistessero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rb27 - 2 settimane fa

      Sí, purtroppo é proprio cosí. La realtà appunto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luigi-TR - 2 settimane fa

      sono d’accordo…ma le alternative esistono ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Toronelcuore - 2 settimane fa

      Ti appoggio in tutto quello che dici. Figure di merda come quest’anno era un bel pò, forse mai, che non le vedevo. Purtroppo c’è ancora gente che crede al ciarlatano. Io sinceramente non lo sopporto più. Adesso però Forza Toro e vediamo di salvarci

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Simone - 2 settimane fa

    Tg la7 (tv di Cairo): torino a tratti DISARMANTE.

    e l’editorialista ha dato 6 a longo e ci viene a parlare di partita dignitosa.

    Bah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. bertu62 - 2 settimane fa

    Ripropongo il mio Post di alcune ore fa, un po’ perché non è cambiato NULLA rispetto a quando l’ho scritto ed un po’ perché, in definitiva, a mente “più fredda”, lo trovo sempre più “calzante” e non mi va di riscrivere ciò che ho già scritto, pertanto….copio-incollo:
    ————-
    “Siamo sempre alle solite: ci si arrabbia perché in fondo siamo tifosi, ci teniamo (e parecchio..) al Toro e vorremmo che quanto meno se la giocasse alla pari con tutti, però poi dobbiamo fare i conti con la realtà…
    La realtà è questa:
    1) Longo HA EREDITATO: ereditato una squadra ANZI “un gruppo” di giocatori, scelti da altri…
    2) Il gruppo di giocatori EREDITATO da Longo era demotivato, era deluso e giocava palesemente contro, contro Mazzarri, contro Cairo, contro tutto e tutti…
    3) Dopodiché è arrivato il Lockdown: tutti fermi, tutti a casa, ognuno per sé…
    4) Alla ripresa si sono visti i disastri: molti si sono “lasciati andare” durante lo Stop, situazione fisica da ricostruire da zero, pochi si “sono tenuti/mantenuti” in forma…
    5) Alla ripresa c’erano ancora “questioni irrisolte” come stipendi e contratti, ed in questo non è che la FIGC/LEGA CALCIO abbia dato una mano, anzi, hanno aspettato questi ultimi giorni per dare indicazioni ufficiali..
    6) Come se tutto ciò non fosse già abbastanza si sono aggiunti un paio di infortuni/Stop parecchio gravi: Baselli costretto ad operarsi al crociato, Verdi fermo 10gg per problemi muscolari, Millico (con tutta probabilità, a questo punto…) fermo per positività altri 14gg, Onisa appena aggregato al gruppo distorsione al ginocchio…
    Questa è la realtà con cui ha dovuto fare i conti Longo, rendiamocene conto!Attribuire colpe a Moreno E’ DA PAZZI!
    La “frittata” è stata fatta PRIMA, con scelte che si sono rivelate sbagliate SOPRATTUTTO dal lato SOCIETÀ, non tanto dal lato “Tecnico” perché piaccia o no Mazzarri 63 punti li ha portati a casa CON GLI STESSI, Aina Lollo Meitè Rincon Djidji Bremer Lukic ecc…ecc…
    Smettiamola di dire che il Toro non ha un progetto, non è una Società che “attira” i giocatori, che “quelli bravi e forti” al Toro non ci vogliono venire perché allora BELOTTI perché è da 5 anni al Toro? Perché Sirigu è rimasto? Perché c’è venuto Izzo, Ansaldi, Rincon? La questione è che l’estate scorsa è successo QUALCOSA che ha innescato una reazione a catena, un circolo vizioso in cui TUTTI i giocatori hanno avuto la propria parte di responsabilità per la classifica che sì è venuta a creare!
    Longo, Asta, Moretti in questi mesi hanno riportato le cose a posto però QUESTI sono i giocatori: un centrocampo FORTE non c’era prima e non ci può essere adesso!
    La qualità c’è ma la condizione fisica ancora NO, ed è evidente da queste prime partite però dobbiamo ONESTAMENTE riconoscere che ALMENO c’è nuovamente LA SQUADRA dove prima c’era UN GRUPPO, e appena tornerà anche un minimo di condizione atletica PER TUTTI accettabile riusciremo anche a giocare da squadra…
    Ultima annotazione: noi siamo messi così, MA ANCHE GLI ALTRI, nessuno va a mille a parte I SOLITI NOTI, ed in un mondo perfetto ci si dovrebbe domandare PERCHE’, ma non viviamo in “quel” mondo….
    FV♥G!! SEMPRE!!!
    ———
    P.S.Aggiungo solo più una cosa, dedicata specialmente a quanti sostengono che “il Toro di Cairo anzi LA CAIRESE non attira nessun giocatore bravo perché Cairo è ignobile e perché questo Toro non ha un progetto..”: secondo Voi, se fosse così, allora Belotti E’SCEMO che resta IN QUESTA CAIRESE da 5 anni?? CINQUE ANNI, non 5 mesi, CINQUE ANNI! E Sirigu? Perché è venuto ED E’ RIMASTO?
    Forse forse la verità è che “i Cerci” così come “i Ljajic” ci sono e ci saranno SEMPRE, giocatori che cercano solo soldi facili, non importa se sono in Turchia oppure sulle panchine di Atletico o Milan, non importa se restando avrebbero sì guadagnato meno ma si sarebbero dovuti impegnare di più, questo sì, e forse forse è proprio questo il vero motivo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 2 settimane fa

      Concordo su molti punti, è evidente che il patatrac parte da lontano.

      Il disastro tecnico/societario secondo me parte dal il 3-4-3 e i 25 mln per Verdi.

      Il buon Moreno mi sembra l’ultimo dei colpevoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. oscarfc - 2 settimane fa

      Concordo con quanto hai scritto.
      Come ho scritto in un’altro post, specialmente dopo l’infortunio a Baselli abbiamo grossi problemi a centrocampo.
      WM non ha capito che l’anno scorso ci è andata più che bene, alcuni giocatori hanno avuto unn rendimento eccezionale per il loro livello, quest’anno non si sono ripetuti, vuoi per qualche bega da spogliatoio, vuoi per qualche infortunio, vuoi perchè gli anni passano per tutti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. claudio sala 68 - 2 settimane fa

    Non sono completamente d’accordo con l’articolo, nel senso che la rosa dei giocatori potenzialmente esiste, inspiegabile come Zaza e Verdi non provino neppure a fare qualcosa. È una squadra poco coraggiosa figlia del difensivismo voluto da WM. Però su questo aspetto mi aspettavo che Longo portasse delle novità, invece siamo sempre quelli che si nascondono dopo che facciamo un gol

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

    Allora ricapitoliamo,
    C’era una bomba ad orologeria nel Toro e l’unico che ne era a conoscenza era Mazzarri???
    Due considerazioni, se succede qualcosa in una società professionistica di serie A e solo uno se ne accorge e ne è al corrente sarebbe bene allora che questa società cambiasse e dal professionismo passasse nel dilettantismo.
    Seconda considerazione come potete avere la certezza che Mazzarri non abbia detto niente al riguardo lo sapete solo voi, e non mi è mai piaciuto Mazzarri, ma un minimo di obiettività.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. leo67 - 2 settimane fa

    Concordo Bischero! Ma non penso proprio che quel CLOWN PROFITTATORE di CAIRO VOGLIA TOGLIERSI DALLE PALLE! Da non crederci che cosa questo uomo è stato capace di fare del TORO in tutti i sensi senza che nessuno lo abbia mai ostacolato minimamente! Mi fa specie dire ” Cairese ” ma è veramente cosi purtroppo. Del TORO DI Mazzola, Meroni, Ferrini, Pulici ed altri veri cuori granata non è rimasto più nulla!!!!!! Ha sradicato proprio tutto tutto in questi 15 anni di nulla! Ha fatto e continuerà a fare solo i cazzi suoi!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Bischero - 2 settimane fa

    Le colpe Leo Junior si condividono é vero. Ma stranamente a Torino, dopo 15 anni e 1 Ds azzeccato che si é portato 1 allenatore azzeccato e infondo al nostro cuore se vogliamo essere obbiettivi sapete di chi parlo, questo non si fa mai. Perché é sempre colpa dell allenatore di turno… Del Ds che non é capace. Del giocatore che é scarso. Mai di chi tira le fila?urbano Cairo non e in grado di fare il presidente di serie A. Non ne ha le capacità, il carisma e l umiltà. È Una macchietta. 2 settimi posti in 15 anni grazie ad un bravo Ds e 2 grandi allenatori. Il resto é rumenta. SE NE DEVE ANDARE. Stop fine… Metta in vendita la società ad una cifra giusta e si tolga dalle palle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 2 settimane fa

      Bischero, su questo siamo più che in accordo. L’ho sempre detto e non ho mai difeso Cairo. Ma diamogli le colpe per la parte che spetta a lui. Come scrivo sotto. Con la logica del “è sempre colpa di chi sta sopra” potremmo lavarci la coscienza per ogni errore che commettiamo in vita, dando la colpa al Padreterno che ci ha messo al Mondo.
      Cairo ha la colpa di gestire male la società. Di aver scelto uomini sbagliati, a volte per errore a volte per non mettersi in discussione (prendere un dirigente serio e navigato avrebbe comportato il fatto di doversi confrontare, cosa che evidentemente non gli piace).
      Ma poi sulle scelte tecniche e di gestione degli uomini, lì vanno tirati in ballo WM e il presunto DS. Il non accorgersi che in casa c’era una bomba e anzichè disinnescarla hai pensato di essere un bravo artificiere e te la sei fatta tenere tutta in casa (teniamo tutti!), mette al muro un allenatore con WM. Sul DS, velo pietoso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 2 settimane fa

        Leo ti faccio notare che Cairo il DS su cui tu stenderesti non l’ha nemmeno presentato. Devo aggiungere altro? E Non è stato preso un giocatore che sia uno di quelli visionati da Bava. Come puoi pensare che uno messo in quel posto giusto per non pagare uno stipendio in più potesse avere l’autorità per risolvere determinate situazioni o vendere giocatori come nkolou

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 2 settimane fa

          La storia del non vendo nessuno per scelta é la classica banfata. Cairo se non ha venduto dei giocatori é solo perché secondo lui l offerta era bassa. Per 2 milioni di differenza ha controriscattato Bonifazi. Per poi rivenderlo 4 mesi dopo alla stessa cifra ma essendosi bruciato 1 milione. Belotti idem 2 anni fa al Milan ma aveva accettato l offerta Dell atletico Madrid poi saltata per stangata uefa. Baselli sono 3 anni che lo valuta più di 20 milioni e lo porterà a scadenza visto che quella cifra per sto morto non la pagherà mai nessuno. Se avessero offerto tutti quello che per Cairo era giusto state pur certi che l estate scorsa in 3 o 4 partivano.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Rimbaud - 2 settimane fa

            Ma sicuro, come ha sempre fatto da Grella in avanti.

            Mi piace Non mi piace
      2. Bischero - 2 settimane fa

        Ma che potere pensi possa avere un dirige o un allenatore con un presidente del genere? Gli allenatori e i dirigenti operano secondo logiche imposte dall alto. Questo é un presidente amministratore Delegato che guarda il soldo e poi l aspetto tecnico e i suoi collaboratori che dovrebbero avere carta bianca. Esempi potrei fartene a vagonate. Solo quest anno il caso nkoulou. Il caso Bonifazi. Laxalt. Il mercato fatto gli ultimi 3 giorni, Le lamentele sul terreno di gioco, sul fila, Bava neanche presentato alla stampa e in perenne silenzio, Mazzarri mandato a dare spiegazioni che competono ai dirigenti…basta.sono veramente stufo. Il calcio moderno della serie A non ha più bisogno di presidenti mecenati. Ha bisogno di presidenti competenti.e lui non lo é. Rimpiango il giorno che petrachi convinse Cairo a prendere ventura. Sai perché? Perché ventura ha costruito con i suoi metodi e il suo intuito il toro degli ultimi 9 anni. Senza ventura e le sue plusvalenze Cairo sarebbe già evaporato via da allora. Il toro é una scatola vuota solo per colpa di chi lo guida il padre padrone che senza la sua firma non si fa nulla. Grande imprenditore. Piccolo presidente. Se dopo 15 anni non ha ancora capito che il calcio non ha le stesse dinamiche Dell industria vuol dire che ha problemi seri.scusa lo sfogo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

          Bischero,
          Firmo con il sangue.
          E pensa che c’è pure chi critica Ventura.
          Concordo con te che purtroppo Ventura ha mascherato tutte le lacune di questa società, e state pur tranquilli che se in b non ci andiamo a sto giro ci andiamo il prossimo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. ddavide69 - 2 settimane fa

          A me ventura non piaceva per come faceva giocare la squadra . Ovviamente dal punto di vista aziendale era il meglio che si potesse avere. Uno che fa fuoco con la legna che ha, che non si impunta per avere giocatori , che riesce a migliorare giocatori con caratteri particolari . Dal punto di vista della crescita oltre a una certa misura non è l allenatore adatto,
          si è vista infatti la carriera e la gestione della nazionale. Io auspico allenatori che se non hanno carta bianca sugli acquisti, almeno trovino soluzioni per delle alternative di gioco da proporre e degli acquisti alterda proporre e , se non ottengono nemmeno questi abbiano la dignità di dirlo e di andarsene. È il presidente che deve assecondare le richieste di tecnici e ds ,se pensa solo ai soldi puoi avere guardiola

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

            Perdonami,
            Ma in nessuna società seria i giocatori vengono scelti dagli allenatori, forse un paio massimo.

            Mi piace Non mi piace
    2. Rimbaud - 2 settimane fa

      Parole sante @Bischero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Rimbaud - 2 settimane fa

      Soprattutto non ne ha l’umiltà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. leggendagranata - 2 settimane fa

    Sono d’ accordo con il ragionamento di LeoJunior, e lo dice uno che con Cairo non è mai stato tenero. Ci sono colpe condivise che spiegano l’ attuale ennesima deludente stagione. E’ evidente l’ incompetenza del Presidente che ha iniziato la sua carriera acquistando gente a muzzo e spendendo soldi a vanvera (basta andarsi a vedere i bilanci). Poi tre stagioni in Serie B e il conto economico è andato ancora più in crisi. Petrachi ci ha messo del suo con acquisti del cappero; ne ho contati un centinaio, ma cito solo i più comici: Barusso, D’ Aiello, Gabbionetta, Salgado, Statella, Filipe Oliveira,
    Bassi, Rubinho, Pellicori, Bernacci, Obodo. Non gente di contorno, ma il fulcro di campagne si rafforzamento (!) per tornare in Serie A, che infatti per due stagioni abbiamo fallito. Con Ventura le cose sono migliorate, perchè, diciamocelo sinceramente, ha fatto prendere chi voleva lui. Poi però si è messo “in pensione”, pensando che gli fosse sufficiente, per avere il contratto confermato, tenere la squadra a galla in Serie A e far rientrare Cairo dei soldi spesi. D’ altronde che cosa può pensare un allenatore cui vendono Cerci e Immobile, i due pilastri della sua “rosa”?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leggendagranata - 2 settimane fa

      Scusate non avevo finito. Rientrato dei suoi soldi Cairo si è affidato a due allenatori azzardati, soprattutto il secondo (Mazzarri), costosi loro e costose le campagne acquisti con Petrachi che ha continuato a fare danni. Detto questo, il bilancio della presidenza Cairo è gravemente deficitario, anche per la sua tendenza di circondarsi di mezze figure che gli danno sempre ragione. La scelta di Bava è stata un altro azzardo, Mazzarri ha dato indicazioni demenziali su chi prendere e chi dare via e così siamo arrivati all’ oggi con la squadra depauperata dal punto di vista tecnico, dove la mediocrità dall’ attuale tecnico ai giocatori (esclusi Belotti, Sirigu e pochissimi altri) regna sovrana.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. valex - 2 settimane fa

    La realtà dice che questo è quasi sicuramente il periodo peggiore della storia del Toro. Ieri ho seguito la partita in streaming e non sono neppure riuscito a entusiasmarmi per il gol del gallo, tanto immaginavo già come sarebbe finita. Quindi per non deludersi troppo, meglio non farsi illusioni inutili. Leggendo anche altri post, dico che questo è quanto di peggio ha fatto il faccendiere di Masio. Ci ha tolto anche l’entusiasmo per la squadra, ed è una cosa inaccettabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Emilianozapata - 2 settimane fa

    “Questo momemto”, per adottare un’espressione dell’autore dell’articolo, è iniziato a settembre dello scorso anno. Un po’lunghetto come “momento”… Chissà qual è la verità, quali sono i motivi o i moventi di una stagione fallimentare. Non voglio pensare male, ma non ci riesco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Stufodellamediocrita' - 2 settimane fa

    Qui la realtà la guardiamo in faccia da 15 anni ormai…le colpe del Presidente sono arcinote, negate solo da quelli che ancora lo sostengono per timore di un possibile fallimento economico. Ma a livello sportivo siamo già falliti e non ce ne rendiamo conto: se tifosi nel midollo come me e tanti altri guardano le partite con arrendevole consapevolezza di come andrà a finire, vuol dire che il nostro senso di appartenenza si sta esaurendo. Pensare ad un derby, affrontato con rose anche più deboli dell’attuale ma sempre con la speranza di poter metter in difficoltà i gobbi, con l’assoluta certezza di perderlo e solo l’auspicio di non esser travolti, dà la dimensione di come siamo ridotti. La salvezza è ancora possibile, Brescia, Genoa e Verona in casa, Fiorentina, Spal e Bologna in trasferta, 9 punti si possono fare e non è neanche detto che ne servano meno visto il cammino delle altre sotto di noi.
    Però, a bocce ferme, sarà ora che si faccia chiarezza una volta per tutte: il Presidente in primis. Dal Toro ha ottenuto tutto quello che gli serviva: ha scalato le gerarchie imprenditoriali, forse si prepara anche a scendere in politica, è ora che restituisca qualcosa, altrimenti metta in vendita e se ne vada: la misura è colma. Se invece vuol restare ancora crei un organigramma societario finalmente serio e credibile, dia carta bianca al suo DS (altrimenti cosa lo ha preso a fare) e provi a costruire una rosa su indicazioni di un allenatore giovane, competente ed affamato: con o senza Belotti, non è questo il problema, in ogni caso a fine stagione tutti i nodi dovranno essere sciolti e se il Gallo o Sirigu vorranno andare altrove perché qui non hanno garanzie di un progetto credibile ce ne faremo ulteriormente ragione.
    Se invece malauguratamente dovessimo retrocedere per Cairo sarà davvero GAME OVER!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 settimane fa

    Sono arrivato al punto che ormai manco mi arrabbio nè mi intristisco a guardare il Toro perdere (meritatamente ) partita dopo partita.
    Ieri al 4 minuto anziché approfittare della sorpresa ci siamo già chiusi fino al minuto 80. Squadra incompleta si è detto “, con un centrocampo tra i più scarsi se non il più scarso della serie A: Tutto vero. Ma ieri salvo i soliti due o tre gli altri non sembravano avere nemmeno voglia , che è la cosa peggiore
    Il derby di sabato vorrei tanto non giocarlo. In quel caso non ce la farei mai a non arrabbiarmi nè a far finta di nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. LeoJunior - 2 settimane fa

    Consentitemi di puntualizzare una cosa. Come in un’azienda “normale” anche in una squadra ci sono ruoli e relative responsabilità. La semplificazione che si fa dando la colpa a Cairo è il solito modo tutto italiota di trovare un colpevole e appenderlo per i piedi. Ma non si risolve così.
    Certo l’apice è Cairo e quindi le scelte a cascata sono figlie del suo modo di gestire. Pessimo a mio avviso. Ma non per la campagna acquisti/vendite. In quella che responsabilità ha? Come dice sotto “verarob”, quando vendeva incassava e quando non ha venduto ha fatto i suoi interessi? Quali? quelli di andare in B e perdere valore e quindi soldi? Ragionate per cortesia. O ipotizziamo i soliti scenari complottisti e pensiamo che Cairo in realtà è monociglia travestito oppure siamo seri.
    Il vero colpevole del disastro sportivo è WM. Se un allenatore non capisce o non vuole capire che la squadra con la quale è arrivato a 63 punti non lo segue, per metà vuole andarsene e mille altre cose che NON possono non vedersi se ci vivi tutto il giorno, allora sei un OTTUSO e ORGOGLIOSO e proponi di non cedere nessuno e fare solo un acquisto.
    In seconda battuta, a fermare questo scempio, dovrebbe esserci un secondo livello. Il DS. Ma quando lì c’è una persona per bene ma che è inadeguata perchè ha appena vinto la lotteria e non la mette certo in discussione, tace e acconsente.
    Il Presidente a quel punto la frittata l’ha già fatta, scegliendo WM e Bava. Difficile che possa fare di testa sua.
    Quindi: Cairo colpevole di di non aver scelto gli uomini giusti
    WM: allenatore scarso con carattere orgoglioso che pur di non mollare ha portato tutti nel baratro
    Bava: ha la colpa di non essere adeguato
    In tutto questo, dei professionisti, ad un certo punto si guardano negli occhi, fanno un campionato dignitoso e poi se ne vanno. Non ridacchiano alle sconfitte come se stessero perdendo il torneo dei bar ma consapevoli che stanno portando in B una delle squadre più gloriose d’Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ramiro - 2 settimane fa

      Appunto alla fine le decisioni le prende Cairo: è lui che sceglie allenatore ds dg. È lui che decide di non avere un organigramma societario con gli uomini giusti al posto giusto. L’equivoco di fondo è che continuano a illuderci con discorsi sulle musichette asticelle che si alzano e percorsi che in due anni ci porteranno in EL. Se Cairo onestamente dicesse i soldi e il tempo che posso ( voglio) investire nel Toro sono questi e ci consentono di rimanere in serie A anche a fatica io allo stadio ci andrei lo stesso e forse me la prenderei un po’ meno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

      Leojunior,
      Il tuo tentativo di difesa di Cairo non so se è più commovente o patetico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 2 settimane fa

        Toroperduto, io temo tu faccia parte di quella crescente porzioni di italiani che accusano deficit di comprensione di un testo. Hai letto quello che ho scritto? Dove hai letto il tentativo di difendere Cairo se non nella tua mente offuscata? Ho solo detto che le analisi, se si vogliono fare, devono essere complete. Se io premetto che la gestione Cairo è pessima, mi pronuncio in quella direzione. Sai cosa vuole dire pessimo, vero? altrimenti non discutiamo nemmeno.
        Ma la gestione tecnica di una squadra non è a carico del Presidente ma di allenatore e DS. Poi dico che l’errore nell’aver scelto loro è del Presidente.
        Poi, se non vuoi capire e ti è più semplice assecondare la tua pigrizia mentale e addossare le colpe ad una persona sola, padrone di farlo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. valex - 2 settimane fa

          Quindi stai dicendo che le colpe sono comunque del faccendiere di Masio, siano esse dirette o indirette. In questo caso sono d’accordo con te.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. LeoJunior - 2 settimane fa

            No. sto dicendo che le colpe vanno distribuite. Altrimenti, con la stessa logica, tutte le nostre colpe ed errori che commettiamo ogni giorno sarebbero da attribuire al Padreterno che ci ha messo al mondo! Cairo ha le sue e stando all’apice della piramide ne ha tante, soprattutto sulle scelte di chi poi ha fatto danni ai livelli inferiori. Ma poi le colpe di ogni singola scelta vanno attribuite a chi le ha prese. WM è stato un errore di Cairo ma poi se per suo folle orgoglio personale ha pensato di farsi seguire anche da chi evidentemente non lo seguiva più chiedendo la conferma in toto di tutta la squadra, l’asino tecnico è lui non Cairo

            Mi piace Non mi piace
        2. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

          E’questo che non comprendi.
          È Cairo che decide da 15 anni di non investire su una struttura societaria.
          Tu dopo 15 anni ti incazzi ancora con l’allenatore di turno, per cui perdonami ma sei tu ad essere parecchio offuscato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. LeoJunior - 2 settimane fa

            contento tu

            Mi piace Non mi piace
  22. Aca Toro - 2 settimane fa

    ma come dignitosa?? quelle rare volte che superavamo la metà campo la sparavano a caso fuori perchè non si sa bene cosa fare. la serie b è anche troppo. mettete i pulcini sabato.
    ps: dite a Edera che da regolamento può anche prenderla di testa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Ramiro - 2 settimane fa

    La cosa triste è che sarà Sarri a far riposare i suoi gobbacci per piallarci gli basterà schierare le terze linee.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aca Toro - 2 settimane fa

      Sperò abbiamo un pò di pietà … se mettono i titolari Sirigu lo impallinano come un fagiano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. granataLondinese - 2 settimane fa

    Tra il fatto che sono impegnato col lavoro e con la famiglia, che non sono abituato a questo nuovo ‘campionato’ spezzettato e anche ‘grazie’ al covid che mi ha un po’ ridotto la dipendenza dai colori granata… Grazie anche a Mazzarri e a Cairo, a come hanno sbiadito, spento i colori.
    Ieri sera manco mi sono reso conto che giocavano, ho aperto veloce toronews, visto che vincevano e sapevo che non sarebbe durata.
    Sempre forza Toro, ma ho altro da fare.
    Le partite su cui puntare sono quelle contro il Brescia.
    Non so se avro’ tempo o voglia di guardare il derby, ma spero che strappino un punto con cuore e rabbia.
    Annata terribile, non ci resta che sperare che la Lazio vinca lo scudetto, squadra che odio solo un pelo in meno della juve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. FORZA TORO - 2 settimane fa

    speriamo faccia riposare qualcuno nel derby,sono altre le partite che contano per noi,a cominciare dal brescia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. tric - 2 settimane fa

    Tecnicamente sono quello che sono, ma soprattutto non corrono, non corrono, non corrono! Arrivano sempre in ritardo e quindi perdono tutti i contrasti. Ieri sera, poi, ci si è messo anche Sirigu, che quest’anno ha fatto le solite parate mirabolanti, ma che sul gol di Immobile è stato lentissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. maxx72 - 2 settimane fa

    Ecco infatti guardiamo in faccia la realtà: tolti Belotti e Sirigu facciamo proprio pietà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

      Lo schema tattico è quello dei giardinetti.
      Rilancio lungo del portiere all’attaccante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 2 settimane fa

        Tutto torna allora.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Simone - 2 settimane fa

    6 tiri in porta a 1 per loro (16 a 4 quelli totali)
    8 angoli a 2.

    e questa la chiama partita DIGNITOSA?!?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Granata Forever - 2 settimane fa

    Tutti sono responsabili di questa situazione di m… , in primis il presidente e a ruota tutti da Mazzarri ai giocatori. Non do colpe particolari a Moreno in quanto palesemente inesperto e quindi non doveva accettare l’incarico. Penso che Longo debba gestire una situazione piu’ grande di lui sia per motivi tecnici sia per motivi legati allo sfaldamento dello spogliatoio.
    Se riusciremo a salvarci sara’ solo un miracolo e a quel punto faremo la resa dei conti in sospeso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Il_Principe_della_Zolla - 2 settimane fa

    Come sarebbe non è il tempo delle critiche? come sarebbe che ci si ripete il solito mantra da 15 anni, “prima finiamo la stagione, poi critichiamo”? sempre la solita, stolida, ponzio pilatesca solfa!
    Tre lustri che mandiamo giù rospi, per dimenticarcene alle prime sirene mercatare.
    Basta! Assez! Enough!
    Si puo’ e si deve denunciare, sempre e comunque, la pochezza, l’approssimazione, l’insufficienza connaturata o indotta di questa società e squadra che fanno arrossire di vergogna tifosi e appassionati. Se c’è un barlume di dignità granata, è tutta dei tifosi. La si conservi. E serva da stimolo, se mai servirà, a qualche residuo granata di buona volontà. Che dalla truppa che passeggia in campo allo staff tecnico e dirigenziale non ci si aspetta nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. miele - 2 settimane fa

    Penso che ben pochi di noi tifosi si aspettasse di più da questo Toro senza corna né coda, sia contro la Lazio che in tutte le altre partite. Per contro, gli stessi tifosi si sono resi conto già dall’inizio del campionato del misero livello di qualità della rosa, mentre chi scrive ha impiegato molto più tempo per accorgersene oppure per avere la decenza di riconoscerlo pubblicamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

    Non è questo il tempo dei processi , adesso c’è solo da soffrire per salvare la categoria. Le critiche su Moreno Longo mi hanno anche stufato perchè in tali condizioni nemmeno Guardiola farebbe miracoli e chi invoca un cambio tecnico o non sa di cosa parla oppure non conosce i precedenti storici ( tutti nefasti ogni volta che a stagione in corso abbiamo cambiato 3 tecnici). Vogliamo impiccarlo perchè ha l’unica colpa di aver accettato questo incarico…???? Cairo lo ha scelto per accontentare la piazza ??? E se invece il motivo fosse che nessun’altro voleva venire a quel punto della stagione con il mercato “Cessioni” già fatto…???? A nessuno viene in mente questa ipotesi..?? Purtroppo gli errori vengono da lontano e adesso è inutile starci a riflettere di continuo.Tra l’altro una sconfitta con la Lazio era ampiamente preventivabile e il tecnico ha impostato la squadra semplicemente come in tali condizioni andava impostata, tra l’altro ricordo che la Lazio ,in barba alla legge sul distanziamento ha ripreso gli allenamenti quando ancora non si era nel cosi detto periodo post-covid, quindi oltre che meglio assortita tecnicamente anche avanti in ambito di tenuta fisica.Lui ha mirato a strappare almeno un pareggio e magari con un po’ di fortuna ci saremmo anche riusciti. Nella lotta salvezza i punti dobbiamo prenderceli contro chiunque ,anche a forza di pareggi ,perchè alla fine anche un solo punto potrebbe fare la differenza fra giocare in A o in B. A fine stagione si faranno tutti i processi del caso ma adesso non ce ne è lo spazio. Dobbiamo sostenere la squadra ,cioè fare la nostra parte nella speranza che i giocatori facciano la loro, fino al termine dei giochi …Adesso è inutile insultare Tecnico ,giocatori o Presidente….non serve a nulla…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dr Bobetti - 2 settimane fa

      Condivido anche se sarebbe fortissimo ri-esprimere il dissenso su Cairo e la gestione di questa stagione da parte del precedente tecnico Mazzarri.
      Ora serve solo salvarsi per non dover subire il purgatorio della serie cadetta ancora una volta.
      Serve Cuore, Grinta e corsa. Sull’aspetto atletico siamo deficitari ma questa è una squadra muscolare, Mazzarri docet, quindi il calo dopo 1 ora di gioco c’è.
      La qualità è scadente in mezzo al campo e se Verdi non si illumina siam fritti. Edera quando ha fatto bene ha permesso alla squadra di essere più propositiva ma non possiamo chiedere a lui di essere il salvatore, che invece può esserlo oltre che di nome Sirigu oltre a Belotti ed N’Koulou (a Cagliari abbiam perso anche per suoi demeriti).
      Forza Toro sempre!!! A caccia dei 9-10 punti che servono per salvarsi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. dattero - 2 settimane fa

    la rosa corta del cairo è bellissima,veramente riuscita!! sig sartori,ben svegliato,assieme a tanti altri,io la realta è da anni che la vedo.
    su longo non dico nulla,la primavera è un fatto,la serie A,altro mondo,altra dimensione.
    inutile girarci intorno,questa trista pianta di plastica,ha un responsabile solo,il proprietario che,volutamente ci tratta cosi.E’ TUTTO VOLUTO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. verarob_701 - 2 settimane fa

      solito commento senza senso….questa che piaccia o no era una squadra che lo scorso anno ha fatto bene, ed è uscita rinforzata dal mercato….se fosse stato tutto voluto a fine della scorsa stagione qualche pezzo pregiato sarebbe partito….che poi qualcosa non abbia funzionato è evidente ma non poteva essere programmato…quando Cairo incassava era tutto voluto, quest’anno che ha solo speso è tutto voluto….va bene tutto, ma decidetevi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. dattero - 2 settimane fa

        verarob,sei tu senza senso,giocatori tenuto o contro la loro volonta,o perche senza mercato. rosa depauperata a gennaio volutamente,ridotta all’ossa in maniera vergognosa. attrito tra giocatori e proprietario gia ad agosto. senza senso cosa? la societa è sensa cugnisiun,aut che bale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. verarob_701 - 2 settimane fa

          bello che fai le affermazioni e ti smentisci da solo…giocatori tenuti contro la loro volontà?…quando Cairo li vende non va bene, quando li tiene non va bene….deciditi…rosa depauperata a gennaio? partito Laxalt che ha giocato poco e niente Parigini mai giocato ( e volevate Millico con più spazio), e Iago reduce da una stagione in cui in tutto il girone d’andata ha giocato 150 minuti in 28 partite per una serie di problemi fisici..e Bonifazi nel solo ruolo dove abbiamo ricchezza….
          Chiaramente Cairo ha VOLUTAMENTE secondo te, rinunciato a incassare per Izzo e N’Koulou, almeno per poter spendere soldi e rischiare di retrocedere….mi pare una strana affermazione.
          Le strategie societarie hanno fallito quest’anno? certamente, è voluto?….certo..Cairo ama che le sue proprietà perdano di valore per poter incassare di meno…..feve furb…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. GlennGould - 2 settimane fa

    Buongiorno a tutti.

    Io non mi perderei MAI una partita del toro. Non è quasi mai successo dal 1980 ad oggi.

    Ebbene, il match con la Lazio non l’ho visto di proposito, ed altrettanto di proposito non guarderò il derby.

    Detto tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. LeoJunior - 2 settimane fa

    Mi sento di sposare l’atteggiamento di Sartori. Anch’io ieri sera ero imbufalito per come non avevamo giocato. Ma poi, già questa mattina, ho realizzato che per quanto vale la squadra non potevamo fare di più. Anche come atteggiamento. Con questa squadra, se ci mettessimo a giocare, ne prenderemmo 8 da squadre come la Lazio (e Dio non voglia che li prendiamo dai Gobbi!). Se poi andiamo alle cause, secondo me ce ne sono tante. La rosa corta, certo. Ma era corta ed è stata accorciata per volere di WM che pensava di risolvere il problema della gestione dei giocatori. Follia pura che andrebbe denunciata se nel calcio non ci fosse una connivenza stile mafia per la quale non si accusa nessuno.
    Un’operazione demenziale di questo tipo in una società normale avrebbe portato ad un conflitto con il DS. Ma noi ne eravamo sprovvisti.
    A questo punto il Presidente, se fosse uno che ne capisce, si sarebbe opposto e avrebbe cambiato allenatore prima della campagna distruttiva.
    Poi passiamo ad analizzare il perchè una squadra che fa 63 punti poi diventi scarsa: perchè nel calcio, come nella vita, contano le motivazioni. Si è rotto qualche cosa ma continua ad essere rotto. Diciamo che vediamo una reazione della squadra… ma io ho visto giocatori che ridevano e scherzavano alla fine della partita di Cagliari. Ho visto Sirigu su un corner fare mossette e sorrisetti. Beh, queste cose, da una squadra che sta retrocedendo, non lo tollero. Preferisco 5 espulsi che sorrisi. E temo che ne vedremo anche sabato quando i gobbi ci massacreranno e non verò disperazione e rabbia.
    E se siamo cotti molto più di altri è perchè forse le altre squadre durante il lockdown forse si sono allenate. Ho visto gente allenarsi in terrazza, nei garage. Temo che i nostri siano rimasti sul divano a mangiarsi merendine.
    Una squadra che tecnicamente vale zero (ragazzi, non c’è un nostro giocatore in grado di dare una palla sul piede e 10 metri!) o pressa alta e attacca l’avversario o non ha alcuna speranza. E con la preparazione nulla che abbiamo, la motivazione a zero, non ci resta che aspettare che ci segnino.
    Io non so se ci salveremo e come lo potremo fare. Forse solo perchè dietro sono messi peggio di noi e non ce la faranno a fare i punti. Dovremo sperare in incroci fortunati di calendario. Ma questa squadra va rifondata e ripensata. Non possiamo tollerare risate mentre si retrocede

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loik55 - 2 settimane fa

      piccola obiezione al tuo ragionamento, un singolo giocatore non decide in autonomia di attaccare alto, ecc. Si chiama strategia di squadra, allenamento di sq, per cui giochi in un certo modo con certe posizioni in campo.Se non lo fanno è perchè lo staff non lo fa fare, poi limiti tecnici ci sono , ma li conosciamo dai tempi di WM e dei pur nobili 63 punti ,già allora non giocavamo con molta tecnica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Toro Forever - 2 settimane fa

    Bravo Sartori. Il Torino è il risultato di una somma di valori e disvalori che nel suo totale si traduce in ciò che vediamo. Sommando acqua sporca con acqua pulita, si ottiene una pozzanghera. Per il vino ci vuole l’uva. E un bravo enologo. Salute a tutti, nella speranza in una prossima grande vendemmia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Gallochecanta - 2 settimane fa

    Ecco realismo,
    fuori Longo (mi dispiace umanamente, ma è inevitabile), dentro un vecchio carrettiere che ridia un po’ di ordine puntando su quelli che vogliono salvarsi per non deprezzarsi troppo, e quindi non poter trattare il prossimo contratto, con chiunque sia, alle cifre precedenti.
    E basta con la retorica degli Edera e compagnia cantante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. avvopal_14171626 - 2 settimane fa

      Ai tifosi che pensano di dover affidare il Toro ai giovani, dico solo che oggi abbiamo (o abbiamo avuto) i vari Edera, Bonifazi, Aramu (non cito ancora Millico, Singo, Adopo che hanno appena iniziato)….una volta avevamo Lentini, Fuser, Cois, Venturin, Dino Baggio gente cioè da Nazionale….oggi questi tanto esaltati giovani della Primavera che dovrebbero salvarci, chi sarebbero di grazia?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

        Non dimentichiamo che i lentini i fuser i venturin i cravero i sordo i bresciani i francini i benedetti i baggio i vieri etc etc prima di affermarsi nel toro avevano fatto gavetta chi in serie B chi in serie C.
        Qui qualche tifosa li vorrebbe titolarissimi subito!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 2 settimane fa

          Se tutti sono come Edera allora siamo a posto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. grammelot - 2 settimane fa

          Eh si, il lupo perde il pelo ma non il vizio.

          Non potevi finire il discorso con la solita “allusione”.

          Frustrato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. OldBull - 2 settimane fa

    Tutto giusto, del resto non è difficile capire le ragioni dell’attuale tragica situazione, s’è voluto puntare su giocatori evidentemente non in grado, alcuni storicamente dei brocchi come Rincon, De Silvestri e ci metterei anche Baselli e Berenguer, e se è comprensibile avere scommesso su Verdi, le scommesse perse come Meitè, Ola Aina, Dji Dji e Lukic erano ampiamente scontate. Poi anche Longo ha le sue colpe, mettere in campo contro la Lazio una squadra esclusivamente votata a non prenderle è a tutti gli effetti una resa incondizionata e senza attenuanti, col rischio poi di sfiancare gente come Belotti solo contro tutti, almeno tentare di affiancargli Millico non gli ultimi cinque minuti finali ma dall’inizio, era il minimo. Insomma fare un’analisi tecnica è facilissimo, però tutto questo disastro che non è cosa nuova, nasce da un solo componente, l’uomo che è riuscito nell’impresa di far arrivare la maggior parte dei tifosi alla vigilia del derby pronti ad andare chi al mare, chi in montagna, chi dove gli pare ma assolutamente lontani da stadio e TV per non guardare (causa vergogna) il derby. Non è la prima volta che ci presentiamo al derby come un’Armata Brancaleone, è successo tante volte negli anni, ma pochissime volte la vergogna e il disgusto sono state così forti come ora, forse all’epoca dei genovesi, forse… Eppure ci sarà ancora qualcuno pronto a gridare “Grazie presidente!” a dimostrazione che se Cairo è il male, pure i tifosi ci mettono del loro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. avvopal_14171626 - 2 settimane fa

    Sulla rosa corta potremmo parlare all’infinito ma è chiaro che se si fosse saputo che la stagione finiva a fine luglio con partite ogni 4 giorni, è chiaro che non sarebbe andato via nessuno a gennaio……
    Squadra terrorizzata di retrocedere e quindi incapace di correre con costrutto.
    Concordo su chi dice che non è tanto la partita di ieri quella che deve far preoccupare ma quella con l’Udinese dove siamo stati schiacciati dietro quasi quanto ieri. E’ chiaro che le partite che conteranno sono soprattutto due: Brescia e Genoa. Con 6 punti potremmo essere salvi. Aspettiamo comunque il Lecce-Samp di stasera sperando che i ciclisti ci facciano un favore.
    Chiudo parlando di Edera e della sua capacità a colpire di testa: ma secondo voi ha paura di spettinarsi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

      Sei sicuro avvo?
      Ne ha mandati via 3 quando la situazione era veramente pessima sotto tutti i punti di vista. Di questi 3 2 erano nazionali uno prima dell’infortunio titolare.
      E non ha sostituito nessuno!
      Li avrebbe mandati via comunque per risparmiare 4 mesi di ingaggio e incassare la plus valenza per Bonifazi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Scott - 2 settimane fa

    Una povertà tecnica sconcertante a centrocampo e trequartisti adattati che irrimediabilmente fanno quello che sono, ossia le ali, si decentrano e crossano per il nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. verarob_701 - 2 settimane fa

    Capisco la serie di articoli che devono essere scritti da chi opera nel campo, ma il succo continua, secondo me a essere uno.
    La rosa ha i suoi limiti, si vedono, ma è la rosa che lo scorso anno leggevo che ad oggi aveva 19 punti in più.
    La rosa ha alcuni limiti numerici, ma qualcuno a febbraio pensava a quello che è successo?
    Il calcio post Covid, è ancora di più legato alle situazioni, di queste partite quella in cui siamo stati surclassati in tutto l’abbiamo vinta, quella che abbiamo comandato decisamente pareggiata, a Cagliari i numeri sottolineano una partitaccia, ma equilibrata, che sempre a mio avviso doveva essere giocata tatticamente come ieri, con un centrocampista in più a limitare il loro centrocampo, e con un paio di cambi dall’inizio .Per finire, la partita di ieri, dove casualmente ti sei trovato in vantaggio e, nonostante i commenti sul dominio laziale la prima parata vera di Sirigu è stata su Correa a fine partita.Certo che se con in campo Belotti scoppiato, e Berenguer, mentre stai soffrendo la loro spinta, togli Aina, e invece che mettere qualcuno che contrasti la fisicità di Lukaku, metti dentro Edera, qualche dubbio sul mister mi viene….la speranza è che Longo capisca che deve salvarsi, e poi fare vetrina, e che se puoi permetterti un Verdi, che in una stagione pessima, almeno insegue Luis Alberto per 50 metri per bloccare un contropiede, non puoi permetterti giocatori come Edera che oltre a non mettere la testa su un cross perfetto anche ieri sera, in tre partite ha chiuso in ritardo, perchè disattento e fermo, su Fofana dal limite (paratona di Sirigu), su Nandez dal limite (gol), su Parolo dal limite (gol)….oltre a essere totalmente nullo in avanti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CLAUDIO - 2 settimane fa

      tutto vero!
      e bisognerebbe anche da parte nostra smetterla con i giocatori del vivaio…..
      questo era un valore aggiunto ai tempi di vatta ma allora il vivaio sfornava i lentini vieri cravero dino baggio fuser e tanti altri campioni, oggi il nostro vivaio e’ quello che e’. poi bisognerebbe anche capire perche’ lo scorso anno in primavera a detta di tutti c’erano tre giocatori di altra categoria, millico, Kulusevski e Vlahovic, il viola gioca titolare kulusevski e’ stato tra i migliori giocatori del campionato e millico? cos’e’ cattiva gestione sfortuna… fatto sta che giocatori buoni da noi peggiorano quasi sempre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Héctor Belascoarán - 2 settimane fa

    Praticamente se sabato non ci presentiamo e la diamo vinta a tavolino facciamo un favore a tutti quanti, sopratutto a noi stessi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Aussie - 2 settimane fa

    La disanima avrebbe senso se non si fosse passati 80 minuti nella propria metà campo anche con l’Udinese, se a Cagliari provando a far gioco non si avessero lasciati ampi spazi per i contropiedi. Nessuna squadra di A si mette 90 minuti in difesa per poi rinunciare totalmente an che ai contropiedi più elementari. Questa squadra merita la retrocessione e la merita soprattutto chi ad inizio diceva che la rosa era difficilmente migliorabile. La serie B è la nostra dimensione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 2 settimane fa

      Ieri ho visto su RaiSport la partita Salernitana Cremonese (3 a 3). Temo che anche la serie B sarebbe un terreno duro per la cairese di questi tempi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Héctor Belascoarán - 2 settimane fa

    Ah, la Rosa Corta del Cairo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 2 settimane fa

      A) E’ un fiore maleodorante che cresce solo nella nostra metà campo.

      B) E’ un remake di un B-movie horror di fine anni 90.

      C) E’ la grande passione per il calcio di questa società.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy