Le pagelle di Torino-Lazio 1-2: bene i difensori, troppo poco dai cambi. E Verdi non si vede

I voti di TN / Belotti lotta da solo come un leone. Rincon e De Silvestri, la fatica si sente eccome

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

LE PAGELLE

Termina Torino-Lazio ed è il momento delle pagelle. Altra sconfitta per i granata che nulla possono contro l’enorme qualità della Lazio. La partita si mette bene subito per il Torino, con il rigore trasformato da Belotti nei primi minuti, ma da lì in poi è assolo Lazio. I granata si difendono bene finchè le energie lo permettono ma poi arriva la rimonta degli ospiti, aiutata anche da un po’ di fortuna sul tiro deviato di Parolo. Nessun dramma per il Toro stavolta, ma la consapevolezza chiara di non avere armi contro squadre forti contro la Lazio. E la differenza si vede nei cambi: Correa e Lukaku subito protagonisti, mentre Ansaldi, Berenguer ed Edera non fanno altrettanto.

Per quanto riguarda i singoli, piuttosto bene la difesa nonostante la sconfitta. Meité si conferma in crescita, Belotti va a segno per la terza partita consecutiva e lotta come un leone. Male Verdi, che non si vede mai. I cambi danno troppo poco: in primis Ansaldi, lasciato sul posto da Lukaku in occasione dell’azione che porta al gol decisivo di Parolo.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI TORINO-LAZIO 1-2

64 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. torracofabi_13706409 - 5 mesi fa

    E Verdi non si vede…. non si vede come non si è mai visto nessuno che ha preso quel posto in campo ed il problema non sono i giocatori che ha turno vengono presi di mira un pò da tutti… il problema è sempre lo stesso: senza centrocampo non si va da nessuna parte e sono convinto che le nostre punte non sono diventate di colpo delle schiappe… bisogna trovare la maniera di fargli arrivare più palle giocabili. Ma scusate, con un pò di obbiettività quanti gol si divora Immobile ogni partita? però.. segna sempre perchè? … la sua squadra produce una marea di occasioni. Noi di giocatori dai piedi buoni ne abbiamo pochini però, non si prova nemmeno a farli giocare insieme, sempre uno in campo ed uno in panchina. Poi a mio avviso ieri la gestione delle sostituzioni non è stata buona, per carità, a cose fatte è facile giudicare però vedere Ansaldi sulla fascia di Lucaku……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leggendagranata - 5 mesi fa

    Scusate la domanda: ma per far giocare il Toro così perchè è stato mandato via Mazzarri e preso Longo? Per carità siamo tornati la squadra grintosa in fase difensiva che avevamo visto l’ anno scorso (e quasi niente altro), ma sul piano della velocità, della precisione nei passaggi, della fluidità della manovra siano punto a capo. Longo ha l’ attenuante che quel genio di Mazzarri ha impoverito la “rosa” rinunciando ai giocatori più tecnici (Ljajic, Iago Falque, Soriano), ma sta facendo un compitino. E’ diligente, come diligente è apparso il Toro ieri. Lui e il Toro sono come quegli allievi di cui il professore dice: “Si applica, segue le lezioni, ma non ha grande capacità di comprensione…”. Le pagelle premiano l’ impegno, ma sono troppo elevate se andiamo a vedere i frutti. E i frutti del Toro di Longo parlano chiaro: 5 sconfitte, 1 pareggio e una striminzita vittoria con l’ Udinese. Il centrocampo è deficitario, da tre giornate leggo che Meitè è in crescita e chi non lo vede giocare pensa che sia diventato il faro della squadra, una spina nel fianco dell’ avversario, Sì, è meno abulico, ma la sua è la velocità di una vecchia vaporiera e la sua visione di gioco non supera i 10 metri. Un esempio: 50′, Meitè riceve palla al limite della nostra area (sempre lì eravamo) scarta un avversario con eleganza, Verdi scatta in avanti e c’ è un corridoio molto invitante per servirlo e lanciare il contropiede. Macchè, il nostro Rivera si incaponisce in un secondo dribling che ovviamente perde e la possibilità sfuma. Ecco perchè perdiamo a raffica, anche se alziamo le barricate, come si faceva negli Anni ’60 (sono vecchio e me li ricordo bene). Perchè negli Anni ’60 c’erano i Rivera, i Bulgarelli, il nostro Moschino che facevano lanci di 40 metri per i compagni e se l ‘ avversario era troppo sbilanciato veniva punito. Vedo giudizi impietosi su Vertdi, che ho sempre criticato anche per lo spropositato esborso per accontentare mister Mazzarri. Ma neanche Higuain farebbe bella figura con un centrocampo che non sa fare un lancio, una triangolazione palla a terra in velocità e di prima. Guardiamo Belotti: lodatissimo giustamente per l’ impegno, ma non ha tirato una sola volta nello specchio della porta. Su Lukic, Edera e Berenguer non mi dilungo: rimango convinto che si tratti di anatroccoli e che qualcuno scambia per cigni (lo stesso vale per Ola Aina). Il mancato, clamoroso colpo di testa di Edera a due passi dalla porta (errore sottolineato anche in modo ironico dai commentatori di Sky) fa il paio con l’ altro colpo di testa sciagurato contro il Parma. Questa è una squadra che davanti, volenti o nolenti, può dare il meno peggio con la coppia Belotti-Zaza . Bisogna però trovare un diverso modo di giocare, avere un po’ più di coraggio (schierando magari al loro servizio come esterno un Verdi che comunque ha piedi buoni), servirli con palla a terra e non con lancioni a campanile. Zaza ogni tanto fa qualche svarione, è sgraziato, ma dà peso all’ attacco, porta via l’ avversario, ci mette lo zampone in area, si fa fare fallo. Magari non è molto, ma è il massimo che oggi come oggi possiamo ottenere lì davanti: combinazione, con lui e Belotti in campo abbiamo ottenuto l ‘unica vittoria e l’ unico pareggio dell’era Longo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 5 mesi fa

      Sono d’accordo con tutto ciò che lei ha scritto: tutto giusto, amaro, ma giusto!
      Solo spezzo una lancia per Longo. Lei parla di imprecisione nei passaggi: come può un allenatore, tra l’altro in una manciata di settimane, “insegnare” a fare passaggi millimetrici a chi non ha il piede “educato”, e questi passaggi non li sa fare??
      Come dice lei, Mazzarri ha impoverito la rosa, e mandato via i giocatori più tecnici. L’unico centrocampista di qualità rimasto, Baselli, lo rivedremo fra 4-6 mesi!
      Cos’altro potrebbe fare Longo, se non “il compitino”?
      Per me è già un miracolo che sia riuscito a ridare un’identità alla squadra, ad unirla, a motivarla, ad insegnarle a reagire, anche in svantaggio, e a “tenere” per non prenderne più quattro, o sette di fila, facendone “zero”!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GranataDaSempre - 5 mesi fa

        Alla fine, in sintesi, possiamo avere l’onestà di dire che la colpa non è di Longo e nemmeno della maggioranza dei giocatori, che fanno quello che possono?(ripeto sempre, vorrei vedere magari Klopp che adesso è momentaneamente libero dalla Premiere League o Guardiola). Quando hai a disposizione una rosa modesta, continuamente tartassata dagli infortuni (colpa di Longo ? o della preparazione al campionato … ). La colpa è della società, per aver fatto una campagna acquisti fuori tempo e senza idee. non credo si possa dire altro. Speriamo nelle genovesi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. leggendagranata - 5 mesi fa

          Ringrazio per i civili commenti, ma a proposito di Longo cito un passo dell’ articolo comparso oggi sulla Stampa a firma di Gigi Garanzini, giornalista sportivo di lungo corso e cuore granata: “…veder entrare Ansaldi a destra, dove non si ritrova più, e rivederlo a sinistra solo per il solletico finale non rassicura nemmeno sulla capacità di Longo di sfruttare al meglio quel poco che passa il convento”.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. LeoJunior - 5 mesi fa

      Leggendagranata, che dire? Se non che concordo al 100%. Purtroppo questa è l’amara realtà. Aggiungo un paio di passaggi di Rincon, totalmente libero, che lancia Belotti a 25 metri con una palla che si spegne sul fondo a circa 20 metri dal Gallo …. desolante.
      Però, c’è sempre un però. Se hai una squadra a tecnica zero cerchi di metterla sul piano fisico. Quindi durante il lockdown li fai allenare. Monti una telecamera sulla testa di ognuno e fai fare 1.000 volte le scale di casa. Non mandi tutto in vacca sperando che non riprenda il campionato per poi accorgerti che 3/4 dei giocatori regge 50 min!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. christian85 - 5 mesi fa

    Come detto ieri sul post in cui parlava di Inzaghi che aveva studiato il Toro, comunque fosse andata, inutile criticare.

    E’ un anno cosi.. un anno insignificante, in tutti gli aspetti. Da quello societario a quello tecnico-tattico.
    Sembra di rivivere la stagione del 2003, con la sola differenza che non si come, abbiamo 31 punti con ancora 9 partite da giocare, di cui 27 punti a disposizione.

    Ripeto, inutile fare commenti e proclami su una squadra che non ha identità, anima e gioco.

    Lo so, è brutto vedere e subire tutto ciò.. ma di certo perdere con la Lazio probabilmente è il meno peggio dei mali, cosi come lo sarà sia contro Juve che Inter.

    Come ben dicevo però, i giornali continuano a parlare di rinascita Toro, grinta Toro, assalto Toro, ma poi rivedendo la partita di ieri che siamo durati 45 minuti ( 5 e poi ci siamo chiusi per 40 minuti). Gli altri 45 minuti è un mistero.

    Non abbiamo la forza fisica e mentale per avere un giusto approccio di quello che sta succedendo.

    Di certo, perdere per perdere, avrei preferito giocarla a viso aperto, in ogni caso le probabilità di perdere contro una concorrente diretta per lo scudetto erano altissime.
    Sicuramente tra il 4-0 dell’andata e il 1-2 di ieri, c’è quanto meno una differenza.. ma non cambia il risultato.

    Credo che questa stagione lascerà dei segni, comunque vada, che sia salvezza o retrocessione.
    Longo che è con noi dal 4 febbraio, ripeto, non lo voglio colpevolizzare perchè gli è stata consegnata una squadra senza mercato, ma soprattutto senza una logica sia in entrata che in uscita.

    Non è un mago, prova a fare quello che è fattibile, ma per quanto gli voglia bene e per quanto sia un figlio del Fila, credo che purtroppo non basti.

    Ripeto ancora, non è un problema perdere, perchè il tifoso del Toro conosce bene i limiti e la dimensione che ormai si è addentrato il Toro, ma è come perdi e questo purtroppo rispecchia anche l’impronta che viene data da un allenatore.

    Spero che Longo possa fare i punti che servono per la salvezza contro Fiorentina, Genoa, Brescia, Bologna, Hellas e soprattutto Spal..

    Purtroppo a oggi, dal suo arrivo, le 4 sconfitte consecutive non lo hanno aiutato, laddove si sperava in una scossa decisiva, quantomeno sull’aspetto caratteriale, poi un pareggio con Parma e una vittoria contro una diretta concorrente e di nuovo 2 sconfitte, di cui una che era alla portata.

    I numeri a oggi lo darebbero per esonerato, ma ora non ha senso cambiare di nuovo.

    Bisogna sperare solo che i giocatori facciano che quello che sanno, altrimenti non c’è tecnico che possa allenare una squadra con problemi di spogliatoio e diciamolo pure, di troppi vizi dati.

    Nel frattempo, mi auguro che Cairo e Vagnati sappiano cosa c’è da dimostrare dall’anno prossimo in poi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. christian85 - 5 mesi fa

    Come detto ieri sul post in cui parlava di Inzaghi che aveva studiato il Toro, comunque fosse andata, inutile criticare.

    E’ un anno cosi.. un anno insignificante, in tutti gli aspetti. Da quello societario a quello tecnico-tattico.
    Sembra di rivivere la stagione del 2003, con la sola differenza che non si come, abbiamo 31 punti con ancora 9 partite da giocare, di cui 27 punti a disposizione.

    Ripeto, inutile fare commenti e proclami su una squadra che non ha identità, anima e gioco.

    Lo so, è brutto vedere e subire tutto ciò.. ma di certo perdere con la Lazio probabilmente è il meno peggio dei mali, cosi come lo sarà sia contro Juve che Inter.

    Come ben dicevo però, i giornali continuano a parlare di rinascita Toro, grinta Toro, assalto Toro, ma poi rivedendo la partita di ieri che siamo durati 45 minuti ( 5 e poi ci siamo chiusi per 40 minuti). Gli altri 45 minuti è un mistero.

    Non abbiamo la forza fisica e mentale per avere un giusto approccio di quello che sta succedendo.

    Di certo, perdere per perdere, avrei preferito giocarla a viso aperto, in ogni caso le probabilità di perdere contro una concorrente diretta per lo scudetto erano altissime.
    Sicuramente tra il 4-0 dell’andata e il 1-2 di ieri, c’è quanto meno una differenza.. ma non cambia il risultato.

    Credo che questa stagione lascerà dei segni, comunque vada, che sia salvezza o retrocessione.
    Longo che è con noi dal 4 febbraio, ripeto, non lo voglio colpevolizzare perchè gli è stata consegnata una squadra senza mercato, ma soprattutto senza una logica sia in entrata che in uscita.

    Non è un mago, prova a fare quello che è fattibile, ma per quanto gli voglia bene e per quanto sia un figlio del Fila, credo che purtroppo non basti.

    Ripeto ancora, non è un problema perdere, perchè il tifoso del Toro conosce bene i limiti e la dimensione che ormai si è addentrato il Toro, ma è come perdi e questo purtroppo rispecchia anche l’impronta che viene data da un allenatore.

    Spero che Longo possa fare i punti che servono per la salvezza contro Fiorentina, Genoa, Brescia, Bologna, Hellas e soprattutto Spal..

    Purtroppo a oggi, dal suo arrivo, le 4 sconfitte consecutive non lo hanno aiutato, laddove si sperava in una scossa decisiva, quantomeno sull’aspetto caratteriale, poi un pareggio con Parma e una vittoria contro una diretta concorrente e di nuovo 2 sconfitte, di cui una che era alla portata.

    I numeri a oggi lo darebbero per esonerato, ma ora non ha senso cambiare di nuovo.

    Bisogna sperare solo che i giocatori facciano che quello che sanno, altrimenti non c’è tecnico che possa allenare una squadra con problemi di spogliatoio e diciamolo pure, di troppi vizi dati.

    Nel frattempo, mi auguro che Cairo e Vagnati sappiano cosa c’è da dimostrare dall’anno prossimo in poi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dennislaw - 5 mesi fa

    Ma quale partita diversa? Catenaccio e solo catenaccio . Neanche gioco all italiana dove un regista faceva ripartire il contropiede. Niente pressing. A difendere appena fuori o dentro l area si rischia moltissimo. Faccio notare che con l odiato Zaza dal primo mimuto abbiamo pareggiato con il Parma e vinto con l udinese. Non è certo merito solo suo, ma ha più peso davanti ( vedi zampata che ci ha procursto il rigore con ill Parma…) dei due poverini Berenguer e Edera che si è mangiato il solito goal nel finale.meglio comunque il trio belotti verdi zaza.non è il trio metaviglie ma è quanto di meglio il comvento. E poi Ansaldi a sinistra. Cambi sballati. Mazzarri e petrachi hanno lasciato il segno e bisogna ripartire da zero.spero in Vagnati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Morris - 5 mesi fa

    Ho visto una partita diversa dalle ultime. Un pò meglio direi, lato difesa sopratutto.
    Quello che mi terrorizza però e che mi fa arrabbiare sono i tantissimi errori di controllo e gestione della palla. Per giocatori di serie A credo che siano inammissibili. Controllo palla, passaggi, stop…Errori elementari.
    Io tifo toro e tiferò toro cmq ma fa male vederlo giocare così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 5 mesi fa

    Siamo sempre alle solite: ci si arrabbia perché in fondo siamo tifosi, ci teniamo (e parecchio..) al Toro e vorremmo che quanto meno se la giocasse alla pari con tutti, però poi dobbiamo fare i conti con la realtà…
    La realtà è questa:
    1) Longo HA EREDITATO: ereditato una squadra ANZI “un gruppo” di giocatori, scelti da altri…
    2) Il gruppo di giocatori EREDITATO da Longo era demotivato, era deluso e giocava palesemente contro, contro Mazzarri, contro Cairo, contro tutto e tutti…
    3) Dopodiché è arrivato il Lockdown: tutti fermi, tutti a casa, ognuno per sé…
    4) Alla ripresa si sono visti i disastri: molti si sono “lasciati andare” durante lo Stop, situazione fisica da ricostruire da zero, pochi si “sono tenuti/mantenuti” in forma…
    5) Alla ripresa c’erano ancora “questioni irrisolte” come stipendi e contratti, ed in questo non è che la FIGC/LEGA CALCIO abbia dato una mano, anzi, hanno aspettato questi ultimi giorni per dare indicazioni ufficiali..
    6) Come se tutto ciò non fosse già abbastanza si sono aggiunti un paio di infortuni/Stop parecchio gravi: Baselli costretto ad operarsi al crociato, Verdi fermo 10gg per problemi muscolari, Millico (con tutta probabilità, a questo punto…) fermo per positività altri 14gg, Onisa appena aggregato al gruppo distorsione al ginocchio…
    Questa è la realtà con cui ha dovuto fare i conti Longo, rendiamocene conto!Attribuire colpe a Moreno E’ DA PAZZI!
    La “frittata” è stata fatta PRIMA, con scelte che si sono rivelate sbagliate SOPRATTUTTO dal lato SOCIETÀ, non tanto dal lato “Tecnico” perché piaccia o no Mazzarri 63 punti li ha portati a casa CON GLI STESSI, Aina Lollo Meitè Rincon Djidji Bremer Lukic ecc…ecc…
    Smettiamola di dire che il Toro non ha un progetto, non è una Società che “attira” i giocatori, che “quelli bravi e forti” al Toro non ci vogliono venire perché allora BELOTTI perché è da 5 anni al Toro? Perché Sirigu è rimasto? Perché c’è venuto Izzo, Ansaldi, Rincon? La questione è che l’estate scorsa è successo QUALCOSA che ha innescato una reazione a catena, un circolo vizioso in cui TUTTI i giocatori hanno avuto la propria parte di responsabilità per la classifica che sì è venuta a creare!
    Longo, Asta, Moretti in questi mesi hanno riportato le cose a posto però QUESTI sono i giocatori: un centrocampo FORTE non c’era prima e non ci può essere adesso!
    La qualità c’è ma la condizione fisica ancora NO, ed è evidente da queste prime partite però dobbiamo ONESTAMENTE riconoscere che ALMENO c’è nuovamente LA SQUADRA dove prima c’era UN GRUPPO, e appena tornerà anche un minimo di condizione atletica PER TUTTI accettabile riusciremo anche a giocare da squadra…
    Ultima annotazione: noi siamo messi così, MA ANCHE GLI ALTRI, nessuno va a mille a parte I SOLITI NOTI, ed in un mondo perfetto ci si dovrebbe domandare PERCHE’, ma non viviamo in “quel” mondo….
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. waltergio52 - 5 mesi fa

    Quest’anno ci si salva grazie ai SEI punti racimolati in trasferta con Atalanta(a Reggio Emilia)
    e con la Roma.
    Ma La prossima stagione???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loik55 - 5 mesi fa

      la prossima rifacciamo 63 punti…. è il bello del calcio che non ti spieghi perchè oggi Juric è un idolo dei ds di mezza europa e fino a 6 mesi fa un collezionista di esoneri. Perchè il lecce ha pochi punti meno di noi, ma un gioco bello di prima con giocatori vicini tra loro, mentre il toro se non sei tifoso non riesci a guardarlo, ecc, ecc

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Emilianozapata - 5 mesi fa

    Qualcuno sa dirmi perché quelli dell’Atalanta corrono come pazzi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loik55 - 5 mesi fa

      semplice sono in fiducia, sono squadra, sono felici e anche taluni forti, ma non mi si dica ad esempio, che il buon masiello, quasi titolare fino l’anno scorso, sia singolarmente un ottimo giocatore, ma li dentro funzionava eccome.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. maxx72 - 5 mesi fa

    La squadra oggi vale 0 quindi 0 per tutti. 8 sconfitte su 11 partite devono farvi vergognare dal primo all’ultimo, allenatore e presidente compresi. E noi che stiamo ancora a incazzarci per sti qui. Ma ne vale la pena? A loro non sembra importi molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. iugen - 5 mesi fa

    Oggi era da fare turnover massiccio per far riposare un po’ qualche giocatore,c’era gente che al 50esimo già non stava in piedi, se non prima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 5 mesi fa

      Buona prova caratteriale, impegno corale, ma mancano le forze.
      E i giocatori freschi dove li prende Longo?
      Ansaldi sfinito dopo i pochi minuti giocati sabato; Millico indietro di prearazione e con pochi minuti nelle gambe; Zaza convalescente:non si pensava potesse recuperare; Berenguer si credeva fosse addirittura infortunato..
      Già sono in pochi, poi metà squadra non è al meglio fisicamente, e l’altra metà ha giocato 4 partite in una decina di giorni, ed è sfinita..
      Sempre più convincente Bremer; eroico, ma sfinito Belotti; idem Rincon e De Silvestri. Non male Meité,ma stanco pure lui. Entra bene Lyanco, buona prova di Nkoulou. Verdi ancora sottotono.
      Tutti gli altri hanno cercato di barcamenarsi.
      Una cosa non mi spiego: Aina riscatta la pessima prova di sabato, ma solo nel primo tempo. Cala vistosamente nel secondo, tant’è che viene sostituito.
      Ma Aina non aveva 4 partite nelle gambe: come fa un ragazzone così ad essere sfinito dopo solo 45 minuti??

      Tutti hanno detto che non era questa la partita da poter vincere: troppo divario tra le due squadre.
      Ora leggo proteste, critiche e lamentele: mi sembrano ingiuste.
      Tutto sommato hanno fatto persino meglio del previsto..
      I miei complimenti a Longo, che ha comunque ridato una fisionomia e un’identità al Toro. E voglia di lottare..
      Purtroppo si è perso ancora,
      ma un gol di scarto contro Napoli e Lazio non sono lo 0-7
      contro l’Atalanta, nè il 4-0 di Lecce!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lucapecc_908 - 5 mesi fa

        D’accordo, aggiungo che nella prima mezz’ora abbiamo ben giocato, forse come mai quest’anno. Poi siamo calati com’è logico, se no non saremmo in zona retrocessione.
        Abbiamo 31 punti, probabilmente ce ne vorranno 38, se solo prendessimo i tre col Brescia…
        Tra poco, 5 luglio, sono dodici mesi dall’inizio della nostra infausta preparazione per i preliminari di Europa League, prodromo di una stagione di merda. Molti che anche ora sono schifati e contestano Longo, erano convinti che potessimo eliminare i Wolves che sono quinti in classifica in Premier League al pari del Man United e in Champions se viene confermata la squalifica del Man City.
        FVGC sempre e comunque.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Garnet Bull - 5 mesi fa

    Per la partita che ho visto, ossia una squadra chiusa per 85 minuti nella propria trequarti e capace al massimo di lanciare via palloni a casaccio e di mettere in fila 2 passaggi, questi voti mi sembrano decisamente alti, considerando appunto il completo non gioco mostrato non solo oggi. Sia chiaro, non ho nulla contro il chiudersi a riccio o comunque giocare in stile atletico madrid (paragone estremo considerato il nostro organico) , ma non è possibile non uscire per 85 minuti senza ripartire e spazzando talvolta malamente il pallone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. tric - 5 mesi fa

    La parola contropiede è sconosciuta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loik55 - 5 mesi fa

      già ma bisogna saperlo fare, bisogna essere allenati a farlo, velocità di pensiero, passaggi no look , sapere il movimento del compagno, ecc. Anche l’ottimo e generoso capitano non è un contropiedista, ne un lucido gestore di palloni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ramiro - 5 mesi fa

    Penso che saremo l’unica squadra che perde e ha i tre difensori che prendono 6.5. beh in effetti stasera ne abbiamo preso solo due! Longo dice bene anche se siamo il Toro stiamo lottando per non retrocedere bisogna cambiare subito mentalità e modulo quattro difensori fermi dietro quattro centrocampisti il gallo e una mezza punta. Così non è che ci difendiamo con ordine, siamo solo e sempre schiacciati dagli avversari

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Ospunda - 5 mesi fa

    È una squadra povera nei contenuti e, mi pare, abbastanza fragile caratterialmente. Che per il Toro è cosa un tantinello grave. Spero che si arrivi a questa salvezza perché, nonostante la proprietà, tifo Toro e il posto del Toro è in A. Ciò che mi preoccupa è il pensiero che chi ha fatto questa squadra, debba pensare a una necessaria e veloce rifondazione. Saranno in grado di farlo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Capisco la delusione ma giocavamo contro la Lazio e pur arrancando abbiamo tenuto botta. Contro avversarmi meno quotati avevamo fatto molto peggio.
    Sia chiaro, non sono contento ma la squadra mi sembra viva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ospunda - 5 mesi fa

      Il tuo ragionamento è corretto, ma abbiamo vinto per puro miracolo con l’Udinese e abbiamo perso nettamente a Cagliari. Diciamo che le premesse per le prossime partite non sono delle più rosee.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Rimbaud - 5 mesi fa

      la penso uguale, questa è una squadra che giocando una volta a settimana poteva darci qualche soddisfazione in +, ma giocando a questi ritmi può al massimo agguantare una salvezza tranquilla

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. miele - 5 mesi fa

    Dice: stasera Verdi non si è visto. Veramente, da quando disgraziatamente è arrivato al Toro, chi mai l’ha visto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 5 mesi fa

      cazzo ricordo la rabbia di quando fu acquistato, 25 milioni per un giocatore che scartammo e andoòvià per un milione riacquistato a peso d’oro. Oltre all’assurdità della cosa, tutto si poteva dire di Ventura, ma aveva buon occhio per i ragazzi e se fu lasciato partire un motivo c’era.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ospunda - 5 mesi fa

        Infatti, i tifosi stupidi e impreparati erano tutti contro l’operazione Verdi. Gli espertoni hanno fatto invece un grosso affare, soprattutto sulla sponda partenopea (chissà se è una compensazione, assurda, per Maksimovic. A pensar male si fa peccato, ma…)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. valex - 5 mesi fa

          Io sono sempre stato convinto, e lo sono ancora, che Verdi faccia parte dell’operazione Maksimovic. In realtà è stato uno scambio quasi alla pari. Al massimo Verdi l’hanno pagato due o tre milioni reali, la differenza è nella cessione di Maksimovic che mi pare fu venduto intorno ai 22/23.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 5 mesi fa

            Anche per me somiglia molto a una marchetta a delaurentiis.

            Mi piace Non mi piace
      2. Rinascito - 5 mesi fa

        Hahaha,leggere che quel Vecchio testardo di libidine aveva occhio per i giovani fa ridere, avete un senso di umore veramente spaventoso, hahahaha. Memoria Zero, certamente…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Rimbaud - 5 mesi fa

          cerci immobile darmian glik santana el kaddouri zappacosta belotti gazzi vives ti bastano o devo aggiungere qualcosa? Praticamente tutti quelli che lui ha indicato non ne abbiamo sbagliato uno

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

            Belotti tanto per fare un altro nome…
            E che dire di Immobile?
            Bhe si Ventura non aveva occhio…

            Mi piace Non mi piace
  18. Nero77 - 5 mesi fa

    Provo vergogna per il S.Salvatore,un SIGNOR PORTIERE,pure Nazionale ,che gioca in una delle peggiori difese del campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. robinhood_67 - 5 mesi fa

    Encomiabile, generoso, puntuale. Il Torino/Frosinone di stasera segue il copione, dopo il rigore regalato dalla Dea Fortuna in avvio. Nessuno può rimproverare nulla sotto il profilo dell’impegno, della dedizione, ma, semplicemente, la squadra esiste solo nei primi 30 metri. Il portiere avversario, un turista spettatore. Una follia,forse, sperare qualcos’altro contro la Lazio in lotta scudetto. L’acume della società a gennaio e l’infortunio di Baselli costringerà Longo a spremere fino ad agosto i soliti centrocampisti, con conseguenze prevedibili.
    Non è con la Lazio che si costruisce la salvezza, e neppure contro la Juve. Il derby sarà a porte chiuse, un vantaggio viste le circostanze. Speriamo saltino i riflettori, o le telecamere. Di questo derby francamente non ci importa nulla. Il nostro è un altro campionato.
    La partita che conta – fondamentale – sarà quella contro il Brescia. Che gioca meglio di noi ma soffre di paurose amnesie difensive.
    Sì, ma le pagelle? Le pagelle purtroppo diventano quasi inutili, mancando totalmente una delle due fasi del gioco. Riusciamo solo a distruggere, mai a costruire. E tuttavia: Aina (6,5) ha gamba per cancellare Lazzari, Lyanco (7) non può restare fuori per Izzo. Meite’ (6,5) da quando è ripartito il campionato è ovunque per 95 minuti a schermare la difesa. Il più continuo, sfortunato sul goal di Parolo, è ancora Bremer (6,5). Belotti (6,5) ha il merito di segnare il rigore, non quello di dettare il passaggio (il timbro di fabbrica di Immobile) né quello di vincere un solo uno contro uno.
    Verdi è quello di sempre: efficace in marcatura, ma 25 milioni per uno stopper avanzato sono tanti. Altri 20 milioni li abbiamo in panca con Zaza, e questo basta a fotografare gli ultimi mercati. Per fortuna non vediamo più Liajic: troppo discontinuo, dicevano. Lui era il problema. La squadra è questa: dall’allenatore ai giocatori, quasi tutti sanno già che non saranno al Toro nel prossimo campionato. Sirigu, De Silvestri, Rincon tengano unito quel che resta del Toro che fu.
    Non sarà facile.
    Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 5 mesi fa

      Eh xo Ljajic andava in Ferrari agli allenamenti o poi aveva litigato una settimana con miha….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Roland78 - 5 mesi fa

      Lucidissimo. Complimenti per l’analisi amara ma schietta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. loik55 - 5 mesi fa

      Abbastanza in accordo con le pagelle, partita discreta per quello che siamo e per chi avevamo di fronte se pur non al meglio è tanta roba più di noi, peccato un mezzo miracolo si era visto.
      Oggi male ansaldi purtroppo, male edera ancora,malino Verdi, male male Desi, bene il resto, su tutti Nkulou direi. Ci stiamo allenando per altre partite…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. robinhood_67 - 5 mesi fa

        Hai ragione, loik55, Nkoulou ha fatto un’altra buona partita, anche se di è fatto bruciare da Immobile. Cmq dalla ripresa del campionato è sempre fra i migliori

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. loik55 - 5 mesi fa

      Squadra di pochi palleggiatori, costruita e allenata per non palleggiare, si fa fatica a uscire, salire e far correre l’avversario, quando poi questo è anche più forte e organizzato il risultato è quasi scontato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. GranataDaSempre - 5 mesi fa

      Non ho assolutamente nulla contro De Silvestri , un esempio di impegno per tutti. Ma qualcuno pensa seriamente che si possa pensare a rifondazioni con gente che non sa giocare a calcio ? Almeno a livello di serie A, coppa UEFA).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Rimbaud - 5 mesi fa

    Cambiano gli allenatori, i giocatori che vanno in campo, i moduli, persino il ds. Solo l’asino al timone non cambia mai..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ddavide69 - 5 mesi fa

    Bene i difensori. Noi dobbiamo festeggiare quando prendiamo solo 2 griglie a partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Nero77 - 5 mesi fa

    La rosa più forte degli ultimi 20 anni..Grazie Urbano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AndreaSilenzi - 5 mesi fa

      Ti quoto alla stragrande!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

    N’kolou il migliore in campo per distacco.
    Aina il peggiore sempre per distacco.
    Longo non ha colpe alcuna ma il suo score in serie a è al limite dell’imbarazzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 5 mesi fa

      Non posso credere che oggi si stia commentando una situazione del genere Fratello. Io un toro così brutto non me lo ricordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

        E qualcuno giustifica ancora il presidente…
        Certo avendo scritto che la rosa era adeguata ed uscita rafforzata dal mercato di gennaio adesso ci amnanta di post con tanto di maiuscole francamente inaccettabili per far passare come normale ciò che stiamo vedendo.
        Se ci salveremo che ci piaccia o meno sarà per i 27 punti conquistati da Mazzarri tra assenze societarie, premi promessi e non pagati, bignè mangiati da chi avrebbe dovuto essere al suo fianco, bombe carta tirate dopo la vittoriosa trasferta di genova (pensa senza quei tre punti dove saremmo adesso e dove sarebbe il genoa con tre punti in più), dimissioni non accettate, vergognoso mercato di gennaio, etc etc.
        Il tutto scritto con un discreto italiano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 5 mesi fa

          Quoto tutto fratello….Mazzarri vale il 90 per cento dei punti conquistati ed è andato via il 4 febbraio. Per me sarà già tanto se riusciremo a fare 10-12 punti nel ritorno e tocca leggere che è colpa sua (ancora!)se siamo ridotti così….Io sono MINCHIOLUTO.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

            Longo non ha colpe se non quella di aver accettato di guidare una squadra senza né capo né coda. Senza la possibilità di intervenire sul mercato e con un contratto che lo ha messo subito in ridicolo verso i “senatori” della squadra.
            Vagnati sta provando a mettere le toppe ad una situazione vergognosa.
            Se tra gobbi brescia ed inter non faremo tre punti temo che Longo verrà sostituito da uno tipo Ballardini per privare a fare qualche punto qua e la.
            Sei punti (che poi sono 5 visto che abbiano perso li scontro diretto) con una partita in più giocata sul Lecce sono poca cosa visto il nostro nulla.

            Mi piace Non mi piace
  24. Nitrotoni - 5 mesi fa

    Anche in serie b a centrocampo avevamo più qualità di adesso grazie alle scelte fatte sotto Mazzarri e dall’inesistente DS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      E di Cairo a cui a fatto comodo avallarle.
      Oggi ad esempio Laxalt avrebbe fatto comodo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 1966 - 5 mesi fa

        Più che Laxalt, che non è che stia facendo sfracelli, sarebbe bastato un qualsiasi esterno di serie B

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

          Stiamo comunque parlando di uno nel giro della nazionale uruguagia.
          In ogni caso lui è andato via ed è stato sostituito da Singo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 5 mesi fa

            La storia Laxalt è un vero mistero.

            Mi piace Non mi piace
  25. nonnogranata - 5 mesi fa

    Voti buoni ai difensori, ma 6 gol presi nelle ultime due partite….mi fanno pensare e soprattutto temere per il futuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Simone - 5 mesi fa

    6 a Longo che ha impostato la partita x non prenderle dimostra la parzialità dell’editorialista.
    Ridicolo come sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. OldBull - 5 mesi fa

    Vedere giocare il Toro è come assistere a un film di Stanlio & Olio, da schiantare dal ridere. Gli unici in grado di farci rimpiangere il Lockdown.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. sirtopau_2886340 - 5 mesi fa

    Verdi 25 milioni, farebbe fatica in serie c.
    FORSE ci salviamo.. Altro che Europa c’è da cambiare quasi tutto, Via tutti tranne sirigu Bremer lyanco Ansaldi e Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ospunda - 5 mesi fa

      Con tutto l’affetto e la stima per Ansaldi, è un giocatore che non può reggere per una stagione. Può essere importante in alcune fasi del campionato e gestito bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GranataDaSempre - 5 mesi fa

      Penserei cento volte prima di scaricare Nkolou; da anni non avevamo difensori di questo livello. Certo che con i contratti bisogna essere chiari e onesti (vero Presidente ed ex Direttore Petrachi ?) .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. loik55 - 5 mesi fa

        concordo giocatore di livello assoluto

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy