Il Toro sbarca a Spalato per prendersi l’Europa

Europa League: RNK Split – Torino, l’ Editoriale di Gino Strippoli / Questa sera servirà massima concentrazione, puntando alla vittoria

di Gino Strippoli

Il Toro è sbarcato a Spalato per affrontare questa sera l’ Rnk Spalato e portare sotto la Mole  i tre punti  di qualificazione che permetteranno di proseguire il cammino europeo nella fase a gironi. È vero che questa è solo la partita di andata ma conquistare la vittoria già in terra croata vorrebbe dire affrontare la partita del 28 agosto con più serenità anche in previsione della prima partita di campionato contro l’Inter che si svolgerà tre giorni dopo.

Ma per uscire vittoriosi dalla sfida contro la squadra di Bilic , il giocatore più noto della squadra croata, servirà massima concentrazione ovvero quell ‘ attenzione particolare che di solito si riserva alle grandi squadre. Insomma i granata dovranno giocare come se dovessero affrontare il Real Madrid o il Manchester United, ciò vuol dire zero sottovalutazioni verso la squadra allenata da Ivan Matic che dovrebbe schierarsi con il solito 4- 2-3-1.

Lo Spalato non arriva di certo da un periodo positivo viste le sconfitte consecutive in campionato contro il Reijka con tre gol subiti e contro la Dinamo di Zagabria (1-0). Un doppio passo falso che la relega al quarto posto in classifica. Ma proprio questi risultati non devono far pensare ad una squadra remissiva anzi nella trasferta a Zagabria Bilic e company hanno giocato con una grinta non indifferente ma il gioco a latitato ed è scaturita la sconfitta.

Proprio per questo motivo il Toro dovrà giocare una partita perfetta dal punto di vista della concentrazione e del gioco cercando di mettere piú palle possibili per Barreto e Quagliarella ma anche cercando di creare quegli spazi per gli inserimenti di Nocerino e El Kadddouri che potrebbero portare a gonfiare la rete. Saranno importanti le scorribande di Molinaro e Darmian sulle fasce che creeranno non pochi problemi agli avversari.

Qualitativamente e tecnicamente la partita non ha storie ma in campo spesso ciò può non bastare se non si entra nel rettangolo di gioco con la giusta mentalità, cioè quell’ accortezza che ti porta a attaccare gli spazi nel modo giusto senza scoprirti ai veloci contropiede avversari.

Ivan Matic dovrebbe schierare in porta Vukovic , infatti il portiere titolare Danijel Zagorec, fermo da tempo da un infortunio muscolare , difficilmente riuscirà a recuperare a meno di un recupero prodigioso. Per il resto la formazione dovrebbe delinearsi con Padotic, Galovic, Glumac, Rugasevic, Vidovic, Dvimovic, Belle, Rog, Glavina, Bilic.

Mister Ventura invece a tutti i titolari a disposizione eccezion fatta per il lungodegente Farnerud e Ruben Perez che si é infortunato e ne avrà per circa quattro settimane. Discorso diverso per l’assenza di Cerci legata al doppio filo mercato-preparazione. Il jolly di questa partita ? Sicuramente potrebbe esserlo Martinez, il venezuelano é entrato nelle simpatie dei tifosi granata e nella stima di compagni e allenatore per la sua voglia e la sua fresca energia fatta di tecnica e di volontà .

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy