L’uomo prima del calciatore

L’uomo prima del calciatore

Editoriale / Singo, Lukic e Bremer hanno le caratteristiche per far parte del Toro del futuro. Edera e Millico no

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

“I risultati si ottengono non solo con i calciatori ma anche con gli uomini. Non ci sono solo le qualità tecniche, ma anche quelle umane”. Le parole di Moreno Longo vanno scolpite nella pietra e sarà questa la linea che dovrà seguire il Torino nella costruzione della rosa per la prossima stagione. Che rimanga o meno il tecnico dal cuore granata, ciò che ha insegnato questa stagione è che il Torino deve puntare su giocatori che sentano la maglia e che remino dalla stessa parte. Non su chi vede questa maglia come una semplice tappa momentanea. L’attuale rosa nel suo complesso ha dimostrato poche qualità tecniche ma anche poche qualità umane. “Chi gioca nel Torino deve volerlo”, aveva detto Longo già a Ferrara.

LEGGI: Le pagelle di Torino-Roma 2-3

Quanto accaduto di recente fa capire che tra i giocatori di questo Torino c’è chi vuol tenersi stretta questa maglia anche nella prossima stagione e c’è invece chi ritiene che sia meglio guardarsi intorno pensando magari di meritare qualcosa di più. Nella prima categoria rientrano giocatori come Sasa Lukic, Gleison Bremer e Stephane Singo. Sì, includiamo nella lista anche quest’ultimo sebbene non è da una sola partita che si valuta un calciatore. Tutti e tre i sopracitati sono ragazzi umili e con la giusta mentalità, che hanno saputo aspettare con pazienza e disciplina il loro turno. Lukic è stato spedito in prestito in Spagna e non ha fiatato. Bremer ha passato sette mesi in naftalina nel suo primo anno in Italia senza mai vedere il campo ed è rimasto zitto. Singo ha atteso un anno e mezzo prima di giocare una partita da titolare in A e alla prima occasione, contro la Roma, ha fatto capire inequivocabilmente quanta fame di arrivare ha. È da ragazzi, da uomini come questi tre che il Toro deve ripartire.

C’è invece chi si distingue come esempio negativo. Si parla ovviamente di Edera e Millico, due ragazzi che purtroppo non hanno ancora dimostrato di valere la Serie A ma che evidentemente pensano di dover giocare per grazia divina. Edera ha avuto un’occasione d’oro con il suo mentore Longo, è partito titolare con Parma e Udinese ma poi è sparito. Millico ha giocato uno spezzone buono con l’Inter e poi a Firenze è stato disastroso. Invece di pedalare in silenzio e con umiltà, i due hanno fatto capire di non essere maturi dal punto di vista mentale inducendo Longo a punirli con la mancata convocazione. Aperta parentesi: meglio ridurre elogi e abbassare le luci dei riflettori, quando dalla Primavera granata usciranno altri talenti promettenti.

84 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rimbaud - 2 settimane fa

    La situazione di Moreno, mi ricorda molto quella di Camolese nel 2009. Entrambi i tecnici due personalità a cui i tifosi sono molto affezionati per motivi diversi, entrambi presi in una situazione disperata. Quella di Camola lo era molto di più probabilmente. La squadra era allo sbando, i punti erano pochi, rimise tutto in ordine dentro e fuori lo spogliatoio e quella squadra cominciava ad avere uno spirito combattivo non indifferente, ma purtroppo retrocedemmo ugualmente. Quella fu una delle prime cocenti delusioni che Cairo mi ha inferto, Camolese allora era indubbio che meritasse la conferma a prescindere dai risultati, perchè un tifoso del Toro non guarda mai ai risultati. Per concludere il parallelo, mentre ritengo fosse giusto continuare con Camolese anche in B, non sono altrettanto sicuro riguardo moreno nonostante la permanenza in A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 settimane fa

      Diciamo allora che Camolese meritava la conferma a prescindere dai risultati perché quella situazione non era dipesa da lui, un po’ come per Longo .Devo dire che camolese aveva già una carriera più lunga rispetto a quella di Longo . Dire pe6che al tifoso del Toro non interessano i risultati sportivi è una cagata pazzesca, soprattutto se questi risultati non si vogliono raggiungere apposta perché la forza economica ci sarebbe. E poi fatti una domanda, sei così sicuro che saresti diventato un tifoso del Toro se non ci fosse stato il Grande Torino o più di recente il Toro del 76?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NEss - 2 settimane fa

        >sei così sicuro che saresti diventato un tifoso del Toro se non ci fosse >stato il Grande Torino o più di recente il Toro del 76?

        Si’, senza il minimo dubbio.
        Altrimenti sarei stato attirato da Juve/Milan/Inter.

        Ho iniziato a tenere al Torino perche’ non lo faceva nessun altro nella mia classe.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 2 settimane fa

          Di che anno sei , se posso chiederlo ?

          Almeno ti sei dato un motivo , altri lo hanno fatto perchè i propri padri hanno ‘trasferito’ il tifo tra i quali me stesso, altri lo hanno fatto per la leggenda .

          Ma alla fine se il Toro non fosse ancora una fede per ig enitori , molti giovani non lo seguirebbero piu’

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. NEss - 2 settimane fa

            71

            Mi piace Non mi piace
    2. Luigi-TR - 2 settimane fa

      @ “perchè un tifoso del Toro non guarda mai ai risultati. ”
      ma stai scrivendo su ToroNews o su ToroParadise ?
      ma non li leggi i commenti da mesi a questa parte….?
      oppure l’alternativa è che la maggior parte di quelli che scrivono non siano tifosi del Toro…e ci può anche stare leggendo i commenti di qualcuno ormai noto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 2 settimane fa

        Magari intendeva dire che il tifoso nonostante non abbia mai vinto nulla (se non ha i capelli bianchi come me) anche senza risultati, con un minimo di società e di serietà sarebbe lo stesso tifoso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Rimbaud - 2 settimane fa

      Esatto, volevo dire quello. Se il Toro sa di Toro e sa trascinare i risultati non sono poi importanti. La squadra di Camolese è andata in B perchè la stagione era oramai ampliamente compromessa, ma quella squadra con l’arrivo di CAmola ha lottato su ogni campo, nonostante davvero ci fosse poca qualità. A questo mi riferivo. E per questo meritava la conferma. Possiamo dire la stessa cosa della squadra di Longo?(nonostante tutti i se e i ma)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        Camolese ave6una squadra comunque peggiore di quella di Longo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. christian85 - 2 settimane fa

      Ciao poeta Rimbaud!
      La differenza del Toro di Camolese del 2009 e di Longo e’ che Camolese aveva un attacco penoso a parte Bianchi : Ventola che ormai era a fine carriera, Malonga………. Amoruso che purtroppo era la brutta copia dell’Amoruso della Reggina, Di Michele che anziche’ essere stato un colpo e’ stato un flop e per finire il fantastico ELvis Abbruscato… con Rosina trequartista.

      La serie A del 2009 pero’ era ancora una Serie A degna di essere chiamata tale…
      mentre dal 2012 a oggi, il campionato italiano puo’ essere considerato ormai morto .

      Longo con quella squadra e con quella Serie A probabilmente non avrebbe nemmeno fatto la meta’ dei punti conquistati da Camolese.
      Ecco, Camolese e’ stato l’unico che avrei chiamato se non Longo e credo che forse ci saremmo salvati largamente in anticipo.

      Ma questo non vuol dire che LOngo sia un inetto confronto a Camolese… soltanto che Camolese ha avuto piu’ esperienza e sapeva come gestire il Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. skrunk - 2 settimane fa

    Vorrei fare solo una piccola considerazione…
    Sono convintissimo che Moreno abbia fatto bene a punire Millico ed Edera, tanto più in considerazione del fatto che è stato ed è il loro mentore, l’avranno fatta grossa… ma ricordo a tutti che si fa in fretta a condannare, spesso senza sapere cosa abbiano realmente combinato…
    Sono due dei maggiori talenti venuti fuori dalle giovanili, vogliamo dare a questi ragazzi la possibilità di fare ammenda e mettersi a disposizione di tecnico, squadra e società, prima di lapidarli?
    Credo Moreno volesse dare una bella strigliata ai due, con i giovani serve, ogni tanto…
    Basta pensare a tutte le cazzate che abbiam fatto da giovani e a quelle che tanti di noi continuano a fare da persone “mature”…
    Riflettere prima di scrivere a muzzo non farebbe male…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 2 settimane fa

      Io credo che Moreno l’abbia fatto per dargli una lezione e fargli crescere, non certo per condannarli definitivamente, ci mancherebbe. E così dobbiamo rpenderla anche noi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marione - 2 settimane fa

      Purtroppo mi sa che il talento lo ha uno solo, l’altro ha solo l’aria da divo. E mentre sono entrambi montati, uno potrebbe anche avere delle scusanti, l’altro molto meno. La mia impressione è che entrambi abbiano chiesto di essere ceduti, probabilmente in modi non proprio eleganti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

        Per essere ceduti occorre qualcuno che li vuole. Ora con ‘l’esperienza accumulata fin qui non so quali squadre blasonate siano disposte a mettersi in fila per questi due ragazzi che nulla fino a adesso hanno dimostrato….Data la loro posizione farebbero bene a tenersela stretta quella maglia che fino ad’ora è l’unica che gli ha garantito un contratto da professionisti…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mattia19_9_1530065 - 2 settimane fa

    troppo spesso ci siamo riempiti la bocca con lo Slogan “il toro siamo noi”..beh mai come quest´anno dovremo prenderci la responsabilitá di ció.. siamo una tifoseria mediocre, meritiamo un toro mediocre ed una societá mediocre.. questa é la verita attuale!
    Non lo dico io lo dicono i Numeri… Numero di spettartori allo stadio imbarazzanti tanto quanto i punti fatti dalla squadra e i soldi non spesi dalla societá… e non raccontiamo la favola che devono meritarci, perché siamo gli stessi che se la tirano in Giro per l´italia con la barzelletta che il Tifoso del toro é diverso e tifa per la maglia sempre e comunque.. miao!

    SIAMO LO SPECCHIO DI QUESTA SQUADRA E DI QUESTA SOCIETÁ, PRIMA LO CAPIAMO PRIMA (FORSE!!!) RIPARTIAMO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 2 settimane fa

      LA CAIRESE SIETE VOI!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mattia19_9_1530065 - 2 settimane fa

        non capisco bene Cosa intenti con quel voi..ma capisco benissimo che riassumere con una frasetta di quel tipo lo scempio che accomuna TIFOSERIA TUTTA, societá e squadra sia semplice e comodo…
        se il toro come ti piace dire é diventato la cosiddetta cairese la colpa va divisa tra tutti, tifoseria mediocre compresa…abbiamo semplicemente cio che ci meritiamo: IL NULLA!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. geloofsgranaat - 2 settimane fa

          Infatti abbiamo lo sceicco mandrogno, la massima espressione del nulla cosmico sportivo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. mattia19_9_1530065 - 2 settimane fa

            verissimo..!!e noi siamo la massima espressione della tifoseria che un allenatore decente (neanche bravo eh) e un qualsiasi giocatore con un minimo di mercato non vorrebbero ma avere!

            Mi piace Non mi piace
          2. geloofsgranaat - 2 settimane fa

            Credo di poter dire, a prescindere dai punti di vista, che la colpa non è dei tifosi.

            Se siamo arrivati a questo punto è per esasperazione, a causa di tutte le porcate che ci siamo dovuti sobbarcare dal mandrogno in 15 anni di sua gestione.

            Mi piace Non mi piace
          3. mattia19_9_1530065 - 2 settimane fa

            posso essere d accordo anche qui.. la colpa non é dei Tifosi ma anche i Tifosi Hanno delle colpe per la situazione attuale che si vive al toro.. ció che non mi va giu é il fatto che contiuamo a tirarcela per cose che non esistono piu.. ammettiamo di essere una tifoseria mediocre.. ammettiamo di non essere piu quella di una volta.. ammettiamo di Valere la squadra che abbiamo.. non raccontiamoci balle da soli sul fatto che siamo una delle tifoserie piu belle d´italia.. tutte balle!

            Mi piace Non mi piace
        2. marione - 2 settimane fa

          Buona questa: Un imprenditore pone sul mercato un prodotto/servizio penoso, ma la colpa è dei clienti, che dovrebbero comprarlo pure se fa schifo. Guarda che l’allenatore è pagato, non è che deve aspettarsi gli olè dei tifosi. Strano però che Mihailovic dice che a Torino è stato benissimo e ringrazia i tifosi. Io Cairo non l’ho mai votato, ho una Magnum di Don Perignon da aprire quando so io, quindi non mi sento responsabile

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. mattia19_9_1530065 - 2 settimane fa

            bella sta barzelletta di Sinisa riporata alla cazzo giusto per farci credere di averlo ancora lungo… guarda l´intervista completa cosi senti quello che ha detto… anche se in realta non servirebbe visto che tutti i Tifosi del toro sannoo benissimo quanto sia stato maltrattato pure lui…
            ci tengo a precisare che quando arriverá quel giorno la bottiglia l apriró pure io..anche se avremo risolto (speriamo) il problema societa, ma rimarrá quello tifoseria… vedendo poi che c´é chi come te che parla di “prodotto”, “clienti” ecc ec quando parla di toro si rafforza il mio pensiero……..

            Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 settimane fa

      Caro Mattia, qui di imbarazzante ci sono i risultati sportivi ,le prese per il didietro da parte di chi può costruire e non lo fa. Io ero uno tra i 60000 di Torino Mantova, perché ci credevo nella riscossa del Toro, mi sono abbonato per anni in curva, poi quando ho visto la mancanza di volontà di crescere, di strutturarsi allora ho capito. Qui non c entrano i tifosi, che ti ricordo sono gli unici a mettere i soldi nel Toro, perché Cairo i suoi non li mette, ma c entra molto il provincialismo verso il quale siamo scivolati e o commenti come il tuo seppur rispettabile, lo connota in pieno. Pensa cosa sarebbe il Toro di oggi senza alle spalle la leggenda del Grande Torino. E tu mi fai i pistolotto sul numero di tifosi allo stadio che dovrebbero continuare a spendere soldi per guardare scene orripilanti e prestazioni senza dignità stando pure zitti ? Ma per favore!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mattia19_9_1530065 - 2 settimane fa

        con tutto il rispetto credo che se il mio commento denoti il provincialismo nel quale siamo scivolati, il tuo denoti appieno quello del Tifoso granata convinto di meritare l´alta classifica solo perche abbiamo una storia e perche paga il biglietto…convinto di far parte della tifoseria piu bella d´italia che merita altri palcoscenici…
        e non ho mai scritto che dobbiamo accontentarci o stare zitti.. ma che bisogna riconoscere la mediocrita nella quale siamo caduti…
        mi chiedo sempre perche nel 2003 alla Marcia dell´orgoglio granata eravamo in 50 mila (c´ero , come al delle alpi col mantova ma direi di smetterla di tirarcela per cosi poco!)mentre oggi ad un qualsiasi evento granata (amichevole,ritiro,stadio,manifetsazioni) ci siano 4 gatti…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 2 settimane fa

          Eravamo in 50000 , ma avevamo fatto una finale Uefa. Quando eravamo in 60000 allo stadio eravamo ancora in serie b. E l anno successivo di abbonamenti ce n erano 20000. Poi la storia la conosci e purtroppo non la vedi tutta. Se in una finale per tornare in A ci sono 600000 persone e l anno successivo al delle Alpi (ed io ero un un’abbonato in maratona) c era una media di 30000 persone per vedere Oscar brevi , le potenzialità di pubblico c erano. Ma il nostro amico al comando ha preferito voltarsi e depauperare il patrimonio di tifosi che accorrevano abbastanza numerosi per andare a vedere un compagine neopromossa. Secondo me sarebbe ora che si cercasse un acquirente serio e vendesse la società e sono convinto che i tifosi tornerebbero.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. ddavide69 - 2 settimane fa

          Mi sono riferito alla marcia dei 50000 sbagliando, parlavo della contestazione da borsano quando vendette lentini al Milan dopo l exploit in Uefa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. mattia19_9_1530065 - 2 settimane fa

            anche sui 30 mila al delle alpi il primo anno di a ti sei sbagliato….dato che ci eravamo appena trasferiti all olimpico……….

            Mi piace Non mi piace
  4. bloodyhell - 2 settimane fa

    si continuano a fare illazioni su quanto sia successo in questa stagione nello spogliatoio granata. qualcosa è sicuramente successo,ma nessuno è stato in grado di dare qualche certezza sui malumori dei giocatori granata. a mio avviso non è importante conoscere i particolari, nemmeno dell’esclusione per scelta tecnica di edera e millico, per ammettere un dato quanto mai oggettivo: negli ultimi due anni due allenatori,oltre a non dare un gioco alla squadra, non sono riusciti a tenere in ordine uno spogliatoio. non ci sono riusciti nemmeno con due giovani come millico ed edera. queste, per due allenatori,sono responsabilità gravi. è compito di un allenatore vedere e prevenire certe problematiche, che se accadono non possono vederli esonerati da responsabilità perchè sono brave persone o ci sono particolarmente simpatici. nel lavoro,specie quelli lautamente pagati, non si è scelti per empatia ma perché ci viene riconosciuta una qualche abilità. Ora tra noi si è creata la polemica tra i pro e i contro moreno longo, che dovrebbe essere giudicato in base ai risultati e alla qualità del gioco espressa. e se vogliamo essere onesti, e non partigiani,sono mancate tutte e due le cose. chi sostiene longo tende a circondarlo con tutte le scuse possibili immaginabili per difenderlo, e si sa come nella vita se uno vuole trovare scuse per giustificare un fallimento ne può trovare quante ne vuole. il mitico mimmo ha difeso mazzarri per mesi, sostenendo che prima o poi il suo lavoro avrebbe pagato.Tutti abbiamo potuto vedere come è andata a finire. non è una critica a mimmo,sia chiaro, ma vorrei che a volte ci si fermasse a riflettere sul serio e a giudicare con i fatti, non con i se e con i ma. e i fatti dicono come nello spogliatoio del toro da tempo regni il caos, esattamente come era successo nel napoli di ancellotti all’inizio di questo campionato. al napoli hanno chiamato gattuso e ha risolto, e si è passati da un maertens in scadenza di contratto certo di andare via ad un maertens che ha rinnovato,oltre a vedere un napoli ricostruito nello spirito e nel gioco. da noi è stato chiamato longo, e il caos nello spogliatoio semmai è aumentato, arrivando a coinvolgere persino i più giovani. sulla qualità del gioco meglio calare un velo pietoso. longo è una brava persona ed è uno di noi,ma per il suo bene e per il nostro, meglio vada a dimostrare le sue ancora presunte qualità di allenatore da qualche altra parte, ne ha bisogno lui, ne ha bisogno il toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 2 settimane fa

      Ecco l’avvocato di ufficio di Moreno! Scherzi a parte nessuno sa cosa può essere successo, il gioco sicuramente non è stato entusiasmante (qualcosa di meglio si è visto, ma non basta) e la difesa continua a fare acqua da tutte le parti in modo sempre più preoccupante. Sicuramente di scusanti ne ha tante e per me rimane un ottimo allenatore che ha bisogno di fare ancora esperienza, ma che come integrità morale e come persona non si discute. Ammetto però, che se anche il poco tempo a disposizione per la prossima stagione farebbe propendere per una permanenza, Moreno ha fatto il minimo sindacale e forse sarebbe meglio per entrambe le parti una separazione che potrebbe essere un arrivederci.
      Io ho fatto voto di sostenerlo fino a fine stagione senza se e senza ma, se non altro per non dare ulteriori alibi alla proprietà e ai giocatori che quest’anno come mai hanno fatto ciò che hanno voluto. Quanto alla prossima annata è una decisione difficilissima che non saprei valutare, bisognerebbe essere lì e capire cosa è davvero successo, qual è stato il lavoro di Moreno, se ci sono margini per fare meglio con altri presupposti. E’ una decisione che solo Cairo e vagnati possono prendere in quanto solo loro hanno gli elementi per farlo e mai come quest’anno non dovrà essere una decisione superficiale come quelle a cui ci ha abituato Urbano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bloodyhell - 2 settimane fa

        è sempre un piacere leggere l’avvocato d’ufficio di moreno! un abbraccio fratello rimbaud

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tarzan - 2 settimane fa

    “Aperta parentesi: meglio ridurre elogi e abbassare le luci dei riflettori, quando dalla Primavera granata usciranno altri talenti promettenti.” Giusto. Per fortuna, con gli investimenti destinati alle giovanili da Cairo, si tratta di un rischio abbastanza remoto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. geloofsgranaat - 2 settimane fa

    Non si preoccupi, Sartori, i due “mocciosi” faranno certamente le valigie senza che sia Lei a spingerli a farlo.

    A proposito del discorso “l’uomo prima del calciatore”, provi a proiettarlo sul mandrogno, con al posto del “calciatore” il termine “imprenditore”.

    Sono certo che le sorprese non mancherebbero, anche se costui le valigie le fara soltanto quando avrà terminato di spremere e distruggere i resti del Torino Calcio.

    Alla prossima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. MV - 2 settimane fa

    E mentre ci sono offro altri dati alla gentile redazione nel caso in cui volesse smettere di lisciare il pelo ai tifosi e volesse fare un articolo sulle loro responsabilità.
    Qui c è gente che ha giocato allo sfascio da luglio dell’anno scorso. Walter era da esonerare dopo Lecce, certo. Ma solo io ricordo la contestazione notturna dopo la vittoria di Genova? Rinfresco la memoria agli smemorati. Contro il Genoa il Toro vince (giocando male). Al ritorno il pullman viene affrontato da un gruppo di tifosi (?) arrabbiati. Tra quella e le successive 5 partite (Fiorentina, Verona, Spal, Roma e Bologna) il Toro farà 13 punti. Quindi, la contestazione dei tifosi si colloca in mezzo a una serie di match in cui il Toro viaggia a una media di 2 punti e qualcosa a partita.
    In sintesi: i tifosi contestano la squadra (non la società) mentre va a un ritmo da zona Champions. Nessuna responsabilità nella destabilizzazione successiva?
    Quindi Gallo e Sirigu, che dissero il contrario, sono entrambi visionari?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 2 settimane fa

      Sirigu se ne va perchè è stufo delle palle che racconta il mandrgono. Fattene una ragione non sono tutti babbalei come te. Apri gli occhi. Non aspetta che ti potresti farti male. Il prossimo anno vedrai il grande Strefezza, col Traapani però

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tifoso vero - 2 settimane fa

        Scusami te l’ha detto Sirigu direttamente?. O sono quelle cose che uno si inventa per dare forza alle proprie considerazioni e le spaccia come verità assolute. Pratica di cui si abusa in questo sito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gianTORO - 2 settimane fa

          c’è chi spala merda di mestiere ma temo sia proprio così nella vita…sono i Napalm51 dei poveri…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. marione - 2 settimane fa

            C’è chi invece avendo una vita di merda ed una famiglia di merda, pensa che stare nella merda sia la condizione ideale. Per i falliti si, è assolutamente normale

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 2 settimane fa

            Nella merda ci siamo da anni ma quelli come te non se ne accorgono neanche , si vede che si sono abituati .

            Io per fortuna non ancora.

            Mi piace Non mi piace
          3. geloofsgranaat - 2 settimane fa

            Con una affermazione del genere, se tu fossi vissuto ai tempi del vecchio Fila, avresti il sedere grosso come un pallone sonda a furia di calci e, tutte le volte che entravi, te ne arrivava una scarica.

            Mi piace Non mi piace
        2. marione - 2 settimane fa

          No, non me lo ha detto personalmente. Ma non sono nemmeno le cazzate che UNO si racconta per coprirsi gli occhi e pensare di tifare Toro e non cairese. Ne parla La Stampa e insieme a lui riporta un elenco di giocatori che se ne vogliono andare (una dozzina mal contati). Me lo ha detto invece personalmnte un dipendente della cairese (o se preferisci un libero professionista che lavora per sta società) che un genitore di un ragazzino abbia detto andiamocene perchè questi sono dei pagliacci incapaci.
          P.S. Non te lo dico io che gran campionato, guardati la classifica, o chiudi gli occhi e con i tuoi compari di che era una squadra da champions.
          Purtroppo i tifosi… gli arbitri.. la sfiga… le solite scuse dei perdenti nati

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Tifoso vero - 2 settimane fa

            Ah be’ se te l’ha detto l’amico dell’amico allora mi inchino…
            Ammesso sia vero, ma cosa ne sai delle motivazioni per cui uno li definisce pagliacci incapaci? Solo perchè coincide con il tuo pensiero? E’ comunque un opinione personale (magari perchè il figlio non è stato considerato…)
            Detto questo la società ha sì le sue colpe, nessuno dimentica il tipo di campionato deficitario fatto e la salvezza arrivata non so come.
            Ma anche continuare a dare la colpa alla SOLA società è da perdenti.

            Mi piace Non mi piace
      2. fabio00ari - 2 settimane fa

        Purtroppo anche io penso che Sirigu possa davvero partire. Ieri sera mi son giunte voci da fonti affidabili che a quanto pare Sirigu abbia già dato disdetta affitto casa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 settimane fa

      Invece tu che ricordi tutto , cosa midici dei 15 anni di nulla cosmico combinato dal TUO GRANDE PRESIDENTE?

      Lasciare una squadra professionistica di serie A senza ds per tutto il mercato estivo ,quando già lo sapeva da marzo ? DIMENTICATO

      Fare un acquisto mirato all’ultima ora di mercato quando si sarebbe dovuta rinforzare la squadra subito di almeno 3 elementi visto che si giocava la qualificazione Europea ? DIMENTICATO

      Fare la solita melina con il caso N’koulou e la storia dei premi per la qualificazione in Europa ? DIMENTICATO

      Arrivare a gennaio e invece di correre ai ripari prendendo qualcuno ,si cedono Bonifazi (per prendere anche un bel po’ di soldi dopo la minchiata fatta per Verdi) e Falque e pure Laxalt ? DIMENTICATO

      Aspettare la fine del mercato di riparazione e pochi giorni dopo esonerare mister Rosa Corta? DIMENTICATO

      Fai una cosa , vai da un medico bravo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        8 coglioni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granata - 2 settimane fa

    Parere mio personale, su Lukic non basta essere un bravo ragazzo, quale è, per dire che ci si deve puntare sopra. Se si vuole crescere io lo considererei un panchinaro affidabile. Edera ha un bel talento nel ballo da discoteca. Un bel tiro ma assenza totale al sacrificio per se e per la squadra. Millico idem come Edera con un difetto tecnico. Sa fare solo una cosa. E fa solo quella peccato non sia Lewandosky. Dovrebbe fare almeno 2 anni in b con un allenatore che sa di calcio, gli cambi ruolo e compiti per aumentargli conoscenze tattiche e tecniche per poi valutare. A quell’età, i campioni , fanno già altro. Lui non ha voglia di impegnarsi, non l’ha mai avuta. Nei giovani emergeva , bastava l’anticipo sul tempo di esecuzione per segnare ed eludere la marcatura. I difensori in serie A ti studiano e poi ti neutralizzano. Finisco col dire che in una squadra ci sono equilibri di spogliatoio. Non si può al primo arrivato dare titolarità se prima in allenamento e poi in campo non dimostra. Gli allenatori non sono autolesionisti. Se un giocatore è forte gioca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. geloofsgranaat - 2 settimane fa

      “Dovrebbe fare almeno 2 anni in b con un allenatore che sa di calcio, gli cambi ruolo e compiti per aumentargli conoscenze tattiche e tecniche per poi valutare. A quell’età, i campioni , fanno già altro”.

      Eh già, questa affermazione mi ricorda un certo contratto non depositato nell’ultima mezz’ora di calciomercato.

      Ovviamente, se le cosa fosse stata fatta, com’era giusto, forse oggi non ci ritroveremmo un moccioso incacchiato e spocchioso, purtuttavia con una stagione alle spalle da comparsa (sua la colpa, forse?) e un anno perso, e con la valigia in mano, ma non per un prestito.

      In ogni caso, meglio i vari fenomeni parastatali che, quest’anno, ci hanno deliziato con delle prestazioni e degli incontri “esorbitanti”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 2 settimane fa

      @geloo, il contratto non depositato fa il pari con altri giocatori persi alle buste non presentate. Al di là di questo, però, Millico doveva incanalare la delusione in allenamento mettendo in difficoltà il mister. Mai mai mai fatto. I vari mister mai si sono trovati in difficoltà di scelta. Hanno sempre dovuto stimolare, coccolare, seguire sino ad arrivare a non sapere cosa fare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. geloofsgranaat - 2 settimane fa

        Ciò non giustifica, anzi condanna ancor di più il mandrogno e il suo nulla sportivo cosmico, fatto di false promesse, di “colpi quasi fatti”, di allenatori aziendalisti e di una montagna di frottole e fandonie raccontate in 15 anni di gestione.

        In una società/azienda, in cui il proprietario e le sue prime linee gestiscono in tal modo il personale dipendente, la risposta di quest’ultimo non può essere che una sola: ricerca di altri lidi con maggiori soddisfazioni retributive, di lavoro e di carriera,

        Ed è quello che avverrà prossimamente.

        Per Millico la medicina migliore sarebbe stata il prestito (e si sapeva, date le caratteristiche del soggetto) ad altra squadra e l’occasione e stata gettata al vento, causando la situazione attuale.

        E ora vediamo come rislveranno il problema.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cuore granata 69 - 2 settimane fa

    Credo che tutti voremmo giovani del vivaio italiani in prima squadra.E se giocano ben venga.In questo caso capisco le parole non di uno ma di piu’ allenatori che sostengono che e’ piu’ facile allenare ragazzi stranieri che italiani.perche’ sono piu’ dediti al sacroficio, se vanno in panca non si lamentano ecc ecc..mi pare che ultimamente i nostri giovani appena fanno mezza partita decente abbiano troppe pretese,il posto te lo giuadagni a suon di partite fatte in un certo modo,non perche’ ti gelli i capelli o ti chiami edera e hai il procuratore che batte cassa per 2 partite positive.ps: basti guardare atalanta..tutti i giovani diciamo il 90% sono stranieri e sono molto forti..un caso non credo..Da noi Zaniolo( esempio) subito big, soldi..ma giocate e divertitevi.mangiate il prato e se siete veramente bravi vedrete che il campo non ve lo nega nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. MV - 2 settimane fa

    10 gennaio 2020, Sirigu:
    “Il 2020 è iniziato come si è concluso il 2019: con i fischi. L’ambiente non è contento, è ostile. Noi abbiamo attraversato un periodo non all’altezza e potevamo dare molto di più. Abbiamo delle difficoltà oggettive quotidiane: giocare in casa è sempre più difficile. Non vogliamo essere coccolati, ma neanche essere criticati in maniera preventiva come sta avvenendo ultimamente. Con il Genoa già dopo dieci minuti avvertivamo il malcontento seppur lo stadio fosse vuoto (3975 spettatori paganti, ndr), però, quando sbagliavamo sentivamo i mugugni. Certe volte mi chiedo che cosa mi faccia andare avanti”.
    Eh, ma la colpa se va via è tutta di Cairo. Sia mai che il tifoso del Toro si assume una responsabilità. Ridicoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sentenza.3 - 2 settimane fa

      23/07 Bomber Zaza “2 anni al di sotto delle aspettative”
      26/07 Verdi “deluso dalle mie prestazioni, servirà altro”
      26/07 Galletto Belotti”gan parte delle colpe per questa stagione sono nostre…”
      Tutti buoni a sputare sul solito “ambiente” quando comodo e poi a bocce ferme ammettere di aver fatto vomitare…defni dipendenti di questa scatola vuota. si noi viviamo su marte ma tu viaggi su Neowise, ci vediamo tra c.ca 7000 anni. Ciaooooooo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. MV - 2 settimane fa

        Bene. Registro che Gallo e Sirigu sono degli opportunisti, “degni dipendenti di una scatola vuota”. Almeno poi non date la colpa a Cairo quando se ne vanno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Sentenza.3 - 2 settimane fa

          Vai tranqui, puoi dire che è solo colpa mia, Cairetto sappiamo che si fa in tre o addirittura quattro per noi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 2 settimane fa

            Questi hanno il cervello ottenebrato, a sto’ punto spero per loro che vengano pagati per dire cio’ che dicono

            Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 settimane fa

      il 2019 si è concluso con i fischi perchè abbiamo mollato con L’empoli e volevamo l’Europa e allora non si sapeva ancora come sarebbe finita la storia del ripescaggio al posto del Milan.

      Chiediamo scusa a te e a Sirigu se dopo anni e anni di delusioni la gente si era illusa di poter partecipare a una competizione Europea .

      Detto questo mi pare che il clima ostile si crea se non c’è chiarezza negli obbiettivi , infatti per andare in Europa qualcuno ha detto che la squadra era difficilmente migliorabile….ma questo tendete a dimenticarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. MV - 2 settimane fa

    Giusto per puntualizzare. Una delle principali accuse mosse a Ventura era che non valorizzava i ragazzi del Fila. Ora magicamente su scopre che molti di questi tifano Juve, sono dei montati e soprattutto non sono all’altezza della A. Ora che l ha certificato anche Longo qualcuno sarà più tranquillo.
    Quanto a Sirigu, ricordo a chi fosse vissuto su Marte che a gennaio lui,insieme al Gallo, si sfogarono contro la contestazione dei tifosi, facendo capire che era uno dei motivi per cui dubitava se continuare al Toro.
    Si entrambi i temi sarebbe gradita una autocritica di tifosi e giornalisti di Toronews, ma so che non arriverà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 2 settimane fa

      E l’autocritica di sta società di pezzdenti che raccontava di Champions e di squadra dificilmente migliorabile? Meno male che ci sono i coglioni che ci credono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Filadelfia - 2 settimane fa

    EDERA bocciato. HA finito i bonus. Game Over. MILLICO può ancora avere altra opportunità. Ma deve cambiare registro SUBITO. Sennò farà la fine di EDERA. Ragazzo sveglia prima che sia troppo tardi. Contento per SINGO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Dr Bobetti - 2 settimane fa

    Lukic è da rivedere prima di una bocciatura. Quest’anno ha avuto notevoli problemi fisici ed è finito in mezzo al tritacarne di una stagione pessima.
    Bremer è indubbiamente cresciuto e per me merita di stare al Toro, ha il temperamento, buoni piedi ed è di esempio.
    Singo si è fatto trovare pronto ed ha personalità, merita di essere il futuro di questo Toro, come Bremer e Lukic.
    Edera penso l’abbia fatta grossa considerando che all’inizio della ripresa Longo lo utilizzava (ma pure Mazzarri aveva incominciato a lavorarci per trasformarlo punta centrale). Millico non ha avuto pazienza, doveva già essere via in prestito a farsi le ossa.
    Di fatto c’è una rosa intera o quasi da vendere e rifondare, a Vagnati spetta un compito arduo. Ringraziando Cairo per aver spento la fiducia nei giocatori, vedi Sirigu, che ora giustamente vogliono andarsene altrove.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. marione - 2 settimane fa

    Forse non vi siete resi conto, o avete girato la testa perchè è meglio fare finta di nulla, che stanno chiedendo in massa di andare via. Da un ragazzino di 14 anni al portiere, passando per quelli in mezzo. Tutti adducendo lo stesso motivo: non credono più alle parole della società… vabbè società sta accozaglia di incapaci. Sono tutti stupidi, ingrati e altro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 2 settimane fa

      facci un favore…compralo tu il Toro e facci vedere che non sei solo bravo a buttare merda a prescindere. magari sarai così bravo da non trovare mai qualcuno che ti butterà merda addosso a prescindere perchè questo è il suo linguaggio e la sua frustrazione della vita…un uomo da capire ed aiutare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. marione - 2 settimane fa

    Forse non vi ste resi conto, o avete girato la testa perchè è meglio fare finta di nulla, che stanno chiedendo in massa di andare via. Da un ragazzino di 14 anni al portiere, passando per q

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. christian85 - 2 settimane fa

    Direi che in questo caso,
    nessuno è degno di essere chiamato uomo. Tantomeno calciatore.

    Hanno fatto le merde soprattutto con noi che non c’entriamo nulla, facendoci passare un anno di pura tristezza.

    Per come si sono comportati ( tutti, ma dico tutti, compresi Belotti e Sirigu ) meriterebbero solo di andarsene e cambiare aria.

    E’ stata talmente una stagione negativa in tutti i sensi che non voglio più vedere nessuno di loro il prossimo anno; sarebbe già motivo di presenza negativa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 2 settimane fa

      Tranquillo che ti accontenteranno in buona parte, ovvio chi non ha mercato te lo sorbisci pure la prossima stagione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 2 settimane fa

        AH BEH… chiaro Marione.
        Ma chi non ha mercato, praticamente non ha mai giocato.

        Tralasciando quelli, tutti gli altri dipendesse da me.. via via.. tutti via

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. leggendagranata - 2 settimane fa

    Includere Lukic tra Bremer e Singo può avere un significato solo dal punto di vista comportamentale, ma non mi pare che la sua sia stata una stagione nel complesso positiva. Fa parte di quella schiera di centrocampisti (ad esempio il buon Farnerud) che svolgono il loro compitino diligentemente, ma che mancano di quella personalità necessaria in mezzo al campo. Per quanto riguarda la Primavera del Toro dico da tempo che molti tifosi tendono a prendere lucciole per lanterne. Di Edera non so che dire, ha già ricevuto diverse bocciature, per Millico c’ è una sola strada: darlo in prestito in Serie B o Serie C, a un buon allenatore che sappia gestire i giovani e vedere se ha le palle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 2 settimane fa

      Posso dirti che magari Lukic fosse Farnerud. Ho un gran ricordo dello svedese prima che si spaccasse entrambe le ginocchia secondo me era davvero un bel giocatore, vedremo lukic da un ragazzo cresciuto al partizan ci si aspetta più personalità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 2 settimane fa

        Lukic ha avuto una metamorfosi allucinante.
        Lo scorso anno che abbiamo fatto 63 punti sul campo, Lukic aveva addirittura scalzato le gerarchie in centrocampo, prendendo posto a Baselli.

        Quest’anno invece, complice la lunga lombalgia, lo ha ridimensionato parecchio e psicologicamente è crollato.

        Nello 0-7 con Atalanta fu espulso per un fallo da idiota.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. dennislaw - 2 settimane fa

    Io dico che ieri forse “ è nata una stella”. Non capisco perché zSingo sia fimasto in panca un anno e mezzo mentre giocava Aina. E poi ieri c era di fronte la Roma che cercava punti. Mi è piaciuto anche Zaza. Naturalmente Bremer. A lukic do la sufficienza non per l impegno ,ma perché è quella roba lì un buon panchinato per una squdra che punta all Europa. Siamo il Toro non il Frosinone. Così ringrazio Longo ma non so …sarebbe meglio un allenatore che ha dimostrato qualcosa in serie A. Sono d accordo con chi è perplesso su Gianpaolo.mi piacerebbero Di più altri profili come Semplici, d aversa, liverani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. dattero - 2 settimane fa

    edera gia nei primavera venne messo fuori,l’altro ebbe atteggiamenti altezzosi decisamente fuori luogo. si perderanno nei meandri della C.
    MILLICO VOGLIO VEDERLO IN SQUADRE TIPO BARI,PER ESEMPIO,o in una di bassa B,son proprio curioso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Rimbaud - 2 settimane fa

    Credo che questo sia l’unico principio a cui deve ispirarsi Vagnati. Fuori gli elementi di disturbo, i nomi non contano, dentro gente umile e capace, meglio una squadra meno tecnica con due palle così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Steu68 - 2 settimane fa

    Fratelli, ieri sera, nonnostante la sconfitta, mi sono quasi divertito, abbiamo giocato a calcio, corso, pressato….certo la strada è ancora lunga, ma finalmente non è stata la solita agonia. Due su tutti Bremer e Lyanco. Il primo da me caricato di improperi sin dall’inizio ed ora perno difficilmente sostituibile della difesa. Le amnesie, la poca grinta sembrano solo un lontano ricordo. Ottimo. Il secondo percorso inverso. Mi aveva illuso fin dal suo esordio. Vedevo in lui un vero “fuoriclasse” della difesa. Invece si sta rivelando per quello che forse è realmente. Peccato, se anche lui fosse cresciuto al pari di Bremer forse avremmo la difesa del “futuro” bella pronta. Beh naturalmente grande Singo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. user-14280108 - 2 settimane fa

    La differenza fra Primavera e serie A è abissale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 settimane fa

    Bravo Longo !
    Stai seminando per costruire una squadra di giocatori che sappiano usare la testa e il cuore.
    Spero ti confermino e di vedere il Toro allenato e costruito da te il prossimo anno. Fiducioso che faresti un ottimo lavoro.
    Se l’alternativa è Gianpaolo voto Longo senza indugi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Steu68 - 2 settimane fa

      Amen Fratello!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il_Principe_della_Zolla - 2 settimane fa

      Capisco, credimi. Ma se siamo condannati a tenerci Cairo, è meglio che anche Longo vada, serve un reset, e lui non è la persona giusta. Non ci devono essere alibi. Non so se arriverà Giampaolo, ma se fosse non è cosi’ male.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Steu68 - 2 settimane fa

        Principe, ma sto Giampaolo, cosa ha fatto per meritarsi tutta questa stima? Le ultime 3 stagioni non sono proprio da incorniciare. 2 decimi posti, più o meno, in classifica e un esonero. E non allenava il Frosinone, ma la stessa squadra che ora gioca bene, segna e diverte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Il_Principe_della_Zolla - 2 settimane fa

          Ciao, metterei un attimo a lato la questione esoneri, dolenti note per quasi tutti gli allenatori. Dico solo che l’Empoli o i ciclisti targati Giampaolo (le due ultime esperienze prima del fallimento Milan) esprimevano un gioco divertente e aggressivo, e soprattutto organizzato. Dopo anni di Mihajlović (non mi è mai piaciuto, né l’uomo né l’allenatore, opinione personale), Mazzarri e Longo, vedere una squadra in campo e non undici a correre o passeggiare dietro un pallone sarebbe un buon viatico. Poi, va da sé, Cairo in sella e i suoi mercati, puo’ arrivare chiunque e troverà sempre lungo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Steu68 - 2 settimane fa

            Non so cosa dire. A giustificazione del gioco non particolarmente spumeggiante da parte di Longo espresso sino ad ora, credo ci sia l’anno e mezzo di non gioco di WM. Una situazione tecnico-tattica-mentale difficile da spazzare via in poco tempo e con una squadra allo sbando.

            Mi piace Non mi piace
        2. marione - 2 settimane fa

          E’ uno yesman, non lo chiede nessuno, quindi può avallare tutte le scelte e le balle di Cairo e stare zitto. Peggior allenatore al Milan dalla fondazione del club.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 settimane fa

      @principe della zolla: Capisco il tuo parere ma non capisco perché anche Longo dovrebbe far parte del reset (al quale auspico anche io )
      Per quanto riguarda Gianpaolo, non mi piace lui come atteggiamento e nemmeno come giocava con la Sampdoria e il Milan. Bene fece con l’Empoli. Un po’ poco. Lo vedo arrogante e poco adatto all’ambiente granata. E non comprendo tutto questo scetticismo per Longo. Mi pare sia stato bene accolto anche da quella “manica” di sciagurati che ci sono all’interno del gruppo. Aver punito poi Edera lo ritengo più che doveroso. È un’eterna promessa che si è montata la testa, al pari di Millico che però sembra avere doti tecniche ben superiori e proverei ancora con lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Steu68 - 2 settimane fa

        Ci lamentiamo, io per primo, che ormai non ci riconosciamo più in questo calcio fatto solo di primedonne e budget miliardari e rimpiangiamo quello d’altri tempi fatto di galantuomini e calciatori veri, uomini con valori. Bene, Longo mi sembra appartenga a questa categoria, e penso che sarebbe giusto, anche solo moralmente, concedergli una chance “vera”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tarzan - 2 settimane fa

          Approvo!

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy