Qualche tempo fa l’avreste persa

Editoriale / Impatto positivo per Nicola sul piano del carattere e del gioco

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

“Qualche tempo fa l’avremmo persa” è il refrain che abbiamo ascoltato qualche volta di troppo nelle dichiarazioni post-partita dei protagonisti del Torino in questo campionato, quando c’era da giustificare un pareggio poco entusiasmante celandosi dietro una supposta crescita mai davvero concretizzatasi. Stavolta si può dirlo con cognizione di causa per esprimere che il primo impatto avuto da Davide Nicola è stato positivo. Il Torino di qualche tempo fa non avrebbe trovato il modo di riemergere dal 2-0 del Benevento: un parziale sostanzialmente immeritato frutto di due gollonzi (rigore dubbio e tiro deviato) dei padroni di casa che avrebbero potuto mandare al tappeto i granata, i quali non meritavano nemmeno di essere sotto di uno fino a quel punto.

LEGGI: Le pagelle di Benevento-Torino 2-2

Invece c’è stata, subitanea e piuttosto veemente, la reazione del Torino che una volta con le spalle al muro ha nuotato più forte per non affogare. Trovando con la doppietta del redivivo Zaza un punto sicuramente meritato. Tanto per Zaza quanto per il Torino una rondine non fa primavera e resta fuori discussione il fatto che ci sia bisogno di almeno un paio di rinforzi ben calibrati per ridurre il rischio di una retrocessione, che appare prospettiva possibilissima se al giro di boa hai 14 punti. Però Nicola in così pochi giorni ha saputo far vedere qualcosa di diverso. Non solo per la rimonta fatta (anche se al Torino rimontare un doppio svantaggio non succedeva da molto tempo). Ma anche dal punto di vista tecnico-tattico (Belotti più punta pura; gioco più verticale e meno sterilmente orizzontale). Se Benevento sia stato l’inizio di un percorso virtuoso lo vedremo presto. I segnali arrivati, però, sono quelli giusti.

131 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BogaBoga - 1 mese fa

    Sai chi se ne frega se tempo fa l’avremmo persa.
    Magra consolazione, queste sono partite da vincere 2-0 e tutti a casa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gianluca - 1 mese fa

    Nelle ultime otto partite (Coppa compresa) abbiamo perso una volta. E vinto una. Con 19 punti nel girone di ritorno non ci salviamo, ma nemmeno ci andiamo lontani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Emilianozapata - 1 mese fa

    Se perderemo 9 partite come all’andata dovremo vincerne 8 e pareggiarne 2. So che è lapalissiano ma la realtà è questa: dovremo cercare di perderne meno e credo che questo sia possibile. Dovremo sbagliare meno sottoporta: più difficile, ma non impossibile. Dovremo vincere di più: diciamo sette partite? Ci sono sette squadre che possiamo battere? Forse, ma non è scontato. Le neopromosse Spezia e Benevento caleranno? Penso che non sia improbabile.
    Genoa e Parma si stanno rinforzando, mi pare e questo è un problema. Il mercato è il vero problema. Non illudiamoci che con questa rosa potremo fare i 26 punti necessari. Ieri sera abbiamo fatto una fatica immane nel momento in cui dovevamo costruire, soprattutto nel primo tempo, nonostante il possesso palla. Sento già troppe opinioni appagate dal rientro di Baselli… Non basta. Non facciamo il gioco di Cairo. Fare 26 punti in un girone è roba da zona Europa. Non basterà un innesto. Nicola avrà l’enorme difficoltà di ottenere i giocatori che gli servono. Confesso che ieri sera mi aspettavo i tre punti e in tasca ne abbiamo uno solo. Domenica c’è la Viola (scontro salvezza anche se non credo che manderanno la Fiorentina in b) , poi l’Atalanta e poi il primo vero spareggio salvezza con il Genoa. Arrivare senza innesti a questo trittico (e temo che accadrà) sarebbe suicida.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Il Benevento è già calato visibilmente ma non lo abbiamo battuto.
      Baselli, tutt’altro che scarso, queste prime partite le giocherà sicuramente bene ma poi calerà come sempre accade in questi rientri dopo tempo.
      Per il resto vedremo.
      Intanto domenica siamo tutti d’accordo che si deve vincere oppure rientra nelle partite “che non sono queste che dobbiamo vincere”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. abatta68 - 1 mese fa

      Beh insomma… 26 punti non sono nemmeno da EL, visto che ne servono 65, direi ben oltre 52, che è una quota da decimo posto e senza nulla da chiedere, ovvero il classico nostro campionato che questa squadra avrebbe dovuto e potuto tranquillamente sostenere, se solo ci avessero messo un po di grinta e affiatamento. 26 punti in 19 partite non è nulla di eclatante per il valore dei singoli giocatori che abbiamo. Ovvio che se una squadra gioca di merda, tutti i calciatori sembrano molto più scarsi fi ciò che potrebbero essere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Emilianozapata - 1 mese fa

        Era la risposta che aspettavo. Grazie perché mi sto ca… do sotto e ho bisogno di ritrovare un po’ di ottimismo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Toroperduto - 1 mese fa

        Il problema è un altro.
        Questa squadra 26 punti in un intero girone di ritorno non li ha fatti.
        In un intero girone di andata non li ha fatti.

        Domandona.

        Perché dovrebbe farli nel terzo girone???

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Benzorogranata - 1 mese fa

    I mister sono diversi e hanno diversi risultati con gli stessi uomini : Meitè 3/4 titolare ….. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      E non tocca palla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Benzorogranata - 1 mese fa

        Bischero questo dipende da varie situazioni ….. il mio è per dire che qui c’è la maggior parte della gente che asserisce (chissà forse sono tutti tecnici prof) che cambiando mister il risultato non cambia ma NON È EVIDENTEMENTE COSÌ visto che Pioli, è primo e buon tecnico, lo mette li cosa che i ns non hanno MAI fatto …. FT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

          r.ponzon o benzorogranata che dir si voglia, un giorno ci spiegherai come hai fatto a passare dal sostenere lo stupendo progetto di Giampaolo e la rosa strepitosa a disposizione allo scaricare così l’ex mister. Hai speso mesi a spiegarci il “giuoco” del calcio a noi poveri ignoranti che non capivamo la bontà del progetto e ora te ne esci con questi ragionamenti? Come si fa? Basta cambiare nik?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Benzorogranata - 1 mese fa

            Mimmo ultimamente commetti troppi errori come qui, su tutta la linea editoriale tra l’altro ….. e poi visto che capisco è impossibile che abbia mai detto che il progetto GP era buono senza regista e 3/4. ….. non mi sottovalutare per favore ….. FT

            Mi piace Non mi piace
        2. Toroperduto - 1 mese fa

          Milan 0 Atalanta 3
          Un mago Pioli.
          Eggia eggia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Benzorogranata - 1 mese fa

          Faccio presente che io seguo molto e che la Dea ha preso a pallate anche il Liverpool : scarso Klop è ….. dai su fate i bravi…… FT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Toroperduto - 1 mese fa

            Ma cosa segui?
            Ha ragione Mimmo Lucabenzoni che del giuoco del calcio non sa nulla

            Mi piace Non mi piace
          2. Benzorogranata - 1 mese fa

            Ricchioboy mi hai pensato col tuo amichetto tutta notte vero ?! ……. che sfigato che sei e che vita di m….a che devi fare….. poverino pensa che io sono al mare in questo momento : goditela va là ….. FT

            Mi piace Non mi piace
  5. mp63 - 1 mese fa

    Non si è ancora fatto nulla. Male gli arbitri. Che il toro sia preso di mira non è solo evidente ma lampante. Falli a ripetizione su Belotti e nessuna ammonizione. Fallo del toro cartellino giallo. Con alcune squadre non succede. Speriamo che sia l’inizio di una ripresa. Ma con tutti i problemi che ci sono non la vedo bene. Poi vediamo a finire con il caso Lazio. Se gli va male Lotito c’è la fa pagare. Lui può.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. pupi - 1 mese fa

    Siamo passati dall’essere rimontati a rimontare noi. E allora, dov’è il miglioramento? Con GP si andava quasi sempre in vantaggio ieri sotto di 2 gol contro una squadraccia, dov’è il miglioramento? A parte una buona dose di garra in più, dovuta anche al fatto che si era sotto di brutto, non ho visto una squadra che possa salvarsi in scioltezza. Forse l’aspetto emotivo opposto (rimontato rispetto alla rimonta fatta) produce endorfine positive ai tifosi. Un misero punto abbiamo fatto, uno. 3 acquisti di valore sennò sta squadra non si salva soprattutto essendo per ora messa molto male negli scontri diretti. Intanto Meité titolare oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ddavide69 - 1 mese fa

    Giusto per dire, così magari qualcuno focalizza meglio, se avessimo 8n squadra cristiano Ronaldo, …magari fare.mo tanti gol, ma ne usciremo una caterva. Quindi servono gli uomini giusti al posto giusto. Non bastano belotti e sirigu quando fanno o facevano la differenza, serve anche gente in mezzo al campo che faccia la differenza. Non mezzo al campo abbiamo gente che la differenza la fa in negativo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      …nel senso che giochiamo con uomini in meno!! Per questo la campagna acquisti si è concentrata solo su terzini, così non si rischiava di comprare ancora altri centrocampisti inutili!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ddavide69 - 1 mese fa

    Vedo che continuano ad essere messi i meno a chi dice che la squadra senza innesti non si salva , ma senza commenti sul come si potrebbe salvare. Evidentemente molti pensano ancora che basti giocare in un certo modo e le lacune spariscono .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Pensano quello che pensano il Presiniente e il Direttore Sportivo che la squadra è buona, che non merita la posizione che ha e che è in ritardo per colpa della guida tecnica.
      Tutti quanti si risveglieranno appena il mercato sarà chiuso e noi saremo immancabilmente gli stessi in tutto e per tutto.
      Auguroni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Benzorogranata - 1 mese fa

        Ragaz Vi rispondo per come la vedo io : la guida tecnica serve per la parte mentale e di gruppo e quindi ha il suo peso e la ns rosa cosi com é si salva con questo mister (arrivato giustamente) tranquillamente ….. sono altresì certo che la societá non darà nessuno di nuovo e decisivo a Davide perchè sappiamo tutti BENE com’è : OK ?!!!!! ….. FT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 1 mese fa

      Se ti riferisci al mio post sotto, sono solo due i meno. Quindi si tratta di Cairo e Vagnati, ci sta 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Toroperduto - 1 mese fa

      È così fa parte del corso delle cose, questo risultato l’avesse portato a casa Giampaolo sarebbe stato insultato pesantemente.
      Non solo ma influisce il fatto che sia stato un pareggio raggiunto in rimonta avessero rimontato sarebbe tutto diverso ma sempre in 2 a 2 è sempre 1 punto è.
      Tra l’altro vorrei fare notare che il Benevento era fortemente rimaneggiato ma in due o tre lo sanno perché gli altri non seguono nulla

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 1 mese fa

        Il benevento era a corto di giocatori già a crotone, quando gli hanno espulso pure Sau. Solo che il crotone gliene ha fatte 4, noi no.ma questo anche per dire che noi non abbiamo giocatori peggiori del crotone… non abbiamo ancora un gioco ormai da anni!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toroperduto - 1 mese fa

          Gliene ha fatti quattro prima che venisse espulso

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. come un pugno chiuso - 1 mese fa

    innanzitutto, complimenti a Nicola, finalmente si è rivisto un po’ di spirito Toro

    poi, altri doverosi complimenti al responsabile numero uno di questa situazione, il presinientissimo uvbano: due sole vittorie in un intero girone, altro record, mai era accaduto in tutta la nostra storia, vergogna infinita

    infine, non vorrei smorzare l’entusiasmo per un pareggio con una neopromossa, ma ricordo che occorrono ancora 26 punti per salvarsi, che senza adeguati rinforzi di qualità (assolutamente necessari a centrocampo, indispensabili anche in attacco) non riusciremo sicuramente a fare; ma il pagliaccio ed il suo degno ds stanno ancora valutando …

    lo dico sin d’ora, se Davide non dovesse riuscire nell’impresa, la colpa sarà solo ed esclusivamente da attribuirsi alla società e al suo giullare numero uno, a nessun’altro ok, è lui ad aver scelto Giampaolo senza dargli i giocatori che servivano, è lui ad aver scelto miriadi di allenatori e ds uno più fallimentare dell’altro, è lui ad aver comprato quella sola di Verdi, è lui ad aver trattenuto a forza gli scontenti, è lui dopo 15 anni a non nutrire ancora nessun interesse se non quello per i suoi interessi, è lui ad averci ridotto ad una penosa provinciale capace di far felice solo più un patetico gruppetto di sostenitori del meno peggio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Athletic - 1 mese fa

    L’allenatore la scossa l’ha data, anche solo per il semplice fatto, non da poco, che siamo passati dall’essere rimontati al rimontare. Per il resto il mister sarà anche uno di noi, esperto in salvezze, grande professionista e farà sicuramente un ottimo lavoro sia nello spogliatoio che sul campo, però … però non mi risulta sia in grado di fare miracoli, per cui gli acquisti, e di qualità, restano assolutamente necessari, se si vuole continuare a sperare di mantenere la categoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    Ho letto diverse reazioni al mio commento di stamane e ci tengo a precisare che quando dico che siamo ben lungi dall’aver risolto i nostri problemi, ponendo l’accento sul fatto che alla fine dei conti abbiamo pareggiato contro una neopromossa e che pertanto c’è ben poco da esaltarsi, non intendo assolutamente sminuire l’impatto di Nicola ma soprattutto il mio pensiero non corre minimamente a Giampaolo. Voglio semplicemente dire che se ci ritroviamo a esaltarci per un miserrimo punto che in altri tempi avremmo disprezzato, vuol dire che ci siamo talmente tanto assuefatti al ridimensionamento causato da Cairo da non renderci conto che se vogliamo salvarci sono proprio queste le gare dalle quali dobbiamo tirar fuori il massimo in termini di punti. Si tratta di punti pesantissimi perchè presi a una diretta concorrente, valgono doppio! E invece ieri suonavano le campane a festa a leggere certi commenti, come se in campo avessimo visto completamente un altro Toro. Ieri c’è da salvare solo e soltanto il giusto atteggiamento con il quale sono tornati in campo nella ripresa, segno che Nicola nell’intervallo ha inciso di brutto. Per il resto come si fa a non aver visto le solite difficoltà? Nicola fa bene a sottolineare la produzione offensiva ma alla fine il tabellino dice 2 a 2 al 93esimo. E vale un punto. Vuol dire che la squadra ha continuato a cincischiare e a pasticciare come fa da quasi due anni ormai. Ripeto, ben venga la verve vista nella ripresa, ripartiamo da quella, ringraziamo Nicola e applaudiamo i giocatori che hanno saputo/voluto reagire. Ma i piedi restano quelli, le lacune della rosa anche e la classifica è ancora da vedere se sarà migliore o meno alla fine di questo turno. Inoltre abbiamo un Meite e un Millico in meno mentre in entrata c’è il vuoto pneumatico. Entusiasmatevi pure, ci mancherebbe altro, io ormai ci ho fatto il callo e se non vedo non credo. E quel che ho visto ieri è il solito Toro con un bel po di grinta in più che però non è bastata per avere ragione di una neopromossa. Anzi, a momenti ci lasciavamo le penne.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Perfettamente d’accordo. Bravo Mimmo. Neopromossa e con assenze aggiungo io. E perdevamo 2 a 0.direi che c’è poco da stare allegri. 14 punti in 19 partite.2 vittorie di cui 0 vittorie in casa. Peggior difesa. 0 mercato a gennaio nonostante i faremo, siamo pronti e siamo vigili. Il risultato di tutta questa merda(chiamiamola con il suo nome) é uno solo… Prima lo metabolizziamo e meglio é. Sarà serie b a meno di clamorosi colpi di scena o botte abnormi di culo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

        Guarda, io non ho mai creduto possibile la B con la rosa che abbiamo e ne sono tutt’ora convinto. Tra Nicola in emergenza e Giampaolo con un progetto serio sostenuto fattivamente dalla società avrei preferito quest’ultimo tutta la vita. Purtroppo così non è stato, Giampaolo è stato sedotto e abbandonato, tradito e infine esonerato, nonostante Cairo e Vagnati facciano pubblicamente a gara ad attribuirsi le colpe (spiegassero allora perchè lo hanno esonerato). Preso atto del fatto che la società non ha intenzione di intervenire seriamente sul mercato con innesti di qualità, esperienza e immediata affidabilità, va da se che Nicola è mille volte meglio di Giampaolo se c’è da buttarla in rissa e giocare ogni gara come fosse una battaglia da vita o morte. Ma ciò non toglie che la pochezza della rosa resta e allora mi tornano in mente le parole di Ventura (lapidato per aver osato pronunciarle) e Longo (scivolate invece nell’indifferenza, beata coerenza)”il cuore Toro da solo non basta”. Ecco, la mia paura è questa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. NEss - 1 mese fa

          Suggerimento. Dimenticati di Cairo e pensa solo al resto. Le tue analisi diventeranno molto piu’ solide. L’acume non ti manca.

          Nello specifico. Lo hanno esonerato perche’ non funzionava; si prendono le colpe perche’ hanno sbagliato a sceglierlo come allenatore. Non e’ un concetto difficile.

          Puoi disquisire del perche’ non funzionasse; se in realta’ non fosse da esonerare perche’ i risultati erano in crescita; se la squadra avesse giocato bene a inizio torneo con alcune vittorie, che avrebbero cambiato l’intera stagione, tramutate in sconfitte in modo rocambolesco per non dire altro.

          Tutte considerazioni che si possono fare senza doversi attaccare ai dettagli stupidi come il “spiegassero perche’ lo hanno esonerato”

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

            Non sono d’accordo, scusami ma trovo riduttiva la tua analisi e i dettagli in questo caso sono tali solo di nome, di fatto si tratta di errori macroscopici commessi per totale assenza di strategia sportiva e priorità assoluta data all’aspetto speculativo. Perchè non si è trattato di aver sbagliato la scelta dell’allenatore, gli avvenimenti hanno una sequenza ben precisa.
            1) Cairo molla Longo e sceglie Giampaolo e il suo progetto (che anche i sassi conoscono), spiegando che la mancata conferma di Longo era proprio figlia della voglia di svoltare in modo netto rispetto al passato.
            2) Cairo afferma che metterà a disposizione di Giampaolo tutto il necessario per sviluppare il progetto
            3) Giampaolo, a mercato chiuso, alla luce delle evidenti difficoltà della squadra afferma che non cambierà il suo modo di giocare perchè “sono stato chiamato per proporre il mio calcio”.
            4) Il 2 gennaio, all’apertura del mercato, se vuoi davvero sviluppare il progetto di Giampaolo, ti presenti già con gli acquisti necessari invece di vendergli Millico e Meite (quest’ultimo tolto a Giampaolo nel prepartita di coppa Italia) e ritrovarti al 23 gennaio senza aver ancora acquistato nessuno.
            5) l’ingaggio di Nicola va proprio nella direzione “conservativa” in sede di mercato, magari arriverà un sostituto numerico di Meite, magari in prestito secco, ma non sarà necessario accontentare Giampaolo con trequartista, seconda punta, difensore centrale e play, ruoli che se intervieni seriamente ti ritrovi a dover sborsare una quarantina di milioni almeno, non avendo una rete di scouting tale da farti avere accesso, a costi molto contenuti, a giovani di sicuro avvenire.

            Mi piace Non mi piace
          2. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

            Scusami… quindi, come vedi, non è stata sbagliata la scelta dell’allenatore ma il non aver agito per assecondare i suoi desiderata, ben sapendo di aver ingaggiato un talebano. Uno che mastica calcio seriamente non avrebbe ingaggiato Giampaolo sapendo di non poter/voler intervenire di conseguenza sul mercato. Quindi, per chiudere, le colpe se le son prese per modo di dire, perchè fa figo. Avessero voluto davvero svoltare rispetto al passato avrebbero rivoltato come un calzino la rosa. Ma purtroppo Cairo vuole vendere a peso d’oro e comprare in saldo però il COVID gli ha rotto le uova nel paniere e molti che avrebbero voluto/dovuto lasciare il Toro ci son rimasti loro malgrado, con tutto quel che ne è conseguito in termini di impegno e compatibilità con il calcio che voleva proporre il mister. Niente cessioni, niente acquisti. Cairo ha preferito abbandonare sul nascere il progetto di Giampaolo, tirando a campare con una rosa squinternata e scazzata. Altro che aver sbagliato la scelta dell’allenatore…

            Mi piace Non mi piace
    2. Benzorogranata - 1 mese fa

      Mimmo lasciando stare le solite questioni ma parlando SOLO DI CAMPO, ci si esalta per la partita di ieri sera perchè si vede l’enorme cambiamento sotto TUTTI i punti della squadra, che avrà dei limiti ma che se gioca con tutto quello che ha messo alla prima del mister (e che può solo AUMENTARE) e si esce col sorriso vuole SEMPLICEMENTE dire che si sono divertiti come NON SUCFEDEVA DAL 2019 ed hanno intrapreso la strada giusta per una tranquilla salvezza, vista OGGETTIVAMENTE la rosa superiore che abbiamo rispetto alle altre del lato dx della classifica …è ritornata la gioia che aiuta SEMPRE : basta piangersi addosso !!! ….. FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

        La rosa è superiore se prendi i singoli nomi ma messi assieme sono un’accozzaglia con lacune tecniche e di attitudine tattica evidentissime, tralasciando per un attimo la questione “scontenti”. E siccome il calcio è un gioco di squadra dove l’impegno, la capacità di soffrire, la voglia di emergere e la coesione del gruppo spesso riescono ad avere la meglio sulla qualità, ecco che saltan fuori le prove scandalose contro lo Spezia o le difficoltà ad avere la meglio sul Benevento. Ripeto, Nicola è l’uomo giusto ma non commettiamo l’errore già commesso da molti quando arrivò Longo e cioè di caricare l’ambiente di aspettative pensando che possa bastare compattare il gruppo per tirarci fuori dalle secche. Gli insulti a Longo ancora eccheggiano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Benzorogranata - 1 mese fa

          Ieri sera hai visto la squadra tutta come vs lo Spezia ?!!! Abbiamo preso i due gol su simgoli e sfortunati episodi altrimenti abbiamo sofferto nulla mentre in avanti abbiamo rischiato di segnare più volte questa è la partita ….. e ripeto essendo all’inizio è nuova vita Da Toro molto diversa dall ultimo anno dove non hanno mai giocato così ….. FT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bischero - 1 mese fa

        Perché mai avremmo una rosa superiore a quelli del lato destro della classifica? Se fosse come dici tu non avremmo fatto 30 punti Nell anno solare. Beati voi ottimisti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Benzorogranata - 1 mese fa

          Bischero perchè è dal luglio 2019 che NON ABBIAMO allenatori che creano GRUPPO VERO che è la chiave per questo giuoco …ma poi ti vado ad elencare i ns singoli se vuoi che secondo me non hanno dato più quello che possono dare per vari conosciuti motivi …… FT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

            avevo il dubbio che fossi r.ponzon, me lo hai tolto… l’altro nik l’avevo già beccato, su questo avevo un dubbio. E forse ne hai anche un terzo… lascia perdere che è meglio, usa un solo nik, di la tua e rispetta gli altri.

            Mi piace Non mi piace
          2. Bischero - 1 mese fa

            Mah. Se abbiamo bisogno di creare un gruppo vero per salvarci allora con tutto il rispetto per la tua opinione non abbiamo una rosa migliore dei 10 a destra della classifica. Per me ti contraddici. Abbiamo buoni giocatori indubbiamente. Ma alcuni sono scontenti e non rinnovano. Altri sono doppioni. Stringi stringi non rimane molto.

            Mi piace Non mi piace
          3. Benzorogranata - 1 mese fa

            Mimmo ultimamente seinin confusione e parli da solo e non rispondi più con pertinenza a domande sul gioco forse è colpa del covid anche questo ? …….. Bischero il gruppo lo crea anche l allenatote che se parla ed è sincero come Nicola forse ottiene di piu ed anche il rispetto dei giocatori ….. FT

            Mi piace Non mi piace
          4. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

            suvvia, non snaturarti, scrivi pure “giuoco”…

            Mi piace Non mi piace
        2. Athletic - 1 mese fa

          Abbiamo una squadra di gente sopravvalutata, quelli bravi (perchè ce ne sono, non sono tutti scarsi), sono scontenti per una cattiva gestione societaria, senza andare nel dettaglio, per le promesse non mantenute. Squadra costruita male, troppo scarsa e incompleta per una difesa a quattro e fare gioco come piaceva a Giampaolo, un po’ meglio per una difesa a tre, ma sempre con lacune di rilievo. Ma lo diciamo da mesi ormai.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. FuriaGRANATA - 1 mese fa

    Di maestri non ne voglio più
    Nicola uno di noi
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Toroperduto - 1 mese fa

    Nicola cuore Granata da sempre non è una novità ed è fuori di dubbio.
    Su questo spero siamo tutti d’accordo.
    Sul resto aspetto a giudicare non per sfiducia verso Nicola ma per sfiducia verso i giocatori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Sul gol.di zaza del 2 a 2 Nicola ha esultato come uno.di noi…entrando in campo..come uno di noi sul divano abbracciando il figlio o la moglie o chi ha vicino..o se fossimo stati allo stadio giù per un po di gradini ad abbracciare gli amici vicini…questo gesto vale più di 10 teorie sugli schemi e tattiche varie..il cerchio alla fine è un immagine che da forza e speranza..ce da lottare ma lo spirito è quello giusto..scusa Giampaolo ma con te vedevo gente uscire dal campo con testa china e gente che rideva dopo sconfitte…niente di personale ma quello visto ieri è lo spirito Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. NEss - 1 mese fa

    MessereGranata: “Nicola è un bel martello, ha trascinato in campo Cairo ad abbracciare tutti visibilmente emozionato”

    Non me n’ero accorto.
    Molto significativo ed importante se e’ vero.
    Ci sono chiaramente problemi tra Cairo e squadra. Farlo diventare ‘uno del gruppo’ con un rapporto piu’ diretto con lo spogliatoio potrebbe rivelarsi una mossa vincente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Messere Granata - 1 mese fa

      Un’emozione resta tale, per chi vuole viverla. Il Torino? Senza emozioni, non è nulla. Non sono io a “certificarlo”. Ma la nostra Storia. Matteo Marani ha detto: “Il Torino? Stiamo patlando di una fra le più gloriose Squadre d’Europa! Non è possibile vederla ridotta cosi”. Chiedo solo un po’ di memoria. Di appartenenza e di orgoglio. Ci sono anche gli avversari, certo. Ma senza memoria e dignità, ci saranno solo loro. Toro mio, ricordati ciò che sei stato. Torna fra noi!! Non ci lasciare!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Schiffer - 1 mese fa

    Qualche tempo fa l’avreste persa.
    Tra dieci o venti anni senza Cirio forse potreste anche vincerla.
    Ne frattempo godiamo per questi meravigliosi 14 punti. Direi bene, volitivi e squadra difficilmente migliorabile. Ma siamo alla finestra. A fari spenti….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Schiffer - 1 mese fa

      Proprio vero che basta poco. Un punto al 92esimo in casa del Real Benevento e piovono i meno. Soddisfatti? Contenti? Entusiasti? Bravi. Vivete certamente meglio di me. Questa squadra retrocede, se non arrivano i rinforzi del duo che a fari spenti sta alla finestra. Però oh, un punto a Benevento. Cazzo, da stappare champagne tutta la settimana.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. NEss - 1 mese fa

    Sotto: “6) Cosa è successo a Lukic dal dopo Covid? ”

    Forse solo il COVID.
    Non e’ strano avere strascichi (stanchezza) per lungo periodo dopo la malattia.
    Anche senza andare a tirar fuori la post-viral fatigue che puo’ letteralmente distruggerti per mesi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. bmarco48_13002560 - 1 mese fa

    Nota negativa per Braccino, lo stipendio di Giampaolo per i prossimi 18 mesi, per pagare quello non vorrei che non alzi il contratto al Gallo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Gen-X Granata - 1 mese fa

    Della partita di ieri sera mi porto a casa che:
    1) la grinta, se vogliono tirarla fuori, c’è. Da tenere, però, per tutta la partita
    2) Quasi zero le palle indietro (tattica psicologicamente importante) e disruptive rispetto al recente (e oltre) passato
    3) Tanti lanci lunghi a saltare il centrocampo (giustamente, non lo abbiamo)
    4) Come fai a rinunciare ad Ansaldi, magari non in senso assoluto, ma considerando chi abbiamo in rosa in quel ruolo?
    5) Bentornato Baselli; avrai bisogno ancora di un po’di partite per trovare ritmo e misure
    6) Cosa è successo a Lukic dal dopo Covid?
    7) Rincon ramazza sempre, ma incomincia a perdere troppi corpo a corpo, Di lui come pensatore di gioco si è detto già tanto….
    8) E’questo il gioco più adatto allo stile (?) di Zaza?
    9) Verdi incide solo per i calci da fermo, ma ce lo possiamo permettere? Nella testa di Nicola non è forse una prima scelta a meno che non trovi un po’ di cattiveria agonistica
    10) Il Gallo è di altra categoria, ormai è evidente che sia anche un rifinitore raffinato. Vuoi vedere che per far segnare Zaza si deve mettere di impegno lui?
    11) Finalmente sento ruggire forte qualcuno dalla panchina

    Detto questo, il punto è sempre lo stesso: se arrivasse qualcuno con fosforo e piedi buoni a centrocampo faremmo girare meglio la palla, i giocatori correrebbero meno a vuoto e più volentieri e il morale si alzerebbe vedendo più armonia e fluidità nel proprio gioco.
    Visto che la coperta è sempre corta, per me è meno importante investire davanti che in mezzo.
    Al di là di tante congetture, potrebbe bastare, come minimo intervento per cambiare faccia, solo questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. GranataFinchCampo - 1 mese fa

    L’impronta tattica e caratteriale di Nicola ed un centrocampista di Qualità e Sostanza (maiuscole, per capirsi meglio) in affiancamento a Baselli, Lukic e Rincon NEL SUO RUOLO NATURALE, credo possano rappresentare elementi minimi sufficienti ad una tranquilla salvezza ed a spettacoli più decenti di quelli visti nel 2020.

    Potrà sembrare poco (e lo è per ambizioni più serie) ma credo che altri giocatori in squadra, involutisi o mai all’altezza delle aspettative, avranno giovamento.

    Basta pensare agli attaccanti finora senza rifornimenti di palloni e a difensori costantemente sotto pressione a causa di un centrocampo statico e con poca azione di filtro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Arrivasse anche messi di tranquillo non ci potrà essere nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gen-X Granata - 1 mese fa

        Hai ragione, “tranquillo” è una parola grossa, ma sottoscrivo l’ipotesi di GranataFinchCampo.
        Penso sia il minimo sindacale da parte della società se vuole provare a riemergere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toroperduto - 1 mese fa

          Speriamo cazzo.
          Ma non ho tanta fiducia l’inversione di tendenza di risultati deve essere drastica e bisognerà fare punti pressoché su ogni campo e anche ieri ho visto svarioni da paura.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Malco160576 - 1 mese fa

    Bene ma non benissimo. Sono i 3 punti a partita che servono come il pane. 5 pareggi nelle ultime 8 sono tanti, e sono pochi punti. Ricordo, e spero finisca diversamente, le prime ottime partite del Toro di Scoglio (tutti pareggi!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Simone - 1 mese fa

    Si ma anche basta co sta frase del caxxo.
    Ha sinceramente fracassato i cojoni e non significa una beata fava.
    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. puliciclone11 - 1 mese fa

    Senza esaltarsi troppo per un pareggio acciuffato nel recupero che ci sta comunque stretto, tra le cose positive va sicuramente rimarcata la reazione caratteriale al doppio svantaggio con la voglia (sicuramente trasmessa da Nicola) di voler determinare le cose e non subirle passivamente come troppo spesso accaduto recentemente. Resta ora un girone intero per cercare di sistemare le cose e pur avendo girato a soli 14 pti non vi sono molte squadre che faranno tanti punti di più al giro di boa a dimostrazione di un campionato nella parte destra della classifica livellato verso il basso che lascia margini di speranza. Tra le note negative direi che si conferma quella del portiere approssimativo su entrambe le loro reti (anche nella seconda non mi è parso esente da colpe perchè aldilà della deviazione nostra il tiro ra comunque indirizzato sul suo palo che doveva coprire meglio), la troppa sufficienza nelle difese di Lyanco e la sua solita imprecisione nei lanci lunghi (molta più personalità Buongiorno che quando ne ha la possibilità aggredisce maggiormente lo spazio in avanti muovendo la palla e gli avversari), l’esasperante lentezza di Rodrigues che si limita sempre al compitino con il passaggio corto avendo raramente le idee chiare su dove giocare la palla, la poca velocità di pensiero di Rincon che fa sempre troppi tocchi e porta troppo la palla (da questo punto di vista Segre nei primi 10 minuti del disastro di Spezia ha smistato più palloni di prima dimostrando di avere le idee chiare di tutte quelle che ha fatto Rincon nel resto del campionato), l’inutilità apparente di Linetty e di Lukic che non si capisce come eventualmente valorizzarli e collocarli (sembra che nè attacchino né difendino). Discorso a parte merita Verdi la cui involuzione tecnica non si spiega ormai più. Quasi tutti i palloni che ha toccato li ha sbagliati tra cui le due perle di un cambio campo con la palla arretrata di 20 metri rispetto al compagno verso la nostra porta e centrato l’arbitro che si trovava a 10 metri di distanza nel tentativo di passarla ad un compagno. Su Belotti continuo ad avere la mia idea che, avendo la fortuna di attirare più avversari su di sè, dovrebbe imparare a smistare più velocemente la palla per sfruttare maggiormente la superiorità che inevitabilmente ne deriva. Infine al di là del recupero di Baselli (finalmente bentornato) vanno sicuramente colmate le lacune a centrocampo (dove inevitabilmente si vincono le partite) per trovare qualcuno che sia in grado di dettare i tempi, far girare la palla ed innescare le punte ruolo che da troppi anni risulta scoperto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Tra le note negative metterei anche il rientro in campo dopo l’intervallo pronti via e prendi il secondo gol.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toroperduto - 1 mese fa

        Ah no scusate.
        Bo avete ragione ho sbagliato io era una nota positiva

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 1 mese fa

      Singo era più libero anche xké la palla girava molto più veloce rispetto alle altre occasioni non dando modo alla difesa di raddoppiare e anche xke non giocavamo solo a dx, come successo con lo spezia dove a sx c’era Murru (pdd!!), ma uno che al cross arriva sempre come Ansaldi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. commercial_9666663 - 1 mese fa

    Benevento: 22 falli, uno ogni 4 minuti, e UN ammonito al 93°… fate voi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 mese fa

      Gomblotto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 1 mese fa

      E, x la cronaca (fonte lega calcio), loro hanno commesso 18 falli contro i nostri 22.
      Fai te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Messere Granata - 1 mese fa

    Avevamo bisogno di un trascinatore. Cairo non lo è mai stato, anzi, tende a somatizzare il carattere e le debolezze di chi lo circonda. La depressione è contagiosa e Giampaolo è stato il “paziente” n°1 per tutti. Voltiamo pagina. Spero nell’effetto “domino”. Anche l’entusiasmo è contagioso e Nicola è un bel martello, ha trascinato in campo Cairo ad abbracciare tutti visibilmente emozionato. L’effetto “piola” che ho sempre auspicato, e non algidi comportamenti che non ci appartengono. Il Toro è fatto di Leggenda, di “Sciarpe”, di “Colbacchi” e di “Sedie alzate”. Nicola adesso deve “ubriacare” Cairo con le richieste sul mercato, questo è il momento giusto. Cairo è quello che è ma finalmente, almeno ieri sera, anche lui ha fatto un ruttino al Barbera. Carpe diem. O Toro o morte!! Cuore Granata e ferocia Vichinga. Grazie Davide!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Junior - 1 mese fa

      Sono d’accordo ma ci vuole la persona giusta per identificare i giocatori da acquistare. Fino ad ora la politica del presidente è fallimentare quando accentra le scelte. È fuori dubbio Cairo sia un buon amministratore ma nel calcio non basta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 1 mese fa

      Bravo, bravissimo, Messere Granata!
      Commento perfetto, che “inquadra” alla perfezione ciò che il Toro dovrebbe essere, e ciò che da tanto tempo non è più stato!
      Bravo ovviamente a Nicola: speriamo continui così!
      “Ch’ai daga en bel supatùn a tuti sti andurmí”!
      (Trad: “Che dia un bello scossone a tutti questi addormentati!”).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. commercial_9666663 - 1 mese fa

    Io sul mercato vado controcorrente… io prenderei prima di tutto un portiere. Secondo me – mille grazie per quel che ha fatto – ma la stagione di Sirigu è finita… poca reattività e poco supporto alla difesa, poi mi sbaglierò.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Junior - 1 mese fa

      Io terrei Sirigu a vita. Non si diventa pippa in un giorno. Invece manderei al diavolo i nostri c’è tra li che l’hanno fatto prendere a pallonate per un anno e mezzo. Se non siamo in B dall’anno scorso è per i suoi miracoli

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Benzorogranata - 1 mese fa

    Qualche giorno fa questi giocatori non avrebbero corso sudato giocato in verticale fatto dei falli messo grinta e non sarebero stati arrembanti : Zaza sarebbe stato in panca SFIDUCIATO A GUARDARE il Gallo la davanti solo e i compagni dietro a passarsi palla in orizzontale senza mai tirare in porta …… i moduli lasciano spazio a tutto se ci metti le palle …… FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. maxbri_5705798 - 1 mese fa

    Di giocatori di qualità il Toro ne ha pochi. Quelli devono giocare sempre: Ansaldi deve giocare. Così Verdi. Così Zaza. Così Belotti. Come metterli tutti insieme? 4-4-2. Sirigu-Singo-due difensori centrali-Rodríguez in difesa. Verdi – due centrocampisti centrali- Ansaldi a centrocampo e Belotti e Zaza davanti. Solo io la penso così?
    Che Ansaldi abbia giocato così poco è una colpa di Giampaolo, che pure aveva la mia simpatia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Granata - 1 mese fa

    Nel campionato italiano ci sono 3 gruppi di squadre. Chi gioca a calcio, chi cerca di giocare e chi “gioca” per non retrocedere. Il Toro cercava di stare nel secondo gruppo mentre invece apparteneva al terzo. Il Benevento, per me, è bruttissimo da vedere ma ottiene punti perché lotta su ogni pallone facendo miriadi di falli e fa giocare male gli altri. Al di là dei mezzi tecnici dicevo ieri a @paulin, che il problema era/è la testa. Ieri sera il Toro ha fatto la partita come doveva farla con lo Spezia. Cos’è cambiato ? L’atteggiamento. Con questo atteggiamento e con i mezzi tecnici in possesso ci si salverà. Un ultima cosa su Zaza. Chi scrive che non può giocare con il Gallo sbaglia. Il problema non è Zaza ma il Gallo. È lui che deve decidere cosa fare da grande. Se gli si da libertà di fare attaccante esterno poi seconda punta poi centravanti, chi gli sta vicino si deve adattare e non è facile. Sono importanti i compiti più dei ruoli. Qui serve la mano dell’allenatore. Vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. spiritolibero - 1 mese fa

    Sono euforico Abbiamo un allenatore stratosferico Da blindare immediatamente Comunque vada la stagione Ero sicurissimo che avrebbe rivoltato lo spirito della squadra Cairo togli subito la clausola sèdel punto e mezzo a partita e fagli un contratto come si merita Davide Cerca di sbrigarti pperchè ce lo portano via Nicola è super intelligente e siè laureato a Coverciano con 110/110 Questo non vuol dire niente perchè poi centra la pratica ed in questo lui è da 110 e lode Lui si che è il vero maestro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. GlennGould - 1 mese fa

    Buongiorno va tutti.

    Il match di ieri ha ancora una volta mostrato come al Toro serva come il pane qualcuno con i piedi buoni a centrocampo. Mancano 10 giorni alla fine del mercato, si può ancora fare. Non sono in pochi quelli che solo al 39simo del primo tempo si sono accorti che Linetty era in campo e nel n in panchina.

    Inoltre anche ieri ho notato l’involuzione di Sirigu. Goffo, al limite del ridicolo, l’intervento che causa il rigore. Ennesima prova negativa di un portiere che l’altr’anno dimostrava di essere il migliore del campionato, una assoluta sicurezza, un valore aggiunto; quest’anno alterna invece buone prove a prestazioni scialbe con tanto di errori decisivi. Che succede?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 mese fa

      Ciao @Glenn, non succede nulla. Succede che Sirigu non è un portiere che esce, nemmeno in area piccola. Ricordi il derby ? Quando esce non è mai sicuro, tutto nella sua norma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Mi pare che questa squadra abbia bisogno di un modulo semplice, senza affollare la mediana, semplicemente perché Linetty,Lukic e Gojak non riescono a tirar fuori prestazioni decenti.
    Quando c’è confusione tattica, il 442 a mio avviso é l’impianto di gioco perfetto, é la base del calcio, facile da capire e più fluido nella manovra. Con l inserimento di Baselli, possiamo lasciare a Rincon il compito di “cagnaccio” ed evitare gli errori in fase di manovra. Vedremo cosa deciderà il mister.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      La difesa a tre è il modulo più semplice e che ti fa rischiare meno, a maggior ragione con gli uomini che abbiamo. Il 352 di ventura per intenderci, è stato quanto di più scolastico un allenatore poteva portare e infatti il mister lo portò per insegnare calcio a un gruppo da ricostruire. A questa squadra manca personalità a centrocampo e al resto della squadra manca fiducia. Se non ci sono piedi buoni in mezzo ogni giocata è un rischio e allora eviti di farla, ma così non giochi più! Questo diceva nicola riguardo al primo tempo di ieri. Però la società si deve svegliare e prendere uno in mezzo capace di uscire palla al piede, con rincon e baselli di fianco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 1 mese fa

        @Abatta68
        A me pare che Ventura giocasse con il 442 che in fase di possesso diventata 424

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

          424 il primo anno in serie B… poi dopo alcune scoppole in serie A siamo passati al 352 che variava ogni anno a seconda degli uomini a sua disposizione. Esempio nell’anno Cerci-Immobile era quasi un 361 perchè Cerci ci rendava assimmetrici partendo largo a destra.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bordeauxgranata - 1 mese fa

            Si io intendevo il primo anno. Il 424 é un modulo kamikaze, per attuarlo hai bisogno di due centrocampisti completi e con 8 polmoni.

            Mi piace Non mi piace
  33. Gianluca - 1 mese fa

    Ieri sera ho quasi perso la pazienza e mi è capitato poche volte da quando seguo il Toro, 45 anni fa esatti. Al 2′ del secondo tempo sono andato a mettere a letto mia figlia e ho visto il 2-0 con la coda dell’occhio, poi mia moglie mi ha avvertito del 2-1. Questo per dire che sono allo stremo. Non ho capito Bremer fuori: un ragazzo che si impegna, attaccato alla maglia, mai ammonito (zero giallI), che sa difendere su livelli internnazionali. Non sa costruire? Certo, se lo metti a sinistra fatica, ma mettilo a destra al posto di gente che dimostra di tenerci solo saltuariamente alla maglia e poi vediamo. Senza contare che Lyanco non mi pare a prova di bomba (lo associo a Izzo e Nk come fedeltà, impegno e rendimento). Meglio Buongiorno e Rodriguez. Detto ciò, bene la reazione grintosa nel secondo tempo, un po’ indigesto il primo, perché mal giocato da entrambe e condizionato da un episodio poco chiaro. Sono felice che la gente del Toro abbia apprezzato e se questo serve… bene così! Un’analisi tecnica mi suggerisce invece che di problemi tecnici ne abbiamo risolti pochi. Se avessimo perso mi sarebbero rimasti negli occhi alcuni errori clamorosi da parte di tutti. Abbiamo 14 punti in un girone d’andata, lo scorso anno cacciamo uno che ne aveva fatti 29+63+27. Conta il gioco o contano i punti?…mettiamoci d’accordo. E avanti Nicola, sono con te!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Gigiotto - 1 mese fa

    Direi di aspettare un bel po’ prima di scrivere in toni trionfalistici per questo pareggio, basterà la sola non vittoria venerdì prossimo per ritornare al pessimismo generale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

    Comunque Baselli è un talismano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 mese fa

      Pienamente d’accordo con lei!
      Ma quanti insulti e quante invocazioni a non scendere mai più in campo con la maglia granata si è ricevuto Baselli in passato??
      Ricordo molto bene che qualcuno lo scorso anno arrivò a gioire del suo infortunio con un commento del tipo
      “Così almeno ce lo siamo tolto dai piedi!!!”
      Ora, con una gran faccia di bronzo (e sia chiaro non mi riferisco certo a lei!), le stesse persone gli danno il “bentornato” e lo invocano in campo!
      Troppo volubili certi tifosi granata, con la memoria corta e tanta rabbia personale da scaricare contro qualcuno.
      Trionfa spesso l'”abbiamo fatto bene”, “avete sbagliato”.
      Buon giocatore? Io l’ho sempre sostenuto!
      Giocatore deludente? Ma cosa sono andati a buttare i soldi per prendere quello lì! Lo dicevo io che non valeva niente”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bob Rokk - 1 mese fa

      10 giorni fa avevo scritto in qualche commento che con Baselli la squadra sarebbe stata un’altra squadra..spero di aver ragione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Scott - 1 mese fa

    Per migliorare bisogna guardare i difetti. Faccio la seguente osservazione. 7/8 palle gol, procurate con il dialogo fra le due punte, con la punta che ruba palla o con i cross di Ansaldi e Singo. Non una rifinitura partita da un centrocampista. Sono sempre dell’avviso che con un Ljajic dietro, quei duefanno40 reti a stagione. In più, non occorrono prestiti. Occorrono uomini capaci di entrare in empatia immediatamente con un progetto, con l’atmosfera che Nicola sta cercando di creare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Junior - 1 mese fa

      Questo è il motivo per vuoi dare via Adem prima e Iago poi senza rimpiazzarli con uno coi piedi buoni è stato un grosso errore. E a cosa ci siamo ridotti? Al Gallo che deve partire 20m dietro. Orbo in terra di ciechi! Allora ben venga se questa è la situaIone e probabilmente l’unica soluzione per giocare con Zaza prima punta e lui subito dietro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. robinhood_67 - 1 mese fa

    Bicchiere mezzo pieno: reazione, pericolosità in attacco, punto preso. Bicchiere mezzo vuoto: 2 vittorie nel girone di andata. Che sono una sorpresa solo per chi si fosse perso le 3 del girone di ritorno della scorsa stagione. In mezzo, errori di gestione dello spogliatoio, tecnici e di mercato. Per uscirne, bisogna risolverli. A cominciare dal mercato. In uscita, con scelte finalmente chiare e che mettano fine alla giostra dei difensori. In entrata, ora che siamo liberi dalla fascinazione di ricostruire una Sampdoria vintage, dando a Nicola due centrocampisti di serie A con caratteristiche diverse da quelli già in rosa e smettendola di andare a sondare l’attaccante che fa panchina in una pericolante. Il recupero di Baselli farà il resto.
    Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. abedinpele - 1 mese fa

    Quattro giorni a disposizione, in cosa si poteva sperare di più? Ero sul divano a vederla con i miei due torelli (11 e 9 anni) che sul 2-0 cominciavano a disperare. Già non è facile rifare Toro a Bassano del Grappa dove tutti i tuoi amichetti sono per le strisciate, se aggiungete i risultati e il gioco che ultimamente ci accompagna allora è un mezzo miracolo che siano cresciuti con la passione del padre! Li ho solo rincuorati, non ero assolutamente sicuro del pareggio ma vedevo una squadra diversa, un atteggiamento diverso. Ho visto pressing alto, ho visto gente che si inseriva senza palla, ho visto 2/3 passaggi a Sirigu in tutta la partita (di solito erano 30/40!!!), ho visto palloni in verticale, ho visto giocatori con la maglia del Toro correre e lottare, ho visto un baricentro della squadra decisamente più alto, ho visto un giro palla fatta sulla loro metà campo e non davanti o dentro alla nostra area, ho visto la palla viaggiare decisamente più veloce di prima. Non ho visto volti nuovi, quelli no! Con gli stessi uomini ma con un atteggiamento diverso della squadra, ho visto giocare una partita di calcio. Allora ho detto ai miei figli che se anche questa la perdiamo c’è la speranza di aver imboccato la strada giusta, poi siamo stati premiati e allora ben venga il pareggino.
    Di problemi ce ne sono ancora ovviamente, continuerò a ripetere che Lyanco, nonostante l’impegno innegabile, non sa difendere, bisogna registrare meglio la fase difensiva, bisogna recuperare ancora dal punto di vista fisico (lukic e Linetty dopo 55 minuti non correvano più!!). Non si può avere tutto subito, come ho scritto più volte, al netto degli errori societari che sono evidenti e grossolani, ora si deve lavorare su ciò che si può fare e Nicola ha iniziato molto bene. Vederlo mentre scuote fisicamente alcuni giocatori che sembravano usciti da un turno di 10 ore in miniera per quanto sfiduciati, mi ha fatto bene. Finirà come finirà ma ieri ho visto una partita di calcio del mio Toro, da quanti mesi mi mancava! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. robinhood_67 - 1 mese fa

      Abedipele Forza Toro sempre anche sul ponte degli Alpini!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tric - 1 mese fa

      Sempre commenti intelligenti e con la giusta componente di tifo granata. Perchè non fai tu il redattore per questi nostri siti dove pullulano i criticoni inutili?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abedinpele - 1 mese fa

        Grazie mille del complimento ma faccio un altro lavoro… Pensa che la spinta per tornare a scrivere sul forum è stato lo scempio visto in questi 4 mesi. Mi sembra ancora impossibile aver visto tanti errori elementari e concettuali di gioco in una gestione di una squadra di serie A e , consapevole che non servisse a niente, avevo bisogno di gridare per evidenziarli, almeno mi sfogavo. Nel mio piccolo credo sempre che il calcio sia un gioco semplice, certo va curato, va studiato ma non va esasperato in concetti teorici che non portano a nulla. Cerco di esprimere le mie opinioni da allenatore dilettante che sa poco e tanto deve ancora imparare. Poi la passione per il Toro fatica a non emergere per quanto mi sforzi di essere imparziale!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Toro_felix - 1 mese fa

      Scusa ho messo – per sbaglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. bordeauxgranata - 1 mese fa

      Che bella Bassano e tutto il Veneto.
      Quando vedo il Toro e tiro giù tutti i santi mi rendo conto delle mie origini vicentine e chioggiotte!
      FORZA TORO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abedinpele - 1 mese fa

        Speriamo che presto tu non debba più smaddonnare per come gioca il Toro…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bordeauxgranata - 1 mese fa

          Abedinpele
          Vero, però la testa matta rimane lo stesso ahaha forza toro

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. resistenza_granata - 1 mese fa

      @abedinpele: leggo da molto il sito ma non mi sono mai iscritto. Leggendo questo commento mi sono sentito in “empatia” e ho voluto commentare; sono padre da un anno e 3 mesi e visto l’andazzo degli ultimi tempi non so come farò a trasmettere la passione per il toro al piccolo…per di più anche io non ho potuto vivere grandi emozioni (avevo 9 anni quando abbiamo vinto l’ultima coppa italia) da poter raccontare e condividere con mio figlio. Mi sa che dovrò ricorrere ai racconti del nonno e sperare in un miglioramento. Forza Toro!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Mario66 - 1 mese fa

    Oggettivamente si è visto qualcosa di diverso anche nel primo tempo di ieri. 0 passaggi in dietro e ricerca immediata della verticalizzazione. Pressing alto e continuo e squadra alta. Lecseconde palle spesso erano le nostre. Tutte cose mai viste quest’anno. Purtroppo se la verticalizzazione è affidata a Rincon i risultati sono dubbi. Ci vuole un lancio preciso che il povero rincon non ha.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Nero77 - 1 mese fa

    Caro Sartori,se ancora ci fossero dei dubbi,potrebbe ricordare al suo datore di lavoro che la squadra ha bisogno urgentemente di rinforzi e di qualità?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. leggendagranata - 1 mese fa

    Sono d’ accordo con i commenti che mi hanno preceduto. C’ è ancora molto lavoro da fare, un punticino in rimonta a Benevento (squadra modesta, solo ben messa in campo) non serve molto, se non per il morale, Il primo tempo è stato un film già visto: calcioni, distrazioni, pochissima fantasia, centrocampo incapace di dare palloni giocabili alle punte. Poi, dopo che la frittata sembrava fatta col raddoppio del Benevento, Nicola ha finalmente osato cambiare registro rispetto alla squadra fotocopia di Giampaolo: è bastato mettere un Baselli al posto del solito inutile Lynetti (inutile non per l’ impegno, ma per quello che non riesce a suggerire ai compagni) e un Verdi al posto di uno spento Lukic (poca personalità anche se discreta tecnica, se non tira fuori le palle non va lontano) perchè l’ azione diventasse più ficcante e agli attaccanti arrivassero palle giocabili, Merito anche di Ansaldi che nel primo tempo aveva dormito. E così siamo andati in gol 4 volte, a dimostrazione che i problemi del Toro non sono in attacco: con gente in campo come Verdi (se non si pretende troppo da lui e gli si fa fare l’ esterno), Zaza ed Belotti ci si salva, ma negli altri reparti, e in particolare a centrocampo, le cose vanno migliorate. Deve trovare spazio uno come Segre, ha rapidità, piedi buoni, sa anche tirare dal limite (cosa che gli altri centrocampisti non sanno fare). In difesa spero che Giampaolo accantoni il mediocre Rodriguez, anche ieri pasticcione, goffo e sempre in affanno. Non ha da farsi perdonare di averlo voluto (così come Lynetti, Murru e Bonazzoli). E metta Bremer e ‘Nkoulou. Insomma sono meglio di Lyanco. Non si può vivere solo di garra (merito di Nicola). Comunque sarà dura perchè abbiamo fatto pochissimi punti nel girone di andata, Noi dipendiamo anche dagli altri: vediamo come andranno a finire gli scontri fra Genoa-Cagliari e Parma-Sampdoria, speriamo che l ‘ Udinese non faccia il colpaccio contro l’ Inter e il Crotone contro la Fiorentina. Giampaolo ha lasciato una bella eredità e il cambio di panchina andava fatto due mesi fa. In bocca al lupo Nicola, ne hai bisogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Toroperduto - 1 mese fa

    Stavolta si può dire solo perché non lo ha detto Giampaolo che vi sta sulle balle.

    Cosa facciamo adesso?
    Rivalutiamo allora lo 0 a 0 in casa con il Crotone visto che al Benevento gliene ha infilate quattro.

    I giudizi sono troppo figli di antipatie o simpatie.

    Comunque lo vedremo nella prossima partita, nel secondo tempo mi è parso di vedere che corressimo e posto che Nicola in una settimana con la condizione fisica non può centrare nulla bisognerà capire se il Benevento è cotto, molto probabile come fanno molte squadre nel girone di andata (vedasi Cagliari scorso anno) oppure se i giocatori lo facevano apposta a non correre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Ne ha preso 4 anche dal crotone ultimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tric - 1 mese fa

        A Crotone

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

          Perchè oggi come oggi fa differenza?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Tommydado - 1 mese fa

            Io non capisco niente di calcio ma è fin da ragazzo che seguo questa squadra quel che mi ha più attirato è stato non la vittoria facile ma la mentalità di lottare sempre pur essendo tecnicamente inferiori agli avversari il coraggio la tenacia l’uscire dal campo sempre a testa alta sapendo di aver dato tutto sia i giocatori che noi tifosi deĺla maratona ecco se questo non c’è non ci sono numeri che tengano preferisco 1000 volte 1punto con un benevento scarsissimo ma lottato che un punto contro il milan ma dopo una partita giocata senza anima il toro deve per prima cosa ritrovare la sua identità

            Mi piace Non mi piace
    2. abedinpele - 1 mese fa

      Come si può paragonare una partita giocata come ieri con quelle viste con in panchina il maestro? d’accordo che ognuno prega i propri santi ma la differenza è evidente e non mi riferisco al risultato. Sono abituato a guardare come i giocano le partite aldilà del risultato finale che può essere frutto di molte cose, vedi la sconfitta del Benevento a Crotone. Poi il calcio non è matematica e ognuno è libero di pensarla come vuole, a mio parere abbiamo aspettato fin troppo a cambiare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

        Nello stesso modo in cui si può paragonare la qualità di Spezia Milan e Benevento.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. abedinpele - 1 mese fa

          Ti dimentichi che col Crotone abbiamo pareggiato in casa non meritando nulla, con Cagliari e udinese abbiamo perso in casa… potrei proseguire. Se tu ritieni che queste squadre siano ampiamente più forti del benevento ed è questo il motivo dei nostri guai, sei libero di crederlo. io sono convinto del contrario!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

            Credo che Cagliari (senza rinforzi) Crotone Udinese genoa Parma (ma anche Fiorentina) valgano il Benevento , penso che lo Spezia, dopo le ultime 4 partite, forse è un gradino sopra.
            Ma come sai ieri eravamo a meno uno dalla salvezza e i conti si fanno alla fine, se tu avrai ragione io sarò molto più contento.

            Mi piace Non mi piace
          2. Toroperduto - 1 mese fa

            Tu dimentichi che il Crotone a questo Benevento gliene ha schiaffati quattro.
            Ma al di là di quello spero ogni giorno tu abbia ragione.
            Io personalmente non faccio le valutazioni su una partita perché già in passato quella dopo hanno fatto cagare.
            Se da qui in poi voleremo sarò il primo a darti ragione e dire che Giampaolo è un cesso.
            Ad oggi scusa ma proprio no.

            Mi piace Non mi piace
  43. leggendagranata - 1 mese fa

    Sono d’ accordo con i commenti che mi hanno preceduto. C’ è ancora molto lavoro da fare, un punticino in rimonta a Benevento (squadra modesta, solo ben messa in campo) non serve molto, se non per il morale, Il primo tempo è stato un film già visto: calcioni, distrazioni, pochissima fantasia, centrocampo incapace di dare palloni giocabili alle punte. Poi, dopo che la frittata sembrava fatta col raddoppio del Benevento, Nicola ha finalmente osato cambiare registro rispetto alla squadra fotocopia di Giampaolo: è bastato mettere un Baselli al posto del solito inutile Lynetti (inutile non per l’ impegno, ma per quello che non riesce a suggerire ai compagni) e un Verdi al posto di uno spento Lukic (poca personalità anche se discreta tecnica, se non tira fuori le palle non va lontano) perchè l’ azione diventasse più ficcante e agli attaccanti arrivassero palle giocabili, Merito anche di Ansaldi che nel primo tempo aveva dormito. E così siamo andati in gol 4 volte, a dimostrazione che i problemi del Toro non sono in attacco: con gente in campo come Verdi (se non si pretende troppo da lui e gli si fa fare l’ esterno), Zaza ed Belotti ci si salva, ma negli altri reparti, e in particolare a centrocampo, le cose vanno migliorate. Deve trovare spazio uno come Segre, ha rapidità, piedi buoni, sa anche tirare dal limite (cosa che gli altri centrocampisti non sanno fare). In difesa spero che Giampaolo accantoni il mediocre Rodriguez, anche ieri pasticcione, goffo e sempre in affanno. Non ha da farsi perdonare di averlo voluto (così come Lynetti, Murru e Bonazzoli). E metta Bremer e ‘Nkoulou. Insomma sono meglio di Lyanco. Non si può vivere solo di garra (merito di Nicola). Comunque sarà dura perchè abbiamo fatto pochissimi punti nel girone di andata, Noi dipendiamo anche dagli altri: vediamo come andranno a finire gli scontri fra Genoa-Cagliari e Parma-Sampdoria, speriamo che l ‘ Udinese non faccia il colpaccio contro l’ Inter e il Crotone contro la Fiorentina. Giampaolo ha lasciato una bella eredità e il cambio di panchina andava fatto due mesi fa. In bocca al lupo Nicola, ne hai bisogno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Lapsus: “In difesa spero che Giampaolo accantoni il mediocre Rodriguez, …”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Sarebbe anche ora che “qualche tempo qua” cominciassero a vincerla. Come diceva Dino Viola, è meglio pareggiare che essere pareggiati, ma per fare l’impresa, ieri sera, siamo dovuti andare sotto di due. It’s a long way home.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. tric - 1 mese fa

    E sul rigore, concesso per uno scontro quando la palla era già oltre la traversa, nessuno ha da obiettare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abedinpele - 1 mese fa

      son dello stesso parere, io son rimasto che se l’attaccante tira in porta l’eventuale tocco o fallo successivo non è punibile col rigore… sbaglio io? è cambiato il regolamento?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ilpalodiBeruatto - 1 mese fa

      Giusto! E che quindi Sirigu non ha commesso alcun fallo? E che sul secondo gol c’è stata una deviazione di Rodriguez che ha cambiato la traiettoria? Nelle ultime 5 partite abbiamo subito 5 gol e ne abbiamo fatti 6. Dei 5 subiti 2 sono rigori (entrambi inesistenti, Milan e Benevento), un autogol (Benevento). Quindi solo 2 gol subiti su azione limpida in 5 partite. Vuol dire che la difesa è certamente migliorata rispetto ad inizio anno. In attacco per fortuna siamo meno belotti-dipendenti e anche questo è un segnale incoraggiante. Il problema resta il centrocampo ma rivedere passaggi veloci di Baselli mitiga in parte la malattia cronica nella costruzione del gioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. inf_693 - 1 mese fa

      per me non si fischia proprio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. lake - 1 mese fa

    Diciamo che ,come in tempo di Guerra,un tozzo di pane bianco sembra una torta farcita..al di la’ di tutto,un secondo tempo che lascia intravedere speranze di ripresa,mancano piedi buoni a centrocampo e una riserva credibile in attacco in caso di squalifica o infortunio. Comunque Nicola è riuscito a ridare un po’ di nerbo alla squadra,se riesce col tempo a recuperare Linetty e Lukic sui loro standard sarà ancora molto meglio.Bravo Davide,hai scritto la prefazione di un’impresa memorabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    Sono d’accordo. Dopo il primo tempo sembrava che la c.d. scossa non ci fosse stata. Nella ripresa invece l’atteggiamento è stato quello giusto. Regna ancora sovrana la confusione ma questo è un aspetto per il quale servirà del tempo al mister. Resta l’incredibile pochezza tecnica, qualcosa con la quale Nicola dovrà fare i conti se la società non interverrà in modo deciso sul mercato, regalandogli gente di livello nettamente superiore a chi già c’è ma soprattutto subito pronta. Alla fine ieri il buon punto è arrivato comunque contro una neopromossa, non dimentichiamocelo. È un punto d’oro per una squadra come la nostra, un punto che ci da l’esatta dimensione di cosa oggi siamo. I toni trionfalistici letti in numerosi commenti danno la misura di quanto la tifoseria si sia assuefatta alla pochezza cui ci ha ridotti Cairo: sttappiamo un punto in rimonta a Benevento e tocca leggere di “svolta” con toni entusiastici. Aoh…un punto a Benevento…aohhhhh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese Granata - 1 mese fa

      Un punto in casa contro lo Spezia, aohhhhhhh, in 10 contro 11, aohhhhhhhhh, contro un’altra neopromossa, aohhhhhhhh, senza mai tirare in porta, aohhhhhhhhhh.
      Tutto è relativo nella vita, e ti posso assicurare che i toni trionfalistici per il pareggio di ieri, che per mille motivi vale una vittoria, sono più che giustificati. Poi un giorno, mi auguro di cuore, torneremo ad incazzarci per aver pareggiato a Milano con l’Inter.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

        Esaltati pure ma renditi conto di quel che scrivi. Anche la vomitevole prestazione contro lo Spezia testimonia la nostra pochezza, forse non è chiaro. I tempi per dirsi fuori dai casini non sono maturi. Ma se ci esaltiamo per aver pareggiato a Benevento vuol dire che siamo diventati piccoli piccoli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Roland78 - 1 mese fa

          Ci si “esalta” per aver rivisto un po’ di cuore, di spirito vero. Se prima della partita, ci avessero detto che avremmo pareggiato 2a2 col Benevento, ci saremmo incazzati tutti. Ma è il modo in cui abbiamo pareggiato, che fa ben spetare per il futuro. Semplicemente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

            Anche il pareggio con il Sassuolo faceva ben sperare per il futuro. Proprio non ce la fate a capire che Nicola non è un taumaturgo, che comunque anche ieri per fare l’impresa siamo andati sotto di due, che più palla avanti e meno palla indietro se genera la stessa confusione è cambiare gli addendi ma avere la somma sempre uguale? Il casus belli non è Giampaolo contro Nicola, Giampaolo non era un asino e Nicola non è un genio, il fatto è che esaltarsi per il poco visto ieri sera (proprio poco) è miope, perché il lavoro è tanto, la strada è lunga e il presidente è sempre quello, se capsici cosa intendo.
            Buone cose.

            Mi piace Non mi piace
          2. Roland78 - 1 mese fa

            Principe, ti rispondo qui, che sotto non mi permette. Concordo su due cose: che Nicola non è un taumaturgo e che Cairo è il problema. Ma il pareggio di Sassuolo non lo puoi paragonare: lì siamo stati raggiunti, ieri abbiamo recuperato. Da un punto di vista caratteriale, è l’esatto contrario. Per questo nutro una flebile maggiore speranza.

            Mi piace Non mi piace
      2. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

        Bisogna poi vedere quanto vale in definitiva lo Spezia (che nalle ultime 4 gare ufficiali ha battuto Napoli, Samp e Roma pareggiando solo con noi) e quanto vale il Benevento che era reduce da 2 sconfitte per 4-1 tra cui quella col Crotone ultimo.

        Io vedo il positivo e noto che un po’ di orgoglio questi ragazzi ce l’hanno ancora, ma farei attenzione ad esaltarsi troppo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Roland78 - 1 mese fa

        Hai perfettamente ragione Marchese. Condivido ogni parola.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rogozin - 1 mese fa

      Io non ho letto alcun commento trionfalistico, ma la soddisfazione per un secondo tempo giocato finalmente col piglio giusto è normale. Non s’è visto un passaggio indietro e molta voglia di voler raddrizzare la situazione. Col maestro dalla trista figura – tu hai scritto: “quanto toro c’è il lui!” aohhh – eravamo rimasti alle elucubrazioni pre e post partita in mezzo una porcheria inguardabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy