Toro, con il Lecce alla ricerca del tris

Toro, con il Lecce alla ricerca del tris

L’ editoriale di Gino Strippoli – I granata vogliono rimanere in testa alla classifica

di Gino Strippoli

Il Toro affronta questa sera il Lecce per riprendere il discorso con la vittoria e mantenere la cima della classifica. Nulla di che, però star su aiuta molto anche nelle prime giornate di campionato per aumentare l’autostima dei giocatori e del complesso squadra che Mazzarri ha sapientemente modellato a suo piacimento.
Adesso il Toro con l’ ingresso di Verdi e il recupero di Falque, di Lyanco e di Nkoulou ha un organico al completo per competere contro ogni squadra.
Mazzarri ha davvero l’ imbarazzo della scelta per quanto riguarda la qualità dei suoi ragazzi. Certo è che il caso Nkoulou porta il difensore a mettersi dietro a tutti, nonostante sia il più forte, ripartendo da zero per riprendersi una maglia da titolare. Contro i salentini al centro della difesa dovrebbe trovare posto Djidji con ai suoi fianchi Izzo e Bonifazi anche se il brasiliano Lyanco scalpita come un Toro.
È un Toro che cerca la terza vittoria consecutiva con un attacco davvero al fulmicotone. Sono poche le squadre che possono avere nel proprio organico 4 attaccanti del livello di Belotti, Zaza, Verdi e Falque ovvero tanta qualità e quantità. Con questi fantastici quattro Mazzarri può davvero sbizzarrirsi in avanti a secondo le esigenze che impone la partita. Di sicuro al centro dell’ attacco ci sarà capitan Belotti mai così in forma con al suo fianco il nuovo Zorro- Zaza voglioso di sciabolare gli avversari lasciando il segno in gol.
Difficilmente potremo vedere in campo Falque dal primo minuto mentre qualche possibilità in più potrebbe averla Verdi a partita in corso, a meno che Mazzarri non voglio proporre un Toro davvero d’ attacco proponendo il trio con l’ex napoletano a fare la mezza punta rifinitore dietro la coppia d’attacco.
Per quanto riguarda il centrocampo la mediana dovrebbe essere costituita da Rincon e Baselli mentre Ola Aina e De Silvestri dovrebbero correre lungo le fasce esterne. Pronti a entrare durante la partita Meité, Laxalt e Lukic.
Partita ostica? Qualsiasi gara in serie A se affrontata con leggerezza diventa poi difficile da gestire e da vincere. Quello che dà sicurezza a questo Toro è la mentalità acquisita dalle lezioni del Mister, ovvero quel carattere che ti permette di non sottovalutare mai nessun avversario e di affrontare i 90 minuti sempre con massima umiltà e senza paure.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro Forever - 1 mese fa

    “Nulla di che”. Complimenti. Giornalisti? Nulla di che.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy