Toro pronto a incornare la Lupa

L’editoriale di Gino Strippoli / Granata provate a vincere a Roma!

 

di Gino Strippoli


Il Toro di oggi, salvo non solo virtualmente, giocherà contro la Roma conscio di non rischiare nulla e poter giocare a briglie sciolte per cercare una vittoria  che sarebbe la ciliegina della torta di questo bel campionato che sta disputando.

La vittoria contro il Livorno ha spolverato gli entusiasmi ma soprattutto ha fatto scoppiare la dinamite nei piedi di Ciro Immobile, mai come in questo periodo determinante. Sicuramente è lui mister “Dinamite”  vista la potenza dei suoi tiri ma anche la prepotenza con cui va a conquistarsi o a difendere il pallone. Contro giallorossi ci sarà da soffrire ma questo Toro può dire la sua giocando come sa. E poi tutti si aspettano da Cerci una superpartita e il gol che manca ormai da settimane.

Il ragazzo romano ha tanta voglia di far bene, soprattutto di veder gonfiare la rete grazie ai suoi gol, d’altronde per un attaccante i gol son tutto, ma c’è anche da dire che spesso l’ala granata si batte e si sbatte per aprire con le sue accellerate spazi per i propri compagni, insomma giocando per la squadra e questa è una grande ricchezza.

Questa sera Ventura dovrebbe schierare la formazione che ha battuto il Livorno anche se potrebbero esserci sempre in bilico i due ruoli legati a Maksimovic e a El Kaddouri. Infatti anche in un regime di tournover una chance potrebbero averla Marko Vesovic  e Farnerud. Con il primo il Toro avrebbe un campo un vero esterno basso capace di sovrapporsi in maniera naturale con Cerci mentre con lo svedese il centrocampo assumerebbe una caratteristica più robusta ma certo meno fantasiosa.

Pensando alla Roma  vien da ricordare la partita di andata dove il Toro mise a dura prova la seconda in classifica. La difesa giallorosa è tutt’altro che fortissima e spesso cala le sue lacune in campo . Se i granata riusciranno a arginare la manovra del centrocampo romano, soprattutto mettendo le briglie a Pjanic e Gervinho allora potrà dire la sua attraverso gli spazi che necessariamente una squadra come la Roma lascia a centrocampo. Qui potranno essere pungenti Cerci e Immobile. Certo la Roma  ha quel campione riconosciuto da tutti ovvero Totti capace di inventare assist dal nulla e, se non sarà ben marcato, potrebbero nascere grandi dolori per i granata.

Comunque la mente dei giocatori è libera, per cui il Toro all’Olimpico di Roma dovrà cercare di vincere una partita che può essere il coronamento di tutta una stagione.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy