Non è tutto oro quello che luccica!

Non è tutto oro quello che luccica!

Lo Psicologo Granata / Il punto di vista dei granata sull’addio di Conte alla Juventus

di Riccardo Agnello

Non è tutto oro quello che luccica. Di poche ore fa è la notizia delle dimissioni di Antonio Conte, ormai ex-allenatore dei nostri “amatissimi” concittadini. Le motivazioni (vere o presunte) di questa inaspettata decisione sono ai più oscure. Incomprensioni riguardanti questioni di budget o abbandono finalizzato ad occupare un posto di commissario tecnico della Nazionale? Sta di fatto che ora la Juventus si trova a dover rifondare un progetto avendo perso quello che veniva definito il suo condottiero.

Ovviamente tra i miei pazienti è scoppiata un po’ di sana e goliardica ironia: il termine “agghiaggiande” va per la maggiore tra i social dei tifosi granata, ma non solo. Un mio paziente ha però voluto fare una considerazione che mi ha effettivamente fatto riflettere; il ragazzo, commentando la vicenda, infatti diceva: <<Strano! proprio a loro, una società che sta vincendo tutto in Italia, che sembrava si stesse attrezzando anche per vincere in Europa, e con una forza societaria così grande, di colpo perde il suo uomo simbolo che se ne va perché non spendono abbastanza… Ma allora non è tutto oro quello che luccica!>>. Come già detto, non sapremo mai tutte le motivazioni di queste dimissioni, ma uno dei motivi va probabilmente ricercato proprio nel budget che la Juve ha destinato al mercato che evidentemente non coincide con le aspettative di Conte, e questo era già venuto fuori in più di un’occasione.

Sempre durante la nostra chiacchierata serale, il mio paziente ha poi espresso un altro concetto su cui vorrei porre l’attenzione: sosteneva che questo episodio sia significativo di come il nostro calcio in generale non abbia speranze di essere competitivo nel breve periodo, perché se anche la squadra che in questo campionato primeggia non può spendere per comprare giocatori di prima fascia e il suo allenatore saluta tutti, allora chi può farlo?

Voi cosa ne pensate di questa vicenda?

Un saluto dal vostro Psicologo Granata!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy