Coraggio Toro, con l’Inter te la puoi giocare: i duelli sugli esterni saranno decisivi

Coraggio Toro, con l’Inter te la puoi giocare: i duelli sugli esterni saranno decisivi

Lavagna tattica / Parola a Lello Vernacchia: “Speriamo che si ripeta il risultato della stagione 2017/2018 quando il Toro sconfisse l’Inter 1-0 grazie alla rete di Ljajic”

di Lello Vernacchia

Sabato sera alle 20:45 arriva l’Inter di Antonio Conte. I nerazzurri sono attualmente secondi in classifica alle spalle della Juventus capolista, che dista solo un punto: arriveranno sicuramente per tornare a Milano col bottino pieno, non sarà facile ma i granata di Mazzarri hanno le carte per fare bene dopo il 4-0 rifilato al Brescia al Rigamonti.

L’ANALISI DELLA PARTITA – Il Torino dovrà far vedere quel che di buono ha mostrato col Brescia: è vero che l’Inter è un avversario più forte delle Rondinelle, ma perlomeno i granata dovranno cercare di mettere in campo anima e cuore. Le due squadre dovrebbero giocare a specchio (entrambe con il 3-5-2). Il fatto che l’Inter debba per forza vincere per reggere il passo della Juventus, potrebbe essere una lama a doppio taglio che il Torino potrebbe sfruttare. Mazzarri per fare bene dovrebbe aspettare per poi ripartire in contropiede e punire i nerazzurri. Davanti al fianco del Gallo – che ha ritrovato la migliore condizione sia fisica che mentale – ci dovrebbe essere Berenguer, che tanto ha fatto bene con il Brescia entrato nella seconda frazione di gioco. Conoscendo il gioco di Conte i granata dovranno fare molta attenzione sulle ripartenze, ma la partita si deciderà a centrocampo. Gli esterni di fascia saranno fondamentali: il gioco si dovrebbe sviluppare soprattutto in quelle zone di campo e importante sarà non farsi saltare facilmente nell’uno contro uno. Speriamo che si ripeta il risultato delle ultime due stagioni.

DUELLI – Nella partita ci saranno duelli importanti come LukakuBelotti e SiriguHandanovic. I due attaccanti sono entrambi in uno stato di forma eccezionale: il belga ha segnato fino ad ora 9 reti in campionato in questa sua prima esperienza in Serie A, il Gallo è a quota 7 con i granata ed è fresco anche dalla bella prestazione fatta con l’Italia con cui ha realizzato un gol e un assist (QUI i dettagli). I due portieri invece si stanno mettendo in mostra da qualche stagione con le loro parate: in questa stagione ancora una volta sono stati autori di vari miracoli, soprattutto Salvatore Sirigu, anche maggiormente impegnato rispetto all’estremo difensore nerazzurro. Vedremo chi sarà più decisivo nel match. La squadra di Mazzarri dovrà ritrovarsi dopo la pausa Nazionali, ricordano la gara giocata a Brescia: i giocatori granata – in questa partita di cartello – non dovranno partire mentalmente battuti, anzi, se la dovranno giocare alla grande perché hanno le qualità e le potenzialità per fare bene.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13797744 - 3 mesi fa

    Molto dipenderà dal risultato dei rubentini . Si prevede 1-1 o il 1-2 .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy