Toro disastroso: a Genova sconfitto dalla Sampdoria meritatamente

Toro disastroso: a Genova sconfitto dalla Sampdoria meritatamente

L’editoriale di Gino Strippoli / Granata mai in partita, centrocampo sotto accusa cercasi!

di Gino Strippoli
Anche se il Toro è stato sconfitto di misura è stato un vero disastro in quel di Genova. I granata non sono mai stati in partita, se non negli ultimi 15 minuti quando dovevano recuperare lo svantaggio. Al di là di ciò, la Sampdoria sin dal primo minuto ha cercato la vittoria con voglia e grinta, quello che non ha fatto in campo il Toro. Sempre in ritardo sui palloni vaganti, i centrocampisti granata sono stati sempre preda degli avversari. Già, centrocampo cercasi! Meité nullo, Baselli che si è svegliato solo negli ultimi 10 minuti con qualche recupero difensivo ma nulla di costruttivo, mentre Rincon ha fatto quello che ha potuto. In linea sia Ola Aina che De Silvestri non hanno portato qualità sulle fasce.
Il Toro sin dall’inizio è stato prevedibile nelle sue giocate contro una Samp sempre intraprendente. Se il Toro in tutta la partita ha fatto due soli tiri in porta, Izzo e poi Zaza con salvataggio di Audero, la Doria ha impegnato Sirigu già al primo minuto con Depaoli, poi ancora Gabbiadini con tiro centrale parato a terra dal portiere granata. Al 56′ arriva il gol dopo un pasticcio di Ola Aina che si fa spostare da Depaoli, vera spina nel fianco dei granata per tutta la partita. Per suggellare il vantaggio, la Sampdoria fa volare ancora Sirigu al 63′ in angolo, al 69′ con Ekdal e all’89’ con Rigoni. Basta ciò a dimostrare che la squadra blucerchiata ha meritato la vittoria.
Sembra impossibile a dirsi, ma oggi sembra davvero inutile avere due attaccanti come Belotti e Zaza, entrambi bravi nel combattere e nel muoversi, senza qualcuno che sappia servirli come si deve. Ed è parsa tardiva l’entrata di Verdi al 67′. Il fantasista granata infatti ha dato subito più geometrie in avanti e più propulsione, ma con un Toro già in svantaggio. Se ieri doveva essere la giornata del riscatto, dopo la sconfitta subita contro il Lecce, in realtà si è tramutato in un altro brutto capitombolo che solo la bravura di Sirigu non ha ampliato nelle reti subite, proprio come contro il Lecce.
Sotto accusa il centrocampo perché non ha fatto mai filtro per la difesa e mai è stato capace di costruire per gli attaccanti granata. In alcuni momenti della partita si vedeva Izzo impostare l’azione in mezzo al campo e i mediani granata erano come svaniti e nascosti nel gioco. Mai visti andare incontro alla palla ma piuttosto sempre ad aspettarla. Mai ci sono state verticalizzazioni e soprattutto zero intensitá. Quando i difensori davano il via alle azioni dei granata, i centrocampisti non si smarcavano mai per farsi dare la palla. Il succo della sconfitta è tutto qui. Infatti sia Belotti che Zaza il loro movimento lo hanno fatto sempre, gli stessi tre centrali granata hanno fatto il loro dovere e il gol è nato più per l’errore di Ola Aina che per la seduta di Lyanco.
Adesso giovedì c’è il Milan e il Toro ci arriverà reduce da due sconfitte consecutive contro due squadre che erano a zero punti. Di sicuro questo Toro, se vuole andare avanti, non può prescindere dall’utilizzo di Verdi titolare dietro le due punte: così non si vincerà mai.
30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cecio - 3 settimane fa

    Qui c’è l’annoso conflitto tra “risultatisti” ed “esteti”…gli uni per cui conta prima il risultato e poi il gioco, gli altri per cui il risultato può arrivare solo attraverso il bel gioco.
    Mazzarri è chiaramente schierato nella prima compagine (su questo non credo che nessuno possa obbiettare), mentre allenatori come DiFrancesco, DeZerbi e altri sono gli “esteti”.
    Ora, il problema di essere tra i “risultatisti” è che se non arrivano i risultati non hai appigli a cui attaccarti…e questo è quello che sta succedendo negli ultimi giorni al Toro di Mazzarri.
    Perché perdere 2 partite nell’arco di 4 giorni contro le ultime in classifica non può non avere strascichi a livello di contestazione o di critica…quindi non capisco chi si stupisce da tanto livore…avessimo perso con Napoli e Inter nessuno avrebbe mosso grosse critiche…il dato oggettivo è che abbiamo risuscitato 2 squadre in enormi difficoltà con l’aggravante di meritare di perdere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 3 settimane fa

    Avevo alla fine dello scorso campionato promesso silenzio fino alle prime giornate di questo.
    Mi trovo naturalmente a scrivere le stesse cose di sempre e per questo motivo mi sono scocciata.
    Il Toro non può che essere questo, una squadra formata al 70% da giocatori che hanno ben poco a che vedere col calcio, o almeno con quello che si gioca a certi livelli.
    Esempio: il tripudio nell’avere accolto Verdi e Laxalt dà la misura della nostra miseria. Intendiamoci: il pallone tra i piedi lo sanno tenere meglio di tanti loro attuali compagni di squadra, ma se questi devono essere i giocatori che aumentano il livello della rosa o che ci faranno fare il così detto, allora c’è da star freschi! Il loro curriculum parla chiaro.
    Su Mazzarri dico questo: noi non possiamo davvero aspettarci che sieda sulla nostra panchina un allenatore migliore. Intendiamoci ancora: è un allenatore che non piace ai più, che in due anni non è stato capace di dare un gioco alla squadra, che è pavido, che ha un’idea di calcio datata, ma uno migliore di lui col fischio che viene ad allenare il Toro.
    Come per gli ultimi otto nove campionati, tutto è già scritto: arriveremo tra il settimo e il nono posto.
    Il Toro non è mai andato in Europa se non per sbaglio e sarebbe ingiusto che ottenesse risultati diversi chi si ostina a giocare con De Silvestri, Didij,Bremer,Meitè,Baselli,Berenguer,Aina,Zaza,Rincon e mi fermo qui.
    Vedremo.
    Buona giornata e FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 3 settimane fa

      Egregia Pimpa, anch’io avrei voluto evitare ulteriori commenti sulla situazione del Toro, ma non ci sono riuscito. Ho continuato a ripetere le cose che chi ha occhi per vedere non poteva ignorare ed i fatti stanno confermando ciò che era inevitabile. Purtroppo, il nostro parere non ha alcuna rilevanza e ci dobbiamo rassegnare a subire le solite umiliazioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mbacchetti7_13723249 - 3 settimane fa

    Ora mi attirero´parechie critiche ma come al solito Toronews non ha una opinione propria ma segue la moda del momento. Cosi sono capace anche io a fare il giornalista. Non si puo negare che rispetto allo scempio col lecce si e´fatto un passo avanti. La difesa con Lyanco, a parte l´errore sul gol, e´sembrata piu´sicura (la prestazione del brasiliano senza l´errore sarebbe stata da 7, non si puo secendere a 4,5 per un solo errore considerando che era la sua prima partita da titolat´re). Baselli a me e´piaciuto e non solo negli ultimi 10 minuti. La Samp a parte il tiro dei primi minuti, non aveva fatto altri tiri in porta fino al gol. Poi e´chiaro che col Toro sbilanciato in avanti per recuperare ha avvuto altre occasioni. Quando mazzarri dice che abbiamo avuto il pallino del gioco per lunghi tratti ha ragione, ovviamente lui evita di sottolineare che avere la palla tra i piedi e´del tutto inutile se non si tira in porta e da questo punto di vista spero che con verdi titolare le cose migliorino. Insomma partita che sarebbe potuto finire anche 0-0 e senza rubare nulla. Certo c´e´ancora tanto da migliorare ma non si puo mettere sullo stesso piano le prestazioni con Lecce e Samp. Quanto al fatto che il gioco latita in realta giocavamo cosi anche l´anno scorso ma abbiamo fatto il record di punti . E mazzarri non e´che giocasse tanto diversamente anche con la Reggina e il Napoli. Se volevamo un gioco piu scintillante avremmo potuto prendere Giampaolo o Di Francesco ma ho l´impressione che alla fine i punti sarebbero stati molto di meno di quelli che fara´ Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro Forever - 3 settimane fa

      Gentile Sig.Bacchetti, Toro News ha il dovere di seguire anche l’attualità e non solo la Storia. In questo momento i fatti sembrano dimostrare che gli appunti mossi a Mazzarri abbiano un qualche fondamento. Se bastassero gli auspici il Torino vincerebbe tutte le partite. Ma esiste anche una realtà. Anche se non ci piace. Forza Toro sempre, ci mancherebbe.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mbacchetti7_13723249 - 3 settimane fa

        L´attualita´dice che abbiamo perso con la Samp, e´tutto uno schifo, magari venerdi l´attualita dira’ che abbiamo battuto il Milan siamo una grande squadra. E´questo il giornalismo secondo lei ? Mi dispiace ma continuo a ritenere che dare 4, 5 a Lyanco, insufficienza a Baselli e sostenere che il problema era solo il centrocampo perche le punte facevano i movimenti giusti significa o non aver visto la partita o essere incompetenti. Oltre al fatto che l´aggettivo disastroso per la partita di ieri e´completamente fuori luogo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toro Forever - 3 settimane fa

          Lei si affida a delle supposizioni. Spero che i fatti le daranno ragione. Che al momento non ha.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 settimane fa

      I numeri incontestabili dicono che sirigu ha ricevuto 6 tiri in porta di cui almeno 3 su cui ha fatto il miracolo mentre Audero 1.
      Dire che con lo 0 a 0 non avremmo rubato nulla nn corrisponde alla realtà dei fatti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabrizio - 3 settimane fa

    schema: lancio lunghissimo per zaza e belotti. controllo, palla a gatto silvestro e via passaggio al portiere (nostro).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ziano - 3 settimane fa

    Per me è imbarazzante vedere una squadra di serie A che fa due scambi in difesa e poi lunghi lanci sempre preda degli avversari; il gioco del nostro mister è soltanto questo, mai vista una trama di gioco degna di una squadra che ha ambizioni di Europa. D’accordissimo con STRIPPOLI nel vedere un centrocampo inutile, tanto vale scoprirsi un po’ e giocare da subito con Verdi dietro le due punte.
    ciao

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 3 settimane fa

      se la creazione del gioco deve passare dai piedi di Meite’ rincon e compagnia cantante siamo a posto. meno male che per fare i lanci lunghi non serve altro che ferri da stiro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. granata - 3 settimane fa

    Questa votla caro Strippoli la tua analisi non fa una grinza. Giusto notare la generosità delle due punte, impossibilitate a creare occasioni da gol perchè mai servite a dovere; giusto notare le carenze gravi di un centrocampo che gioca col freno tirato, ma che non ha le caratteristiche per fare da frangiflutti e, quindi, non fa filtro e non costruisce. I difetti stanno in scelte tattiche che già la scorsa stagione ci hanno penalizzato. Non dimentichiamo mai che siamo arrivati settimi, fuori dalla zona El, nonostante le difficiltà di molte nostre concorrenti: Lazio, Fiorentina, Milan, la stessa Roma, il Sassuolo e l’ Udinese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. DaveLeg - 3 settimane fa

    Dal 22 agosto al 22 settembre, un mese che sembra un’era siderale, eppure sono solo 30 giorni.
    Passati dalla potenziale partecipazione ai gironi di EL, alle posizioni di classifica dell’anonimato.
    Ci siamo illusi di essere una squadra da ambizioni europee, dimenticando alcuni dati, che avrebbero dovuto essere meglio analizzati.
    Tutti a lodare la difesa dello scorso campionato: senz’altro, ma tenendo ben presente che complessivamente non abbiamo preso pochi gol, perchè di sconfitte di misura ne avevamo inanellate, e non poche, già lo scorso campionato.
    Meritava di essere analizzato quanto la difesa del Torino fosse aiutata dal filtro del suo centrocampo: forse, allora, si sarebbe scoperto che la maggior parte dei gol presi non arrivarono da palla inattiva, nè da situazioni di area di rigore, ma da palle perse a centrocampo o da ripartenze sbagliate, ossia da compiti che spettano prima di tutto ai centrocampisti.
    Il centrocampo del Toro non fa gioco, non copre la difesa, non ha qualità.
    Per fare fuoco con la legna di cui si dispone, speriamo nei rientri veloci di Ansaldi e Lukic, e che l’allenatore si decida a trovare la quadra con tre attaccanti, perchè continuare a vedere il Gallo e Zaza pestarsi i piedi è davvero imbarazzante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. miele - 3 settimane fa

    Quante volte abbiamo invocato interventi della società (la volpe del Monferrato) per rinforzare centrocampo e fasce laterali e siamo stati sbeffeggiati o sommersi di disapprovazioni. Ora, forse qualcuno si sta accorgendo che non avevamo tutti i torti, così come per le critiche a Mazzarri. Ma ormai non si può più rimediare, ammesso che ce ne sia la volontà, allora speriamo solo che il mucchio di soldi spesi per Verdi ed Aina servano a qualcosa, altrimenti torneremo come di consueto ad aspettare il prossimo mercato e la vecchia solita storia si ripeterà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. suoladicane - 3 settimane fa

    purtroppo la squadra ha un solo schema, dal centrale di difesa ad Izzo a Baselli a Lollo (o Aina) cross dalla trequarti, ieri preda della difesa e del portiere; ieri mai una azione per vie centrali, mai un dribbling, siamo stati l’anticalcio
    così non si va da nessuna parte, urge cambiare il modulo e gli interpreti;
    testadighisa continua a far fare il meidano di rottura a Baselli con Meitàè più avanzato, sarebbe ora di mettere il secondo in panca ed il primo a fare altro
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. SubComandante - 3 settimane fa

    Ingrati e pure ottusi, su lyanco era fallo per non parlare del gol annullato a Ferrante. Mazzarri è un grande punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Policano - 3 settimane fa

      E ha le Palle come mongolfiere……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Simone - 3 settimane fa

    La cosa più imbarazzante durante l’intervista su sky è stato vedere Marocchi che vedendo wm in confusione mentale (insisteva nell’aver visto sul SUO monitor qualcuno dare un calcio a Lyanco) ha prontamente spostato il discorso da un’altra parte.
    Lun sera dopo la sua conferenza stampa avevo plaudito la sua lucidità.
    Ieri mi sono NUOVAMENTE vergognato di avere un tale allenatore.
    Se vuoi difendere i giocatori assumiti te le responsabilità, se invece ti inventi di sana pianta episodi che non ci sono mai stati hai bisogno di aiuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. KEYPAX - 3 settimane fa

    Non sono molto sorpreso dalle prestazioni della squadra, l’anno scorso di partite giocate così ne avremmo fatte più di una decina, ma con risultati fortunosamente in parità o addirittura vincendone alcune, per esempio con il Chievo fuori ed in casa (6 punti con vittorie all’ultimo), idem con il Frosinone e Genoa. Morale: senza trame di gioco offensive, alla lunga, non si va da nessuna parte, sarebbe ora che qualcuno si svegli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

    Beh se anche toronews che è sempre stato all acqua di rose nei confronti del mister, scrive editoriali di questo tipo allora devo proprio preoccuparmi. Ma non tanto o non solo per quanto c è scritto quanto piuttosto per il contenuto dell intervista post partita del mister. Siccome non voglio credere che il mister abbia visto la partita in quel modo devo ritenere che abbia inteso proteggere la squadra attirando su di sé attenzioni e strali dei tifosi. Se poi, come alcuni anche in questo sito hanno segnalato, durante la sosta è stato fatto un richiamo di preparazione, in questo momento c è anche un problema atletico da non sottovalutare. Certo è che bisogna darci una mossa se non vogliamo restare troppo indietro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Policano - 3 settimane fa

      Non ne azzacchiamo una… Ne nel mercato, ne con la preparazione… Era meglio non andare ai preliminari di el, tanto non ci siamo rinforzati, abbiamo speso energie,abbiamo sballato tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 3 settimane fa

        Appunto. Altro esempio di incompetenza sportiva di questa (pseudo)societa’

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Nicola - 3 settimane fa

      Non credo sia il caso di continuare a difendere, trovare scuse, concedere attenuanti a un allenatore che con le sue scelte ha indirizzato le ultime 2 sconfitte….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

        Sto provando a darmi una qualche spiegazione plausibile di questa situazione. A me Mazzarri non è mai piaciuto ma alcune buone cose nella passata stagione le ha fatte, il problema è che sembriamo tornati indietro di un anno invece di andare avanti. La cosa è ancor meno logica se consideriamo che è la stessa squadra dunque, in linea teorica, dovrebbero giocare a memoria e meglio di prima (soprattutto in avanti non ci vuole poi molto…)…non so che dire e cosa pensare, tra l’altro Mazzarri gode di una indulgenza presidenziale paragonabile a quella per Ventura che sicuramente altri mister non avrebbero e non hanno effettivamente avuto…certamente queste conferenze stampa sono ridicole, tanto varrebbe tacere…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 settimane fa

          GPV ha avuto un budget a disposizione neanche lontanamente paragonabile a quello di WM

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. tric - 3 settimane fa

    Centrocampo? Sono arrivato a chiedermi se Bertolacci sia ancora arruolabile. Liquidato Soriano, non è stato sostituito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Policano - 3 settimane fa

      Il sassuolo ha preso obiang…. Il parma kucka, noi nessuno un centrocampo come il nostro non si può migliorare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 settimane fa

      Il presidente ha detto che la squadra è difficilmente migliorabile.
      Ecco il risultato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 3 settimane fa

        Addirittura qui si contesta il presidente. Cose da pazzi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 settimane fa

          inaccettabile

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy