Toro sconfitto a Parma con i soliti errori

Toro sconfitto a Parma con i soliti errori

L’editoriale di Gino Strippoli / Granata troppo imprecisi mancano all’appello della maturità e l’espulsione di Bremer non deve essere una scusante

di Gino Strippoli

Non c’è mai pace per i tifosi del Toro. Dopo la vittoria contro il Milan ci si aspettava una squadra, quella granata, con più maturità e con la possibilità di andare a vincere al Tardini. In realtà dopo solo due minuti i soliti errori difensivi hanno fatto capitolare Sirigu con un bel contropiede di Gervinho che brucia Izzo e sorprende tutta la difesa granata regalando un assist a Kulusevski che mette in rete. Dopo la sbandata iniziale il Toro trova la forza di reagire e già al 12′ mette le cose a posto con un bel gol di Ansaldi di testa, servito da Verdi, grazie anche ad un black out di Gagliolo. Sembra andare tutto bene per i granata senza però aver fatto i conti con Bremer che dopo una prima ammonizione dopo fallo di Cornelius si fa espellere con altra ammonizione sul rigore dato dall’arbitro Fabbri. La nuova regola è stata impietosa con il difensore granata visto che il gomito del giocatore è nella posizione non congrua per ripararsi il viso. Il rigore alla fine si traduce in un grande miracolo di Sirigu ma il Toro sarà penalizzato per tutta la partita in 10 contro 11.

Nonostante tutto il Toro è riuscito ad andare in vantaggio con il rigore di Belotti ma le difficoltà non sono mai svanite, anzi, sono poi aumentate con un Parma sempre molto veloce. Quello che ha dell’ incredibile è che i tre gol subiti dai granata siano avvenuti per tre errori dei singoli: Izzo, Bremer e Nkoulou.  Lo scorso anno la difesa del Toro è stata la migliore del campionato del girone di ritorno ed oggi sembra un lontano ricordo. Ma c’è da dire che il centrocampo anche ieri ha fatto poco filtro con Rincon che dopo aver subito un ammonizione giusta ha evitato sempre contrasti, mentre Meité ha sbagliato troppe volte anche passaggi elementari. Inutile dire che per quanto riguarda la costruzione del gioco l’ unico che è stato in grado nel primo tempo di fare qualcosa è stato Ansaldi,  sicuramente il più tecnico nel centrocampo granata, e un giocatore è troppo poco per creare palle per gli avanti granata. Bene per i primi 30 minuti di Verdi con l’ assist per Ansaldi e poi un bel tiro respinto in angolo da Sepe. Il suo inserimento sta procedendo bene per gradi. Inutile ripetersi che capitan Belotti  ha fatto il possibile per tenere su la squadra, spesso solo contro tre difensori.

Un Toro che esce sconfitto contro il Parma nonostante Sirigu sia stato incredibilmente grande, tenendo per 85 minuti il Toro in partita. Cosa manca a questo Toro? La maturità e sicuramente un giocatore a centrocampo più tecnico. Il Toro in dieci ha resistito ad un Parma davvero grintoso per 87 minuti poi è crollato, ma l’espulsione di Bremer non deve essere una scusante per la sconfitta perché al di là dell’ inferiorità numerica i granata sin da subito hanno subito il pressing avversario, faticando sempre nel portare il proprio baricentro in avanti.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. s.simone_183 - 2 settimane fa

    La verità è che i giornalisti che normalmente seguono il TORO dovrebbero sforzarsi di essere più obiettivi e, contemporaneamente, ultra critici.
    1) La difesa quest’anno è un colabrodo perchè, purtroppo, non può contare sulla enorme esperienza di Emiliano Moretti. Fino ad ora, Mazzarri non è ancora riuscito a trovare un degno sostituto di Moretti e non si sa se riuscirà a trovarlo dati gli esperimenti finora falliti. Io insisterei su Bonifazi che è giovane e margini di miglioramento notevoli. La attuale criticità difensiva dipende anche dal caso Nkolou come pure dalla poca affidabilità fisica di Lyanco a causa degli enormi e ripetuti infortuni. Per quanto riguarda Izzo, è normale perdere qualche colpo quando le cose non girano bene.
    2) Il centrocampo lascia poche speranze di diventare accettabile a causa della scarsità degli elementi disponibili. Meitè è irriconoscibile, Rincon ce la mette tutta ma è sempre molto falloso e costruisce poco, Lukic spesso infortunato, Baselli con più bassi che alti o viceversa ad intermittenza.
    3) Ringraziamo il Gallo e San Sirigu, altrimenti la situazione sarebbe veramente molto critica.
    4) A mio modesto parere, la maggior parte dei componenti della rosa del TORO è mediocre, salvo alcune eccezioni quali Belotti, Sirigu, Izzo, Ansaldi. I risultati ottenuti l’anno scorso dal TORO sono dovuti esclusivamente a Mazzarri che ha ottenuto il massino da una rosa generalmente mediocre. Quindi in futuro bisogna investire su ciò che effettivamente serve alla squadra considerando che spendere 40 milioni di euro per Verdi e Laxalt, con questi risultati, non paga.
    5) A parte Sirigu e Belotti, ditemi se c’è qualche altro fuoriclasse nel TORO.
    6) Sono ultra tifoso del TORO da circa 70 anni e mi piace il calcio tanto è vero che seguo le partite di tutte le squadre. Ho visto giocare il Lecce, il Verona, il Brescia, il Sassuolo, che mi hanno molto ben impressionato, giocando spesso meglio del TORO.
    7) Speriamo in bene e sempre FORZA VECCHIO CUORE GRANATA!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

      Ciao s.simone 183.Tifo Toro dalla metà degli anni 50 e quindi siamo lì come anzianità di tifo ed anagrafica.Dirti che condivido sostanzialmente il tuo post mi pare ovvio.Vorrei solo puntualizzare un dettaglio di non poco conto e cioè che Laxalt è arrivato SOLO in prestito per 500 mila euro con diritto e non obbligo di riscatto a circa 12 mln(cosa che di sicuro non avverrà) quanto a Verdi al di là di una manciata di milioni come “caparra” il grosso è diluito in varie rate annue.Quando mai il Pres. avrebbe “tirato fuori tout court”40mln?Ti saluto cordialmente e buona serata.FVCG!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iard68 - 2 settimane fa

    Ognuno ha la sua opinione e tutte sono rispettabili. Per me l’errore ENORME è l’allenatore. La squadra non è eccelsa, ma vale sicuramente più di parma, sampdoria e lecce. WM anche ieri ha scelto un modulo ultra conservativo… la squadra poi ci ha messo del suo prendendo gol al primo affondo di Gervinho, manco non si sapesse che sa correre veloce!!! Nonostante questo, un po’ di pressione e abbiamo pareggiato (perché loro erano fondamentalmente SCARSI, inguardabili in difesa), il tutto senza un centrocampista abile nella costruzione che in rosa non c’è, e con una sola punta (spesso defilata) più Verdi (in evidente ritardo di condizione) in appoggio. Poi succede quel che succede, perché la regola sui falli di mano in area è assurda (ma perché mai ammonire se già dai rigore? Non è fallo violento ne volontario… davvero una follia) e perché noi non attacchiamo MAI. Solo pressione (finché ce n’è) e ripartenze (Belotti contro tutti). La rosa non sarà il Massimo, Cairo non intende investire per rafforzarla… tutto vero… MA QUESTA ROSA DEVE GIOCARE MOLTO MEGLIO DI COSI’. Testadighisa sarà pure un brav’uomo (come Sinisa), un buon motivatore (come Sinisa) e un buon gestore di spogliatoio (più di Sinisa)… tatticamente è improponibile a questi livelli (tutto sommato anche peggio di Sinisa… e viene davvero da piangere!).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pazko - 2 settimane fa

    Ho ripensato alla partita e , dopo la rabbia per la sconfitta, vorrei fare qualche considerazione positiva: in 11, malgrado il loro gol iniziale (non abbiamo ancora capito che Gervinho in velocità se li beve tutti?), avremmo vinto agevolmente la partita; Bremer è immaturo, meglio attualmente Djdj o Bonifazi; N’koulou è il nostro miglior difensore; il resto lo conosciamo: grandi Sirigu e Belotti, Ansaldi classe a non finire e poca autonomia, Baselli miglior centrocampista, gli altri nella media. Resto fiducioso, malgrado questo inizio luci e ombre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stufodellamediocrita' - 2 settimane fa

      Con tutto il rispetto, quali sarebbero le luci?
      Ora ti elenco le ombre:
      1) eliminazione da EL ad opera di una squadra che veleggia nei bassifondi della Premier ma che, nel doppio confronto, non ci ha dato chances;
      2) vittoria sofferta col Sassuolo alla 1^, fortunosa alla 2^ con la Dea e di culo coi resti del Milan (che abbiamo visto domenica sera quanto vale);
      3) sconfitta col Lecce giocando la peggior partita dell’era Mazzarri;
      4) sconfitta con la Samp (che ha appena 3 punti in classifica) con un solo tiro in porta in 95′;
      5) sconfitta col Parma in una partita piena di errori individuali ma, anche e soprattutto, di errori clamorosi del mister: formazione iniziale, mancata sostituzione di Meite, sostituzione del Gallo, solo per citarne alcuni.
      Ora, quali sarebbero queste luci per cui noi eternamente insoddisfatti dovremmo avere fiducia in un futuro migliore?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pazko - 2 settimane fa

        Le tre vittorie, gli errori in 10 ci saranno sempre, inoltre La Rosa ha alcune pecche, ma ha anche qualche buon giocatore, a quelli che ho segnalato aggiungerei Rincon, Izzo , Iago. Purtroppo siamo il Toro, non abbiamo La Rosa di Milan (se li fa giocare male Giampaolo peggio per loro) , forse neanche della Fiorentina, per non parlare delle prime 6. Speriamo che mattoncino su mattoncino si riesca a fare un campionato tipo l’anno scorso, senza voli pindarici (CL) ma anche senza deprimersi sempre. Io la penso così, anche se, ribadisco, ieri sera e dopo Lecce e Samp, ero molto amareggiato. Buona giornata a te e a tutti coloro che leggono questo nostro post.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. uiltucs.pesar_12159015 - 2 settimane fa

    Questa squadra non può prescindere da condizione atletica e… 2 attaccanti! E non è bastato un anno x capirlo! X il resto sono convinto che il vero Toro, se non si spacca lo spogliatoio, lo rivedremo alla ripresa del campionato. Strippoli, ti dimentichi di Baselli che, soprattutto in fase difensiva, sta diventando un mostro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

    La valanga di commenti successivi alla partita “fotografano” molto bene lo stato d’animo espresso da noi tifosi con sfumature diverse ma uguali nella sostanza.Come ormai purtroppo mi succede spesso evito commenti a caldo che sarebbero ancora più sgradevoli.Direi che ho visto una squadra in “versione gambero” guidata da un tecnico “penelope” in evidente stato confusionale.Abbiamo avuto la conferma della complessiva mediocrità dell’organico dove anche il Capitano,Sirigu,Izzo,Ansaldi e Rincon stentano a tenere in piedi la baracca.Preferisco non dilungarmi oltre ma i podromi vanno ricercati “nel manico”..Ma questa è un’altra storia e qui mi fermo,per ora.Ma essendo iscritto al club dei “barbutun mai cuntent”….FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. alexku65 - 2 settimane fa

    Chi voleva fare il salto in salto in questi anni l’ha fatto . Noi ne stiamo parlando da 30anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. alexku65 - 2 settimane fa

    Abbiamo ciò che meritiamo. Finché la gente sposa tutte le favole editoriali e dirigenziali riusciremo sempre a sorprenderci di una realtà che invece resta inesorabilmente molto mediocre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy