Torino Primavera, stagione 2020/21 in alto mare: si attende il Consiglio Federale

Torino Primavera, stagione 2020/21 in alto mare: si attende il Consiglio Federale

Primavera / Il 4 agosto le prime risposte dalla Figc. Intanto il club granata non ha ancora ufficializzato l’arrivo di Marcello Cottafava

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Arrivati al primo agosto, si sa ancora poco o nulla sul prossimo campionato Primavera e il Torino non ha ancora programmato un ritiro estivo, nè ha iniziato a muoversi sul mercato per allestire la squadra 2020/2021. E’ anche questa una conseguenza dello stravolgimento dettato dall’emergenza coronavirus. Il 4 agosto si riunirà il Consiglio Federale durante il quale verrà specificato il protocollo sanitario da seguire. Per il momento dunque, non ci sono ancora novità concrete sul ritiro e sul conseguente inizio degli allenamenti del Torino. Le ipotesi iniziali facevano pensare che la prima seduta tenuta del nuovo tecnico Marcello Cottafava – ex Samp per il quale si attende solamente l’ufficializzazione – sarebbe stata la prossima settimana, ovvero tra il 3 e il 9 agosto, ma tutto è slittato e non ci sono ancora certezze. Molto probabile che il ritiro comunque non si svolgerà a Cantalupa. La stessa struttura, infatti, al momento non ha alcun accordo con il Torino.

PROTOCOLLI – D’altronde, al momento, nemmeno i giocatori – alcuni dei quali, come Celesia, Enrici e Trombini, si sono comunque allenati da maggio ad oggi con la prima squadra –  hanno ancora ricevuto comunicazioni ufficiali da parte del Torino. La società dovrà organizzare il giro di tamponi obbligatori ed i test sierologici per tutti i ragazzi tesserati e dopodiché attuare norme simili a quelle già attuate per la prima squadra. Una macchina organizzativa complessa da far partire e, senza notizie ufficiali da parte della federazione, è complicato per il Torino poter pianificare il futuro prossimo.

SQUADRA – Per quanto riguarda l’organico, ufficialmente la Primavera non ha ancora alcun allenatore. Ufficiosamente però c’è e si tratta Marcello Cottafava, ex tecnico della Primavera della SPAL prima e della Sampdoria poi, che si ispira a Marco Giampaolo. Al momento anche per lui è difficile poter mettere mano alla rosa del prossimo anno. Sempre in seno al Consiglio Federale si discuterà l’inserimento di due nuove regole: estendere il campionato a 18 squadre (attualmente erano 16) e aumentare il numero di fuoriquota utilizzabili. Quest’ultimo aspetto interessa particolarmente il tecnico e chi costruirà la rosa della squadra: Massimo Bava. In base a quanti fuoriquota potrà avere a disposizione Cottafava, la società agirà sul mercato e verranno fatte le conseguenti convocazioni per il ritiro. Al momento, però, è tutto ancora in alto mare.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Guevara2019 - 2 settimane fa

    Il mandrogno dal braccino corto sta distruggendo una delle realtà fiore all’occhiello del Toro, certo che non vende, consegnerà direttamente i libri fallimentari

    Attila a confronto è un dilettante…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. cat2_1073189 - 2 settimane fa

      hai rotto i coglio. ultimo anno a parte la primavera ha fatto bene da 10 anni a questa parte, con trofei, finali e qualificazioni nelle 8 sempre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 2 settimane fa

        Se li rompo c’ho azzeccato, glielo lecchi bene al suo padrone…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. mmt - 2 settimane fa

          forse è come dici tu. o forse la primavera ha veramente fatto bene da 10 anni a questa parte, con trofei, finali e qualificazioni nelle 8 sempre. e tu sei un tantinello in malafede

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy