Under 15, Menghini dopo Torino-Fiorentina 3-0: “I ragazzi hanno fame di imparare”

Under 15, Menghini dopo Torino-Fiorentina 3-0: “I ragazzi hanno fame di imparare”

Le parole / Così il mister dopo la vittoria dei suoi

di Redazione Toro News
Menghini

Al termine della gara di Under 15 tra Torino e Fiorentina, terminata con la vittoria per 3-0 in favore dei granata, Mister Menghini ci ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla gara e sulla prestazione dei suoi.

Così Menghini sulla condizione dei suoi: “Il gruppo sta lavorando bene, ha voglia di imparare e tanta applicazione. I ragazzi hanno fame di imparare e possono soltanto crescere. Fanno quello che gli viene chiesto senza paura e con personalità. La crescita passa attraverso gli errori, ed i ragazzi hanno voglia di imparare e crescere. Anche chi non è stato convocato incitava i compagni oggi, e questa è una bella cosa. Il tempo dirà chi avrà la possibilità di crescere, il segno positivo è che il gruppo dei ragazzi ha voglia di crescere“.

Sulle insidie di avere un gruppo grande: “Ai ragazzi ho parlato ad inizio stagione: ho 30 ragazzi con qualità e prospettive su cui lavorare. Qualcuno ha grande tecnica ma è in ritardo con lo sviluppo fisico e qualcuno ha uno sviluppo accelerato, il nostro compito è quello di far crescere tutti sotto tutti gli aspetti. Per 4 giorni a settimana lavoriamo nello stesso modo. E’ importante che loro si sentano partecipi e possano crescere singolarmente, più che vincere la gara. L’obbiettivo a fine anno è quello di essere diversi dall’inizio. Anche chi non gioca deve crescere sotto tutti gli aspetti: atletico, cognitivo, fisico, tecnico“.

Su Patruno: “Deve lavorare su tutti gli aspetti, è uno dei 34 che può crescere. A differenza di Serra, che ne ha già giocate 50 di queste partite, lui è la prima vota che gioca contro la Fiorentina, gli si può concedere un po’ di timidezza. E’ un ragazzo capace di giocare come gli altri 34, se sono al Toro significa che hanno prospettive”.

Infine, sui ragazzi convocati per lo stage con la Nazionale: “Il nostro obiettivo è quello di farli arrivare lì. Se adesso sono due i chiamati, a fine anno vorremmo fossero 3“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy