Ermanno Eandi… addio, Poeta.

Ermanno Eandi… addio, Poeta.

Mondo Granata / Il ricordo Diego Piovano, grande tifoso granata ed ex collaboratore di Toro News

di Diego Piovano
Eandi

Pubblichiamo un contributo di Diego Piovano, grande tifoso granata ed ex collaboratore di Toro News. Che ricorda Ermanno Eandi con un suo ricordo molto personale. Diego Piovano, insieme al poeta granata Eandi, era solito organizzare la mattina del 4 maggio una cerimonia commemorativa del Grande Torino al cimitero monumentale.

E così ci hai lasciato all’improvviso, caro Ermanno. Avevi solo 56 anni. Confesso che quando mi hanno avvisato del tuo decesso, per qualche istante ho pensato che fosse uno dei tuoi scherzi, un colpo di teatro esagerato, una burla assurda. Poi ho realizzato: era vero, tremendamente vero. Eri un poeta, a volte anche tormentato come molti artisti, capace di sensibilità e di profondità come pochi, con picchi di purezza, dolcezza e ingenuità difficili da raggiungere, un gentiluomo stiloso e fuori dal tempo. Oggi, però, che ti penso con particolare intensità, mi vengono in mente soprattutto il tuo senso dell’umorismo, le tue battute esilaranti, le tue barzellette spassose.

Le poesie granata di Ermanno Eandi: “Lascio la vittoria facile a coloro che hanno vinto tutto”

Ricordo che mi emozionavi con la tua arte, con il tuo eloquio esagerato e il tuo essere volutamente sopra le righe, ma quanto mi facevi divertire. Sornione, enfatico, affettuoso e accattivante, fingevi di presentarmi a persone che già mi conoscevano, con frasi che mi facevano ridere fino alle lacrime, del tipo “Ti presento una delle anime più nobili che esistano”, oppure “Ecco un amico meraviglioso, un cuore generoso come non ce ne sono altri” o, ancora, “Diego, creatura stupenda, insostituibile amico granata romantico” e altre esagerazioni esilaranti alle quali, comunque, volevo credere. Ti ricordi quanti momenti emozionanti abbiamo vissuto al Cimitero Monumentale, ricordando il nostro caro Grande Torino? Sai, Ermanno, ho visto che il numero di persone che ti sta salutando con grande affetto è a dir poco impressionante.

Morto Ermanno Eandi: poeta, giornalista e scrittore col cuore granata

La tua foto è dappertutto. Mi consola molto. Eri un personaggio televisivo coinvolgente, un giornalista e uno scrittore interessante, non solo un poeta raffinato. Sapevi anche abbinare con talento immagine e versi, i tuoi poequadri, i tuoi quadri poetici, erano originali e intensi. Quanto eri bravo a parlare di Toro, di amore ed erotismo, di vita e di mondi interiori, di cani e di mille altre cose. Il modo con il quale ti descrivevi, parlando di te in terza persona, suona ora come un addio anticipato: “Spera di volare lontano dal mondo ottuso del quotidiano per sempre, godendo del non essere, amando chi lo ama”. Ciao Ermanno, grazie di tutto.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 2 settimane fa

    Non ci credo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy