Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

MONDO GRANATA

Torino, 56 anni senza Gigi Meroni: la commemorazione in corso Re Umberto

Torino, 56 anni senza Gigi Meroni: la commemorazione in corso Re Umberto - immagine 1
Oggi la cerimonia in ricordo di Luigi Meroni, centrocampista granata scomparso in un tragico incidente il 15 ottobre 1967
Redazione Toro News

Oggi, 15 Ottobre, ricorre il cinquantaseiesimo anniversario della scomparsa di Luigi Meroni. Per ricordarlo a Torino si è tenuta una cerimonia davanti al Cippo, in corso Re Umberto. Presente il direttore operativo Alberto Barile in rappresentanza del Torino. Don Riccardo Robella ha impartito la canonica benedizione. La cerimonia è stata organizzata dal Torino Fc in collaborazione con il Circolo Soci Torino Fc del presidente Leonardo d’Alessandro.

Le parole di Don Robella su Gigi Meroni

—  

"Siamo di nuovo qui al ceppo di Meroni come ogni anno. Potrebbe diventare un'abitudine, perché sono cose buone. Vuol dire mettersi addosso un vestito, ciò che ci definisce. A volte racconta qualcosa di noi. E allora diventa un vestito quello del 15 ottobre che noi del Torino indossiamo e questo vestito si chiama Gigi Meroni. Un vestito che ci racconta e che ci definisce. Racconta che noi abbiamo sempre a che fare con la vita, con il Paradiso e che i nostri grandi giocatori non muoiono mai nei nostri cuori. Non muoiono perché noi manteniamo vivo il nostro ricordo. Sono in Paradiso e questa è la cosa più importante. Infine ci raccontano ciò che siamo e Gigi Meroni racconta chi siamo. L'enorme paradosso di essere del Torino, saper gioire tra le lacrime e saper anche piangere lacrime di sofferenza. Ci permette di non dimenticare mai. Questo non dimenticare mai non deve essere un guardare indietro nostalgico, ma vuol dire guardare sempre avanti. Per un Gigi Meroni che ci ha preceduto potrebbe esserci un piccolo Gigi Meroni che sta calcando i campi da calcio. Non solo perché è un campione, ma anche perché è un campione. Perché è una persona gentile. Chi ha avuto a che fare con Gigi Meroni lo ha descritto come una persona garbata, una cosa che forse dobbiamo riprendere. L'essere gentile oggi è diventato quasi un difetto, dove tutti siamo arrabbiati e tutti abbiamo qualcosa da protestare o da scrivere senza spendere una parola di gentilezza ed estrosità in un mondo che conforma tutto. Riprendiamo da Meroni la gentilezza e l'estro, quella capacità di essere sé stesso". 


Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Torino senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Toronews per scoprire tutte le news di giornata sui granata in campionato.