Avvisaglie di rinascita

di Enrico Matteoni


Finalmente le tante, troppe, parole, che spesso non conducono a nulla, hanno lasciato spazio prezioso ai fatti, che invece sono chiara avvisaglia che qualcosa si sta seriamente muovendo. Il passo fatto è stato piccolo ma significativo, in quanto ha permesso di fare finalmente chiarezza su quale sia la strategia adottata per far rinascere il Filadelfia e come ciò…

di Redazione Toro News

di Enrico Matteoni


Finalmente le tante, troppe, parole, che spesso non conducono a nulla, hanno lasciato spazio prezioso ai fatti, che invece sono chiara avvisaglia che qualcosa si sta seriamente muovendo. Il passo fatto è stato piccolo ma significativo, in quanto ha permesso di fare finalmente chiarezza su quale sia la strategia adottata per far rinascere il Filadelfia e come ciò avverrà. Ieri è infatti avvenuta, dinanzi ad un centinaio di persone (più altre quaranta assiepate fuori da una sala dell’assessorato) e al termine di una discussione in alcuni momenti anche piuttosto accesa ma che non è mai trascesa nel caos, la nascita della “Fondazione Filadelfia”. Quest’ associazione sorge con lo scopo di far finalmente risorgere lo stadio dove il Torino ha costruito gran parte della sua storia che da troppo tempo ormai giace abbandonato all’incuria del tempo e delle intemperie. La riunione di ieri, che ha registrato la presenza dell’assessore comunale Sbriglio, è stata particalarmente utile, in quanto sono state dettate le prime linee guida da seguire perchè la ricostruzione inizi: chiunque vorrà partecipare economicamente all’impresa potrà farsi avanti, ma nessun speculatore potrà mai mettere un centesimo per il Fila alfine di avanzare poi pretese di gestione dell’area. Il fatto di maggior importanza scaturito da questa vicenda è che adesso le carte sono scoperte e chiunque si tirerà indietro d’ora in avanti (società, comune, regione..) dovrà pubblicamente giustificarsi, visto che oramai lo stato di immobilismo generale che perdurava da ormai troppo tempo sembra essere finalmente finito. E il Torino Fc che ruolo rivestirà in questa vicenda? La risposta la dà l’assessore Sbriglio in persona (come già riportato da Toronews), dicendo che la presenza della società granata sarà fondamentale, dal momento che un impianto del genere, dove dovrebbe allenarsi la prima squadra e disputare incontri di campionato la Primavera, avrà inevitabilmente dei costi di gestione e manutenzione non indifferenti e l’area commerciale non sarà bastevole a pagarli. Il prossimo imminente passo sarà quello di vagliare le singole proposte di chi vorrà contribuire alla rinascita del Fila per poi iniziare con l’atto pratico vero e proprio.
Il torpore che aveva avvolto le istituzione sembra essersi finalmente dissolto e adesso per vedere se il mitico Filadelfia riuscirà a risorgere dalle sue ceneri come l’araba fenice sarà solo questione di aspettare un po’ di tempo. Ma questa volta l’attesa sarà sicuramente condita con una maggior quantità di ottimismo.

 

 

(foto M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy