”La Tessera del Tifoso é una cazzata”

Con modi gentili, eppure fuori dai denti: Fabrizio Miccoli non ha mai vestito la maglia granata (e riportiamo le sue dichiarazioni odierne solo perché concernenti un argomento che trattiamo spesso), ma in molti sono convinti che sarebbe stato un giocatore amato dalla tifoseria del Toro. Se non altro per i suoi "burrascosi" trascorsi con la Juventus di Luciano Moggi.
Anche oggi, l’attaccante -interpellato su un paio di questioni d’attualità-…

di Redazione Toro News

Con modi gentili, eppure fuori dai denti: Fabrizio Miccoli non ha mai vestito la maglia granata (e riportiamo le sue dichiarazioni odierne solo perché concernenti un argomento che trattiamo spesso), ma in molti sono convinti che sarebbe stato un giocatore amato dalla tifoseria del Toro. Se non altro per i suoi "burrascosi" trascorsi con la Juventus di Luciano Moggi.
Anche oggi, l’attaccante -interpellato su un paio di questioni d’attualità- non ha taciuto la propria opinione: "La Tessera del Tifoso? E’ una cazzata. Non si combatte la violenza facendo schedatura preventiva".

Continua Miccoli: "Finché la politica entrerà nel calcio, le cose non andranno mai come in altri Paesi, come l’Inghilterra, dove si fanno i pienoni; anzi, gli stadi saranno sempre più vuoti, adesso. Io, se fossi un tifoso, non ci andrei più".
Prima di chiudere, due parole sulla scelta di andare a chiudere la carriera a Dubai, scelta di Fabio Cannavaro che potrebbe essere seguito anche da Lippi: "Se ci andrei, a 36 anni? Non so, ma se lo facessi non sarebbe per fare esperienze diverse o imparare le lingue; sarebbe solo per i soldi, onestamente". Onestissimamente, diremmo.

(foto M.Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy