Salernitana-Nocerina, deferiti 17 molossi

Salernitana-Nocerina, deferiti 17 molossi

C’è l’accusa di illecito sportivo: la Nocerina rischia addirittura l’esclusione dal campionato

di Redazione Toro News

Iniziano ad arrivare i primi provvedimenti della giustizia sportiva. Dall’inchiesta aperta all’indomani di Salernitana-Nocerina, gara valida per l’undicesima giornata di andata del girone B di Lega Pro 1, quando i giocatori ospiti rimasero con appena 6 giocatori in campo costringendo l’arbitro a sospendere la partita, sono stati deferiti il club e ben 17 tesserati rossoneri.

NOCERINA RISCHIA ESCLUSIONE DAL CAMPIONATO – L’accusa, la più grave, secondo la Procura Federale è di illecito sportivo con responsabilità diretta e aggravata dall’alterazione del risultato. Tra i quadri dirigenziali sono stati coinvolti il presidente Benevento, l’amministratore delegato Citarella e il dg Pavarese, oltre al medico Rosati, l’allenatore Fontana e il suo secondo Fusco. Tra i giocatori, invece, il deferimento è arrivato per tutti gli infortunati della gara oltre a i tre giocatori sostituiti nel 1′ minuto di gioco: Cremaschi, Danti, Evacuo, Ficarrotta, Hottor, Jara Martinez, Kostadinovic, Lepore, Malcore, Polichetti e Remedi. Se dovessero essere confermati questi presupposti per la Nocerina sarebbe concreto il rischio di un’esclusione dal campionato con conseguente retrocessione in serie D. Una vera beffa soprattutto nella stagione in cui, con la prossima riforma della Lega Pro, nessuna squadra tra quelle militanti in Prima Divisione sarebbe potuta retrocedere. Adesso la parola passa alla Commissione Disciplinare, che dovrà deliberare in materia.

LA VICENDA: PRESUNTE MINACCE ULTRA’, MOLOSSI SOSPENDONO IL DERBY – Lo scorso 10 novembre allo stadio Arechi di Salerno doveva andare in scena in scena tra i padroni di casa e la Nocerina. La gara era stata preceduta dalle polemiche legate al divieto di trasferta imposto ai tifosi molossi che, stando alle prime ricostruzioni, pare abbiamo esercitato pressioni e minacce sui giocatori per evitare il regolare svolgimento della gara. Alla fine, non senza reticenze – la formazione ospite ha tardato più di mezz’ora prima di scendere dall’autobus – la Nocerina si era presentata in campo senza effettuare il riscaldamento. Al 2′ di gioco il tecnico Fontana eseguiva già tutti i cambi a propria disposizione e nel giro di 20′ a causa di cinque infortuni – Remedi, Hottor, Danti, Kostadinovic e Lepore – la formazione dei molossi rimaneva con un numero di giocatori insufficiente per continuare a giocare, costringendo così l’arbitro a sospendere la partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy