Mazzarri pre Parma-Torino: “Ricordiamoci l’andata. Belotti? Mai visto così”

Mazzarri pre Parma-Torino: “Ricordiamoci l’andata. Belotti? Mai visto così”

Verso il match / Il tecnico di San Vincenzo presenta i temi principali in vista della trasferta a Parma

di Roberto Ugliono

Il tecnico del Torino, Walter Mazzarri, ha presentato ai microfoni di Torino Channel la partita contro il Parma, valevole per la 31esima giornata di Serie A.

SUL PARMA –Il Parma ha fatto molto bene fino ad ora e ce lo ricordiamo bene anche noi, perché all’andata ci aveva messo parecchio in difficoltà. Noi dobbiamo stare attenti, perché, per quanto loro ora siano in una posizione tranquilla, avranno sicuramente voglia di fare bene e abbiamo già avuto una lezione da loro”.

PROVA DI MATURITA’ – “Questa parola (“maturità”) viene anche abusata ultimamente, noi dobbiamo migliorare nella continuità di rendimento, sia del gruppo che dei singoli. Ultimamente ci sta riuscendo bene e allora bisogna andare avanti in questa direzione”.

CORSA EUROPA – “La corsa la dobbiamo fare su noi stessi. Io non sbandiero o parlo di obiettivi, perché è inutile se poi perdi con il Parma. Parlano i fatti, la somma di ogni partita porta a una classifica importante.” Sul girone di ritorno: “Sono contento, ma non voglio fermarmi. Io guardo sempre le prestazioni e queste devono crescere continuamente”.

CHI GIOCA A PARMA – “De Silvestri ha recuperato, ma lo valuterò domani. Non so dire molto sulla formazione, non è per pre-tattica, ma perché ci sono talmente tante assenze che domattina valuterò bene il da farsi. E poi ci sono le assenze forzate di Lukic, Aina, Falque che limitano le scelte. Domani parlerò con tutti e deciderò la formazione”.

LEGGI: I convocati del Torino per Parma

SU BELOTTI –  “Stiamo parlando di un ragazzo eccezionale, da quando sono arrivato lavora anche sulla parte tecnica con la voglia di un ragazzino e si sono visti, infatti, miglioramenti esponenziali. Io così in forma non l’ho mai visto e mi sta sorprendendo, è una forza della natura. L’unico consiglio che gli voglio dare, è di non staccare l’attenzione, perché lui è un giocatore determinante quando sta bene. Ma lui ormai è esperto e lo sa”.

SULLA PRIMAVERA – “La finale di Coppa Italia è un orgoglio per tutta la società. Noi dobbiamo essere un connubio con il settore giovanile, ecco perché li faccio allenare con noi. Anche io ho iniziato nei settori giovanili quindi per me è importante. Ho fatto già esordire Millico, l’anno scorso Buongiorno. Li ho già visti vincere con il Milan al Filadelfia un anno fa, spero si ripetano, in bocca al lupo e incrociamo le dita”.

LEGGI: D’Aversa pre Parma-Torino: “Assenti Gervinho e Bruno Alves”

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    gikappa67, l’atteggiamento di Belotti l’anno scorso non lo condivisi, tuttavia maggiori responsabilità io le diedi alla società, rea secondo me di aver gestito la vicenda con un dilettantismo da brividi.non si può trascinare una situazione di quel genere fino all’ultimo giorno di mercato nella speranza che arrivasse la famosa offerta di 100 milioni…Inoltre la sua stagione è stata costellata da due infortuni abbastanza rognosi, se poi a questo si aggiunge la delusione per la mancata qualificazione ai mondiali ecco che ne esce una stagione negativa. Stagione deludente che comunque è riuscito a chiudere andando in doppia cifra…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gikappa67 - 3 mesi fa

    Su Belotti io voglio dire una sola cosa……..se capisce che il Toro è la sua giusta dimensione e non pensa di essere un giocatore da 300 milioni di euro può fare una meravigliosa carriera e diventare un idolo come Paolo Pulici, in caso contrario farà sempre la comparsa in qualche grande squadra…….deve decidere lui…….
    Lo scorso anno ha fatto l’asino pensando al Milan e i risultati li abbiamo visti, in questo campionato ha dimostrato invece tenacia e attaccamento alla maglia……e tutti ce ne siamo accorti e lo stiamo rivalutando……speriamo abbia compreso la lezione……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ole - 3 mesi fa

      Non sarei così duro con lui, non dimentichiamoci che l’anno scorso ha patito fisicamente gli infortuni… Credo anche che sia giusto ambire a giocare in squadre che magari ambiscono a traguardi importanti, l’importante è che finché gioca nel Toro si impegni al massimo e questo non glielo si può proprio rimproverare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stevetoro - 3 mesi fa

    oggi da vincere assoulutamente, poi contro un parma con assenze importanti non si puo sbagliare,certo dopo la partita di mercoledi con quei ritmi…sara’ difficile giocare cosi’ anche oggi,pero’ la partita è abbordabile se non si fa la stessa partita con il parma come all’andata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

    Indipendentemente da moduli e uomini conterà l’atteggiamento mentale. Aggressività concentrazione e umiltà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 3 mesi fa

    Tatticamente sarà una partita rognosa perché contro le squadre chiuse fatichiamo ma loro davanti sono davvero spuntati. Si può azzardare un modulo più sbilanciato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Torello di Romagna - 3 mesi fa

    Certo ricordiamoci dell’andata e soprattutto con che attesggiamento superficiale e di poca concentrazione abbiamo approcciato e giocato quella partita ……
    Quindi rimanere sul “pezzo” e partire aggressivi da subito come mercoledì ….. e’ l’unico modo per arrivare al risultato …. la tecnica ahimè scarseggia nella ns. rosa quindi ritmi alti e non concedere gioco agli avversari che , stavolta , saranno privi di Gervinho , Inglese , Biabany , Bruno Alves …. cosa vogliamo di piu’ ?
    Se non faremo risltato contro Barillà , Schiappacasse , Siligardi , Scozzarella , Sprocati dove caxxo vogliamo andare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Como Granata - 3 mesi fa

      Sei Grandeeeeee!!!
      Sacre verita’!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. suoladicane - 3 mesi fa

    e magari un modulo più aggressivo, con Belotti al centro dell’attacco a dx Parigini e sx Berenguer….
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    Io mi auguro che la squadra sia più audace come successo con la Samp e non necessariamente vuol dire perdere equilibri. Per vincere bisogna segnare, non abbiamo altre soluzioni. Il mister ha dimostrato che si può fare e che lui lo sa fare. Io per esempio non ci avrei più scommesso un centesimo. Coraggio, audacia e ferocia, queste componenti sono essenziali. Dobbiamo portare a casa questa partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy