Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

postpartita

Napoli-Torino 1-0, l’analisi del gol: cosa potevano fare meglio i granata?

NAPLES, ITALY - OCTOBER 17: Victor Osimhen of SSC Napoli celebrates after scoring their team's first goal during the Serie A match between SSC Napoli and Torino FC at Stadio Diego Armando Maradona on October 17, 2021 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L'analisi dell'azione che al minuto 81 ha portato in vantaggio il Napoli con il gol del numero 9 Victor Osimhen

Federico De Milano

Seconda sconfitta consecutiva per il Torino di Juric che perde anche in casa del Napoli con lo stesso risultato ottenuto due settimane fa nel derby (1-0), per un gol subito nei minuti finali per mano di Victor Osimhen, uno dei giocatori più in forma del campionato. Una rete che è arrivata al termine di un'azione che è un mix di qualità azzurra e sfortuna granata, anche se qualcosa in più il Torino l'avrebbe potuta fare.

 Immagine 1

In questo caso l'azione che decide Napoli-Torino avviene al minuto 81 quando la formazione di Spalletti inizia ad attaccare con insistenza. Tutto nasce da un pressing dei partenopei su Pobega che, raddoppiato, non riesce ad evitare che Koulibaly gli scippi il pallone. Il difensore scarica per Lozano che controlla e tocca per Mertens (Immagine 1).

 Immagine 2

L'accelerazione decisiva la dà lo stesso Mertens che elude Kone con una finta di corpo e cerca con un passaggio filtrante un appoggio verso Osimhen che riceve e gliela restituisce chiudendo con Mertens un triangolo che taglia fuori Lukic (Immagine 2).

 Immagine 3

L'attaccante belga del Napoli a questo punto accelera ancora e si avvicina all'area del Toro. Mertens scambia la palla ancora con un suo compagno che è Kalidou Koulibaly (Immagine 3).

 Immagine 4

Il difensore senegalese del Napoli la restituisce di tacco al suo compagno mettendo in mostra tutte le sue qualità (Immagine 4) e chiudendo quindi il secondo triangolo consecutivo.

 Immagine 5

Mertens prende velocità e una volta ricevuta ancora la palla parte rapidissimo verso il fondo del campo per cercare un cross pericoloso (Immagine5). Bravi gli azzurri, meno i granata, che vengono penetrati centralmente.

 Immagine 6

La difesa granata riesce in un primo momento a salvarsi con Djidji che intercetta il passaggio dell'attaccante belga del Napoli, aiutato anche da Singo che pressa lo stesso Mertens (Immagine 6).

 Immagine 7

A questo punto arriva una massiccia dose di sfortuna. Lukic cerca di allontanare il pallone dall'area calciandolo via lontano ma colpisce Elmas sulla schiena (Immagine 7).

 Immagine 8

Dopo aver colpito la schiena del centrocampista del Napoli, la palla si alza in cielo e attraversa tutta l'area del Toro (Immagine 8).

 Immagine 9

La palla arriva proprio nella zona di Osimhen che mette in mostra tutte le sue doti atletiche e dopo un "terzo tempo" cestistico sale in cielo e scaraventa la sfera di testa in rete per il vantaggio della squadra di Spalletti (Immagine 9). In questo momento il difensore granata più vicino al centravanti del Napoli era Buongiorno che però non riesce a far molto in quanto costretto a saltare sul posto e quindi con meno slancio dell'avversario che, oltre ad avere doti atletiche straordinarie, arriva anche di corsa. Ma il centrale classe 1999 del Toro si fa cogliere di sorpresa e forse avrebbe potuto provare a ostacolare Osimhen in qualche modo, cosa che un giocatore più esperto avrebbe certamente cercato di fare.

In conclusione il Toro paga a caro prezzo questa azione nella quale il Napoli ha messo in mostra tutte le due qualità tecniche con una lunga serie di fraseggi e tocchi di prima davvero di qualità. C'è anche però da sottolineare la sfortuna che ha avuto la squadra di Juric nel rimpallo sulla schiena di Elmas che ha notevolmente favorito il colpo di testa di Osimhen.

tutte le notizie di