Nicola rimonta Prandelli: il granata poteva passare al 4-4-2 un po’ prima

Il Confronto / Secondo punto in due partite ottenuto da Nicola: la rimonta però è agrodolce

di Andrea Calderoni

Davide Nicola ha colto il secondo punto in due partite sulla panchina del Torino. Un punto amaro per la classifica dei granata, un punto comunque considerato positivo dal tecnico. Ma con la doppia superiorità numerica per un totale di 26 minuti (recupero compreso) era lecito attendersi i tre punti, anziché il solo gol dell’1 a 1 di Belotti. Sarebbe stata una vittoria pesante e avrebbe concluso un digiuno interno che dura da luglio. Nello stesso tempo le parole di Nicola che cercano di vedere il bicchiere mezzo pieno sono più che comprensibili, essendo al comando dell’imbarcazione granata da sole due giornate e dovendo necessariamente ridare certezze ad un gruppo caratterizzato da un malanno sportivo detto “braccino del tennista”, che da più mesi sembra essersi impossessato del Torino.

LEGGI ANCHE: Editoriale – Casa dolce casa

PROBLEMI CRONICI – Nicola ha anche parlato di acquisti (LEGGI QUI) e ancora una volta ieri sera è arrivata la conferma delle gravi difficoltà a fare gioco della compagine granata. Paradossalmente il Torino ha giocato meglio dal 20′ all’espulsione di Castrovilli piuttosto che nel finale dapprima con l’uomo in più e poi con il doppio uomo in più. Ormai il gong del calciomercato si avvicina e senza nuova tecnica, soprattutto in mezzo, il Torino farà molta fatica ad imporsi nelle ultime 18 giornate. Linetty sta pagando a caro prezzo più di ogni altro il passaggio al 3-5-2 avvenuto qualche mese fa. Rincon metodista resta uno degli atti di presunzione più grandi dei 15 anni e mezzo della presidenza Cairo. Il Torino di ieri sera ha patito soprattutto la posizione di Ribery e solo per alcuni tratti di gara è riuscito a contenere il francese, autore con troppo spazio di due assist per Vlahovic (palo e fuorigioco) e del momentaneo 0 a 1. Inoltre, anche sulle corsie sia Singo che Ansaldi hanno patito contro i rispettivi avversari e soprattutto Biraghi ha avuto troppe opportunità per crossare.

TURIN, ITALY – JANUARY 29: Andrea Belotti of Torino speaks with his Head Coach Davide Nicola at the final whistle of the Serie A match between Torino FC and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico di Torino on January 29, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

CAMBI – Proprio le difficoltà sulle corsie esterne ci permettono di ragionare sulle sostituzioni effettuate da Nicola. E’ passato ad una difesa a 4 solamente quando la Fiorentina è rimasta in 9, sostituendo Lyanco, ammonito ma comunque più abile ad impostare rispetto a Bremer e Buongiorno, per inserire Murru. Ha puntato, proprio come a Benevento, sul 4-4-2, allargando Verdi sulla destra con alle sue spalle Singo e creando il tandem Ansaldi-Murru sulla sinistra. Probabilmente, si poteva optare per questo assetto con qualche decina di minuti d’anticipo. A Baselli è stato concesso l’ultimo quarto d’ora abbondante, mentre a Verdi oltre mezz’ora. L’assenza di attaccanti puri in panchina si è fatta sentire (togliere Zaza per inserire forze fresche al fianco di Belotti nel finale non sarebbe stato male). Un cambio che invece Nicola avrebbe potuto effettuare e non è stato fatto riguarda Rincon. A Segre sarebbero potuti spettare gli ultimi minuti davanti alla difesa. L’ultimo aspetto relativo alla gara di ieri sera riguarda il 3-5-2 di Cesare Prandelli: la via imboccata dalla viola sembra essere buona. Stride, però, il numero di cross effettuati con la scarsa presenza di uomini offensivi in area di rigore. L’arrivo di Kokorin potrebbe aiutare la Fiorentina a colmare questi vuoti abbastanza evidenti.

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. iugen - 1 mese fa

    Scritto appena arrivato Nicola, il 442 è il miglior modulo per noi. Visto che il nostro centrocampo è di una mediocrità imbarazzante e non possiamo farci affidamento per creare gioco, meglio puntare su Ansaldi e Verdi sulle fasce, che tecnicamente sono i due migliori che abbiamo. Cross per Zaza e Belotti e via. Classico ma efficace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FuriaGRANATA - 1 mese fa

    Con il maestro era persa
    Nicola avanti così
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Si certo, sette a zero.
      Avremmo perso anche a Benevento sette a zero
      E tutte le altre partite, poi, sempre sette a zero.

      Invece, per fortuna, questa l’abbiamo pareggiata.

      Ma va-và…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FuriaGRANATA - 1 mese fa

        Il sunto era meglio Nicola che il maestro.
        Poi è chiaro che dovresti vincere in 11 contro 9.
        Un po’ di ottimismo non fa male.e CAIRO VATTENE
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toroperduto - 1 mese fa

          Meglio con Nicola?
          Boh sarà più simpatico.
          Ad oggi siamo a un pari contro il Benevento e un pari contro la Fiorentina avendo giocato dal 60′ con un uomo in più e dal 70′ con due uomini in più riuscendo a prendere un gol con l’uomo in più.
          Roba che se avesse fatto Giampaolo lo stareste insultando in continuazione da ieri sera.
          Boh andiamo avanti per simpatie e antipatie, anche a me stava tremendamente sul cazzo Mazzarri ma non sono così fazioso da addossargli certe colpe.

          Dai Nicola non mollare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Frenck - 1 mese fa

    Si appena arrivata la prima espulsione avrei messo subito verdi per linetti. E forse la punizione dal limite l’avrei fatta battere da verdi invece che da Belotti. E toglievo anche subito rincon per inserire Segre. Ieri sera anche Ansaldi era cotto anche lui andava sostituito. Baselli anche lui doveva entrare prima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Senza troppi sofismi e numeri del lotto ieri sera abbiamo giocato una partita pessima e Nicola ha non poche responsabilità del pateracchio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bischero - 1 mese fa

    Si continua a parlare di moduli invece di come dovrebbero essere interpretati in base alle caratteristiche dei giocatori. Abbiamo giocato 9 contro 11. Siamo risultati più propositivi non per il modulo ma solo per la superiorità numerica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gigiotto - 1 mese fa

    442, 352, io so solo che ieri Prandelli con il 332 ha rischiato di vincere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 mese fa

      ha solo rischiato di vincere,come noi con sassuolo,inter,gobbi,lazio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alex70 - 1 mese fa

    So che a molti, probabilmente a tutti, e giustamente, potrà sembrare un’eresia, ma Nicola secondo me deve cercare di recuperare Verdi, perché è forse l’unico giocatore con un po’ di inventiva che abbiamo, e si è visto nel gol di Belotti, nato da un suo cross perfetto. Lo facesse giocare ala, ma deve provare a inserirlo, visto che alternative a lui non ne abbiamo, e questo oggi passa il convento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spartaco - 1 mese fa

      Personalmente ritengo che neppure Padre Pio potrebbe miracolare Verdi, però nel complesso hai ragione, è quello abbiamo ed è importante cercare di recuperarlo. Solo su una cosa non concordo: quel cross non era affatto perfetto. Era uno dei tanti cross sbagliati da Verdi, trasformato in goal da l’unico giocatore veramente forte che abbiamo in squadra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Numero7 - 1 mese fa

    Il Torino e lo stesso Belotti da inizio campionato seppur con tutte le sconfitte avute hanno reso di più con il 4-4-2 che con il 3-5-2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Non trovate strano che Giampaolo ci abbia rinunciato quasi da subito, voglio dire a parte i black-out negli ultimi minuti (dove però spesso passavamo a 3 dietro) la squadra ha giocato meglio con la difesa a 4.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    A leggere il titolo pare sia stata un’impresa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Non prenderle.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Robertina - 1 mese fa

      un gufo malefico…
      Ecco chi sei…….

      aspetta che torna Giampaolo….

      ahahahah ahahahah ahahahah ahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giaguaro 66 - 1 mese fa

        condivido…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. FORZA TORO - 1 mese fa

      un’impresa è leggere i tuoi commenti senza provarne fastidio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 1 mese fa

        alcuni/molti tipo questo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Marco Toro - 1 mese fa

    Non sono molto d’accordo l’articolista scrive giustamente che abbiamo giocato meglio dal 20′ al espulsione di Castrovilli piuttosto che con la superiorità numerica.. A me è parso evidente che prima di restare in superiorità numerica ci siamo sempre resi pericolosi per vie centrali con gli inserimenti di Lukic, nel momento in cui Lukic è stato arretrato la pericolosità del Toro si è fatta pressoché nulla, il 4-4-2 è un sistema di gioco efficace se hai degli esterni che vanno sul fondo e fanno buoni cross ma questo con noi non accade non so se per mancanze degli esterni o per scelta del mister i nostri cross vengono effettuati tutti dalla trequarti diventando così sterili.. Pertanto molto meglio con il 3-4-1-2 con gli interpreti giusti Lukic più avanzato piuttosto che il 4-4-2 senza i giusti interpreti. Per rendere più offensiva la squadra dopo la doppia espulsione era sufficiente alzare gli esterni alzando così il baricentro della squadra inserendo Verdi e anche Gojak al posto di Ansaldi e uno stranamente inefficace Singo. Parere personale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy