Petrachi: “Giampaolo è un ottimo allenatore, ma al Toro non sono arrivate le pedine giuste”

Il commento dell’ex direttore sportivo del Toro ai microfoni di Sportitalia

di Silvio Luciani, @Silvio_Luciani

Dopo essersi separato prematuramente anche dalla Roma, l’ex direttore sportivo del Torino Petrachi, che ha guidato la risalita dei granata dalla Serie B fino all’Europa League, è tornato a commentare la situazione del club del patron Cairo, parlando anche del suo rapporto con il presidente: “Sono deluso di non aver avuto un contatto diretto con Pallotta e non è dipeso dalla lingua. In questo modo, senza contatto diretto, è più difficile. Con Cairo ad esempio ce l’avevo, anche se non è finita bene, ci ho rimesso dei soldi e sono dovuto giungere a compromessi, ma non c’erano le prospettive per andare oltre. Come nei rapporti d’amore le storie finiscono e il mio rapporto con Cairo era finito, non avevo più niente da dare”.

LEGGI ANCHE: Petrachi:”Il Toro non merita questa classifica. Singo? Il mio ultimo acquisto”

Dopo aver raccontato la chiusura del suo rapporto con Cairo e con il Toro, Gianluca Petrachi ha risposto alle domande di Sportitalia sul Torino: “Giampaolo al Toro? È un ottimo allenatore, ma devi avere la forza di cambiare almeno 7-8 undicesimi di squadra. Tant’è che è cambiato Giampaolo, ora è meno integralista ed è passato alla difesa a 3. Non sono arrivate le pedine giuste

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. PaCo68 - 2 mesi fa

    Buttati da un dirupo e fatti i cavoli tuoi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. peter1 - 2 mesi fa

    Petrachi è andato alla Roma credendo di fare il salto di qualità. Ha finito per deragliare dalle rotaie del cosiddetto grande calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bischero - 2 mesi fa

    Con noi si è comportato male(ma siamo sicuri che Cairo non sapesse nulla?). Ma per me é stato un buon direttore sportivo. È impossibile lavorare con il bauscia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Askorbato - 2 mesi fa

    Petrachi Mazzarri 7 posto! Vagnati Giampaolo non classificato…..per il momento. Le chiacchiere stanno a zero. Non incavoliamoci ma ad oggi i risultati sono sotto gli occhi di tutti belli e brutti. Sempre forza TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_13686323 - 2 mesi fa

      ineccepibile !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dattero - 2 mesi fa

    ha parlato piu in sei mesi che in dieci anni,tenendo anche conto della sua nota difficolta ad esprimersi compiutamente.
    compare su parecchi siti,piu sportitalia che è la Novella tremila del calcio.
    Mi vengono dei sospetti,ma lasciamoli li,per ora.
    Escludo solo una cosa,che la proprieta non sapesse

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. olivia - 2 mesi fa

    Petrachi ha voluto fare il furbo e ha rovinato noi e si e’ rovinato lui.Una vergogna.Cairo incompetente come al solito.Quantomeno non venga a fare commenti sul Toro perché sa benissimo che lui Giampaolo non l avrebbe preso.Chi dice Giampaolo ha bisogno di tempo e’ in malafede e vuole rovinare il Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. drino-san - 2 mesi fa

    Petrachi sei voluto andare nel calcio che conta e adesso ti mangi le mani,altroché. Hai piantato un casino nello spogliatoio della tua ex squadra, te ne sei andato sbattendo la porta e adesso sei a spasso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Fantomen - 2 mesi fa

    Be non dovevamo aspettare Petrachi per capire che squadra e allenatore non facevano scopa …….credo che su questo forum lo si è scritto dall’ultimo giorno di mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 2 mesi fa

    Ma come? Ma se il nano ha preso tutti i giocatori che voleva Giampy. Invidioso della cairese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    tutte le pedine giuste al posto giusto, sia a livello di squadra che di società, la cairese non le ha mai avute, fa parte della furbesca strategia di galleggiamento nella mediocrità del suo squallido patron, a volte però, come quest’anno, esagera verso il peggio, salvo poi raccontarci come sempre, con la sua solita faccia di tolla, che sta nascendo un gran bel Torino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Madama_granata - 2 mesi fa

    Petrachi pensi ai fatti e ai guai suoi, e non si permetta di “ragliare” i suoi giudizi sul Toro di oggi!
    Il Toro non lo riguarda affatto, non sono più affari suoi!!
    La crisi granata, e i dissapori nello spogliatoio, sono nati proprio dopo la sua defezione, dopo il suo tradimento, dopo che proprio lui, cercando di “rubare” giocatori al Toro x portarseli alla Roma, ha innescato il caso Nkoulou!!!
    E si permette pure di lamentarsi perché “lui ha perso dei soldi”!!
    Si vergogni!!
    Se Petrachi avesse solo un minimo di dignità, di correttezza e di signorilità, tutte qualità che non gli appartengono e che non conosce affatto, avrebbe risposto al giornalista di turno:
    “Per rispetto verso la Società e tutto l’ambiente granata non parlo e non dò giudizi sul Toro”. PUNTO!!
    E ben gli sta che Pallotta manco gli voglia parlare!
    “CHI LA FA, SE L’ASPETTI!”, recita un saggio proverbio popolare!
    Quelli della Roma (e io spero che allo stesso modo agirà in futuro tutto il mondo pallonaro), visti il suo tradimento, il suo voltafaccia, il suo operare per la stessa Roma mentre ancora percepiva un lauto stipendio dal Toro, preso atto del suo cercare di “rubare” al Toro i giocatori che più gli garbavano x portarseli nella sua nuova Società, constatato il suo operare disonesto ed illegale, avranno soppesato il personaggio, avranno valutato di che pasta era fatto…
    … E a questo punto avranno deciso di sbatterlo fuori a calci nelle terga!!
    Molto, molto bene:
    ben gli sta!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 2 mesi fa

      Con Petrachi..poko…in proporzione al budget che aveva.
      Senza Petrachi…il nulla…
      Sempre proporzionale al budget.
      Sono tutti traditori?
      Petrachi, Nkoulou, Sirigu, Immobile che andò alla Lazio per spiccioli (visto il valore), Ljacic, Maksimovic ecc oppure erano semplicemente persone che volevano il meglio sportivo ed economico (e sportivo…Sportivo!) Visto che di progetto al toro non si aveva neanche idea…e fu solo il buon Miha che sul palco parlo di ambizioni, progetto, sfide, obiettivi???
      E non doveva essere lui a farlo!!!
      E difatti con una squadra senza difesa, una volta silurato si ritorno ad aver perfino paura di parlare di obiettivi!!
      Qui bisogna mettersi una mano sulla coscienza e chiedersi:
      Cosa voglio fare di questo toro?
      E se non si hanno idee ci si affidi a chi ne ha. E gli si diano le energie.
      Seno ci si fa da parte. Non c e’ niente di cui vergognarsi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 mesi fa

        Io “condanno” Petrachi,Nkoulou e Maksimovic, non perché più che lecitamente se ne sono andati, ma per “come” se ne sono andati, o se ne volevano andare.
        Sirigu gode di tutta la mia stima e il mio apprezzamento.
        Per Immobile purtroppo la Lazio ha offerto di più; su Ljajic non mi pronuncio perché non ho capito come sono andate le cose nella realtà.
        Più che legittimo andare a guadagnare soldi e fama altrove, ma c’è modo e modo!
        Darmian e Glik insegnano..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 2 mesi fa

      Tanto astio verso Petrachi lo posso capire. Quel che non capisco è come possa usare un peso e una misura diverse per Cairo che ha fatto, fa e farà il male del Toro con le sue scelte. Perché non vorrà farmi mica credere che le decisioni in società avvengano a sua insaputa! Mal consigliato? Ok, ammettiamo che lo sia. Nella migliore delle ipotesi parliamo di un incapace patentato se dopo quindici e passa anni di Toro si fa regolarmente infinocchiare da chicchessia. Solo che ora non ci sono più né Petrachi e ne quel cattivone di Mazzarri, è transitato Longo, ci sono Vagnati e Giampaolo, diversi giocatori nuovi, altri sono andati via, ma le cose vanno persino peggio di prima. Sarà sfortuna….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 mesi fa

        Le garantisco che infinite volte ho sostenuto, e sostengo, che Cairo ha fatto e fa scelte sbagliate e controproducenti!
        Sono però in disaccordo con coloro che lo vogliono fuori dal Toro.
        Fino a quando non leggerò il nome di qualche serio e noto imprenditore, pronto ad acquistare il Toro con “moneta sonante”, continuo a dire che Cairo dobbiamo farcelo andare bene.
        I Goveani, i Calleri, i Vidulich spero non tornino mai più..
        E non voglio che il Toro fallisca un’altra volta!
        Con Cairo almeno questo rischio non lo corriamo!
        Non concordo anche con chi dice che Cairo non spende: Niang, Zaza, Verdi, Meité, Aina, Izzo , e parte dei “nuovi arrivi” sono stati pagati tutti dai 10.000.000 di euro in su, anche se il loro rendimento spesso non ha corrisposto, o non corrisponde, alla cifra investita.
        Soldi spesi, sì, ma spesi spesso male!
        E di ciò credo che il primo ad essere non solo infastidito, ma danneggiato, sia proprio Cairo, che questi soldi ha tirato fuori dal “suo” portafoglio!
        Consigli sbagliati, come dice lei, ed anche errori del Presidente, ma in tutto ciò non vedo malafede: semmai distrazione, forse a causa dei troppi e diversificati impegni lavorativi.
        Mi rifiuto di credere che Cairo non sia scocciato, e non poco, se, a fronte di un monte-ingaggi pari al settimo posto della graduatoria italiana, il Toro è in fondo alla classifica, in
        zona- retrocessione.
        Mi rifiuto altresì di credere che Cairo gioisca del fatto che il valore dei “suoi” giocatori scenda sempre più con il passare del tempo: anche qui è sempre lui a rimetterci, e non poco, di tasca sua.
        Credo perciò che dire che Cairo se ne frega del Toro sia un’idiozia!
        Se se ne fregasse, non investirebbe, o non avrebbe investito, cifre che rischiano di non tornargli più indietro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. r.ponzon_13686323 - 2 mesi fa

          ineccepibile !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ALELUX777 - 2 mesi fa

    Il tracollo della crescita del toro è iniziato con il Sig. Petrachi che ci lascia per andare di forza alla Roma dove in meno di 6 mesi è diventato di troppo finendo facendole pure causa.. Perché parla ancora del Toro?
    Sta solo cercando Lavoro e cerca di farsi pubblicità come può in ogni intervista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 2 mesi fa

      Petrachi ha regalato al Toro l’unica parentesi positiva dell’era Cairo. Se n’è andato da cane ma se parliamo del DS e non dell’uomo c’è solo da togliersi il cappello. E parla di Toro a buon titolo avendo frequentato a lungo l’ambiente. E chi vuole il bene del Toro non può non ascoltare e riflettere su ciò che dice. Parla di rapporti insostenibili con Cairo e evidenzia le pecche di mercato. Né più né meno di quel che in molti diciamo. Solo che se a dirlo è un semplice tifoso posso capire che le parole vengano prese con le molle trattandosi, appunto, di sensazioni di chi non frequenta l’ambiente. Ma se a dire certe cose è un professionista che conosce il calcio e l’ambiente Toro sin nei minimi dettagli, bisognerebbe dargli retta invece di inveire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Emilianozapata - 2 mesi fa

        Totalmente d’accordo. I calciatori non se ne vanno se si propone loro un progetto che garanrtisca crescita sportiva, visibilità internazionale e denaro. Da decenni al Toro questo non esiste.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Solo chi non vuol capire non capisce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy