Rampanti: “L’esclusione di Zaza? Mi meraviglio che qualcuno si stupisca”

Rampanti: “L’esclusione di Zaza? Mi meraviglio che qualcuno si stupisca”

Parola al Mister / Così Serino analizza i temi di casa Toro dopo Genoa-Torino 0-1

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Il Torino torna a vincere, pur faticando, al “Ferraris” di Genova: lo 0-1 rifilato ai rossoblù permette quantomeno di allontanare le zone meno nobili della classifica in attesa di tempi migliori. E’ il momento di analizzare i temi che ci ha restituito la partita di Marassi insieme a Serino Rampanti nel consueto appuntamento con la rubrica “Parola al Mister”.

Serino, innanzitutto c’è da dare uno sguardo alla classifica. 

“La giornata di campionato si è chiusa con il sorpasso dell’Inter nei confronti della Juventus, che ha pareggiato a sorpresa contro il Sassuolo subendo un bellissimo gol da Boga, giocatore che io mi ero permesso di segnalare su queste colonne tempo addietro come prospetto al quale il Torino avrebbe dovuto interessarsi. C’è poi il caso del Napoli, che dimostra come dietro alle crisi dietro al rendimento di una squadra ci possono essere fattori interni come il valore di giocatori e allenatori ma anche fattori esterni. Come ha detto bene Ancelotti, l’allenatore è sempre il primo responsabile, ma non l’unico: quando i risultati non arrivano, additare una sola componente è specioso”. 

Veniamo al Toro: quali sono le tue sensazioni dopo la vittoria di Genoa?

“Sul piano del gioco sicuramente non è stato un bel Toro, ma c’è da considerare che si arrivava da una pesante sconfitta interna, lo 0-3 con l’Inter, con annesse tante polemiche. Quando è così è difficile per chiunque andare a giocare fuori casa, su qualsiasi campo, a viso aperto. La squadra ha perso fiducia da un pezzo finendo per accusare una serie di problemi che sono partiti da lontano e di cui abbiamo già parlato nelle scorse settimane: tra questi il brutto divorzio da Petrachi, il caso Nkoulou, il rendimento altalenante di pilastri della scorsa stagione come Izzo. Considerato tutti questi problemi, secondo me non è nemmeno male aver raccolto 17 punti, solo quattro in meno dell’anno scorso, nel senso che poteva anche andare peggio”. 

Sono tre punti che fanno sicuramente bene al morale del gruppo. Da questo punto di vista, parliamo degli episodi andati in scena durante le sostituzioni, partendo dalla reazione non esattamente positiva di Baselli. 

“Non voglio credere ce l’avesse con Mazzarri. Gli ha sempre dato fiducia. Lo ha tolto perchè da un po’ di tempo a questa parte a volte cala fisicamente dopo 60-70 minuti. In più, era già ammonito. Considerato che aveva la fascia la braccio, se veramente avesse borbottato qualcosa contro il tecnico lo troverei un comportamento ingeneroso. Peraltro, come mai non tira più da fuori?”

Forse perchè gioca qualche metro più indietro rispetto al passato. 

“Anche Pjanic nella Juventus gioca davanti alla difesa, però al tiro ci arriva eccome”. 

Da Verdi un comportamento completamente opposto: una volta sostituito ha abbracciato a lungo Mazzarri. 

“Lo interpreto come un gesto di gratitudine nei confronti di un allenatore che ha compreso il suo travaglio interiore. Arrivava da un anno passato al Napoli in cui non aveva giocato con continuità. Quando si arriva da un periodo così, si perdono fiducia e riferimenti, ci si deve ricostruire mentalmente e fisicamente. Nel valutare un giocatore bisogna sapere che in qualche occasione bisogna aspettarlo, senza avere fretta nel giudicarlo. Mazzarri è sempre stato consapevole che occorre puntare sulle sue qualità. Ora lo vedo meglio dal punto di vista atletico e secondo me il suo rendimento crescerà”. 

Arriviamo a parlare di un tema molto dibattuto, la scelta di Mazzarri di giocarsela senza punte vere. 

“La formazione messa in campo è stata indice di un chiaro principio: gioca titolare chi dà le maggiori garanzie di partecipazione attiva sia durante la settimana sia durante la partita. E’ il criterio che Mazzarri ha seguito, con buoni risultati, nella scorsa stagione. E deve essere così anche quest’anno, poi si valuteranno i risultati, di cui a mio parere si avrà un quadro affidabile solo alla fine del girone di andata. Giusto affidarsi al criterio della meritocrazia piuttosto che a quello della valutazione economica di un giocatore”. 

Ti riferisci all’esclusione di Zaza, immagino. 

“Io mi stupisco che ci sia chi si è meravigliato di quanto accaduto. Per quanto si è visto contro l’Inter, Zaza assolutamente non meritava di giocare. E’ una scelta che avrebbe fatto qualsiasi allenatore, anzi, altri avrebbero fatto di peggio. Quindi per me Mazzarri ha fatto benissimo. E’ opinabile invece la scelta di non utilizzare alcuna punta di ruolo, quando in panchina c’erano elementi come Millico ed Edera. Ma siamo sicuri che avessero i novanta minuti nelle gambe? Chi gioca dall’inizio deve garantire tenuta atletica e noi non sappiamo se i due giovani fossero nelle condizioni giuste. Mazzarri può essere contestato o meno, ma si è comportato secondo me da allenatore responsabile. Come ho detto prima, se le cose vanno male non è detto che tutte le colpe siano sue”. 

Infine, come giudichi il fatto che la squadra sia stata oggetto di contestazioni nonostante la vittoria di Genova?

“Contestare è sempre lecito, ma ci sono dei limiti che non vanno oltrepassati. Mi riferisco allo scoppio delle bombe carta: un fatto che mi ha stupito in negativo”. 

 

 

86 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. suoladicane - 5 giorni fa

    ieri era il compleanno della squadra, e il torino fc ha perso l’occasione di ricompattare l’ambiente: sarebbe bastato aprire il FILA, far fare un po’ di autografi e di fotografie, la contestazione si sarebbe risolta con qualche fischio ed urlaccio all’inizio e dei bei cori di incitamento alla fine, purtroppo la società e la guida tecnica sono fatti di pusillanimi, che poco hanno a che fare con la storia del TORO.
    Riguardo Zaza nemmeno io lo sopporto, ma adesso alla luce dell’infortunio al Gallo, che a quanto pare è ben più grave del previsto, occorre che il testadighisa lo faccia giocare, adattando il modulo se necessario, è impensabile continuare con ‘sta menata del falso nove; se poi facesse bene, tanto meglio anche per lui, sarà più facile trovargli una sistemazione a gennaio
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granata63 - 6 giorni fa

    Al di là dellw singole valutazioni, due cose sono alla vista di tutti:
    1. Con mazzarri gioco non se vede ed è evidentemente in confusione
    2. Con Cairo, sono 15 anni che non siamo ne carne né pesce.
    Io mi sento rassegnato a vivere questa mediocrita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 6 giorni fa

    Poi x te rampanti è uno sconosciuto, per te…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dattero - 6 giorni fa

    Ma fatti furbo,te sei mica a posto,fatti vedere da uno specialista supponente saccentone,vedi di non farti ridere dietro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mimmo75 - 6 giorni fa

    Ti ho ripagato con la stessa moneta usata da te verso Rampanti e ti sei infastidito: rifletti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dattero - 6 giorni fa

    Mimmo 75,non credo sia passata la mia risposta,sennò scusate il doppione.
    Ma chi sei? Come ti permetti? Certi commenti tienteli x le mura famigliari,ma non con me,chiaro? Sei uno sconosciuto,ma chi sei? Passi lunghi e ben distesi, chiaro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abatta68 - 6 giorni fa

    Quindi secondo il principio meritocratico, se i 3 portieri si allenano in settimana meglio di tutti gli altri… giocano tutti e tre!!! Ecco perché abbiamo in campo 6 terzini contemporaneamente! Scusi mazzarri, scusi rampanti… non ci ero arrivato! Poi sta storia dei 90 minuti nelle gambe… ma bastaaaa! Se vuoi vincere la partita e zaza fa cagare e non ha voglia lo lasci in tribuna! Poi in campo metti millico da subito per provare a sbloccare la partita, al limite lo togli a 10-20min dalla fine no! Ma almeno giochi a calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ardi - 6 giorni fa

    Nainggolan tre gol e assist nelle ultime tre partite, ma a noi non serviva

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ardi - 6 giorni fa

    Dev’essere imparentato con mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. dattero - 6 giorni fa

    arrivista

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 6 giorni fa

      Abbi rispetto per uno che di calcio ne capisce sicuramente più di te. Chiedi scusa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. pirata99 - 6 giorni fa

    Ho molto rispetto per Rampanti,ma alcune cose non le condivido.Ricordo che con il Genoa abbiamo fatto tre punti,non meritandoli.Loro hanno fatto karakiri e noi abbiamo sfruttato il buon momento di Bremer,che sta crescendo sul piano tecnico.Detto ciò,io penso che non possiamo permetterci di lasciare in panchina Zaza,personalmente mi aspettavo molto di più da lui,ma questi giocatori,spesso riescono a sbloccare queste partite…Io sono contento per i tre punti,ma non così…Molti tifosi per natura,non hanno tutta questa diplomazia che hanno le persone che devono mantenere un comportamento che non faccia danno a nessuno…Molti tifosi come me,si trattengono a volte,per il rispetto di tutti.FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. GranaSiempre - 6 giorni fa

    Zaza deve fare le valigie e andarsene il prima possibile!!!
    Ah, dimenticavo… Lasciamogli come ricordo un paio di pantaloncini e una maglietta, così potrà dedicarsi con calma all’unica cosa che sa fare: arrocciarsi le maniche o un pantaloncino… Mai visto un giocatore così inutile e indisponente in campo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Prawda - 6 giorni fa

    Sono molto in sintonia con l’opinione espressa da Granat….iere di Sardegna, trovo francamente poco logico che da parte di Rampanti non si muova mai una critica a chi dirige la barca. Se il Torino ha meno punti dell’annata in cui Mihailovic fu esonerato, forse anche a Mazzarri possono essere mosse delle critiche; se questa squadra, gli stessi giocatori, sono da due anni senza gioco e senza schemi forse e’ anche o principalmente responsabilita’ dell’allenatore. Se concludono poco a rete e non e’ una novita’ dell’ultima ora, forse dipende dalla totale assenza di schemi offensivi che non sia palla lunga e pedalare. Scendere in campo senza punte, quando giochi contro una delle piu’ deboli squadre della serie a, forse solo il Brescia e’ messo peggio, e’ una scelta incomprensibile che non ha nulla di meritocratico; infatti la rete e’ nata nell’unico modo possibile, un calcio da fermo, ma dopo aver seriamente rischiato di andare sotto e soprattutto senza aver prodotto neanche uno straccio di azione offensiva, solo tanta corsa.
    La stessa gestione di Zaza e’ oggettivamente sbagliata; ho scritto gia’ lo scorso anno che con le risorse del Torino non si puo’ pensare di far sedere in panchina un giocatore costato piu’ di 15M, anche io non vedo la coppia Belotti/Zaza pero’ o Mzzarri ne pretendeva la cessione oppure e’ l’unico sistema per salvaguardare un investimento fatto dalla societa’; e qui si pone la questione piu’ pressante. Chi decide gli acquisti e su quale base? Perche’ a TN si sono stracciati le vesti nell’affermare che ogni volta gli acquisti sono scelte fatte in sintonia con l’allenatore ma mi sembra che Mazzarri sicuramente non ha scelto Zaza e Soriano ed a naso direi che anche su Verdi e Laxalt si possano avere piu’ di qualche riserva. Allora mi chiedo, se gli acquisti non sono fatti su indicazione dell’allenatore, con quale criterio si fanno gli acquisti al Torino? Chi li decide? Sulla contestazione la domanda e’ risibile, non si contesta certo la vittoria di Genova, seppure venuta al termine di una prestazione imbarazzante, ma 15 anni di mediocrita’, di promesse non mantenute, di pressapochismo, di totale indifferenza verso i colori granata, di immobilismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andr - 6 giorni fa

      Ben detto, concordo in toto.

      André

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. bergen - 6 giorni fa

    Ma allenateli alla Rocky Balboa se non hanno sti 90o minuti.
    Fateli correre dietro alle galline.
    Fateli giocare in Primavera come fuori quota.
    Fate una squadra di quelli spompi e fateli giocare il mercoledì contro le vecchie glorie granata o in amichevole contro il Nizza Millefonti.

    Non si può sentire che alla 14 giornata più EL c’é ancora qualcuno che non regge una partita!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. dennislaw - 6 giorni fa

    Le opinioni di Rampanti non mi convincono,le trovo comode giustificazioni al mister e alla società . Tutti quelli che hanno visto giocare Bologna cagliari e la stessa samp si sono resi conto che un altro calcio è possibile anche con rose che non hanno i Ronaldo o i Dybala o i Lukaku. Il difetto come si dice sta nel manico. Un mister strapagato per quanto fa rendere la rosa a sua disposizione,per le scelte tattiche, per la evidente svalutazione di giocatori discreti se non addirittura buoni. Una dirigenza societaria inadeguata e un presidente al quale non rimprovero l ochhio al bilancio ma l’ incompetenza. Il tutto aggravato dal provincialismo e dalla frustrazione di una piazza che fa dell’antjuventinismo una ragione di vita. Zaza è l’ennesimo capitolo ( come purtroppo successe con un campione di razza , Quagliarella svenduto in fretta e furia Oppure l ostracismo a Gasperini ecc.) Così si danno alibi al mister e alla società. Il giocatore non è un fenomeno ma sulla coppia di attacco Belotti Zaza bisognava puntare e costruirgli attorno quel gioco sulle fasce che per altro piacerebbe a Mazzarri.
    Invece se ne è fatto un uso saltuario e diffidente. Ma questo è solo l ultimo capitolo di una storia di incompetenze. Innanzitutto c erano e ci sono allenatori che farebbero molto meglio del nostro con questa rosa e giovani talenti che vediamo giocare in squadre anche al disotto del torino. Troppi anni mediocri condizionano giudizi e analisi…ma un altro calcio è possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. toro - 6 giorni fa

    Caro Rampanti, quando si danno opinioni in generale,a mio parere bisogna essere il più corretti possibile. Mi riferisco all’opinione che dai (sempre)sull’operato di Mazzarri. Andare a Genova e giocare senza una punta ha il significato di mancanza di fiducia dei tuoi giocatori. Il TORO oggi come oggi sai benissimo che non ha un gioco. Non si vede una vertilizzazione, nessuno che si prende una responsabilità di una giocata rischiosa. E tutto ciò chi lo deve insegnare, se non imporre,ritengo sia compito dell’allenatore. Sono tifoso da lungo tempo e a memoria non ricordo un TORO così difentivista. Se vogliamo dirla tutta si può adire che a Genova si è giocato con il 4 6 0. Con giocatori tutti attenti a difendere e quindi poco propositivi. Perciò se vogliamo essere obbiettivi dobbiamo asserire che Mazzarri non è allenatore da Toro. Purtroppo solo Cairo non riesce,a capirlo, anche perché Lui la storia del Torino la conosce POCO. Grazie z l’attenzione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 6 giorni fa

      purtroppo la verità è che giochiamo in quel modo anche quando abbiamo il Gallo. Paura di fare giocate, verticalizzazioni assenti, cross fatti con tempi sbagliati (guardate l’assist del 4 goal di ieri del Cagliari …. al volo, non pensandoci 20 secondi!), etc. ci sono anche quando abbiamo il ns Capitano. E povero lui che deve fare le nozze con i fichi secchi.
      la squadra non ha mentalità e/o voglia di attaccare. Se sia colpa del mister o una insubordinazione …. beh io questo non lo so.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. pinco pallino - 6 giorni fa

    Ragazzi quanti anni son passati che Cereser non gioca più?
    Ce lo ricordiiamo tutti e ce lo ricorderemo sempre.
    Scommetto che in 5 anni nessuno si ricorderà di Sandokan Izzo, il gattino di scampia. Per me può andar via, un altro verrà, come sempre e se no chiedere a Mozzini, a Glik e a Bremer
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. pinco pallino - 6 giorni fa

    Zaza è da ridare indietro, la società ha preso il gobbo sbagliato.
    Basta gobbi in granata, scucire dalla maglia quella J schifosa sulla manica (è vergognoso che nessun lecchino di Cairo non abbia notato il dettaglino).
    Ma cmq da una dirigenza che pensava contrattare enzo maresca, non mi sorprende più niente.
    Su Mazzarri che dire? Fa cagare, non aveva fatto nulla, solo un girone di ritorno migliore, che poi alla ora dei fatti, RIPESCATI , il titolo vinto. Ed ha avuto il coraggio di chiedere anche lui più soldi. Come nkoulou come izzo ecc ecc. I nostri campionissimi. Scommetto che uno come Iachini (per fare un
    nome qualunque), che non è famoso, non è valutato come Walter, che non è bello, non è nulla, ma è bravo.Son sicuro chee avrebbe fatto meglio.
    Penso che la squadra sia da rifondare, teniamo Sirigu, Ansaldi e Belotti il resto se va rimane o viene fa lo stesso.Tanto Armando Sandokan il guerriero il famoso Gattino di Scampia, quello che si squaglia per terra gemendo come una femminuccia, beh lui, gli hanno detto che è bravo,ora ha il magnaccio più famoso d’italia il mino raiola, ed ora vorrà andar via. Che vada, un altro verrà, come sempre.Io dopo aver visto izzo per terra, gli ho perso il rispetto.Queesti vogliono solo i soldi.Prima i calciatori rimanevano dieci anni in uno squadra, uno li amava davvero, invece adesso grazie al belga Bosman (gli si cioncassero mani e piedi, ha rovinato questo sport) , da atleti son diventati prostitutelle in mano a magnacci.
    Facciamo giocare i procuratori
    sono loro i veri campioni
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 6 giorni fa

      ..ebbe’ se la mettiamo sulla morale non dovremmo piu seguire il calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pinco pallino - 6 giorni fa

        …e infatti, seguo solo il TORO
        che per dannarsi l’anima cRedimi
        che basta ed avanza 🙂
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 6 giorni fa

      Gabetto, Bruno, Immobile, Molinaro, Moretti, Quagliarella…

      tutti ex juve…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pinco pallino - 6 giorni fa

        ..anche troppi 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. pinco pallino - 6 giorni fa

      Grazie ragazzi per i commenti. Scrivo quello che penso, senza avere la presunzione di credere che io sia portatore di qualunque verità. Dico la mia e accetto senza problemi le opinioni diverse
      tanto siamo tutti d’accordo nelle cose che importano..UN SOLO AMORE GRANATA IL SUO COLORE
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Granat....iere di Sardegna - 6 giorni fa

    Sono d’accordo, la colpa non è mai solo dell’allenatore, ovviamente se si parla di Mazzarri. Quando si trattava di parlare di Mihaijlovic naturalmente il principio non valeva. Poi qualche contraddizione sparsa qua e la, naturalmente pur di non dire che Mazzarri, al momento, sta facendo pietà: Baselli non va al tiro come Pianic perché il Toro non ha una manovra offensiva corale che porta anche i centrocampisti più arretrati ad avanzare. Baselli non tira in porta semplicemente perché ha compiti di copertura, non certo perché non vuol tirare. Ma poi, in questo Toro in cui non fanno tiri in porta neanche gli attaccanti si pretenderebbe che li facesse Baselli. E dove sono gli schemi che porterebbero Baselli ad avere la possibilità di tirare? questione 90 minuti: magari Millico e Edera non li hanno ma si dice che Baselli è uscito perché dopo 60/70 minuti va in difficoltà, epperò Mazzarri sceglie chi gli da garanzie di tenuta. C’è qualcosa che non quadra. Anzi l’unica cosa che quadra è che proprio non si vuole fare nessun rilievo a Mazzarri, quasi fosse un tabù ammettere che, allo stato attuale, non sarà l’unico ma sicuramente il principale artefice di questa involuzione in una squadra che doveva continuare un certo percorso e non ringraziare perché almeno è a 17 punti e non peggio. Continuando a difenderlo ad oltranza, ad elogiarlo per ogni piccola cosa che, tutto sommato, rientra nel minimo sindacale per un allenatore col suo valore di mercato, non si rende un servizio al Toro, che viene prima di tutti e prima di tutto. Se anzi si levasse qualche voce critica ed autorevole anche da parte di chi l’ha sempre osannato ed elogiato forse anche lui la smetterebbe di pensare che ha la coscienza a posto. Non è così. Da uno come lui ci si aspetta di più e di meglio, non si può continuare a trovare tutte le scuse del mondo per un operato a dir poco deficitario e non in linea con obiettivi, investimenti e ingaggio percepito. Se le cose vanno così nessuno ha la coscienza a posto. Gli unici che ce l’hanno a posto sono i tifosi, che ogni settimana devono sorbirsi prestazioni penose che smorzano la gioia anche di un risultato positivo eppure continuano a penare e a soffrire per la propria squadra, ancor più osservando realtà che ci erano state sempre inferiori che fanno faville. Cercare scuse all’operato deficitario di Mazzarri è l’ultimo dei problemi che mi pongo. L’unica cosa che mi interessa è che si dia una mossa e provi a riportarci dove dovremmo stare, invece di autocompiacersi per trovate tattiche estemporanee.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 6 giorni fa

      Magari corresse un po’ di più baselli accorcerebbe sulle nostre punte. Non é che non lo fa perché il mister non vuole che faccia 15 metri in più. Non si spinge avanti perché non c’è la fa. Già dura 60/70 minuti giocando da fermo. Figuriamoci corresse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 6 giorni fa

        Bene, se così è perché lo fa giocare sempre visto che lui sceglie solo chi gli da garanzie?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. prawn - 6 giorni fa

        come fai a saperlo?
        Mazzarri non lo fa giocare davanti alla difesa, lo fa giocare in difesa…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 6 giorni fa

      ottimo intervento, era un po’ che non ti leggevo su TN 🙂

      spero che serino legga e rifletta.

      In effetti WM sapeva che baselli tornava dall’infortunio e sapeva in ogni caso che non aveva i 90′.

      La scusa dei 90′ e’ una troiata inventata per fare scelte arbitrarie.

      Se uno non ha i 90 lo fai giocare 90 minuti ogni due giorni, finche non tiene il campo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 6 giorni fa

        Serino legge eccome ma non è che io voglia per forza che Serino sia d’accordo con me anche perché io non ho le competenze calcistiche che ha lui. Tuttavia mi piacerebbe ci fosse maggiore obbiettività senza per questo cambiare idee su Mazzarri. Voglio dire: è un delitto dire che in questa fase (piuttosto lunga a dire il vero) il Toro gioca malissimo? Se una squadra gioca malissimo è mai possibile che il mister non abbia responsabilità? Abbiamo linciato Sinisa (io per primo ma anche Rampanti non era tenero) perché era la squadra che correva meno in serie A e proprio di recente è venuto fuori che anche il Toro di Mazzarri è la squadra che corre meno. Mi si dice che la colpa è della preparazione anticipata ma la preparazione ottimale, anticipata o meno, a chi compete se non all’area tecnica? In generale non mi piacciono i due pesi e le due misure solo perché Sinisa, da un punto di vista delle qualità (o difetti) personali non andava a genio. A me di Mazzarri o Sinisa importa poco, a me interessa il Toro e il dato oggettivo è che il Toro attuale è indietro in classifica, gioca malissimo, è costato un sacco di soldi e non si vede la fine del tunnel. Detto questo io lo tifo a prescindere, Mazzarri compreso. Esiste però un limite, lo stesso che aveva Sinisa: i danni che si provocano. Sinisa ormai aveva probabilmente preso un crinale irreversibile ed è stato giusto esonerarlo. In base ai punti ed al gioco espresso probabilmente lo sarebbe anche per Mazzarri ma si è deciso di tenerlo. Va bene anche questo. Però smettiamola di coprire il suo operato con scuse banali e contraddittorie. Diciamo le cose come stanno sperando di essere smentiti già da domenica, anche perché competenze calcistiche o meno non è che ci voglia tanto a capire se una squadra gioca bene o meno e il Toro gioca male.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. bergen - 6 giorni fa

      Parole sante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. TifoTORO - 6 giorni fa

      Bell’intervento. Bravo. Condivido

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. rogozin - 6 giorni fa

      È sempre un piacere leggere i tuoi commenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. toro52anni - 6 giorni fa

    Bah….io non penso che WM si diverta a perdere o a giocare male.
    Penso non lo faccia nessuno.
    Mihailovic mandava tutti allo sbaraglio ,tutti avanti senza schema e senza gioco e finchè le gambe reggono e corri ce la puoi fare ma poi cedi,inevitabile.
    Miha mi piaceva un sacco soprattutto durante le interviste, mi divertivo da matti, ma da li a dire che è un grande allenatore ho i miei dubbi.E’ un grande allenatore da squadre medio basse che fanno della corsa e dell’agonismo la risorsa migliore,poi stop non penso possa andare oltre.
    WM è molto più difensivo e cerca di far scoprire le squadre per agire a campo più aperto.Il problema è che non ha chi detta i tempi e i passaggi smarcanti e Verdi è stato preso proprio per fare questo gioco.
    Se ricordate anche a Napoli non aveva un centravanti statico ma tutta gente che svariava in varie zone d’attacco.
    A noi ci vorrebbe un mister bravo che sia una via di mezzo tra i due.
    Spregiudicato si,ma con accortezza.
    Ripeto però che abbiamo bisogno di almeno 2 centrocampisti che giocano diversamente da quelli che abbiamo altrimenti qualsiasi allenatore che arriva giocherà sempre affidandosi solo e soltanto al nostro Gallo,che è una certezza,e a genova giocando senza Belotti ha provato a fare una squadra mai vista.E’ stato scaltro e fortunato, ma non gli può andare sempre bene come già si è visto durante questo campionato.
    Il non gioco comunque dipende anche dai “non calciatori” che se sbagliano continuamente passaggi, lanci e appoggi facili , è dura per qualsiasi mister far vedere un barlume di gioco, e i cambi come spesso accade cambiano poco in meglio e spesso in peggio (vedi Brescia), poi se lo spogliatoio rema contro il Mister allora per forza sei costretto a cambiare altrimenti meglio di no.
    Altro aspetto è che abbiamo alcuni giocatori in rosa che a parer mio sono molto sopravvalutati dopo aver fatto una stagione discreta.Il buon giocatore lo definisci tale se gioca sempre più o meno uguale su certi standard di livello. Meitè Aina Baselli Lukic djidji e DeSilvestri(che a me piace per impegno e professionalità) e forse tralascio qualcuno, non arriveranno mai a grandi squadre.Non metto fra questi Lyanco e Bremer perchè giovani e con poco minutaggio, quindi potenzialmente possono essere forti e pure Bonifazi (che ha me non fa impazzire) che ha giocato col contagocce ma alla spal ha fatto benissimo e la sua assenza da Ferrara sta pesando e non poco.Anche Laxalt è da valutare ,ha sempre giocato poco pure nel Milan, ma se i rossoneri lo avevano acquistato forse malaccio non era. Zaza secondo me è troppo chiuso da Belotti e gli ci vuole una squadra che giochi diversamente da come fa per il Gallo,ovvero abbiamo 2 galli nel pollaio ma che hanno modi diversi di giocare , ma tutti e 2 centrali (si può provare il doppio centravanti?Forse si, io ci avrei insistito,uno destro e uno mancino,poteva essere un bel mix ma se lo bocci dopo 2 o 3 partite è dura creare feeling di gioco tra i due)
    Morale della favola per essere da zona champions ci mancano diversi interpreti ancora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 6 giorni fa

      Concordo praticamente tutto. A parte il discorso della convivenza fra Belotti e Zaza. Perché per far duettare 2 così bisogna raddrizzare il piede ad entrambi. Sono entrambi uomini d area. Sono grezzi e giocano di potenza. Il gallo con Mazzarri con la palla fra i piedi é migliorato molto. Zaza su 10 palloni in appoggio ne sbaglia 7.serve chi giochi per la punta. Un chalanoglu. Un Luis Alberto. Un zajc. Gente che si faccia dare la palla sulla 3/4 e che faccia gioco. Pensavo che verdi fosse più propenso a questo tipo di gioco ma mi sbagliavo. È più simile a Iago.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Toro Forever - 6 giorni fa

    Ma davvero siamo convinti che il Torino sia più forte dell’Atalanta, del Cagliari o anche del Sassuolo? Rampanti, con il suo garbo, ha fatto capire tra le righe che non siamo distanti da quello che siamo in grado di esprimere, e cioè poco. Mazzarri ha delle responsabilità, ma non tutte. Non abbiamo talenti incompresi o campioni in disgrazia. Vedo tutte le partite e noto un sacco di individualità superiori alle nostre anche in molte Squadre erroneamente ritenute inferiori. Il Torino è solo discreto e niente più. Bisogna fare una Squadra più forte perché molte altre si sono rinforzate. Noi no. Ma questa è un’altra storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 6 giorni fa

      Io scommetto che almeno 8 dei nostri titolari messi nell’Atalanta di Gasperini dopo 4 mesi non li riconosceremmo. Nel calcio, come nella vita, ci vuole anche coraggio e leggerezza. Scusate ma WM basta guardarlo e sentirlo in un’intervista e si capisce che non ha queste caratteristiche. Mette tristezza e ansia solo a guardarlo. E voi pensate che uno così possa dire alla squadra: “attacchiamo l’area e fate le giocate?” Io nemmeno se lo sento con le mie orecchie ci credo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 6 giorni fa

      Non credo che le squadre che citi abbiano gente del livello di Ansaldi, Bellotti, Sirigu, Izzo e N’Kolou (almeno quello dell’anno scorso)…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Toro Forever - 6 giorni fa

      Chi è Pasalic nel Torino? E De Roon o Hateboer? E Gosens? Il centrocampo del Torino potrebbe sostenere Gomez, Zapata e Ilicic? Credo di no!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Dr Bobetti - 6 giorni fa

    Abbiamo vinto a Genova e questo contava. Zaza fuori? Scelte tecniche che nel caso dovranno essere gestite a Gennaio se ceduto (con rimpiazzo di qualità che possa sostituire ma anche coesistere con Belotti)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Stufodellamediocrita' - 6 giorni fa

    Come era eccessivamente ingeneroso nei confronti di Sinisa mi sembra che sia troppo generoso nei confronti di WM. L’unica cosa su cui sono d’accordo è di valutare l’allenatore alla fine del girone d’andata e dopo gli ottavi di Coppa Italia: a quel punto avremo definitivamente chiaro il destino dell’intera stagione granata.
    Un dubbio mi rimane, lo dissi già tempo fa: non vorrei che Cairo avesse davvero rinnovato il contratto a WM dopo la vittoria con l’Atalanta, salvo non annunciarlo a causa della clamorosa sconfitta con il Lecce…le parole del mister le ricordo bene: “Rinnovo? Basta una stretta di mano…”
    Questo giustificherebbe il buonismo palesemente smodato di Rampanti nei confronti del mister è Serino è talmente addentrato nell’ambiente granata che non può non saperlo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. morantony - 6 giorni fa

      noto che questo pensiero malsano ha sfiorato parecchi di noi …
      Mai ho sperato così tanto di sbagliarmi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. jimmy - 6 giorni fa

      Non è assolutamente impossibile, il rinnovo di Belotti non venne ufficializzato.

      “Perché non abbiamo ufficializzato il rinnovo di Belotti? Non lo ricordo”. Così Urbano Cairo questa mattina, in una intervista a ‘Tuttosport’, ha risposto alla domanda relativa al rinnovo del contratto di Andrea Belotti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Guevara2019 - 6 giorni fa

    Dissento Serino, non schierare neanche una punta contro quel Genoa, quest’anno particolarmente scarso è un errore da matita blu.

    Sono d’accordo su Zaza, è il secondo anno e continua a non convincere, anzi dargli quattro anni di contratto è stata una follia, ma in una partita del genere se non si schiera almeno Millico, che ci sta a fare al Toro, mi auguro che a gennaio vada via, altrimenti “si arruginisce”.

    A me non piace WM, dopo Udine l’avrei esonerato, chi arriverà non potrà fare miracoli la squadra possiede pochi di un certo livello, ma occorre una scossa, lo spogliatoio a me pare in depressione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guevara2019 - 6 giorni fa

      Dimenticato

      Buon anniversario della fondazione a tutti i granata!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 6 giorni fa

      Se avesse schierato millico tenendo fuori Zaza e non avesse vinto lo avreste massacrato perché non aveva fatto giocare Zaza.
      Con il senno di poi è facile.
      Siccome qua tutti mi sembra di capire che diciate che non si può contestare dopo una vittoria allora accettate il modulo che ha messo in campo perché vi piaccia o no ha vinto, quindi ha ragione mazzarri perché la controprova che con una punta avrebbe vinto non ce l’avete.
      Diverso se contestiamo il modo di giocare ma allora si abbia il coraggio di farlo a prescindere dalle Vittore se no così è veramente troppo facile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 6 giorni fa

        La mia critica è a prescindere dal risultato, infatti con un Genoa così scarso, siamo riusciti a salvarci con due pali e un’altra super parata di Sirigu, che continua a tenerci a galla, con la perla di Bremer e una unica occasione nel primo tempo, direi che il culo a Genova non ci è mancato.

        Se a lei piace questa agonia di gioco e di risultati, bontà sua, quando vedrò un po’ di spettacolo a prescindere dai risultati cambierò parere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 6 giorni fa

          Esatto, ma vorrei fare presente che giochiamo di merda anche quando la punta c’è e si chiama belotti, x cui mi sembra abbastanza irrilevante oggi come oggi il modulo, abbiamo vinto di culo anche altre partite pur avendo la punta, per cui soffermarsi così tanto sul modulo di Genova non serve a molto.
          Neanche soffermarsi su presunte colpe di mazzarri.
          È il metodo cairo che non va e deve cambiare il resto è fuffa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Guevara2019 - 6 giorni fa

            Il gioco che fa esprimere alla squadra WM lo ritengo scarso, ho già scritto che con una squadra come il Genoa non schierare almeno una punta è da manicomio.

            Detto ciò spero d’essere smentito in futuro, ma se lei spera che dopo Cairo arrivi qualcuno migliore, ho idea che sarà deluso, purtroppo a Torino solo una squadra deve brillare, infatti non si spiega come nonostante il Toro abbia un ragguardevole bacino d’utenza e una storia gloriosa, si sono succeduti presidenti molto scarsi, l’ultimo di una certa qualità fu il compianto Orfeo Pianelli, e furono anni indimenticabili.

            Mi piace Non mi piace
      2. Bischero - 6 giorni fa

        Ma più che altro… Millico sarà mica una punta?!!? È un esterno di attacco come Berenguer Iago verdi ed edera.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Guevara2019 - 6 giorni fa

          Da quel che si è visto nella primavera è uno che la porta la inquadra molto spesso,ma sappiamo che al contrario che in altri campionati,qui i giovani hanno tempo d’invecchiare e perdersi,il coraggio non fa per noi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 6 giorni fa

            Millico vede la porta sicuramente.ma la posizione in campo non é quella del centroavanti. Cmq bisogna anche dire che prima di millico in primavera abbiamo avuto punte come Comi butic Diop che hanno sfondato il muro dei 20 gol come millico. Quindi…. Direi che mi fido più di chi fa calcio di professione di chi parla di calcio per passione. E non é una critica nei confronti di millico. Benny carbone(analogo per caratteristiche a millico) che proprio l ultimo brocco non era non mi sembra sia passato dalla primavera alla prima squadra. È andato a giocare in serie b. Poi é tornato. Come tutti i giovani un po’ bravi che abbiamo avuto. Tiri occhi pellisier pinga quagliarella sorrentino balzaretti ogbonna Bonifazi e via dicendo.

            Mi piace Non mi piace
      3. Simone - 6 giorni fa

        Scusa Toroseduto, ma che forum frequenti?
        Come si fa a scrivere di avere il coraggio di contestare A PRESCINDERE dal risultato il modo di giocare quando almeno l’80% di coloro che contestano lo fanno SUL GIOCO e non sul risultato?!?!

        Siamo quasi tutti (i contestatori) arcistufi del GIOCO inguardabile di questo personaggio!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Conta7 - 6 giorni fa

    Basta solo il titolo dell’articolo, essenziale e preciso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. leggendagranata - 6 giorni fa

    Caro Serino,ho mangiato pane a calcio per decenni per motivi professionali e mi permetto di dissentire da alcune tue affermazioni. In particolare quelle riguardanti Zaza. E sì, perchè tu giustifichi le prestazioni deludenti di Verdi (“Arrivava da un anno passato al Napoli in cui non aveva giocato con continuità. Quando si arriva da un periodo così, si perdono fiducia e riferimenti, ci si deve ricostruire mentalmente e fisicamente…”), ma non riconosci le stesse attenuanti a Zaza. Capisco che a volte abbia un atteggiamento irritante, ma le sue qualità (buone, non eccelse), per le latitudini del Toro potrebbero essere grasso che cola. Compito di un allenatore non è buttare nella pattumiera giocatori problematici, ma recuperarli e valorizzarli, come fece ad esempio Ventura con Cerci e Immobile (sciagurata decisione fu quella di non riscattarlo per meno di 10 milioni di euro!!). E’ evidente che Zaza patisce il va e vieni dal campo alla panchina, che ha bisogno di sentire un po’ di fiducia intorno a sè ed è altrettanto evidente che aveva iniziato la stagione con ottima lena e buone prestazioni (5 gol, 3 in Coppa e 2 in Campionato, nessuno meglio di lui ad eccezione di Belotti), aveva dimostrato di sapersi integrare con il Gallo, scambi ravvicinati, movimenti coordinati. Ma Mazzarri non lo sopporta: quando arrivò disse che lui e Soriano non potevano giocare perchè a corto di preparazionme (eppure venivano da due signori club esteri dove avevano fatto la preparazione precampionato), che doveva valutare come inserirli nei suoi schemi. Insomma, sei uomo di calcio, sai che nelle dichiarazioni ai giornali gli addetti ai lavori usano la vaselina e che le affermazioni di Mazzarri equivalevano a una bocciatura. Quello che mi chiedo è come sia stato possibile che la società avesse fatto un discreto sforzo economico per fornire a Mazzarri due giocatori che l’ allenatore non gradiva. Ma andiamo avanti. L’ idiosincrasia di Mazzarri per Zaza è riemersa solare dopo la vittoriosa partita col Milan, in cui la coppia Zaza/Belotti aveva giocato bene. Al termine questa la dichiarazione testuale di Mazzarri: “I due si cercano anche troppo e gliel’ho detto…”. Sono covinto che un allenatore dovrebbe tentare di giocare con tutti i giocatori potenzialmente migliori in campo: Iago Falque, Zaza, Belotti, Verdi. Si tratterebbe di mettersi in difesa a 4 (come è avvenuto col Genoa), chiedere ai due esterni di collaborare con il centrocampo in fase di copertura, ecc. ecc..Cose che conosci bene. Il Toro ha un evidente problema a creare occasioni da gol, anche perchè manca di centrocanpisti (come hai giustamente sottolineato tu più volte) capaci di andare al tiro in modo efficace. Mazzarri invece ha scelto un’ altra strada: masssima copertura e minimo potenziale offensivo. E infatti si costruiscono pochissime occasionmi da gol e si fanno poche reti. Ma quest’ anno c’è un problemino in più: la difesa non è così granitica come ci si aspettava. Tu ti accontenti dei 17 punti raccolti finora, un passo che sicuramente ci taglia fuori dalla zona EL. Io no, e chiedo a Mazzarri di cambiare registro. Non grido nè “cacciate testadighisa”, nè “Cairo vattene”, ma chiedo al primo di mostrare un po’ di coraggio in più (quello che hanno ad esempio i Gasperini, i Maran, i De Zerbi, non parlo di club ipermiliardari), recuperando un ariete d’ area come Zaza al fianco di Belotti (altro il convento non passa); e al secondo di dare finalmente un assetto più profesionale al club. I conti naturalmente si faranno alla fine e vorrei che una grande cavalcata del Toro mi smentisse, ma non voglio più illudermi, l’ ho fatto già troppe volte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torello di Romagna - 6 giorni fa

      Analisi perfetta ….. sottoscrivo in pieno .
      Anche perchè vendendo Zaza (ma poi chi ci darà 14 milioni ora ?) dovremmo tesserare e (accontentarci) dello Sadiq di turno …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. torracofabi_13706409 - 6 giorni fa

      Bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. alexku65 - 6 giorni fa

      Gran bel commento. Costruito e pensato bene sul quale ogni persona libera intellettualmente non può che darti ragione. Continuo invece a provare un profondo fastidio per come certe persone (vedasi caso specifico) non facciamo altro che trovare una loro dimensione nell’assecondare il sistema anziché porre la loro esperienza al servizio della crescita vera. Anche questo fa parte della mediocrità che ha permeato la storia recente di questa squadra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Giustoro - 6 giorni fa

      Zaza di occasioni ne ha avute fin troppe, mentre Millico ed Edera occasioni praticamente zero.
      Giocare senza una punta a Genova o con una sola in altre partite “facili” è stata un’altrettanta follia ed i risultati si sono visti, con le sconfitte con le squadre più deboli.
      Mazzarri ha inculcato una mentalità perdente, per cui prima se ne va, meglio è.
      A questo punto qualsiasi allenatore si prenda non potrà fare peggio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Bischero - 6 giorni fa

      Perché dici:” altro il convento non passa? Se non sbaglio a gennaio cé il calciomercato.” che se non erro serve proprio a correggere gli errori. Il calciomercato va fatto anche in ottica futura. Non solo per il presente. Il problema peró é sempre uno. Il Ds del Torino di professione fa l editore e di pallone non capisce un piffero. Abbiamo un centrocampo da passeggio con la grinta di un criceto. Quando manca rincon prendiamo imbarcate.sarà un caso? Abbiamo un centroavanti di riserva che quando non fa fallo sbaglia 1 appoggio su 2.abbiamo 6 esterni dove solo 2 sanno giocare a calcio e 1 é rotto. Gli altri a parole sono campioni in realtà sono bidoni. E 1 arriva dalla primavera ma la testa non mi pare quella del giocatore vero. Chi rimedierà?ps.come mai hai cambiato nick?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leggendagranata - 6 giorni fa

        Caro Bischero, fratello di tifo, del calciomercato di gennaio non ho molta fiducia, al Toro non ha mai risolto alcun problema, anche perchè i giocatori buoni o gli strapaghi o non sono messi in vendita. E’ una mia opinione ovviamente, per cui penso che si debba sfruttare al meglio il fieno che si ha in cascina, fra cui – contrariamente a te – penso ci sia anche Zaza e non lo dico per una paritcolare simpatia per lui, ma perchè mi baso su quello che si è visto a inizio stagione. Tentare non nuoce, visto che bisogna risolvere il problema delle poche occasioni da gol costruite anche per le deficienze dei centrocampisti nella fase offensiva. Dico Zaza, ma non escludo altre soluzioni (Millico?) purchè si giochi veramente a due punte, non come fa Mazzarri che potrebbe mettere anche cinque attaccanti, ma poi là davanti ne rimane sempre solo uno, isolato dagli altri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Mimmo75 - 6 giorni fa

      Intanto complimenti per toni e modi usati nell’esporre valide argomentazioni che però in parte non condivido. Una società seria e ambiziosa non si presenta all’ultimo secondo con due calciatori che il mister non gradisce ma concerta tempi e contenuti del mercato. Invece no, anzi, Cairo ha replicato con Verdi (i tempi, almeno il ragazzo è gradito al mister) mettendo in difficoltà Millico che è rimasto a Torino per scadenza dei termini. Le attenuanti a Verdi non concesse a Zaza? Simone è qui da oltre 1 anno, Verdi da meno di 4 mesi. Poi sul calcio proposto da Mazzarri si può discutere, questione di gusti personali.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. michelebrillada@gmail.com - 6 giorni fa

    ifatti bisogna contestare tantissimo fino all’esonero del tecnico ma non con le bombe carta quelle non servono a nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. suoladicane - 6 giorni fa

    mah, questa storia dei minuti nelle gambe mi sembra una cagata pazzesca, a 20 anni dopo 5 mesi che si allenano non hanno 90 minuti? cosa si allenano a fare?
    mah
    oggi è il compleanno del TORO!, nessuna polemica, nessun invito ad andarsene, oggi festeggio auguro a tutti i tifosi buon compleanno!!!!
    SEMPRE
    FORZA
    TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 6 giorni fa

    Oggi e’ il compleanno del Toro !
    Aprite quei cancelli del FILA per Dio!

    “Il Toro di Cairo è come una pianta di plastica, non muore mai ma mai fiorisce. Non ha bisogno di essere innaffiata, basta una spolveratina ogni tanto per farla apparire vera agli osservatori lontani o distratti. Accudirla non costa nulla anzi, c’è chi paga per vederla, convinto sia vera e, a volte, lo appare persino. Ti accorgi che è finta quando noti che non cresce, che la terra in cui è piantata è arida, che il padrone la usa come specchietto per le allodole” (Michele Monteleone, autore del libro “Orgoglio Granata”).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 6 giorni fa

      bellissima citazione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Simone - 6 giorni fa

    Se Millico e Edera non hanno i 90′ nelle gambe a) ci sono i cambi appositamente b)settimane fa schierò volutamente Iago pur sapendo che aveva 45′ scarsi di autonomia x cui è una giustificazione che non regge minimamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Simone - 6 giorni fa

    Adesso non è nemmeno male aver raccolto 17 punti.
    Il giustificazionismo nn ha limiti.
    Che tocca leggere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. torracofabi_13706409 - 6 giorni fa

    Io sinceramente non capisco questo ostinarsi a difendere un tecnico che si trova in una situazione del genere. Non faccio parte di quelli che insultano però sono uno di quelli che già dal famoso girone di ritorno ha scritto che più volte ci è andata bene…. Mazzarri nel suo credo calcistico persevera in una maniera ostinata. Ha accantonato una serie di giocatori (svalutandoli tralaltro), che sono costati una barca di soldi. Mette costantemente a rischio infortunio Belotti, e questa volta ci è andata di lusso, che le gambe sono ancora intatte… e schiera i giocatori in campo spesso fuori ruolo. Ma perché allora è difeso ad oltranza? Mi viene da pensare che Cairo sia rimasto fregato perché il contratto glielo ha rinnovato prima della partita con il Lecce…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 6 giorni fa

      Non mi risulta che abbia rinnovato,magari mi sbaglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. torracofabi_13706409 - 6 giorni fa

        Forse il problema è proprio questo, non risulta a nessuno perché avrebbero dato l’annuncio dopo la partita. Chiaramente è un ipotesi, altrimenti non mi spiego del perché insistere con un tecnico che ormai la piazza non vuole più.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. morantony - 6 giorni fa

        Non ho elementi ma anche io sono convinto che il contratto sia stato già rinnovato e che aspettavano l’eventuale vittoria con il Lecce per annunciarlo (SIC).

        Dal Presiniente intanto nemmeno una parola, sarà impegnato a fare i panini per il pranzo al Fila.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. prawn - 6 giorni fa

        Ah pero’ teoria interessante, magari e’ stato rinnovato e non annunciato?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. morantony - 6 giorni fa

          sarebbe davvero la ciliegina (avariata) sulla torta !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. ddavide69 - 6 giorni fa

    Sempre a dire che poteva andare Peggio , giocare senza punta pur avendola perché gioca il più in forma o quello meno scazzato. Ma chi lo ha voluto zaza? Si è mai fatto veramente un tentativo con 4 5 partite con zaza e belotti insieme?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torracofabi_13706409 - 6 giorni fa

      Ha avuto più possibilità quel cadavere di Njang, pensa un po’!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 6 giorni fa

        Be,devo dire che Niang (che non era moralmente un giocatore da Toro) valeva 100 volte questo Zaza

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Scott - 6 giorni fa

    Abbiamo trovato il capro espiatorio anche per quest’anno. La barca va.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Daniele abbiamo perso l'anima - 6 giorni fa

    Più o meno condivido, anche non aver rischiato Millico ….ma se non ha i 90 minuti nelle gambe la colpa è di Mazzarri…
    Quindi …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giustoro - 6 giorni fa

      Certo che se non lo fai mai giocare, diventa difficile valutare Millico in una partita vera.
      Quanto ai 90 minuti nelel gambe, io non so che tipo di allenamento facciano, ma in altri sport i 90 minuti od i 10 secondi nelle gambe se li fanno venire con gli allenamenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. prawn - 6 giorni fa

    Vabbe’ ‘per me Mazzarri ha fatto benissimo’ e poi ‘E’ opinabile invece la scelta di non utilizzare alcuna punta di ruolo’

    Se millico non ha i 90 minuti alla sua eta’ quando ce li ha, poteva far giocare un tempo millico e un tempo edera

    siamo alle comiche dai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 6 giorni fa

      ..un’allenatore a trazione posteriore…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 6 giorni fa

        ..con la mano sempre poggiata sul freno a mano!…e mettila sul bracciolo ogni tanto e pigia su st’acceleratore!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. prawn - 6 giorni fa

        si me lo vedo bene su una fiat 132 diesel

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy