Torino, per Segre è un esordio sognato e meritato. E a Genova…

Focus on / Esordio in Serie A per il centrocampista classe 1997, che ora cerca una chance contro il Genoa

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0
Girone A, Primavera, Torino, Segre

Esordio in Serie A per Jacopo Segre, subentrato ieri a Rincon nella gara contro l’Atalanta. Belle sensazioni nella decina di minuti che ha passato nel terreno di gioco l’ex prodotto della Primavera granata, ed una posizione in via di definizione per le prossime gare, a cominciare dalla trasferta contro il Genoa, prossimo impegno dei granata.

CRESCITA – L’esordio di ieri non è casuale, ed arriva al culmine di un percorso di crescita costante: le esperienze in prestito a Piacenza, Venezia e Verona (sponda Chievo) hanno contribuito a formare il giocatore che è adesso pronto al grande salto in Serie A. Segre è uno dei talenti seguiti ed infine lanciati da Massimo Bava, che nel corso di questi anni hanno trovato posto tra i granata. Un’altra vittoria professionale per il giocatore e per il responsabile del settore giovanile del Torino.

LEGGI: Segre festeggia l’esordio sui social

PROSPETTIVE – Complice l’infortunio di Rincon, Segre è entrato in campo dall’80’ minuto di gioco. Giampaolo ha dato mandato di fare il regista al classe ’97, che era già stato provato in quella posizione sia in allenamento che in amichevole, ma mai in gare ufficiali, e ieri ne ha avuto l’occasione. Adesso Segre è in lizza per una maglia da titolare anche contro il Genoa, nella prossima gara che disputerà il Toro, in attesa di capire l’entità dell’infortunio del General. Quel che è certo intanto è che, se dal mercato non dovesse arrivare nessuno, Segre è uno dei candidati principali.

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Forzatoro - 4 settimane fa

    Contentissimo per questo bravissimo e granatissimo ragazzo! L’esordio poteva anche arrivare prima, ma dopo una lunga e proficua gavetta ora lo vedo veramente pronto. Nei pochi minuti che gli sono concessi (tra l’altro a seguito dell’infortunio di Rincon), a mio avviso, ha giocato molto bene, proponendosi molto più di Rincon, facendo girare palla bene e giocando anche con molta sveltezza e rapidità, recuperando anche un paio di palloni (mi ricordo un bel guizzo, in particolare, con cui ha recuperato palla e si è fatto fare un fallo dal limite). Mi auguro con tutto il cuore che nella prossima partita gli verranno concessi i giusti spazi, ma confido in Giampaolo, che mi sembra propenso a lanciare i giovani buoni. Facciamo giocare sto ragazzo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 4 settimane fa

      Concordo su tutto, meno che su Giampaolo pronto a “lanciare” i giovani buoni!
      A lanciarli, sì, ma fuori dalla “finestra… granata”!
      – Già scartato Edera, proprio a detta di Giampaolo;
      – Millico proposto, a quanto si legge su questo sito ed altrove, in cento trattative diverse x eventuali scambi
      – Rauti in partenza x Palermo, quasi certamente a titolo definitivo
      – Kone in prestito, ma forse con diritto di riscatto
      – ceduti a titolo definitivo Fiordaliso, Zaccagno, Gilli, De Luca, Butic ed almeno una decina di altre ex-promesse granata
      – dalla “rosa”, cercando in 2 siti diversi, scomparsi Buongiorno e Ferigra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bastone e Carota - 4 settimane fa

        Giampaolo è pronto a lanciare i giovani buoni, come Segre e Vojvoda, che purtroppo per noi sono rari.
        Madama invece lancerebbe i Parigini, gli Edera, i Zaccagno, i Millico per un sicuro doppio salto mortale all’indietro: in due anni dalla A alla C.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Forzatoro - 4 settimane fa

        Madama, io sui giovani granata la penso come lei: io proverei tutti quelli buoni che escono dalla primavera, e non per due partite, ma per 15,20,30.
        Cerco di risponderle punto per punto:
        – Edera ormai ha 23 anni e non è mai riuscito nella sua carriera a fare tra partite di fila da titolare, nè al toro (con Miha (che lo ha lanciato), con Mazzarri e nemmeno con longo, che è il suo mentore assoluto) nè in prestito: in serie c ha fatto 6 mesi al Venezia in cui ha fatto 6 partite, di cui solo 2 da titolare, per un totale di 144′ e 6 mesi al Parma, in cui ha fatto un pò meglio: 2 partite nella stagione regolare, con 20′ totali e zero partite da titolare e 6 partite e 1 gol nei playoff, nessuna da titolare, però. Nonostante questo Miha l’ha notato in ritiro e l’ha tenuto nel toro, in cui ha fatto una buona stagione. La stagione dopo, il nulla: anche da gennaio, quando è andato in prestito al bologna (di nuovo con miha) ha fatto 3 partite consecutive, in cui è sempre stato il primo ad essere sostituito e poi da inizio marzo a fine maggio ha giocato 10′ in una presenza. La scorsa stagione la conosciamo tutti. Questo per dire che edera non ha ancora dimostrato niente, non ha mai fatto più di 15 partite in una stagione e non ha fatto minimamente gavetta, perchè, secondo me, pecca molto di presunzione. Per questo dovrebbe svegliarsi e farsi un bagno di umiltà, perchè non è messi e andare in prestito in serie b (preferibilmente) o al massimo allo spezia, per vedere quanto vale.
        – su Millico, sia Vagnati che giampaolo hanno detto che puntano, e io gli credo, avendolo fatto giocare in tutte e due le partite stagionali. Io non vedo l’ora che gli venga concessa una chance da titolare e che dimostri quanto vale, perchè mandarlo in campo 10′ a risultato compromesso non lo aiuta di certo. L’impressione è che anche lui si creda già arrivato e un fenomeno e per questo rischia di fare la fine di Edera, ma lui lo vedo molto più forte e penso che quest’anno dimostrerà qualcosa.
        – Rauti, che avrei tenuto come quarto attaccante, è andato in prestito secco al palermo e se ha letto il mio commento sotto la notizia che paventava una cessione a titolo definitivo ero assolutamente contrario alla sua cessione. Io l’avrei ceduto al massimo in serie b e non in c, ma tant’è.
        – Kone, molto promettente, viene da una rottura del crociato ed è, secondo me, stato prestato giustamente al cosenza, squadra in cui era già la scorsa stagione e in cui si era trovato bene. é stato ceduto in prestito secco.
        – su Fiordaliso ho scritto tantissimi commenti in cui dicevo che ero contrario alla sua partenza e sul fatto che, nei prossimi anni, ce ne saremmo pentiti, ma non penso che sia stato ceduto per volere di giampaolo, ma per il fatto che fosse in scadenza e quindi più per colpa di Vagnati o dello stesso Fiordaliso, che di giampaolo.
        – Zaccagno, secondo me, era giusto farlo partire. è stato fermo quasi 2 anni, ha 23 anni e non avrebbe mai trovato spazio al toro, avendo sirigu, ma spero di rivederlo in futuro in granata
        – Gilli, l’anno scorso in prestito in serie c, ha giocato veramente pochissimo e come, fiordaliso, era in scadenza. L’avrei fatto partire in prestito ancora quest’anno ma non mi strappo le vesti per la sua partenza, anche perchè anche lui potrebbe beneficiarne
        – De luca stesso discorso, ma la trattativa che avevano riportato su toronews ( scambio con karamoko, giovane molto promettente (2001, mentre de luca è 1998) + il 50% sulla futura rivendita, sarebbe stata molto vantaggiosa, anche perchè anche lui era in scadenza. Il problema è che mentre de luca è ufficiale e gioca regolarmente col chievo, karamoko non è ufficiale e viene ancora convocato dal chievo
        – Butic sembrava un fenomeno ma, a parte lo scorso campionato di serie c, in cui è andato in doppia cifra, non ha dimostrato granché ed è già un 98′, inoltre anche lui era in scadenza. Io lo avrei prestato ancora un anno ma tant’è.
        – Buongiorno è regolarmente in rosa ed è stato convocato per tutte e due le partite e molto probabilmente rimarrà come quarto o quinto difensore… secondo me le sue chance le avrà.
        – Ferigra, a parte un discreto finale di stagione, non ha quasi mai giocato l’anno scorso e, molto probabilmente, verrà ceduto di nuovo in prestito secco in serie b, scelta che condivido.
        Madama, non tutti i giovani della primavera sono promettenti, e non tutti quelli promettenti si rivelano alla fine buoni giocatori. Della maggior parte di questi giovani, nei prossimi anni, non sentirà più parlare, perchè la maggior parte non ce la farà, o giocherà in serie c o al massimo in b (speriamo non col toro).
        Quelli che avrei tenuto in rosa quest’anno sarebbero stati:Buongiorno, Singo (non ho capito l’acquisto di murru: li si dovevano giocare il posto lui e vojvoda, con ansaldi che è eventualmente adattabile), Segre, Millico e Rauti. E sembra che li terremo tutti tranne l’ultimo, quindi non mi sembra così male, il problema è che dovranno trovare spazio, ma sono fiducioso che, con Giampaolo, ognuno troverà i suoi spazi (se si allenerà bene), durante questa stagione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ghiry7 - 4 settimane fa

    Diamo fiducia a sto ragazzo, ha già fatto esperienza in B e sinceramente peggio di Rincon in regia non credo possa fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ForzaToro - 4 settimane fa

    Lo farei giocare al posto di Meite’…

    Ieri leggevo di qualcuno che reputava migliore il mercato del Genoa, nostra prossima avversaria…beh 4-5 in prestito secco…Badelj che da noi farebbe la stessa figura di Rincon…Destro titolare…Pandev e Behrami in panca…Ranocchia e Balotelli sul taccuino…e’ proprio vero che l’erba del vicino e’ sempre piu’ verde…e intanto a Napoli e’ finito il primo set…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granatasky - 4 settimane fa

    Il Toro ha avuto fretta a cedere Alfred Gomis. Adesso vale una fortuna

    Un errore non aspettarlo? Chissà, si sa che nel calcio con i se e i ma non si va da nessuna parte e anche la Spal forse ha sbagliato a cederlo, fatto sta che in questo momento Alfred Gomis, il più forte dei tre fratelli portieri, è al centro del mercato in Francia. Infatti andrà a sostituire Edouard Mendy al Rennes, passato quest’ultimo al Chelsea. Il prezzo si aggira sui 16 milioni, un bel gruzzoletto. Il Torino è a posto con la sua porta, avendo un super numero uno come Salvatore Sirigu (che tra l’altro era tra i papabili anche del Rennes), però ha cresciuto in casa un portiere di livello senza valorizzarlo il giusto.

    Viva la cairese, che di giovani talenti da valorizzare non capisce un cazzo ma pensa solo a distruggerli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 4 settimane fa

      Si però la quasi totalità di questo forum ha bocciato parigini ed edera dopo quante presenze ? Sono stati relegati in panchina senza la possibilità di crescere in consapevolezza e fisicamente, ….edera dato in prestito al Bologna dove avevano orsolini e poi panca…..millico è stato bocciato addirittura senza giocare per un diverbio con Longo …..perché? Perché ha parlato ? …ha fatto bene ! Vuol dire che ha personalità! Cosa pensate che ibraimovic stesse zitto alla sua età? Comunque con sirigu in questi anni non potevamo avere di meglio …dei 63 punti di due anni fa la metà li dobbiamo a lui

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 4 settimane fa

        Anche a lei, Kieft, estendo la risposta che ho dato a Granatasky.
        Comunque, ovviamente, condivido su Parigini, Edera e Millico.
        Speriamo che altrove possano trovare la fiducia, il calore ed il sostegno che qui a Torino, a casa loro, non hanno mai avuto.
        E speriamo che sappiano farsi rimpiangere!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 4 settimane fa

      Granatasky, buonasera!
      Sostenere i giovani
      ex-Primavera su questo forum vuol dire esporsi a critiche e dileggi: glielo garantisce una che da anni è bersagliata, proprio perché sostenitrice dei ragazzi del nostro vivaio.
      Non so perché non piacciono, non interessano, non raccolgono né simpatie, né sostegno, né fiducia.
      Tutti degli incapaci, dei brocchi immaturi, viziati, montati, sovrastimati.
      Non solo non sono amati, ma costantemente presi in giro per i capelli, i tatuaggi, le fidanzate, le vacanze..
      Accusati, tutti, di essere “dei palloni gonfiati”.
      Quelli cresciuti altrove, invece..: tutti campioni, almeno fino a prova contraria!
      Degni di fiducia sempre, meritevoli di comprensione e sostegno quando sbagliano, sempre in diritto di godere di una seconda ed una terza possibilità..
      Meglio ancora se stranieri: quelli sì, che fanno sognare! Tutti seri, modesti e morigerati, allevati con rigore, refrattari ai vizi e alle attrazioni mondane, con i capelli a spazzola, la pelle intonsa e le fidanzate cresciute all’ombra dei monasteri delle Orsoline!
      Le vacanze: sempre in modeste e riposanti località montane o marine, con mamma e papà!
      Io penso invece che i giovani del vivaio vadano comumque e sempre amati e sostenuti.
      Poi alcuni, sicuramente, non si dimostreranno all’altezza della serie A; altri, io spero, potranno sfondare ed affermarsi.
      Sono molto contenta x Gomis!
      Probabilmente, se tenuto in granata e dato in prestito oneroso, ci avrebbe potuto garantire il dopo-Sirigu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iard68 - 4 settimane fa

        Signora, ho grande stima di lei perché, a differenza di tanti altri, esprime le sue opinioni con simpatia ed educazione, sempre.
        Altrettanto educatamente, tempo fa, le feci una domanda che ancor oggi attende risposta. In questo modo, intendo motivare il mio disaccordo, non certo sui giovani in generale, ma sui “talenti” espressi proprio dal NOSTRO vivaio, che, fatto salvo l’incredibile scudetto di Longo qualche anno fa, da esattamente le stesse soddisfazioni della prima squadra.
        E’ così gentile di farmi un nome, uno, di un calciatore della primavera granata che si sia affermato come buon calciatore di serie A e in grado di giocare titolare nel toro che vorremmo, in questi ultimi 15 anni (post fallimento)?
        Ecco spiegato lo scetticismo mio e di tanti altri. Il nostro vivaio non ha prodotto un Meité, un Bremer, neppure un Ola Aina.
        Anni fa proprio Lei si dannava l’anima per Barreca, che l’anno scorso, a Genova, ha fatto qualche partita in serie A. Ha avuto modo di rimpiangerlo? Perché a memoria, è l’unico che ci sia riuscito…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BiriLLo - 4 settimane fa

    Ma qualcuno che intende di economia c’è?
    Vorrei/vorremmo capire, alla società entrano una 60ina di mln per la legge Melandri, e diciamo un’altra decina di sponsor, forse poco meno.
    Tolte le spese, stipendi e quant’altro, una metà rimane da investire nella rosa e nelle strutture?
    Qualcuno mi insegna che gli investimenti nelle strutture in qualche maniera tornano nel medio-lungo periodo e arricchiscono la società.
    Mi sembra chiaramente che A Cairo di creare valore aggiunto per il Torino FC non interessi minimamente..
    Qualche esperto di economia se ha pazienza ci spieghi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BiriLLo - 4 settimane fa

      Normalmente dei meno non mi imbarazzo, ma se chiedere una visione economica che chiarisca la situazione societaria risulta sgradita da alcuni non comprendo. Ognuno è libero di pensarla come vuole. Ma Cairo può andare ovunque e sarebbe graditissimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. filippo67 - 4 settimane fa

      Il tuo discorso non fa una piega,purtroppo non posso aiutarti non essendo il mio campo,per cui chiedo lumi anch’io.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BiriLLo - 4 settimane fa

        Grazie Filippo.. Spero che Granata o Prawda o altri possano darci una visione migliore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Agnolotto - 4 settimane fa

      Nel 2019 il toro ha fatto sui 100 mln di ricavi, gli stipendi sono 60 mln,alla fine il risultato netto è una perdita di 14 mln (tra i migliori bilanci della serie a…). Gli investimenti pesano pero poco sul risultato economico (sono ammortizzati negli anni) pesano invece sulla parte finanziaria che nel 2019 ha perso circa 4 mln. In sostanza soldi che avanzano da investire nn ci sono, serve un po di lungimiranza e il coraggio di mettere i soldi e metterli su investimeni giusti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Kieft - 4 settimane fa

    Sono due anni che giochiamo da schifo e un anno che perdiamo in continuazione …facciamo giocare segre? Basta Rincon…basta ….basta ….basta …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rolandinho9 - 4 settimane fa

    Peggio di Meite non si può fare, a Linetty diamo del tempo che è bravo. Meite a Genoa non deve entrare, se Rincón sta male allora segre e Lukic dall inizio se no staffetta tra segre e Lukic o adatti Ansaldi mezz ala. FUORI MEITE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 4 settimane fa

      Quindi da cio’ si deduce che il nostro mercato sia finito qui!Proprio una bella prospettiva!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy