Torino-Lazio: biancocelesti forti e motivati, ai granata serve un’impresa

Torino-Lazio: biancocelesti forti e motivati, ai granata serve un’impresa

Verso il match / I biancocelesti di Inzaghi inseguono la Juventus in vetta alla classifica e arrivano a Torino per non perdere ulteriore terreno

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Il 26 maggio 2019 Torino-Lazio era il match conclusivo della stagione di Serie A tra la settima e l’ottava forza del campionato. I granata – pur consapevoli che la partita non contava nulla per l’Europa, poichè la Lazio aveva appena vinto la Coppa Italia – vinsero 3-1, raggiunsero il record di 63 punti nell’era dei tre punti a vittoria e tributarono il giusto omaggio a Emiliano Moretti che si ritirava. Ma nel calcio le cose possono cambiare in fretta e un anno e un mese dopo la sfida ha un sapore totalmente diverso. Gli obiettivi delle squadre sono agli antipodi, così come gli umori nelle rispettive piazze. Il Torino lotta per salvarsi dopo una stagione quantomai deludente, la Lazio invece insegue il sogno scudetto che coronerebbe un’annata esaltante. All’andata queste differenze si videro tutte: 4-0 per i biancocelesti e granata mai realmente in partita.

Toro, rebus Aina: dopo la prestazione horror a Cagliari serve una svolta immediata

TORINO – Quella sconfitta fu probabilmente l’inizio della fine dell’avventura di Walter Mazzarri, che trovò compimento qualche settimana dopo (a seguito del 7-0 a domicilio dall’Atalanta e della fatal Lecce). Poi l’arrivo di Longo e la lunga sospensione del campionato. I quattro punti contro Parma e Udinese sembravano poter riportare il sereno sul cielo granata, ma a Cagliari il Torino ha rimesso in mostra alcuni vecchi difetti che hanno caratterizzato l’ultima stagione ottenendo un altro ko. Ora c’è la sfida alla Lazio e Longo sa che servirà un’impresa per un risultato positivo. Dovrà riuscire a tirare fuori il meglio dai suoi. L’aspetto positivo è che ha trovato nuove forze. In Sardegna il tecnico ha lanciato nella mischia Ansaldi, Verdi, Singo e Millico per la prima volta dalla ripresa del campionato. Un aspetto importante, che gli permetterà di gestire le forze dei giocatori nelle prossime gare.

LAZIO – La ripresa, però, è stata agrodolce anche per la squadra di Inzaghi. La Lazio è tornata in campo contro l’Atalanta perdendo in rimonta dopo che era passata in vantaggio per 2-0. Una partita che può rappresentare una pietra miliare per la storia di questo campionato perchè ha allargato a quattro punti la forbice con la Juventus capolista. Dopodiché Immobile e compagni han battuto la Fiorentina a Roma per 2-1, in rimonta e grazie anche a un rigore concesso in modo molto generoso. I biancocelesti non sembrano ancora nella miglior condizione (come è logico che sia) e di conseguenza non sembrano ancora quella squadra che fino allo stop stava dando filo da torcere alla Juventus. Nonostante ciò, è chiaro ed evidente che il gap qualitativo rimane notevole e che la Lazio arriverà a Torino dando tutto per non perdere ulteriore terreno dalla Juventus. Se la banda di Longo vorrà fare punti, dovrà disputare una partita perfetta.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Francesco67 - 2 settimane fa

    Più che un’impresa serve un miracolo divino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 2 settimane fa

    Più che altro servirebbe un nuovo presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. eurotoro - 2 settimane fa

    Voglio essere positivo e pensare che si siano allenati duramente in questi ultimi mesi e perso malamente a cagliari x i carichi di lavoro.. che sicuramente soffriranno assai anche con la lazio..ma che il duro lavoro dara’ i suoi frutti e quindi sara’ un crescendo a partire da una grande prestazione e 3 punti col brescia! I want believe!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. loik55 - 2 settimane fa

    i punti scudetto li ha già persi, sono in evidente affanno quindi non è impossibile fare punti anche il divario generale resta molto ampio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. daunavitagranata51 - 2 settimane fa

    partendo già con l`idea che con la LAZIO sarà una MISSIONE IMPOSSIBILE, potrebbe anche essere un piccolo vantaggio per il TORO, più spensiarezza meno paura, e con le prime della classe [ non sempre] il TORO a detto la sua, chissà che perso per perso venga fuori un IMPRESA? ma domani si vedrà, dai ragazzi non diamo tutto per scontato proviamoci tappiamo le ali al`aquila laziale, invoco anche che la fortuna ci dia una mano, giusta tenacia e concentrazione per chi scenderà in CAMPO, SSFTG.CIAO,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. daunavitagranata51 - 2 settimane fa

      [SPENSIERATEZZA]

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. daunavitagranata51 - 2 settimane fa

      SPENSIERATEZZA

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Dr Bobetti - 2 settimane fa

    Partita impossibile. Ci vorrà un miracolo e sarebbe bellissimo. Anche se vorrebbe dire fare un probabile regalo alla gobba.
    L’idea di vedere schiumare di rabbia Lotito e Diaconale dopo le esternazioni arroganti durante il lockdown per la ripresa del campionato è qualcosa che per me va oltre il peggio possibile (la gobba).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CLAUDIO - 2 settimane fa

      la penso esattamente come te
      credevo che l’idea di fare un favore ai gobbi potesse essere per me inconcepibile. ma ora una vittoria che per noi sarebbe “oro colato” e vorrebbe dire praticamente salvezza, e vedere le facce del gatto e la volpe lotito e diaconale che sono veramente due mafiosi nei modi di fare, be se tutto questo volesse dire favorire i gobbi, non importa! forza ragazzi fate il miracolo, l’ultimo vero toro si e’ visto all’olimpico contro la roma, ora sotto con l’altra romana!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy