Torino, nessun alibi: da qui a Natale allontanare lo spettro lotta salvezza

Torino, nessun alibi: da qui a Natale allontanare lo spettro lotta salvezza

L’analisi / Le prossime quattro partite saranno contro squadre alla portata di Belotti e compagni: Genoa, Fiorentina, Verona e Spal

di Marco De Rito, @marcoderito
torino

Allontanare tutti i dubbi e tirarsi su le maniche: adesso serve fare il Toro. Siamo alla fine di novembre, ma Belotti e compagni sono già chiamati a sfide importanti per determinare il proprio futuro. Fino a Natale la squadra di Mazzarri affronterà quattro partite con squadre più o meno dello stesso livello di classifica. In queste gare il Toro dovrà cercare di conquistare il maggior numero di punti possibile per allontanare lo spettro della lotta salvezza. I presupposti e le condizioni affinché ciò avvenga ci sono tutti.

IL CAMMINO – La prima sarà la trasferta del 30 novembre a Marassi contro il Genoa che è terzultimo e ha quattro punti in meno dei granata. Settimana successiva i granata ospiteranno la Fiorentina che è decima con due punti in più rispetto al Torino. Il 15 dicembre sarà il turno della partita in casa dell’Hellas Verona che, attualmente, è nono con quattro punti in più dei piemontesi. Il 21 dicembre, prima della sosta natalizia, il Toro giocherà contro la Spal che, allo stato attuale, è 19^ a soli nove punti. La formazione di Walter Mazzarri sin qui ha collezionato quattordici punti ed è undicesimo in classifica, un girone di andata senza dubbio molto deludente.

Toro, con la difesa delude anche Nkoulou: non è il leader dell’anno scorso

SFIDE DECISIVE – Adesso è lecito aspettarsi una svolta nelle prossime gare. Le big e le squadre più in forma del campionato sono state quasi tutte affrontate. Il calendario fornisce una buona possibilità ai granata che ora devono cercare di mettere fieno in cascina per rialzare il destino di questa stagione, che negli ultimi due mesi ha visto il Torino viaggiare a una media da zona retrocessione. Ma si tratta di posizioni di classifica che non competono al club e alla piazza. Da qui in poi ci sarà una gara a settimana e tutti i giocatori stanno rientrando a disposizione esclusi Lyanco e Falque. Con queste condizioni anche Mazzarri è nella miglior situazione per poter preparare al meglio le prossime gare e cercare di allontanare lo spettro della lotta salvezza. Ulteriori rovesci, è inevitabile, coinvolgerebbero anche la sua posizione: la fiducia del presidente Cairo c’è, ma la situazione non deve precipitare bensì andare migliorando. E’ quanto si aspetta il club: ora, davvero, il Torino non può più sbagliare.

 

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. avvopal_14171626 - 10 mesi fa

    Cairo è un editore e quindi non deciderà mai per un silenzio stampa; ma questo sarebbe proprio il momento di farlo: tutti zitti, anche sui social (almeno per i post riguardanti il Toro…) e pedalare fino a Natale. Già detto in altri articoli: Cairo deve mettere mano all’organizzazione societaria e nominare un dg e un ds operativi: Comi fa solo il p.r. e Bava è lì perchè Cairo non ha trovato un ds che gli andava. Servono due dirigenti che si occupino a tempo pieno della società e della squadra: possibile che in C.Comm. non ci sia un manager adatto a fare il dg? Il dg non serve che sappia di calcio, quello spetta al ds e non può certo essere Bava. Secondo me comunque li sta cercando: non si può continuare così, a prescindere dalla situazione in classifica della squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alexku65 - 10 mesi fa

    Nessun alibi ? Ma se tra i “veri” tifosi e i distaccati giornalisti della redazione fanno a gara a chi trova gli alibi più incredibili ? Per non parlare del top player Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toro75 - 10 mesi fa

    Quando leggiamo le interviste dei giocatori sentiamo che dalla partita successiva sara’ tutto diverso …
    Si !
    Peggio di prima
    E parole …parole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ToroSardo - 10 mesi fa

    Salvezza? ma la voglia di Toro sta svanendo solo a me? Credo che il ”dramma” sia questo. Ma cosa deve fare ancora un Mister per essere cacciato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 10 mesi fa

      E non solo lui… ..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mauri - 10 mesi fa

    Scusate se vado fuori tema, ma quindi il buon Chiarizia saluta Toronews?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jimmy - 10 mesi fa

      Perché? Dove lo hai letto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MondinoFabbri - 10 mesi fa

      L’hanno rinchiuso nel gulag con l’accusa di vilipendio al cialtrone giornalaio milanista.

      Adesso è inginocchiato sui ceci e deve leggere ad alta voce, sino allo sfinimento: “Non avrò altro presidente al di fuori di Urbano”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ardi - 10 mesi fa

    Temo davvero che lotteremo per non retrocedere nella totale indifferenza del presidente che non sta facendo niente per risolvere la situazione, anzi dichiara che va tutto bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Luke69 - 10 mesi fa

    io mi chiedo con la squadra difficilmente migliorabile in quanto messi non era in vendita, con la difesa più forte dei gobbi, con un 4 posto nel girone di ritorno , dopo 11 no detti per i suoi top player, mi sembra così strano che ci troviamo in qs situazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 10 mesi fa

      “Ribery non ci sarebbe stato utile”.

      Inspiegabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tric - 10 mesi fa

        Senno di poi. Se l’avesse preso avremmo inveito

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. eurotoro - 10 mesi fa

    siamo al secondo anno dove sono stati confermati tutti e si aspettava una crescita..solo leggere tutto cio’ certifica il fallimento del progetto…neanche dopo le cessioni illustri del ciclo Ventura si era mai arrivati a parlare di lotta x la salvezza!!! agghiaggiande…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Giancarlo - 10 mesi fa

    Si era partiti con sogni mal celati di Chanpions League, Europa League quasi certa ed ora si parla, a ragione, di salvezza. Qualcosa non quadra. Sopratutto non capisco l’assenza della Società da ogni progetto e dalla gestione corrente della squadra, lasciata nelle sole mani di Mazzarri, con tutti i suoi limiti che ben conosciamo, ma che, ovviamente, non gli competono pienamente. Io penso, e qualcuno potrà smentirmi, che sotto sotto ci possano essere novità che oggi non possono essere svelate, quali il passaggio di proprietà. L’attuale proprietà in questo caso non può varare progetti di competenza a breve di altri, ma nemmeno può permettere che il capitale, rappresentato dal Torino Fc Spa, possa essere in qualche modo svalutato. Quindi non posso pensare che un imprenditore di successo, quale Ciro è, possa procrastinare una simile situazione nel medio periodo; ci perderebbe un sacco di soldi. La fede, la passione, i tifosi in questo caso sono elementi secondari. Spero di non sbagliarmi e leggere presto novità in questo senso, oppure di un progetto di rifondazione, comunque indispensabile. Per nostra fortuna non credo di poter assimilare Cairo a Ferrero, Preziosi, Zamparini, etc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giancarlo - 10 mesi fa

      Cairo, ovviamente, non Ciro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. miele - 10 mesi fa

    Personalmente, quei presupposti e quelle condizioni per invertire la rotta, non li vrdo affatto. Vedo invece una squadra sgangherata, che ha perso anche la coesione, un allenatore allucinato, una società colabrodo ed un presidente indifferente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Sentenza - 10 mesi fa

    Gli spettri da allontanare sono quelli di un Presiniente Cuntabale e di una società…società?…ehm pardon, solo lo spettro del Presiniente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mimmo75 - 10 mesi fa

    BOOOOOMMMMM!! Salvezza….stavo aspettando qualcuno che rompesse le acque e l’articolo è arrivato…
    Ne riparleremo a fine stagione……
    BOOOOOOOMMMMM!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. myriam.patty_10554218 - 10 mesi fa

    Io personalmente spero sempre che possiamo passare delle buone festività a livello calcistico .ma la vedo dura che il più grande piangina voglia essere del mio avviso con i suoi moduli ad una punta e le sue teorie che solo lui capisce , mai un inserimento dei centrocampisti, mai un azione che possa intravedere un gioco globale di squadra niente di niente .Quindi divento bambino e scrivo a te babbo natale io non voglio niente di che ma solo una cosa voglio ritrovare il mio amato toro quello che aveva le maglie granata e gettava il cuore oltre l ostacolo . Ti prego fai il possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. ddavide69 - 10 mesi fa

    Personalmente penso che la salvezza non sia in discussione , credo pero’ che questo sarà il nostro unico obbiettivo .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renato_granata - 10 mesi fa

      E cosa ti fa pensare che la retrocessione non ci riguardi ??? perdi sabato con il genoa e poi ne riparliamo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rogozin - 10 mesi fa

      Preoccupa il fatto che abbiano perso con squadre di tutte le fasce: con quelle forti ma anche quelle scarse ed in crisi ( Sampdoria, Udinese ecc).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 10 mesi fa

      Mettiamola Così, i fondamentali per retrocedere non ci sono, e poi non ci voglio pensare. Semmai sarà da vedere cosa farà Cairo il prossimo anno, li vedremo davvero quali potrebbero essere le aspettative

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. jimmy - 10 mesi fa

    Anche Parma,Udinese,Lecce,Sampdoria erano abbordabili…Risultato: 0 punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. MondinoFabbri - 10 mesi fa

    Adesso bisogna fare buon viso a cattivo gioco: dopo le ultime uscite del giornalaio milanista, dopo l’inizio di contestazione e dopo quanto accaduto in Curva Primavera sabato, occore coprire il giornalaio medesimo a tutti i costi ed evitare che venga definitivamente sotterrato.

    Dunque tutti i capri espiatori possibili, a partire dall’allenatore “zero assoluto”, ai giocatori ribelli, al magazziniere, alle promesse da marinaio, ai tifosi, alle condizioni meteo, stregoneria, ecc. ecc. saranno occasione per cercare di togliere lo sguardo dall’unico responsabile di questo sfacelo, ormai vecchio di 16 anni.

    Indovinate un po’ che è ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13980037 - 10 mesi fa

    Invece di chiudere il Fila chiuditi tu nel bagno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. granata69 - 10 mesi fa

    Non la vedo cosi’ facile, ma ci dobbiamo credere ( soprattutto i giocatori) altrimenti la vedo brutta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. granata69 - 10 mesi fa

    Da qui a natale 04 gare sulla carta abbordabili ( ma solo sulla carta, naturalmente). Sarebbe imperativo non perdere, e vincerne un paio, otto punti in classifica e magari un po’ piu’ di fiducia riconquistata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. SiculoGranataSempre - 10 mesi fa

    15 punti (o anche 14) e saremmo con 2 (o un) punti/o in più dell’anno scorso. In teoria si potrebbe fare. Perché continuo a sperare? Sono ormai 45anni esatti che vivo di speranze granata! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy